EMERGENZA COVID-19, SCATTA LA DENUNCIA PENALE DA PARTE DELL’ASSOCIAZIONE L’ERETICO

Questo il mainstream non te lo dice vero? Leggi l'articolo QUI

venerdì 29 giugno 2018

Accidere ex una scintilla incendia passim

 

L'articolo 11 e nello specifico l'artico 13 all'interno QUI sono quelli che limiteranno al massimo la libertà di esprimersi in internet; Internet pensato alla fine dagli anni 60 (inizio della rete di comunicazione ARPANET separata successivamente in Milnet per scopi militari ed Arpanet per scopi scientifici).

Ecco alcuni esempi di come questo blog e tanti altri che passano informazioni potrà rivolgersi ai lettori:

Ho letto su un sito/blog/YouTube, che: il 5G che per limiti di sicurezza andrebbe fermato; non potendo mettere il link dovete cercarlo voi in rete, così dicasi per l'annuncio dato da Byo Blu su questo argomento; oppure: Tutte le vostre maledette colpe (YouTube), anche in questo caso nessun link, ma solo una vostra paziente ricerca potrà esaudire le vostre aspettative, sempre che non sia un link postato da un'altro.

E ancora: L'inizio della liberazione che cambierà il mondo, oppure: La Senofi premia la Federazione dei Pediatri; link da ricercare in rete tra i vari blog/siti di originale stesura e non copiati e incollati, lì non li troverete e, ancora: Ombre in Cielo e Nanoparticolato Atmosferico.

Questo a mio avviso è lo scenario che potrebbe verificarsi fra 5 giorni se non ci sarà una voce unanime che fermerà questi signori che vogliono insegnarci come votare.

Posto qui sotto (adesso che lo posso ancora fare) il link dove potrai dare la tua adesione se lo riterrai opportuno:

https://www.change.org/p/saveinternet-internet-e-in-pericolo-e-tu-puoi-salvarlo-europarl-en

La frase nel titolo:
Accidere ex una scintilla incendia passim, è di Lucrezio, vuol dire: A volte da una sola scintilla scoppia un incendio


Ps:come si evince dal mio modestissimo blog non ci sono pubblicità e nessuna richiesta di aiuto, pertanto nessuna entrata economica, ma solo interesse per una diversa informazione (giusta o sbagliata che sia), non strombazzata dai vari unificati mediamainstream.

mercoledì 27 giugno 2018

La Grande Morte

 

Lorenzo Tomatis (fondatore IARC, Agenzia Internazionale per la Ricerca sul Cancro) far finta di nulla oggi “equivale ad accettare che un effetto potenzialmente dannoso di un agente ambientale può essere determinato solo a posteriori, dopo che quell’agente ha avuto tempo per causare i suoi effetti deleteri”. Infatti (che lo si sappia!), ricerca e medicina forzatamente seguono a rimorchio la più veloce innovazione tecnologica, con l’inevitabile conseguenza che per attendere riscontri medici definitivi bisogna attendere (anche) 10, 15, 20 anni dal momento in cui è stato lanciato l’Hi-Tech sul mercato (in soldoni, con affanno si studiano gli effetti del 3G quando in commercio esce il 5G!). Quindi la misura del problema la conosce, eccome! L'intero articolo QUI


Representational Image; Image Source: Keyston

Di Claudia von Werlhof 
Traduzione Nogeoingegneria 

Ciò significa che una parte dell’atmosfera, il famoso e unico Blu del pianeta Terra, che tutti gli astronauti adorano, è in fase di dissoluzione. L’atmosfera quindi non offre più la protezione per la quale è stata creata per la vita sulla terra. Questo vuol dire, lo strato di ozono, responsabile di questa protezione, sta scomparendo. Già 250 milioni di anni fa quasi tutta la vita sulla terra si estinse, perché non crebbe più nulla. Il cosiddetto “Great Dying” (“La grande morte”) ebbe allora probabilmente lo stesso motivo (Gabbattis 2018).
L'articolo continua QUI



 
by Matheus
March 12, 2018
from ColdClimateChange Website
 

La geoingegneria si aggiunge al raffreddamento globale 

Se le Chemtrails non fossero abbastanza, ora gli scienziati stanno proponendo la "Stratosferic Aerosol Geoengineering" (SAG) come una presunta soluzione per combattere il riscaldamento globale. 

Questo è il processo di utilizzo di aerei di linea commerciali per iniettare milioni di tonnellate di sostanze nell'atmosfera nel tentativo di riflettere la luce solare in entrata nello spazio e quindi raffreddare il pianeta. 

L'università di Harvard si riferisce a questo strato di nubi artificiali proposto come a uno "scudo solare". 

Sebbene lo Stratosferico Aerosol Geoingegnerizato sia ufficialmente negato dall'establishment da milioni di persone ogni giorno in tutto il mondo si stanno verificando e documentando aerei di linea commerciali che cancellano l'atmosfera con lunghe scie persistenti che trasformano bellissime giornate di cielo blu in cielo chimicho / EMF, che è esattamente ciò che i governi propongono facendolo.  

