LA GRANDE TRUFFA DEL RISCALDAMENTO GLOBALE

Leggi il breve articolo postato da nogeoingegneriaQUI

sabato 31 marzo 2018

Cambiare l'essenza di ciò che significa essere umani

 

Lo scienziato dice che la RFID non sarà facoltativa e potrebbe cambiare l'essenza di ciò che significa essere umani

di Arjun Walia
Mentre il mondo continua ad avanzare tecnologicamente, così fanno più iniziative che invadono i nostri diritti umani fondamentali. Sembra che siamo sulla buona strada per diventare una società senza carte, senza contante. Ricordi quando le nostre carte di credito e di debito non avevano un chip e dovevamo firmare per i nostri acquisti? Bene, hanno un chip, e il prossimo passo potrebbe essere un chip all'interno del nostro corpo, e non all'interno della carta.

In effetti, gli impianti di microchip negli esseri umani sono già sul mercato. Ad esempio, una società americana chiamata Applied Digital Solutions (ADS) ha sviluppato una dimensione approssimativa di un chicco di riso e l'ha già approvata dalla Food and Drug Administration statunitense per la distribuzione e l'implementazione. (fonte)

Non molto tempo fa, il direttore di Ex DARPA e Google Executive (ora un dirigente di Facebook), Regina Dugan, promuovevano l'idea di microchip umani. Puoi vedere quella clip qui.

Chiediti, cosa succede se questo diventa un requisito per l'autenticazione e l'identificazione? Per prelevare denaro o andare al negozio di alimentari, accedere alla tua tessera sanitaria, informazioni sulla sicurezza sociale o passaporto. Lo faresti?

L'anno scorso, una società del Wisconsin ha organizzato un "chip party" per microchip dei propri lavoratori, come sottolinea il Chicago Tribune:
"Una breve puntura è che tutti i dipendenti di un'azienda tecnologica del Wisconsin hanno dichiarato di sentirsi martedì quando hanno ricevuto un innesto di microchip in mano che permetterà loro di aprire le porte, accedere ai computer o acquistare snack spuntando semplicemente la mano.

Three Square Market, noto anche come 32M, ha dichiarato che 41 dei suoi 85 dipendenti hanno accettato di essere sottoposti a microchip volontariamente durante un "chip party" presso la sede centrale della società a River Falls." 
 

Un altro esempio potrebbe essere la società tecnologica svedese, Epicener. Oltre 100 dipendenti hanno concordato di avere un microchip impiantato nelle loro mani, che consente loro di aprire le porte e utilizzare i dispositivi elettronici in modo più efficiente.

Anche se si sostiene che i dati contenuti in questi microchip siano crittografati e non utilizzino il GPS (quindi non possiamo essere rintracciati e ottenute informazioni private), chi sa davvero se è vero. Con tutte le fughe di Edward Snowden, e ora le rivelazioni su Facebook e quanto hanno insinuato nei loro utenti vite private tramite la memorizzazione dei dati, è qualcosa su cui possiamo davvero fidarci? La cosa interessante è che sta insinuandosi nell'essere la norma, poiché la tecnologia viene lentamente utilizzata e sviluppata da più paesi in tutto il mondo.

In realtà ha iniziato anni fa quando gli animali iniziarono ad essere impiantati con dispositivi.

Un professore associato di sociologia presso l'Università del Wisconsin-Milwaukee, Noelle Chesley, ha affermato che molti di coloro che sono al limite dello sviluppo di queste tecnologie "credono che stiamo unendo la tecnologia nei nostri corpi".

Uno scienziato di cibernetica, il dott. Mark Gasson dell'università di Reading in Gran Bretagna ha dichiarato al Sydney Morning Herald,
"Ha il potenziale per cambiare la vera essenza di ciò che è umano. Non è possibile interagire nella società di oggi in modo significativo, senza avere un telefono cellulare. Penso che gli impianti umani seguiranno un percorso simile. Sarà un tale svantaggio non avere l'impianto che in sostanza non sarà opzionale."
C'è una "cospirazione" qui che sta andando avanti?

Microchipping ha sempre attirato l'attenzione come parte di un piano di agenda nascosta, che continua a togliere i nostri diritti. La spina dorsale dell'ideologia dell'élite dominante americana è stata a lungo neoliberalismo e neoconservatorismo, uno stato che si avvicina alla descrizione data da George Orwell nel 1984.

Non molto tempo fa, la sorveglianza di massa sulla popolazione globale era considerata una semplice cospirazione, ma non lo è più. E i motivi per giustificare queste azioni sembrano essere basati su false premesse.

Il 1984 di George Orwell è un libro classico che descrive una popolazione governata da un regime politico che perseguita l'individualismo e il pensiero critico indipendente come "crimini pensati" che devono essere applicati dalla "polizia del pensiero". Questo partito cerca il potere soprattutto e, attraverso il ministero propagandista di verità, presenta alle persone la loro versione della verità. Suona familiare?

