domenica 31 gennaio 2021

SEGNALI DI FUMO … AUGH

  

di: Dottor Roberto Slaviero - 31.01.21

Come ricorderete, circa due settimane or sono, alcuni importanti “social“, hanno chiuso l’account del Presidente Usa Trump. 

Perfino i suoi nemici o detrattori, hanno cominciato a preoccuparsi, poiché un giorno, potrebbe capitare anche a loro.

Quel che restava degli Stati sovrani al giorno d’oggi, sono ricordi del passato.

E addirittura, chi parla di sovranità, viene tacciato di fascista. 

Le Big Tech, in pochi anni hanno preso il sopravvento. La smartizzazione globalizzata, ha preso il sopravvento e siamo giunti alla disgrazia di questa guerra infame. 

Il terrore inculcato nelle menti dei video schiavi, dopo un anno di notizie tossiche, ha creato una destabilizzazione mentale altissima, che produrrà una scossone grave a livello interpersonale e geopolitico. Putin, lo ha recentemente affermato al famoso Forum di Davos, nel covo dei serpenti del reset!

Non dico che il Presidente russo sia un santo, ma almeno, come Trump mi pare due anni fa, ha fatto un’analisi politico-economica, diversa dal pensiero dominante della globalizzazione selvaggia, che sta distruggendo l’Occidente e le sue faticose conquiste sociali, morali ed economiche, realizzate dal dopo guerra ad oggi. 

Di virus e maschere non parlo più, dei protocolli errati di cura nei primi mesi del 2020 … diciamo solo che … il paracetamolo strausato, riduce febbre e dolori si, ma in molti pazienti anziani o con patologie croniche, nonché nei bambini, riducendo le scorte del Glutatione, potente antiossidante, potrebbe produrre problemi epatici e di calo immunitario, con le conseguenze del caso. 

Arrivando poi in ospedale in debito di ossigeno, i malati venivano intubati e morivano in poche ore, in quanto il problema era una microtrombosi alveolare;

l’ ossigeno sparato a pressione, bruciava il tessuto polmonare portando a morte, perché il trombo ostruiva il normale scambio ossigeno-anidride carbonica! Sarebbe bastato fare iniezioni di eparina, cosi che il trombo si fosse sciolto ed il paziente era salvo! 

Per fortuna molti medici, non hanno applicato i protocolli ministeriali e un po’ alla volta hanno salvato molte vite; ci rendiamo conto in che mani siamo!? 

Ma veniamo al titolo del mio articolo: un bel segnale di fumo, viene dal Consiglio d’Europa, che, ad altissima maggioranza, ha invitato tutti gli Stati dell’Unione a NON rendere obbligatorio il “siero genico“, chiamato volgarmente vaccino, affermando inoltre che, passaporti sanitari per viaggiare liberamente, se vaccinati, sono contrari alla scienza ed io dico, alle libertà fondamentali dell’individuo.

Lasciamo la libertà di scelta a  tutti, la peste non è ancora arrivata, i corona non sono la peste! La peste sono i delinquenti del reset e delle imposizioni vaccinali!

Tornando ai segnali di fumo, molto utilizzati dagli indiani d’America, soprattutto nei fumetti e film, non riesco a capire la richiesta di Impeachment, fatta dai Democratici contro Trump. 

E’ ancora lui il Presidente?

Se allo scorso 20 gennaio, Biden ha preso il possesso della Casa Bianca, cosa serve un accanimento del genere?

Washington è ancora militarizzata, si dice fino a fine marzo. 

Cosa sta succedendo?

Si rumoreggia che, causa debiti trilionari, gli Stati Uniti d’America, siano praticamente falliti dal punto di vista tecnico di bilancio. 

Il contratto tra la Fed ed il governo Usa, scadeva dopo cento anni, ovvero nel 21.12.2012, la cosiddetta fine del mondo. 

E le elezioni, palesemente truccate, sono probabilmente una farsa, alla quale tutti gli attori partecipanti, continuano a fare la loro parte nello spartito teatrale. 

Certo è che, problemi cosi gravi in casa Usa, si riflettono enormemente sugli equilibri strategici mondiali, Europa in primis. 

Vedremo prossimamente. 

Nel frattempo, come annunciato dallo “zar“ russo, il lockdown in Russia è finito, tutto è riaperto! 

Il siero russo Sputnik è tonificante, oppure il messaggio all’Occidente, ad un’Europa in disfacimento, esprime segnali di fumo per dire…svegliatevi, tizzoni di inferno (Tex Willer), popolazioni ipnotizzate e riprendetevi ciò che vi appartiene   o come alternativa, se non ci riuscite, ricordatevi della madre Russia…

Nei prossimi anni, velocemente, gli equilibri ed i confini geografici dell’Europa, subiranno grosse modifiche. 