Le sostanze tossiche che gli ingegneri del clima, come David Keith 'propongono' di spruzzare, vengono ora trovate in quantità allarmanti in esami di sangue, pioggia e suolo in tutto il mondo.

Questi materiali includono 
  • Alluminio 
  • Bario 
  • Stronzio 
  • Acido solforico, 
...per citarne solo alcuni. 

L'alluminio è direttamente collegato a 
  • Alzheimer 
  • Demenza 
  • Autismo 
  • Cancro 
Nel 2015 la Keele University in Inghilterra ha annunciato che le api ora hanno demenza da accumulo di alluminio nel cervello. 

Alzheimer e demenza sono diventati la principale causa di morte in Inghilterra e Galles nel 2016 e l'inquinamento atmosferico è oggi la principale causa di morte in tutto il mondo. 

Recentemente, il direttore della CIA John Brennan ha ammesso che le Chemtrails, o come ha detto, "Stratosferic Aerosol Injection", è stata fondata la scienza della geoingegneria utilizzata per combattere il riscaldamento globale. 

Sebbene io abbia la fortuna di vivere nell'interno del Brasile dove c'è poca irrorazione, ho ascoltato per anni persone che si lamentano della massiccia spruzzatura di veleni nel cielo. Ora abbiamo un motivo ufficiale per cui. 

Il ricercatore della geoingegneria Dane Wigington dice che se il governo lo ammette, gli effetti negativi della spruzzatura sono troppo grandi per nascosti molto più a lungo. 

Wigington spiega, 
"Quando il direttore della CIA Brennan deve parlarne pubblicamente, chiaramente sta diventando molto difficile per loro nascondere questo elefante nella stanza e il danno che ha fatto, non solo per l'ambiente, ma per noi". 
Qualunque cosa stiano facendo è certo che l'alluminio è coinvolto e abbiamo rapporti sul fatto che con enormi quantità di questo metallo tossico è dispiegato nelle foreste che stanno diminuendo  L'articolo prosegue QUI (in lingua inglese)

martedì 26 giugno 2018

Possiamo davvero fare ciò che amiamo in questo tipo di esperienza umana?

 

Siamo nati per fare qualcosa di più piuttosto che adattarsi semplicemente al sistema come andare a scuola, lavorare pagare le bollette e poi morire  

di Arjun Walia
31 maggio 2018
dal sito di Collective-Evolution  

versionespagnola 

Quando mi sono imbattuto in questa discussione innescata da Josh Jones, uno scrittore e musicista con sede a Durham, NC, da filmsforaction.org, non ho potuto fare a meno di riflettere su quante persone là fuori si sentono allo stesso modo riguardo al "lavoro" e ciò che fanno in cambio di cibo da mettere sul tavolo e un tetto sopra le loro teste, tra le altre cose. 

Dal giorno in cui nasciamo, andiamo a scuola per un paio di decenni ci si domanda chi ci ha insegnato di come funziona il mondo, quale strada prendere, perché seguirla e come adattarsi e diventare un membro "produttivo" della società. 

Ciò significa fondamentalmente che dobbiamo trascorrere una grande maggioranza delle nostre vite impegnandoci per una laurea o un diploma al fine di qualificarci a lavorare per lunghe ore e successivamente guadagnare il diritto di vivere. Ci sono molte altre radici oltre a questo, beh, molto più attraenti ma richiedono anche che ci mettiamo del nostro tempo. 

Questo sentimento mi ricorda un video pubblicato da The School of Life, che mette in luce il fatto che non importa quanto poco dormiamo o i problemi che stiamo avendo a casa, i blocchi mentali e altre cose che possono sorgere durante l'esperienza umana, siamo e ci è stato sempre detto che dobbiamo andare al lavoro in orario, pronti ad andare senza scuse. Questo non sembra normale o quasi naturale, eppure è qualcosa in cui siamo costretti. 

La malattia mentale è in aumento, ad esempio la depressione, un problema che ora colpisce più di 15 milioni di adulti, e solo negli Stati Uniti. 
  • Potrebbe l'attuale esperienza umana essere quella che sta contribuendo a questa crescita? 
  • Ci sono persone più miserabili ora perché praticamente passiamo le nostre vite a fare tutto il possibile per sopravvivere ignorando ciò che il nostro cuore desidera? 
  • Non stiamo dando abbastanza tempo ai nostri desideri e desideri al di là del mondo materiale, e abbiamo anche il tempo di farlo? 
Josh riassume abbastanza bene nel suo primo paragrafo: 
"Perché dobbiamo lavorare tutte le lunghe ore per guadagnarci il diritto di vivere? Perché solo i ricchi hanno accesso al tempo libero, al piacere estetico, all'autorealizzazione ...? 
Tutti sembrano avere una risposta, secondo la loro inclinazione politica o teologica. Uno spauracchio economico, la cosiddetta economia del "trickle-down", o "reaganomics", in realtà anticipa il nostro 40° presidente almeno per qualche centinaio di anni. 
L'idea che dobbiamo migliorare noi stessi - o semplicemente sopravvivere - affaticandoci per aumentare la ricchezza e la proprietà degli uomini già ricchi è stata forse articolata in modo esauriente nella dottrina del 18° secolo di "miglioramento". Per giustificare la privatizzazione della terra comune e costringere i contadini a trovare lavoro per loro". 
La mia parte preferita di questo estratto è il fatto che egli richiama l'attenzione sul fatto che tutti noi stiamo semplicemente lavorando per un piccolo gruppo di persone d'élite che, attraverso le società che gestiscono, controllano praticamente quasi tutti gli aspetti della nostra vita. La loro idea di "globalizzazione" o di "nuovo ordine mondiale" è quella che richiede la nostra partecipazione e il nostro consenso. Questo tipo di sistema, in cui fondamentalmente tutti noi siamo schiavi economici, è quello a cui ci siamo abituati. 