Negli ultimi anni sono uscite così tante informazioni che contraddicono la retorica tradizionale. La frode elettorale, come evidenziato da Wikileaks, ne è un esempio, e il terrorismo con false flag, con l'11 settembre come esempio perfetto, è un altro.

Le grandi iniziative aziendali e politiche globali come questa sono da tempo legate a una sorta di agenda nascosta, e non sei pazzo di pensare che questa sia anche una piccola parte del massiccio stato di sorveglianza globale che stiamo vivendo.

Fonte: http://www.collective-evolution.com/
 

venerdì 30 marzo 2018

L'audace Tecnocratico Nuovo Mondo

 

Embrione artificiale creato - niente uova, 
niente spermatozoi, nessun problema

di Jon Rappoport 

Negli ultimi 35 anni, ho mostrato come gli elementi del Brave New World si stanno unendo.  

Ultimamente, mi sono concentrato sul wireless 5G, sull'Internet of Things, sul gene-editing e sui vaccini che alterano il DNA. Ora abbiamo un pezzo molto importante del puzzle: embrioni artificiali. Una prospettiva agghiacciante.  

La rivista MIT Technology Review racconta la storia: "In una svolta che ridefinisce il modo in cui la vita può essere creata, gli embriologi che lavorano all'Università di Cambridge nel Regno Unito hanno sviluppato embrioni di topo dall'aspetto realistico utilizzando solo cellule staminali. Nessun uovo Nessuno sperma Solo cellule prelevate da un altro embrione." 

"I ricercatori hanno posizionato le cellule con cura su un'impalcatura tridimensionale e le hanno guardate, affascinati, mentre [le cellule] hanno iniziato a comunicare e allinearsi nella caratteristica forma di un embrione a palla, un embrione di topo di diversi giorni."  

"Sappiamo che le cellule staminali sono potenzialmente magiche di ciò che possono fare. Non ci siamo resi conto che potevano auto-organizzarsi in modo così bello o perfetto, "Magdelena Zernicka-Goetz, che era a capo della squadra, all'epoca lo ha detto a un intervistatore."  

Zernicka-Goetz dice che i suoi embrioni "sintetici" probabilmente non sarebbero potuti diventare topi. Nondimeno, sono un indizio che presto potremmo avere dei mammiferi nati senza un uovo [o sperma]." 

"... Il prossimo passo, dice, è di creare un embrione artificiale da cellule staminali umane, lavoro che viene perseguito all'Università del Michigan e alla Rockefeller University".  

"Gli embrioni umani sintetici sarebbero un vantaggio per gli scienziati, permettendo loro di lasciarli liberi di STUZZICARE SEPARATAMENTE GLI EVENTI all'inizio dello sviluppo. E poiché tali embrioni iniziano con cellule staminali facilmente manipolabili, i laboratori saranno in grado di impiegare una gamma completa di strumenti, come il GENE EDITING, per investigarli mentre crescono. "[Enfasi è mia.]  

Non c'è dubbio, nemmeno per un secondo che gli scienziati modificheranno i geni in questi embrioni, per vedere quali cambiamenti fondamentali possono apportare negli esseri umani. 

E non c'è da dubitare che, in un laboratorio fuori dai sentieri battuti, i ricercatori cercheranno di portare un embrione umano sintetico a termine, come un bambino che respira.  

Il Santo Graal dei tecnocrati? Nascite ingegnerizzate senza genitori, senza sesso, senza tratti ereditari, ma invece tratti intenzionali programmati.  

Nel suo romanzo del 1932, Brave New World, Aldous Huxley presentò molti ritratti del piano. Per esempio: 

Quando furono decantati, gli embrioni avevano un brivido di freddo. Erano predestinati a emigrare ai tropici, a essere minatori e filatori di seta acetati e lavoratori dell'acciaio. Più tardi le loro menti sarebbero state costrette ad approvare il giudizio dei loro corpi. "Noi li condizioniamo a prosperare in calore", ha concluso il signor Foster. 'I nostri colleghi al piano di sopra insegneranno a [programmandoli] ad amarli'".  

Il filo conduttore della "nuova società": creare sia l'ambiente che gli umani che abitano l'ambiente.  

La tecnocrazia è quel sistema di sistemi. Non può tollerare la vita naturale o l'individuo libero.  

Questo è il motivo per cui deve essere respinto.  


giovedì 29 marzo 2018

Tra gli anelli di Saturno


Scienziato della NASA parla di un gigantesco veicolo spaziale extraterrestre nascosto negli anelli di Saturno

di ArjunWalia 

Il video qui sotto è una clip di Kerry Cassidy di ProjectCamelot che intervista il Dr. Norman Bergrun su cosa sta realmente accadendo nello spazio. Ingegnere meccanico, il Dr. Bergrun ha lavorato per Ames Research Laboratory, NACA (National Advisory Committee for Aeronautics) e Lockheed Missiles and Space Company, ora noto come Lockheed Martin. Ha poi continuato a fondare Bergrun Engineering and Research.