L’Italia, senza idee e senza governi rispettati in Europa, si trova completamente spiazzata, e non credo che a livello militare, un giorno, possa dettare una legge di dissuasione. 

Basti pensare ad esempio, come la Libia, nostro fornitore strategico di petrolio, sia caduta in mano della Turchia e Russia. Un disastro strategico, per la nostra politica estera. 

Le vicende romane fanno venire il voltastomaco, scambi e favori per rimettere in piedi un governicchio, che continui a massacrare l’economia, per conto di poteri sovranazionali, che si mangeranno aziende fallite e comparto turistico nazionale. 

Come già dissi; se l’opposizione volesse veramente fare l’opposizione , adotterebbe altri sistemi, tipo scioperi generali o dimissioni dal Parlamento, se veramente volesse salvare ciò che resta della nostra economia, e se non lo fa è collusa con la banda del governo. 

Tra l’altro è sempre stata l’opposizione a chiedere lockdown e vaccini obbligatori…quindi! 

L’unica notizia buona per i lombardi è stato l’arrivo della Moratti, quale assessore alla Sanità ed in poco tempo la Lombardia, da rossa è passata a gialla…avevano contato male i numeri dei positivi…ah ah ah...e la gente ci crede: poteri economici si son rotti le palle degli Arcuri e soci e stanno riportando il “motore” economico lombardo alla normalizzazione. 

Per quanto tempo ancora crederete al virus mortale?

Per quanto tempo crederete ancora alla validità dei tamponi? 

Famiglie intere in quarantena, senza sintomatologia, incarcerati senza aver commesso il fatto…

Non c’è più influenza, si dice … per forza...tutto è catalogato corona-covid… 

Comunque, vista la dittatura in atto a livello mediatico ed il controllo sui social, il prossimo futuro sarà, come nel West, con i fuochi ed i segnali di fumo.

Segnali di fumo tra persone diverse, in posti diversi, piccole cellule di resistenza ad un sistema, che vuole distruggere le libertà fondamentali dell’uomo. 

E vedrete che, quando le casse statali avranno problemi nel pagarsi gli stipendi, verrà giù tutto in poco tempo; ai lavoratori ed imprenditori del settore privato, il sistema è disinteressato, anzi, lo vuole schiacciare ed impoverire, ma per i “servitori“ dello Stato…falsificheranno i bilanci, per far stare in piedi la baracca, finché la loro truffa reggerà! 

Puah, dannati figli del demonio...Tex è più velenoso di mille serpenti a sonagli!

Fermo, o ti apro una finestra nella carcassa! 

Tiger Jack, woah … aughhh

Erano ranger del Texas, vi ricordate…il Texas sta per iniziare una procedura di uscita dalla Confederazione Usa…anno domini 2021!

Tenetevi forte ragazzi, allacciatevi le cinture, come sulle montagne…russe! 

Saluti a tutti…..satanassi!

Fonte: http://olisticoaltapusteria.com/

®wld

sabato 30 gennaio 2021

OLTRE IL MURO DELLA REALTA'

 
L'energia al di fuori della matrice: il culto dei costruttori di realtà

di Jon Rappoport

Il culto dei costruttori di realtà è stato vivo e vegeto dall'inizio della storia sul pianeta Terra.

Il culto assume forme diverse, ma l'obiettivo è sempre stato lo stesso: creare un'immagine centrale che trasmetta concetti fondamentali dell'esistenza.

Durante i miei 30 anni come giornalista coprendo "le notizie dietro le notizie", ho visto innumerevoli casi in cui la matrice si presenta, nuota alla vista.

La matrice, l'immagine centrale, è una bugia. Ma non solo una bugia qualsiasi.

È un'immagine condivisa molto profonda della realtà.

Ha tutte le caratteristiche per essere vero. Pertanto, molte persone lo accettano. La gente sa che è giusto.

La gente crede che, se fosse sbagliato, se fosse un'illusione, la loro visione del mondo si scioglierebbe.

Quindi si ritirano. Voltano le spalle. Si stabiliscono nell'accettare l'immagine della matrice.

Le persone hanno bisogno di più potere, più potere individuale, in modo che possano resistere e operare al di fuori della matrice.

Ovunque si vedano false immagini della realtà - nei settori della scienza, della politica, dell'energia, della medicina, dei media, del denaro, dell'intelligence segreta, dei militari, della religione, delle multinazionali - si vede anche la necessità che gli individui acquisiscano potere, in modo che possano resistere e operare al di fuori di queste immagini.