Una grande citazione mi viene in mente qui: 
"Gli umani sono così strani: possono scalare montagne, esplorare gli oceani più profondi e viaggiare nello spazio. Ma per qualche motivo non possiamo superare questa idea che abbiamo bisogno dei signori politici che ci dicano cosa possiamo e non possiamo fare con le nostre vite". 
Mentre continuiamo ciecamente a seguire gli altri, il mondo ha sperimentato qualcosa che non ha mai sperimentato prima:  
Sta accadendo un enorme cambiamento di paradigma, un cambiamento nel modo in cui vediamo, percepiamo e percepiamo il nostro mondo e l'attuale esperienza umana.

Non tutti sono felici e come potrebbero essere? 

Quando viviamo su un pianeta dove muori se non puoi pagare per la tua vita, le nostre passioni e i desideri del cuore lentamente si allontanano dalla vista, a meno che non facciamo qualcosa al riguardo. 

Mentre siamo rimasti compiacenti e abbiamo semplicemente accettato l'esperienza umana per quello che è, quelli che hanno creato il nostro attuale modello economico continuano a distruggere il nostro pianeta e non hanno assolutamente alcun riguardo per preservare l'integrità del pianeta e tutta la vita su di esso. Allo stesso tempo, traiamo molte informazioni da noi, tutto ciò che sappiamo del nostro mondo è ciò che ci viene dato dalle stesse persone che hanno progettato questa vita per noi: 
i media mainstream aziendali. 
Le informazioni da sole sono una minaccia per tanti interessi aziendali.
 
Continua ad evolvere la tua coscienza 
 
Ispirazione e tutti i nostri migliori contenuti, direttamente nella tua casella di posta. 

Questo cambiamento è il risultato di nuove informazioni che ora colpiscono gli occhi e le menti di milioni, se non miliardi di persone. Ciò è diventato evidente quando siti di media alternativi che coprono la corruzione aziendale globale, così come le nuove scoperte in vari campi che sono ignorate dal mainstream, come la nuova energia, hanno iniziato a ricevere fino a un miliardo di visualizzazioni all'anno. Inoltre, whistleblower come Edward Snowden e organizzazioni come Wikileaks hanno dato una mano enorme. 

Tutto si è fermato quando alcuni di questi siti sono stati etichettati come "notizie false". Un titolo ironico dai media mainstream, non è vero? Hanno anche nominato chi si sentivano solo per determinare cosa è reale e cosa non lo è, così come hanno iniziato una massiccia campagna per censurare le informazioni che non provengono dalle reti di informazione dei media mainstream. 

C'è molto di più al mondo di quello che ci viene presentato. Essendo così occupati con i nove quinti della nostra vita cercando di sopravvivere, molte persone ancora non possono essere disturbate a riguardo. Quando vengono presentate informazioni che sono fuori dagli schemi, è comune che la dissonanza cognitiva affondi. Ciò che è più frustrante dell'esperienza umana corrente è che non deve essere così. 

È qui che entra in scena Buckminister Fuller.

Fuller, una delle menti più creative e interessanti della storia moderna una volta disse che, 
"Uno su diecimila di noi può fare un progresso tecnologico in grado di supportare tutto il resto. I giovani di oggi hanno assolutamente ragione nel riconoscere questa assurdità di 'guadagnare un salario".
Questo è qualcosa di cui siamo ben consapevoli. 

Abbiamo incontrato personalmente tecnologie che possono rivoluzionare il pianeta. Sebbene dipenda da ciò che la coscienza sta operando dietro quella tecnologia, che comunque esiste. 

Il nostro intero pianeta potrebbe essere, in un modo moderno, completamente fuori dalla griglia. Ci sono così tante meravigliose creazioni e idee là fuori che rendono possibile una società utopica, è così semplice che molte persone hanno difficoltà a crederci. L'idea che non dobbiamo lavorare per vivere su questo pianeta e vivere una buona vita è ancora impossibile da immaginare per la maggior parte delle persone, ed è perché siamo stati indottrinati a credere che l'attuale modello economico mondiale e la globalizzazione siano gli unici modi per l'umanità di andare avanti, quando sta facendo l'esatto opposto. 