Puoi vedere alcune delle sue pubblicazioni per la NASA, dove ha lavorato per più di un decennio, qui. 

Venendo da uno sfondo così illustre, possiamo formulare diverse ipotesi di base su di lui, non ultimo il fatto che è molto intelligente. Possiamo anche supporre che lui sappia e abbia lavorato con altre persone intelligenti e potenti e che abbia avuto accesso a dati estremamente sensibili, che egli stesso chiarisce nell'intervista di seguito e nel suo libro, The Ringmakers of Saturn.

Ciò che rende la storia di Norman così intrigante non è solo il suo impressionante background, ma anche il fatto che centinaia di altri scienziati, politici e personale militare di alto livello hanno condiviso informazioni come questa. È solo uno dei tanti addetti ai lavori che espongono la realtà di oggetti volanti non identificati (UFO) ed esseri extraterrestri.

Quando l'ex astronauta della NASA e il professore di Fisica di Princeton, il dottor Brian O'Leary, dissero che "cisono prove abbondanti che siamo stati contattati, che le civiltà ci visitano damolto tempo", non stava scherzando. Ora ci sono documenti ufficialmente declassificati che verificano una lunga storia di incontri militari con questi oggetti; oggetti che stanno compiendo manovre che nessun velivolo conosciuto può eseguire, tutti mentre viaggiano a velocità che nessun velivolo conosciuto può percorrere. Non solo, ma allo stesso tempo che i piloti confermano visivamente i loro avvistamenti, questi oggetti vengono tracciati su entrambi i radar aerei e terrestri.

Il dott. Jacques Vallee, noto per lo sviluppo congiunto della prima mappatura computerizzata di Marte per la NASA, e per il suo lavoro presso SRI International nel centro informazioni di rete per ARPANET, un precursore della moderna Internet, ha pubblicato un articolo nel Journal of Scientific Exploration intitolato "Stime di potenza ottica in sei casi di oggetti aerei inspiegabili con caratteristiche di luminosità definite". ( fonte ) ( fonte ) Qui puoi vedere alcune immagini scattate dai piloti militari degli oggetti che hanno incontrato.

Quando si entra nelle vicinanze di questi oggetti, non è raro che le apparecchiature elettriche critiche diventino "morte". Gli UFO sono stati visti anche in giro per le strutture di missili nucleari a livello mondiale, e in quel momento queste strutture si sono completamente spente e le bombe nucleari sono andate offline. Puoi saperne di più su questo qui.

Secondo Herman Oberth, uno dei padri fondatori della missilistica e dell'astronautica, "i dischi volanti sono reali e. . . sono navi spaziali da un altro sistema solare. Penso che possibilmente siano presidiati da osservatori intelligenti che sono membri di una razza che potrebbe aver indagato sulla nostra Terra per secoli. "(Oberth, Hermann:" I dischi volanti vengono da un mondo lontano ", The American Weekly, 24 ottobre 1954 ) ( fonte 1) ( fonte 2)

Ci sono letteralmente centinaia di citazioni sconvolgenti da parte di persone di tali sfondi rispettabili e migliaia di documenti relativi al fenomeno UFO, che conferisce ancora più credibilità al video qui sotto.
"Quello che ho scoperto è che queste cose abitano Saturno, è lì che le ho scoperte per la prima volta, e stanno proliferando".
A proposito, le navi di Norman Speaks intorno agli anelli di Saturno, sono enormi.

Il suo libro, menzionato sopra, attualmente sta vendendo per circa $ 2000 dollari su Amazon. Ha immagini governative dei viaggiatori e di altre macchine high-tech delle astronavi che sono state viste sugli anelli di Saturno.

Ancora una volta, ciò che rende questa testimonianza così interessante è il fatto che è uno dei tanti informatori di alto rango sul campo. 

Puoi accedere all'intervista completa, che dura più di un'ora, QUI. 


Eventi recenti: 

Alla fine del 2017, il governo degli Stati Uniti ha ufficialmente ammesso l'esistenza di UFO con il rilascio di filmati precedentemente classificati di due piloti della marina che si arrampicavano per intercettarne uno (un UFO), con più filmati in arrivo. Luis Elizondo, un ex ufficiale di alto livello dell'intelligence militare che era stato incaricato del programma UFO divulgato di recente dal Pentagono, fece un'apparizione sulle principali notizie nazionali per discutere dell'argomento. 