Concetti limitati di spazio, tempo ed energia, anche questi sono "dati" agli esseri umani come l'essenza e la fine di una storia. Una storia che alla fine mette in corto circuito e muta ciò di cui l'individuo è realmente capace.

L'intero murale della Realtà imposta ha lo scopo di diminuire radicalmente il potere dell'individuo.

Quindi, oltre al mio lavoro di giornalista investigativo, ho studiato la capacità dell'individuo di andare oltre questo murale della realtà.

Alla fine degli anni '80, di concerto con il brillante ipnoterapeuta Jack True (che smise di fare l'ipnosi con i suoi pazienti), sviluppai molti esercizi e tecniche per espandere il potere creativo dell'individuo. Sia Jack che io stavamo portando avanti una tradizione che risale all'inizio del Tibet.

Alcuni di questi esercizi sono inclusi nella mia raccolta, Power Outside The Matrix. Queste tecniche mirano ad accedere a più energia, più immaginazione, più stabilità e intelligenza "oltre il murale della realtà".

Power Outside The Matrix significa essere in grado di pensare, agire e creare sia all'esterno che all'interno di Matrix. Perché questo è l'obiettivo: essere in grado di funzionare in entrambi i luoghi.

Le persone sono consapevolmente o inconsciamente fissate su confini e sistemi. Sperano in tutto ciò che può essere consegnato attraverso un sistema.

Quella fissazione è una forma di controllo mentale.

La libertà non è un sistema.

Ma la libertà ha bisogno di potere creativo, altrimenti resta lì e diventa una statua solitaria che raccoglie polvere in un parco abbandonato.

Prima o poi, ogni essere umano che sia mai vissuto su questo pianeta ha abbandonato il suo potere creativo. La domanda è: vuole riaverlo?

Non se ne va mai veramente. È sempre lì. È la base di una vita che può essere vissuta. Una vita che si può scegliere. Le persone invece scelgono ruoli che non richiedono quel potere. Pensano che questa sia una strategia vincente.

Non lo è.

Una sezione della mia mega raccolta, intitolata Power Outside The Matrix e The Invention of New Reality, presenta esercizi creativi che svolgi quotidianamente che ti aiuteranno a muoverti verso l'obiettivo del potere al di fuori di Matrix. Gli esercizi mirano ad aumentare la tua energia e stabilità e l'invenzione di nuovi spazi.

L'accesso alla tua energia interna, in quantità enormi, è necessario per una vita al di fuori di Matrix, piuttosto che fare affidamento sull'energia illusoria che The Matrix sembra fornire. Ho sviluppato gli esercizi esattamente per questo scopo: la tua energia, il tuo dinamismo.

Power Outside The Matrix presenta anche una lunga sezione chiamata: Analizzare le informazioni nell'era della disinformazione .

È pieno di esempi specifici delle mie indagini passate. Basato su 25 anni di esperienza, mostra come smontare e mettere insieme i dati che portano a conclusioni valide.

È molto più di un corso logico.

È un approccio avanzato all'analisi.

Stabilire il potere al di fuori di Matrix richiede che una persona sia in grado di affrontare il flusso di informazioni, disinformazione e disinformazione odierna. Non ho lasciato nulla di intentato per offrirti un approccio praticabile all'analisi.

C'è un'ulteriore sezione estesa intitolata, Tutorial di A Writer. Le persone mi hanno chiesto di fornire questo tutorial, ed eccolo qui. Ma non è solo per gli scrittori. È per ogni persona creativa che vuole afferrare il proprio potere, capirlo e usarlo per raggiungere il mondo.

Il Tutorial ti espone a lezioni che vanno ben oltre ciò che viene normalmente insegnato nei seminari per scrittori. In effetti, diversi concetti fondamentali nel Tutorial contraddicono i normali seminari per scrittori e quindi ti danno accesso a risorse interne che altrimenti sarebbero ignorate.

Infine, ho incluso una serie di seminari audio che offrono una prospettiva più ampia su Matrix e su cosa significa vivere e lavorare al di fuori di esso.

Fonte: https://blog.nomorefakenews.com/2021/01/30/power-outside-the-matrix-cult-of-the-reality-builders-cult/

®wld

venerdì 29 gennaio 2021

La Prigione del Pensiero

 

Secondo il padre della propaganda un governo invisibile controlla le nostre menti con una prigione del pensiero