A mio parere, cibo, vestiti, ripari e altro non dovrebbero richiedere piccoli pezzi di carta insieme a un pezzettino della nostra anima per riceverlo, un'esperienza umana che utilizza tutti i nostri sviluppi invece di nasconderli, uno in cui i nostri leader guardano fuori per l'umanità e i migliori interessi del nostro pianeta invece di seguire gli ordini dei loro padroni finanziari è disperatamente necessario. 

La famosa linea di Michael Jackson, 
"loro non si preoccupano veramente di noi", suona vero, ma non è vero per tutti ...
Insieme a questo cambiamento di coscienza, questa consapevolezza è che una coperta di lana è stata posata sui nostri occhi, è il fatto che la coscienza interagisce con il nostro mondo materiale fisico in modi che non sono ancora compresi, e questo è un pensiero incoraggiante dato il cambiamento dell'umanità nel pensare riguardo a concetti che potrebbero non adattarsi al frame di circa dieci anni fa. 

Non entrerò in nessun esempio specifico. Vi lascerò meditare su come una società utopica potrebbe funzionare, o su come tutte le nostre esigenze potrebbero essere facilmente fornite. La scarsità è qualcosa che non deve esistere, né la domanda e né l'offerta. Queste erano tutte creazioni di quello che è noto oggi come "l'1 per cento". Il sistema è stato progettato per beneficiarli, non noi. Bisogna creare qualcosa di nuovo, un nuovo modo di vivere che richieda la completa chiusura e il cambiamento del nostro attuale modello economico. 

Proprio come ha detto Fuller: 
"Non cambi mai le cose combattendo la realtà esistente, per cambiare qualcosa, costruisci un nuovo modello che rende obsoleto il modello esistente". 
Fuller non credeva che dovessimo avere un lavoro salariato per guadagnare, e che se lo facessimo, non saremmo in grado di perseguire le nostre passioni e interessi a meno che non lo siano per guadagno monetario. 
Questo è un pensiero interessante, poiché quando cresciamo ci sono diverse "carriere" tra cui scegliere. 
È semplicemente l'illusione del libero arbitrio
Abbiamo già scelto percorsi prestabiliti, ci sono solo tante opzioni e il nostro intero scopo di essere "educati" o, come mi piace definirlo, indottrinati, è fare soldi. 
  • Amiamo davvero quello che facciamo? 
  • O ci diciamo solo questo? 
  • Possiamo persino determinare o identificare le nostre passioni, desideri e bisogni in questo mondo? 
  • Oppure tutti i nostri desideri, bisogni, desideri e passioni ci vengono dati dal mondo aziendale sotto forma di mass media, pubblicità e marketing? 
  • Perché così tanti di noi sono tutti immersi nelle stesse cose materiali, acquisendo le stesse cose materiali, senza mai mettere in discussione l'esperienza umana?  
  • Siamo diventati troppo comodi? 
Il cambiamento non è mai facile, e sempre salutato dal ridicolo. Questo è esattamente ciò che sta attraversando la razza umana: 
stiamo riconoscendo la necessità di cambiare attualmente su quel percorso. 
In una colonna del New York Times sul saggio di Russell del 1932 "In Praise of Idleness", scrive Gary Gutting, 
"Per la maggior parte di noi, un lavoro retribuito è ancora assolutamente essenziale - come masse di disoccupati sanno fin troppo bene. 
Ma nel nostro sistema economico, la maggior parte di noi vede inevitabilmente il nostro lavoro come un mezzo per qualcos'altro: si guadagna da vivere, ma questa non si può chiamare vita". 
Bertrand Russell, è un eminente filosofo, matematico, storico, scrittore e attivista politico britannico si è dichiarato d'accordo, affermando che, 
"Il danno immenso è causato dalla convinzione che il lavoro sia virtuoso."
Jones lo spiega bene: 
"In troppi casi, infatti, il lavoro che dobbiamo fare per sopravvivere ci priva della capacità di vivere rovinando la nostra salute, consumando tutto il nostro tempo precedente e degradando il nostro ambiente". 
Nel suo saggio, Russell sostiene che, 
"C'è troppo lavoro nel mondo, il danno immenso è causato dalla convinzione che il lavoro sia virtuoso e che ciò che deve essere predicato nei moderni paesi industriali sia molto diverso da quello che è sempre stato predicato".
Sono d'accordo... 
Tendiamo a glorificare l'idea di "duro lavoro" come qualcosa di cui essere orgogliosi, senza mai fare un passo indietro e guardare questa esperienza umana attraverso l'obiettivo di un osservatore. Russell si riferiva a questo tipo di esistenza come a uno "stato schiavo" operato da "coloro che danno ordini".
Lui la chiama politica, che ha elaborato come se avesse, 
"Nessuna vera conoscenza dei soggetti su quale consiglio è dato, ma solo per manipolare: l'arte di parlare e scrivere persuasivi".
Questo mi ricorda i sofisti nell'antica Grecia, che usavano la loro intelligenza e i loro modi con le parole per rendere la vita difficile alle persone. 
"Cos'è il lavoro? 
Il lavoro è di due tipi:
  • in primo luogo, alterando la posizione della materia alla o vicino alla superficie terrestre relativamente ad altra materia
  • secondo, dire agli altri di farlo
Il primo tipo è spiacevole e mal pagato; il secondo è piacevole e molto pagato ... In un mondo in cui nessuno è costretto a lavorare più di quattro ore al giorno, ogni persona posseduta dalla curiosità scientifica sarà in grado di soddisfarlo, e ogni pittore sarà in grado di dipingere senza morire di fame, per quanto eccellenti possano essere le sue immagini. 
I giovani scrittori non saranno obbligati a richiamare l'attenzione su se stessi da sensazionali calderoni, al fine di acquisire l'indipendenza economica per le opere monumentali, per le quali, quando arriverà il momento, avranno perso il gusto e la capacità". fonte 
Le sue cose sono state discusse per decenni: 