Il video rilasciato mostrava un oggetto che viaggiava ad un alto tasso di velocità e che eseguiva manovre che sarebbero state impossibili sulla base delle nostre note leggi sull'aerodinamica. Il Pentagono pubblicò due video di oggetti separati, ed entrambi mostrarono manovre che nessun velivolo progettato dall'uomo può eseguire. In uno dei video, è stato visto un oggetto più piccolo uscirne da un altro, creando tre oggetti. Quando i piloti iniziarono ad avvicinarsi all'oggetto a distanza ravvicinata, entrambi accelerarono istantaneamente (da una già alta velocità), e sparirono in pochi secondi. 

Louis ha insistito sul fatto che questo è qualcosa che sta accadendo da molto tempo e qualcosa che accade molto. Ciò è stato chiarito da centinaia di altro personale di alto livello all'interno delle forze armate, da diversi altri campi e dalla liberazione di milioni di pagine di documenti UFO da dozzine di governi. 

Questi documenti sono pieni di ritorni radar, conferme visive e dati elettroottici. La prossima domanda da porre è: chi è l'intelligenza al volante? Ne discuterò ulteriormente nell'articolo collegato di seguito: 


Quando gli è stato chiesto se credeva che questi oggetti fossero extraterrestri, ha affermato che ci sono prove "convincenti" che suggeriscono che "potremmo non essere soli, qualunque cosa significhi". 
"Vi dirò inequivocabilmente che attraverso le osservazioni, le metodologie scientifiche che sono state applicate per osservare questo fenomeno, che questi velivoli stanno mostrando caratteristiche che non sono attualmente nell'inventario americano, né in alcun inventario straniero di cui siamo a conoscenza." 
Ha anche fatto un altro punto di forza nell'intervista,
"Abbiamo deliberatamente evitato di andare nella tana del coniglio, chi è al volante e quali sono le loro intenzioni, perché molte persone hanno molti sentimenti nei confronti di questo, e sono molto emotivi a riguardo". 
Il pilota, come con centinaia di altri che hanno avuto lo stesso tipo di esperienza, ha affermato la sua convinzione che questi oggetti non provengono dal nostro mondo.

mercoledì 28 marzo 2018

Una pagina in bianco del CETA

 

CETA, una riunione segreta in Canada decide cosa mangeremo nell’UE 

Al via il comitato che, fuori dal controllo democratico, é chiamato a stabilire quali alimenti canadesi possono essere importati nell’UE perché offrono un livello di sicurezza equivalente a quello europeo

Lontano da occhi indiscreti, al di fuori dal controllo democratico, i burocrati dell’Unione Europea e del Canada iniziano oggi a riempire una pagina lasciata volutamente in bianco al momento dell’entrata in vigore del trattato commerciale CETA fra UE e Canada. I contenuti del CETA possono essere esplorati a partire da questo link.

La pagina da riempire conterrà i criteri per stabilire se gli alimenti canadesi offrono un livello di sicurezza conforme agli standard europei, e se quindi possono essere importati nell’UE. In sostanza si tratta di decidere come gestire all’interno del CETA gli OGM e la carne agli ormoni consumati in Canada, nonché le colture canadesi trattate con pesticidi non ammessi nell’UE e che pressoché inevitabilmente ne contengono i residui.

Il “CETA SPS Joint Management Commitee” e l’ordine del giorno della sua riunione

La riunione di oggi fra Canada ed UE é stata rivelata dalla coalizione Stop TTIP Italia, che pubblica un documento segreto: l’ordine del giorno per il 26 e 27 marzo del “CETA SPS Joint Management Commitee”, la sottocommissione sulla gestione delle misure sanitarie e fitosanitarie (l’acronimo SPS sta per “Sanitary and Phyto Sanitary”) che fa capo al CETA Joint Committee. Quest’ultima é la commissione formata da burocrati che sovrintende all’applicazione del trattato CETA e che può anche modificarne determinati contenuti.

Non sono noti i nomi di coloro che fanno parte di commissione e sottocommissione. Non é possibile chiedere conto a chicchessia di ciò che verrà detto e fatto.

Riempire una pagina lasciata volutamente in bianco dal trattato CETA
Al quarto punto dell’ordine del giorno della riunione, che si tiene ad Ottawa, figura l’allegato 5-D del trattato CETA, ossia quello lasciato in bianco: le linee guida per stabilire e riconoscere l’equivalenza fra le misure sanitarie e fitosanitarie di Canada ed UE, e dunque degli alimenti made in Canada e made in UE.

Le “misure sanitarie e fitosanitarie” riguardano ad esempio i pesticidi: ma non solo. Infatti il CETA “incorpora” e riconosce le misure sanitarie e fitosanitarie del WTO, in base alle quali in passato il Canada ed altri paesi hanno vittoriosamente sfidato le norme europee contro l’importazione di OGM e di carne agli ormoni. Dunque il “CETA SPS Joint Management Commitee” che si riunisce ad Ottawa ha voce in capitolo anche su questi alimenti.

Pesticidi. I residui del Picoxystrobin, ammesso in Canada ma non nell’UE 
Vari altri punti all’ordine del giorno riguardano i pesticidi. Il Canada ha chiesto di parlare del Picoxystrobin, un funghicida ammesso in Canada ma recentemente vietato nell’UE anche perché non le é stato possibile stabilire se esiste – e quale é – la quantità massima di residui che possono essere ingeriti senza rischi insieme ai cibi che li contengono.

La riunione di Ottawa, si può ragionevolmente supporre, discuterà se il cibo canadese con residui di Picoxystrobin offre un livello di sicurezza conforme alle norme UE nonostante il fatto che il Picoxystrobin sia vietato dalla UE, e se dunque grazie al CETA il cibo con residui di Picoxystrobin può essere importato nell’UE.

I rappresentanti dell’UE si impunteranno su: Picoxystrobin no, grazie? Non é affatto detto. Se l’UE si muovesse in quest’ottica, ben altre parole sarebbero scritte nel CETA e l’allegato 5-D non sarebbe stato lasciato in bianco.

In questa prospettiva vanno lette le ripetute assicurazioni dell’UE secondo le quali “tutte le importazioni dal Canada dovranno essere conformi alla regolamentazione e alle disposizioni dell’UE”. Il problema è appunto costituito dai criteri in base ai quali stabilire l’equivalenza delle norme, e dunque la conformità degli alimenti.

Foto 


martedì 27 marzo 2018

Marte e Saturno l'altare degli dei

 

Si avvicina la temuta congiunzione dei due malefici: 
Marte-Saturno, 2 aprile 2018

Per gli astrologi tradizionali questa congiunzione, che comincia a farsi sentire alla fine di marzo, è infame e fatale e terribile; richiede la massima cura e lavoro

Il 2 aprile, presenterà l'esatta congiunzione di Marte e Saturno nell'ottavo grado della costellazione del Capricorno. La più recente congiunzione tra Marte e Saturno si è verificata il 25 agosto 2016 e la prossima sarà presentata il 31 marzo 2020. Questo evento è, secondo l'astrologia tradizionale, un evento estremamente sfortunato e degno della massima attenzione. 

Per gli astrologi tradizionali Marte (il pianeta della guerra e del conflitto) e Saturno (il pianeta della morte e delle pene) sono i due "mali", i pianeti più avversi e sfortunati. Una congiunzione generalmente amplifica i suoi effetti.

Va detto che la congiunzione è attiva per diversi giorni prima e dopo il 2 aprile, poiché una congiunzione per alcuni astrologi ha influenza fino a dieci gradi di differenza. A peggiorare le cose, la congiunzione di Marte-Saturno viene presentata in quadrato con il Sole e Mercurio retrogrado in Ariete, due nature contrapposte e opposte in un angolo difficile. Ariete, il segno in cui Saturno ha il suo detrimento, è un segno impulsivo, ardente, appassionato, mentre il Capricorno è riflessivo, cauto, conservatore. Questa stessa opposizione è intrinseca a Marte e Saturno poiché Marte governa l'Ariete - l'energia veemente, un segno di fuoco - e Saturno in Capricorno - un'energia malinconica, un segno di terra, fredda e secca. 

D'altra parte questo non è del tutto negativo, poiché in Capricorno Saturno ha il suo domicilio e Marte è esaltato, il che consente anche l'espressione delle migliori qualità di questi pianeti. In ogni caso ci si aspettano due settimane difficili e impegnative, in cui pazienza, attenzione, riflessione, non bisogna bruciare le aspettative, non disperare e non essere frustrati se le cose non scorrono come si pensa.

L'astrologo ellenico Vetio Valente descrive Saturno con parole del tipo: maligne, meschine, solitarie, ingannevoli, severe, miserabili, prive di energia, piene di ostacoli, tristi ... Per Marte: violenza, guerra, esilio, bugie, vanità, furto, rabbia, lotte, cause legali, amori, forza, leadership, azione, fuoco, ferro. 

L'astrologo William Lilly dice di Saturno che è afflitto: invidioso, ambizioso, geloso, diffidente, timoroso, sordido, stolto, misogino, bugiardo, maligno, mai felice e sempre lamentoso. Marte quando è afflitto è: disonesto, privo di modestia, ama il conflitto, il furto, l'omicidio, lo shock, la sedizione, il tradimento, è uno spirito turbolento, osceno, impulsivo, disumano, immorale, furioso. Marte è il pianeta dei tiranni, delle arterie, del colore rosso, delle febbri.

Come possiamo vedere, Saturno e Marte condividono astrologicamente alcuni degli elementi base e più bassi della natura, ciò che Jung chiamò l'ombra. Entrano anche in conflitto perché c'è bisogno di riposo, riflessione, lentezza, cura e l'altra è esplosività, vitalità, impulso. Questo ovviamente genera una difficoltà, una natura che tira su lati diversi. 