"La manipolazione cosciente e intelligente delle abitudini e delle opinioni organizzate dalle masse è un elemento importante nella società democratica. Coloro che manipolano questo meccanismo invisibile della società costituiscono un governo invisibile che è il vero potere dominante del nostro paese. Siamo governati, le nostre menti sono modellate, i nostri gusti si sono formati, le nostre idee suggerite, in gran parte da uomini di cui non abbiamo mai sentito parlare". 
Edward Bernays ("il padre delle pubbliche relazioni") Propaganda - 1928 

Come vedi? 
La nostra mancanza di domande e / o compiacimento ha portato a un'esperienza interessante, in cui molti desiderano un cambiamento. 

Possiamo davvero fare ciò che amiamo in questo tipo di esperienza umana?

Quindi, è possibile fare ciò che amiamo? 

Beh, potrebbe essere un compito capirlo anche quando ci vengono date le nostre scelte e percorsi nella vita. 

Inoltre, dobbiamo pagare l'affitto, mettere il cibo nello stomaco e provvedere alle necessità di base. Persino le persone con lavori a tempo pieno stanno lottando per farlo. 

Questi lavori occupano fino a 8-10 ore della nostra vita ogni giorno, quindi se vieni dalla convinzione che non puoi perseguire le tue passioni, sei in compagnia di molti, incluse le due brillanti menti elencate in questo titolo. 

Per perseguire qualcosa che ami in questo mondo, e ne sei estremamente appassionato, non sarà per un guadagno monetario tutto il tempo. Ma abbiamo ancora tempo per perseguire le cose che amiamo anziché passare il tempo andando ai bar o facendo festa con gli amici. 

Non importa quante scuse hai, se ami qualcosa c'è sempre tempo per perseguirlo, ma raccontalo a qualcuno che è appena tornato a casa da una dura giornata di lavoro e non ha energia mentale / fisica. 

Sono un grande sostenitore del potere della manifestazione, nel senso che si possono manifestare esperienze nelle loro vite con uno spostamento di coscienza. 

Certo, l'attuale esperienza umana è molto dura. Non è facile, e per un'anima prosperare qui significa che sono molto forti, specialmente se non smetteranno di inseguirli per seguire la chiamata del loro cuore. 

Detto ciò, 
  • Succede che se lasci andare la paura e inizi a fare ciò che ami, per quanto puoi?
  • Che cosa succede se prendi quella strada, e se lo fai senza preoccupazioni, le cose si allenano per te? 
Credo che se vogliamo qualcosa di abbastanza grave, attraverso il potere della coscienza, possiamo manifestare la nostra esperienza umana, specialmente se è qualcosa che è radicata nel desiderio di fare del bene a tutti. 

Basato su tutta la scienza, la storia, la filosofia e più di tutto, la mia intuizione, questo è qualcosa che credo fermamente. 

Sono stato in grado di far parte di una squadra da diversi anni e, prima di questo, è ciò che ho sognato. Essere parte di un team e avere una piattaforma per condividere informazioni che non vedremo mai nei media mainstream e essere in grado di portare nuove idee e informazioni al mondo è tutto quello che volevo fare. 

Lo volevo così malalamente che è quello che ho fatto durante la scuola e quando ho dovuto lavorare ho fatto un altro lavoro. Ero sempre impegnato nelle mie passioni, eppure ero sempre affranto dal fatto che non potevo passare attraverso la vita perseguendo unicamente ciò per cui il mio cuore batte. 

Ma guardami adesso - Lo sto facendo ... 
Ho avuto una dura esperienza di risveglio di fatti di cui una volta ero inconsapevole, e per di più era la normale esperienza umana che non stava risuonando con me. 

Cosa mi ha aiutato a manifestare la mia esperienza? La prima cosa stava cambiando la mia prospettiva dell'esperienza umana. Invece di vederlo come un sistema simile a uno schiavo, e etichettandolo come tale, ho scelto di vederlo come un'esperienza. Credo che questa breve vita non sia la nostra unica opportunità e che questa sia un’altra opportunità di "giocare" all'interno dell'esperienza umana. 

L'ho considerato una sfida e un'opportunità per superare’ molti ostacoli. 

Questo ha aiutato la mia visione della vita alla grande, e invece di assumere un ruolo da vittima dove mi sentivo senza speranza e incapace di cambiare qualcosa, la percezione stessa di me che considera la vita come un'opportunità è ciò che mi ha aiutato. 

La vita è troppo breve per non dare lo sforzo di perseguire ciò per cui il tuo cuore batte. Sì, non è facile, lo so, e non è difficile capire perché così tante persone credono che sia assolutamente impossibile quando abbiamo così tanti altri doveri da seguire. Personalmente, non l'ho mai percepito come impossibile.

Ero disposto a morire, a diventare senzatetto o altro. Non c'era paura in me. Abbiamo persino una scienza moderna conforme ai fattori associati alla coscienza, come i pensieri, i sentimenti e le emozioni, che possono effettivamente influenzare il nostro mondo materiale fisico. 

Se credi che sia possibile, lo è. Se non credi, non lo è ... 

L'ultima cosa che vorrei dirvi è che non sarà facile e offrirà alla vostra vita una serie di sfide / opportunità di crescita. La gioia si trova all'interno del viaggio stesso, non entro i confini. 

Basta immaginare 

Immagina, se gli esseri umani hanno creato un'esperienza in cui tutti i nostri bisogni sono stati previsti. 
Come accennato in precedenza, abbiamo il potenziale più che sufficiente per farlo ... 
Cosa faremmo con il nostro tempo? È semplice, vorremmo esplorare, contemplare e scoprire. Dopotutto, questo è il nostro stato naturale dalla nascita, finché non ci viene detto come funziona il mondo e cosa dobbiamo fare in esso.
Siamo stati sottoposti a lavaggio del cervello per così tanto tempo e tolti dal nostro stato naturale che è davvero il momento di creare un'esperienza umana che risuoni con tutti noi, e ciò che noi cerchiamo per tutta la vita siamo carne che vuole fare, e questo è prosperare. Fonte

®wld


La vita della morte è un'animazione toccante e toccante sul giorno in cui la morte si innamora della vita. Dopo essere stato ben accolto in vari festival di animazione e essere stato inserito nel film EYE DVD di Selected Dutch Shorts, è finalmente online!


https://vimeo.com/154739710

sabato 23 giugno 2018

Il Giochetto ...

Vogliono farvi litigare! 

di Marco Cedolin

Quando contro ogni previsione un paio di settimane fa, dopo 88 giorni di tira e molla, confusione e veti presidenziali, il governo Conte vide finalmente la luce, fu subito chiaro a tutti come si sarebbe trattato di un percorso ad ostacoli assai accidentato, dal momento che il suo incedere sarebbe stato ostacolato con tutti i mezzi possibili, leciti ed illeciti. 

Le forze (nazionali e non) che da sempre detestano gli italiani e li vogliono prostrati e con il capo chino sono coscienti di avere ancora fra le proprie mani un potere immenso. Gestiscono praticamente la quasi totalità dell'informazione cartacea e televisiva, gestiscono il 90% degli uomini dello spettacolo, gestiscono i sindacati, gestiscono il sistema bancario e la finanza. Gestiscono in parole povere quasi tutte le leve del potere, anche se in questa occasione, per quello che mi piace considerare uno strano scherzo del destino, non sono riusciti a gestire il voto degli italiani.... 

Il loro unico e vero nemico oggi non è costituito da Salvini o Di Maio, ma dall'opinione pubblica, perché il governo Conte non è in questo momento sostenuto solamente dagli elettori di Lega e 5Stelle, ma anche da molti altri milioni di italiani (come me) che hanno votato altro o non hanno votato affatto e gode di una popolarità mai sperimentata in tempi recenti. 

Di fronte ad una situazione di questo genere, ogni rimbrotto di un politico di opposizione, ogni sparata di un guitto da salotto, di un banchiere o di un imprenditore compiacente, non fanno che rafforzare il sostegno popolare al governo e questo non può che essere chiaro anche a chi ha fatto dell'arroganza e della supponenza una ragione di vita. 

L'unica arma rimasta nelle mani di questi signori (ma si tratta di un'arma potentissima) è il dividi et impera che nella fattispecie deve concretarsi nel dividere Di Maio da Salvini o più precisamente nel provocare un profondo scollamento fra i sostenitori di 5S e della Lega, affinchè si rivoltino gli uni contro gli altri. 