Detto questo, sarebbe assurdo pensare che tutto sia sfortuna e che si debba semplicemente chiudersi e pregare che le cose non siano poi così male (anche se una piccola riserva contemplativa non è superflua). Se questi pianeti sono considerati archetipi o schemi collettivi che fanno parte della natura e della psiche, allora si comprende che essi presentano anche fasi di lavoro, apprendimento e persino una luce sui processi inconsci che dobbiamo risolvere. 

Entrambi i pianeti sottolineano l'importanza dell'azione e del lavoro. Marte da una parte è la forza e l'energia che spinge ad agire e Saturno dall'altra parte è la legge morale che forza l'azione e punisce o retribuisce gli atti. Saturno è l'archetipo del vecchio, duro e giudizioso padre (padre Cronos, Mr. del Karma), che richiede i suoi figli e se non ottiene una risposta può essere estremamente crudele (fino al punto di divorarli). 

Se comprendiamo questi pianeti come dei, come i numeri che appaiono nella vita, dobbiamo quindi adorarli, sacrificandoli, per così dire, sull'altare di questi dei, dando loro il cibo che gli piace. E questi dèi chiedono disciplina, forza, coraggio, azione e allo stesso tempo pazienza, tenacia e impegno per una struttura morale. Quindi il modo migliore per aggirare questa congiunzione malvagia, è mantenere l'ordine e adempiere al dovere, con ciò che si sa fare, oltre il piacere o il dolore, seguendo uno zelo ed equanimità uno scopo trascendentale

https://pijamasurf.com/

®wld 

giovedì 22 marzo 2018

Solo un’élite illuminata ha il diritto di governare il popolo

 

Sarkozy e la Hathor Pentalpha, superloggia del terrorismo

La lapidazione pubblica di un politico di rango non ha mai un’unica paternità: di solito sono tante le nubi che, a un certo punto, si trasformano in tempesta. E per un ex presidente della Francia, cioè di una delle cinque potenze atomiche con diritto di veto al Consiglio di Sicurezza dell’Onu, il solo fatto di essere trattenuto in stato di fermo in una stazione di polizia, alla stregua di un criminale comune, costituisce l’atto d’inizio – il più eclatante – di una vera e propria demolizione a reti unificate. I giornali parlano di vendetta a distanza da parte degli ex fedelissimi di Gheddafi: prima di essere assassinato “su ordine dei servizi francesi”, il raiss di Tripoli avrebbe finanziato sottobanco, in modo cospicuo, la campagna elettorale di Sarkozy per le presidenziali del 2007 (in cambio di cosa?). 

Gli italiani ricordano ancora l’irridente impudenza con cui l’allora capo dell’Eliseo, insieme ad Angela Merkel, seppellì in mondovisione il moribondo Berlusconi, incalzato da mille inchieste e travolto dallo scandalo delle “olgettine”. Un sinistro preludio, per l’Italia, all’austerity di lì a poco imposta con il diktat della Bce firmato Draghi e Trichet, corroborato dal crollo delle azioni Mediaset e dall’esplosione pilotata dallo spread. «Gli italiani sono dei bambinoni deficienti, non si sono nemmeno accorti che siamo stati noi a inviargli il “fratello” Mario Monti, il nostro uomo», con l’incarico di sabotare l’economia del Belpaese, precipitandolo nel baratro della crisi: legge Fornero, pareggio di bilancio in Costituzione.

Lo dicono, nell’appendice del bestseller “Massoni” (edito da Chiarelettere a fine 2014), quattro pesi massimi della supermassoneria internazionale, protetti dall’anonimato ma «pronti a manifestarsi, nel caso qualcuno ne contestasse le affermazioni». Non ce n’è stato bisogno: Monti, Napolitano e gli altri si sono ben guardati dal chiedere all’autore del saggio, Gioele Magaldi, di rendere pubblica l’identità di quei quattro “vecchi saggi” del massimo potere in vena di rivelazioni. Accanto a un mediorientale e a un asiatico, a parlare sono uno statunitense (che ricorda da vicino lo stratega Zbigniew Brzezinski, da poco scomparso) e un francese, il cui identikit di eminenza grigia potrebbe benissimo corrispondere a quello di Jacques Attali, già plenipotenziario di Mitterrand e poi “padrino” e king-maker di Emmanuel Macron. 
 
La tesi del libro, assolutamente dirompente, è stata oscurata dai media mainstream: da decenni, il mondo sarebbe nelle mani di 36 Ur-Lodges, potentissime superlogge massoniche sovranazionali. Dopo l’iniziale dominio delle organizzazioni di ispirazione progressista, dall’era Roosevelt fino ai Kennedy, il potere sarebbe passato all’ala neo-conservatrice (Kissinger, Rockefeller, Rothschild) dopo il duplice omicidio di Bob Kennedy e del “fratello” Martin Luther King.