Sapendo che esiste un terreno fertile in questo senso, stanno spendendo ogni energia per far si che tale scollamento si concretizzi. Alimentano polemiche e litigi, ricamando fra le pieghe di ogni affermazione fatta da Salvini, diffondono sondaggi totalmente privi di ogni valenza statistica per indurre l'elettore di 5S a pensare che la Lega stia cannibalizzando il proprio movimento e quello della Lega a fantasticare sul fatto che qualora si tornasse ad elezioni il suo partito diventerebbe la prima forza politica in Italia. Seminano zizzania e malumore in tutte le maniere possibili, 
praticando il "giochetto della questura" dove i due sospettati vengono convocati ciascuno in una stanza e ad entrambi viene fatto credere che il complice ha già confessato facendo il suo nome. Insomma giocano sporco che più sporco non si può, senza porsi alcun problema, sia perché sono totalmente privi di ogni etica e non hanno alcun rispetto per il cittadino, sia perché la posta in gioco è altissima. 

Ora tocca a voi, italiani, elettori di Lega e 5S o meno, decidere se cadere nel tranello che vi riporterà a strisciare con il capo basso o se tenere la testa alta con fierezza e mandarli tutti a quel paese, giudicando il governo per quel poco che riuscirà a fare, ma che sicuramente non hanno mai fatto coloro che l'hanno preceduto.  


venerdì 22 giugno 2018

Supplemento almanacco giugno 2018

Gli avatar del potere nero

 
La lebbra europea: quella del vomitevole, xenofobo Macron

La brutta notizia è che c’è ancora una parte di Italia, insieme a una parte di Francia, disposta a farsi prendere per i fondelli da un sinistro teatrante come Emmanuel Macron, ultimo erede di una famiglia di serial killer politici travestiti da statisti, pronti a indossare la maschera dell’orco (Van Rompuy, Schaeuble) o quella del pagliaccio finto-buono (Juncker, Prodi).

L’Ogm Macron è una via di mezzo, un ibrido perfetto tra eleganza formale e trivialità sostanziale. Chiama i poveri “sdentati”, definisce l’attuale politica italiana “vomitevole”. E arriva a classificare “lebbra d’Europa” i movimenti democratici anti-establishment, dopo che Salvini e Di Maio hanno ridotto a carta straccia l’ultimo piano contro l’Italia approntato per i migranti insieme ad Angela Merkel, altro fossile vivente di un’Europa mascalzona, che in vent’anni non ha prodotto altro che crisi e paura, insicurezza sociale, terrorismo, diffidenza e risentimenti fra nazioni che avrebbero dovuto essere “sorelle”.

L’Italia ancora dormiente – ormai minoranza, a quanto pare, arroccata attorno al patetico mainstream cartaceo e radiotelevisivo – non ha ancora capito chi è il fantoccio Macron, chi ne muove i fili, da quale curriculum proviene l’ombra nera che si aggira per l’Eliseo, attorno al presidente che insulta e minaccia – né più né meno come un monarca, indispettito dalle sconcertanti pretese del popolo. Chi si credono di essere, questi pezzenti italiani? Continua a leggere QUI


MACRON ORA PUO’ SOLO MANDARCI LE TRUPPE AL CONFINE

Quando un capo di Stato e di governo proclama che nel paese vicino c’è un governo-lebbra, fa dire che è vomitevole, e prima ha detto che “li conosciamo”, esprimendo odio e disgusto intollerabile, non è che la domenica dopo incontra il capo di quel governo a Bruxelles a un pre-vertice UE.
No. Richiama l’ambasciatore e ammassa truppe a ridosso di Ventimiglia. Macron, con quelle parole deliranti, e irreparabili sul piano diplomatico, ha rotto l’Unione Europea e portato lo stato di guerra. Se ne rende conto? O forse ha ragione lo psichiatra forense Adriano Segatori che un anno fa – con una sicurezza diagnostica che colpiva – lo definì “psicopatico con deliri di onnipotenza, reso tale dal grave abuso sessuale che a 15 anni subì dalla sua insegnante Brigitte (di 24 anni più vecchia di lui)”, ed “altamente pericoloso”. Continua a leggere QUI


La Terra ora ci presenta il conto di un mondo senza giustizia

Guardate che non basta, raddrizzare uno sviluppo – finora ingiusto – sostituendolo con il miraggio di una crescita economica globale finalmente equa. La voce “decrescita” (del Pil) risulta sempre sgradevole, dissonante, preoccupante: ma è purtroppo coerente con tutte le previsioni sistemiche dei climatologi, che danno alla Terra altri vent’anni, al massimo, prima del collasso ecologico che già sta avanzando in modo inquietante, con le temperature balneari registrare alle Svalbard e lo scioglimento inesorabile della calotta artica.

Nel lontanissimo ‘700, il padre della fisica Isaac Newton predisse – in base a complessi calcoli – che le risorse terrestri si sarebbero esaurite entro il 2060: un pronostico, sottolinea il saggista Gianfranco Carpeoro – sinistramente coincidente con quello del governo Usa, secondo cui fra quarant’anni, di questo passo, arriveremo alla morte biologica degli oceani. Ragionamenti che possono apparire letterari e strampalati, semplici suggestioni millenaristiche calate in un mondo distratto dai mondiali di calcio o appassionato al derby Italia-Francia su Salvini, gli sbarchi selvaggi e l’opaco traffico malavitoso gestito dalle Ong.