A seguire: una guerra segreta senza risparmio di colpi – da un lato il Cile del massone Pinochet e la Grecia dei colonnelli, ma anche i ripetuti tentativi di golpe in Italia con la complicità della P2 di Gelli, e dall’altro la Rivoluzione dei Garofani in Portogallo scattata non a caso il 25 aprile (del ‘74). Poi, lo sciagurato patto “United Freemansons for Globalization” per spartirsi la torta mondiale sdoganando il neoliberismo. Con in più una scheggia impazzita: la Ur-Lodge “Hathor Pentalpha”, nella quale – secondo Magaldi – figura anche il nome di Sarkozy, accanto a quelli del turco Erdogan, protagonista degli odierni orrori in Medio Oriente, e del britannico Tony Blair, l’indimenticato inventore delle inesistenti “armi di distruzone di massa” di Saddam Hussein, ovvero “la madre di tutte le fake news”. 

Saddam e la guerra in Iraq, cioè Bush junior, dopo la prima Guerra del Golfo scatenata da Bush senior. Il Rubicone è stato varcato con l’opaco, devastante maxi-attentato dell’11 Settembre (e la conseguente invasione dell’Afghanistan, seguita dalle guerre in Iraq e in Libia, dalla “primavera araba”, dall’atroce conflitto in Siria). 

Terrorismo “false flag”, sotto falsa bandiera – da Al-Qaeda all’Isis – secondo un copione basato sulla più accurata disinformazione, fotografato alla perfezione dall’immagine di Colin Powell che, alle Nazioni Unite, agita una prova falsa come la celebre “fialetta di antrace” per raccontare che il regime di Baghdad sarebbe stato pronto a sterminare l’umanità. Non fu solo una drammatica sterzata politica imposta dai “neocon” Usa, sostiene Magaldi: la strategia della tensione internazionale, che produce guerre in Medio Oriente e leggi speciali negli Usa e in Europa per rispondere agli attentati “islamici”, corrisponde alla sanguinosa strategia della “Hathor Pentalpha”, la «loggia del sangue e della vendetta» creata da Bush (padre) dopo la bruciante sconfitta alle primarie repubblicane inflittagli nel 1980 da Ronald Reagan. 

In questo modo, Magaldi spiega anche i due attentati simmetrici che seguirono, nel 1981: qualcuno sparò a Reagan il 30 marzo, e – per rappresaglia – i sostenitori occulti di Reagan armarono la mano di Ali Agca, che il 13 maggio sparò a Papa Wojtyla, eletto al soglio pontificio con il determinante appoggio di Brzezinski, allora vicino a Bush. Due minacciosi avvertimenti, con firme opposte ma identico stile: né a Washington né a Roma si sparò per uccidere.

Fantapolitica? Ne ha tutta l’aria: a patto di rassegnarsi all’idea che sia proprio la geopolitica a esser diventata “fanta”, rendendo possibile l’impensabile. «Dispongo di 6.000 pagine di documenti che comprovano quanto affermato nel mio libro», ribadisce Magaldi, a scanso di equivoci. Il problema? Nessuno, finora, gliene ha chiesto conto: meglio la congiura del silenzio, di fronte a pagine così sconcertanti e imbarazzanti. Le grandi scelte strategiche del pianeta – sottolinea l’autore – sono state messe a punto negli ultimi 30-40 anni da superlogge storicamente neo-aristocratiche come la “Three Eyes” e la “Compass Star-Rose”, insieme alla “Edmund Burke”, alla “Leviathan”, alla “White Eagle”. Sono loro a dominare ministeri, banche, università, istituzioni internazionali finanziarie “paramassoniche” come il Fmi e la Bce. Obiettivo: sdradicare Keynes dalla politica economica dell’Occidente: via il welfare e i diritti del lavoro, guerra alla sinistra sindacale, demonizzazione del debito pubblico, privatizzazione universale, fine dello Stato sociale come garante del benessere diffuso. Svuotare la democrazia, per restituire il potere all’oligarchia – finanza, industria, multinazionali – secondo un modello neo-feudale: solo un’élite “illuminata” ha il diritto di governare il popolo. E la tenebrosa “Hathor Pentalpha”?
 
«Semplicemente, la “Hathor” ha ritenuto che tutto questo non bastasse. Non era sufficiente il lavoro della Trilaterale, del Bilderberg, del Council on Foreign Relations: il nuovo ordine antidemocratico (come già in Italia durante gli anni di piombo, ma stavolta su scala mondiale) andava imposto con il terrorismo, a partire proprio dall’11 Settembre». Specchietto per le allodole, il saudita Osama Bin Laden reclutato dalla Cia in Afghanistan negli anni ‘70, in funzione anti-sovietica. «Bin Laden fu iniziato alla “Three Eyes”: me lo confidò proprio l’uomo che lo affilò, Brzezinski». Lo stesso Brzezinski, aggiunge Magaldi, rimase deluso dalla scelta di Bin Laden di passare poi alla “Hathor Pentalpha”, la superloggia dei Bush. Simboli eloquenti: Hathor è uno dei nomi della dea egizia Iside, cara ai massoni, e il suo nome in inglese è, appunto, Isis. 

«Anche l’uomo che si fa chiamare Abu Bakr Al-Baghdadi, stranamente rilasciato nel 2009 dal campo di prigionia iracheno nel quale era detenuto, è stato affiliato alla “Hathor Pentalpha”». Al-Baghdadi, il presunto capo del sedicente Isis: organizzazione terroristica che, quando ha perso terreno in Siria sotto il colpi dell’offensiva militare russa, ha cominciato a colpire l’Europa. Charlie Hebdo e Bataclan, Bruxelles, la strage di Nizza. «Tutti attentati spaventosamente stragistici, “firmati” con una simbologia nacosta e nient’affatto islamica, ma saldamente ancorata alle date-simbolo del martirio dei Templari nel 1300». 

Ne parla nel saggio “Dalla massoneria al terrrorismo” (Revoluzione) l’esperto simbologo Gianfranco Carpeoro, massone come Magaldi, altrettanto critico rispetto al potente mileu “latomistico” globalizzato, pronto anche a fare l’uso più cinico e spregiudicato di vasti settori dei servizi segreti, ridotti a strumenti di una “sovragestione” pericolosa, che sottomette gli Stati (e i governi eletti) ai disegni di una ristretta oligarchia. «Tutto quel sangue, in Europa, è nato da una rottura all’interno dell’ala reazionaria dell’élite supermassonica», ha ripetuto Carpeoro, in trasmissioni web-streaming come quelle di “Border Nights”.

Chi ha premuto sul tasto del neo-terrorismo interno – è la sua tesi – l’ha fatto per intimidire quegli elementi che, in seno all’oligarchia, si erano mostrati titubanti di fronte alla “linea dura”, quella delle stragi nelle piazze europee. Un allarme ripetuto più volte, nel 2017: «E’ in corso un’escalation, prepariamoci al peggio: in Europa potrebbe verificarsi un maxi-attentato come quello dell’11 Settembre». 

Previsione fortunatamente inesatta: «E’ vero», ammette Carpeoro, «le stragi sono cessate». Ma questo – spiega – dipende dal fatto che, “lassù”, si sono rimessi d’accordo su come agire, a cominciare proprio dalla Francia.
Ieri, all’Eliseo c’era Hollande, un politico da intimidire (come socialista ma anche come supermassone “di sinistra”, esponente della Ur-Lodge progressista “Fraternité Verte”), a capo di un establihment incalzato dal “populismo” di Marine Le Pen. Poi invece le elezioni hanno incoronato Macron, «che a differenza di Hollande – sostiene Carpeoro – è espressione diretta di quei circoli, responsabili della “sovragestione”», fino a ieri anche terroristica, all’occorrenza. E’ lo stesso Macron che, a giorni alterni, fa l’amicone dell’Italia, promettendo a Gentiloni – in cambio di cospicue cessioni di italianità – di difendere il Belpaese dai “cattivi” tedeschi. E’ cronaca: soldati italiani spediti in Niger a far la guardia all’uranio per conto dei francesi, voci sul ridisegno delle acque territoriali a favore dei pescatori francesi, vistosa ascesa del management transalpino nel cuore del “made in Italy”. 

Con Gentiloni e Macron, sostiene Federico Dezzani, l’Italia si auto-declassa al rango di neo-colonia francese, nell’illusione di trovare riparo dal rigore imposto dall’ordoliberismo teutonico. Sta davvero succedendo qualcosa di strano, “lassù”, se un big come Sarkozy finisce sotto interrogatorio in un commissariato di Nanterre? Significa che la famigerata superloggia “Hathor Pentalpha” è in discesa libera, nei piani alti della “sovragestione”? Inutile sperare in spiegazioni esaurienti: il mainstream si limiterà alle fonti giudiziarie sul caso Libiagate, mentre il pubblico assiste alla strana caduta di un ex superpotente come Sarkozy, in una Francia senza più attentati né stragi, dove l’oligarca Jacques Attali ha battezzato il nuovo regno di Macron, l’ex ragazzo prodigio della Banca Rothschild.


Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

GUARDA IL CIELO! CHE COSA STANNO FACENDO?

Come osano? come osano fare questo? Questa deve essere la reazione dell’umanità.

Perché questa mancanza di interesse dei nostri cieli?

Governo, strategia all’italiana. “5G ipoteticamente sicuro”. Hanno già deciso ...

Tutto quello che c'è da sapere sul lancio del 5G

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

STATISTICHE