Vero, l’Europa ladrona nega all’Italia un’espansione vitale del deficit, mentre c’è chi muore in mare per un tozzo di pane. E se si tracolla tutti, sotto la furia di un pianeta stremato dai nostri abusi suicidi? Continua a leggere QUI
 

Attrezzature in laboratorio chimico Douma della Siria Made in EU, N America - MoD russo 

La missione di sondare il fatto dell'uso di armi chimiche in Siria ha fortemente protratto i tempi delle indagini a favore degli interessi degli Stati Uniti e dei loro alleati, ha dichiarato il ministero della Difesa russo. Le armi chimiche in Siria sono state prodotte da militanti e le attrezzature sono state fabbricate in Europa occidentale, ha detto la portavoce del ministero degli Esteri russo Maria Zakharova. 

"L'equipaggiamento, la cui fuoriuscita è uscita pochi giorni fa ... vorrei dire che parte di esso è un'attrezzatura usata da militanti e terroristi, è stata scoperta nella città di Douma", ha detto Zakharova in un briefing di il ministero degli Esteri russo e il ministero della Difesa per il corpo diplomatico per indagare sull'uso di armi chimiche in Siria. 

Il laboratorio chimico dei militanti nella Douma della Siria ha prodotto esplosivi di tetranitrato di pentaeritritolo ad alta tecnologia (TEN) e aveva anche precursori di agente di senape e cloro, ha detto il generale Igor Kirillov.

"Con l'aiuto di questa attrezzatura, [i militanti] hanno prodotto esplosivi TEN ad alta tecnologia e alta qualità. Durante la ricerca del laboratorio, [l'esercito russo] ha anche trovato thiodiglycol e trietanolamina, che possono essere utilizzati per la produzione di zolfo e senape di azoto, così come l'esammina ", ha detto Kirillov in un briefing sull'indagine sull'uso di armi chimiche in Siria. 

Kirillov ha aggiunto che i militari avevano anche trovato una bombola di gas al cloro, simile a quella usata dai militanti nell'attacco di armi chimiche a Douma. 
Continua a leggere QUI (lingua inglese)


CIRCUITO DI MORTE NEL «MEDITERRANEO ALLARGATO»  

Di Manlio Dinucci 
I riflettori politico-mediatici, focalizzati sui flussi migratori Sud-Nord attraverso il Mediterraneo, lasciano in ombra altri flussi: quelli Nord-Sud di forze militari e armi attraverso il Mediterraneo. Anzi attraverso il «Mediterraneo allargato», area che, nel quadro della strategia Usa/Nato, si estende dall’Atlantico al Mar Nero e, a sud, fino al Golfo Persico e all’Oceano Indiano. 
Nell’incontro col segretario della Nato Stoltenberg a Roma, il premier Conte ha sottolineato la «centralità del Mediterraneo allargato per la sicurezza europea», minacciata dall’«arco di instabilità dal Mediterraneo al Medio Oriente». Da qui l’importanza della Nato, alleanza sotto comando Usa che Conte definisce «pilastro della sicurezza interna e internazionale». 

Completo stravolgimento della realtà. È stata fondamentalmente la strategia Usa/Nato a provocare «l’arco di instabilità» con le due guerre contro l’Iraq, le altre due guerre che hanno demolito gli Stati jugoslavo e libico, e quella per demolire lo Stato siriano. 

L’Italia, che ha partecipato a tutte queste guerre, secondo Conte svolge «un ruolo chiave per la sicurezza e stabilità del fianco sud della Alleanza». In che modo, lo si capisce da ciò che i media nascondono. 

La nave Trenton della U.S. Navy, che ha raccolto 42 profughi (autorizzati a sbarcare in Italia a differenza di quelli dell’Aquarius), non è di stanza in Sicilia per svolgere azioni umanitarie nel Mediterraneo: è una unità veloce (fino a 80 km/h), capace di sbarcare in poche ore sulle coste nord-africane un corpo di spedizione di 400 uomini e relativi mezzi. 

Forze speciali Usa operano in Libia per addestrare e guidare formazioni armate alleate, mentre droni armati Usa, decollando da Sigonella, colpiscono obiettivi in Libia. Tra poco, ha annunciato Stoltenberg, opereranno da Sigonella anche droni Nato. 

Essi integreranno l’«Hub di direzione strategica Nato per il Sud», centro di intelligence per operazioni militari in Medioriente, Nordafrica, Sahel e Africa subsahariana. Continua a leggere QUI

Q, Il Deep State

Una seconda Tangentopoli? La lotta al deep state arriva in Italia - Nicola Bizzi

Se non vuoi guardare il video leggi l'articolo QUI

Scopri Subito se hai Copertura 5G

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

E c'è chi ancora nega affermando che non siamo una colonia USA…

GUARDA IL CIELO! CHE COSA STANNO FACENDO?

Come osano? come osano fare questo? Questa deve essere la reazione dell’umanità.

Perché questa mancanza di interesse dei nostri cieli?

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...