Sigmund Fraud, Staff Writer
Waking Times

“Chi sono gli uomini che senza che ce ne rendiamo conto, ci danno le nostre idee, ci dicono chi ammirare e chi disprezzare, cosa credere sulla proprietà dei servizi pubblici, sulla tariffa, sul prezzo della gomma, sul Piano Dawes , sull'immigrazione; che ci dicono come dovrebbero essere progettate le nostre case, quali mobili dovremmo metterle, quali menu dovremmo servire sulla nostra tavola, che tipo di camicie dobbiamo indossare, a quali sport dovremmo dedicarci, quali spettacoli dovremmo vedere, quali enti di beneficenza dovremmo sostenere, quali immagini dovremmo ammirare, quale slang dovremmo influenzare, quali barzellette dovremmo ridere? " ~ Edward Bernays, Propaganda

Scritto da Edward Bernays e pubblicato nel 1928, il libro Propaganda mantiene ancora la sua posizione di gold standard per influenzare e manipolare il comportamento pubblico. Attingendo alla sua esperienza in psicologia mentre utilizzava il linguaggio della manipolazione, Bernays è stato il pioniere dell'ingegneria sociale tramite i mass media e il suo lavoro vive nel mondo dei consumi distorto, statalista che abbiamo oggi.

Ma chi sono quelli dietro le quinte che ci dicono cosa pensare dirigendo la nostra attenzione sulle cose che servono gli interessi?

È interessante notare che il capitolo III di Propaganda è intitolato, 'The New Propagandists, ed è dedicato a spiegare perché i controlli per la manipolazione di massa sono così strettamente sorvegliati da un'élite relativamente piccola che siede nell'ombra, fuori dagli occhi del pubblico, scegliendo ciò che siamo vedere e pensare, anche controllando i politici che eleggiamo per rappresentarci.

Se ci proponiamo di fare un elenco degli uomini e delle donne che, a causa della loro posizione nella vita pubblica, potrebbero essere giustamente chiamati i modellatori dell'opinione pubblica, potremmo arrivare rapidamente a un elenco esteso di persone menzionate in "Who's Who ..."

Un tale elenco comprenderebbe diverse migliaia di persone. Ma è risaputo che molti di questi leader sono essi stessi guidati, a volte da persone i cui nomi sono noti a pochi.

Tali persone rappresentano nella mente del pubblico il tipo di governante associato alla frase governo invisibile.

Un governo invisibile di titani aziendali e influencer dietro le quinte che segna la cultura oggi non può essere sottovalutato. Bernays continua:

Il governo invisibile tende a concentrarsi nelle mani di pochi a causa delle spese di manipolazione della macchina sociale che controlla le opinioni e le abitudini delle masse.

Il consulente per le pubbliche relazioni, quindi, è l'agente che, lavorando con la comunicazione dei media moderni e la formazione di gruppo della società, porta un'idea alla coscienza del pubblico. Ma lui è molto di più. Si occupa di corsi di azione, dottrine, sistemi e opinioni e di garantire loro il sostegno pubblico.

In definitiva, l'obiettivo di questo tipo di propaganda della cultura pop prodotta in serie è quello di indebolire la capacità dell'individuo di pensare in modo critico, creando così un ambiente in cui molte persone si guardano l'un l'altro per l'approvazione, indovinando sempre le proprie facoltà. Quando ciò accade, la forza del gruppo collettivo inizia a prendere forma e moltiplicarsi, e le idee possono essere impiantate nella cultura popolare, radicandosi sotto forma di comportamenti conformisti diffusi.

Pensare in modo critico significa esprimere giudizi ragionati, logici e ben ponderati. È un modo di pensare in cui non si accettano semplicemente tutti gli argomenti e le conclusioni a cui si è esposti senza mettere in discussione gli argomenti e le conclusioni. Richiede curiosità, scetticismo e umiltà. Le persone che usano il pensiero critico sono quelle che dicono cose come "Come fai a saperlo?" "Questa conclusione è basata su prove o sensazioni viscerali?" e "Ci sono possibilità alternative quando vengono fornite nuove informazioni?" [ Fonte ]

Pensieri finali

La conclusione qui è che non è cambiato molto in 100 anni di cultura aziendale / statalista americana, a parte la capacità tecnica di ridimensionarla sempre più in alto. Le nostre vite sono ancora fortemente influenzate da artisti del calibro di quelli descritti da Bernays. C'è un vantaggio che abbiamo ora, tuttavia, poiché la tecnologia ci ha dato un maggiore accesso alla verità e ora siamo liberi di separarci dalla matrice psicologicamente, comprendendo cos'è e come influenza le nostre vite. Se scegliamo di farlo, cioè se scegliamo di prendere la pillola rossa.

Per comprendere la tua vita e la tua missione qui sulla terra nel breve tempo che hai, è imperativo imparare a vedere la prigione del pensiero che è stata costruita intorno a te e circumnavigarla attivamente. Il libero pensiero viene represso dai propagandisti, ma la nostra tendenza umana è quella di desiderare la libertà e, con l'aiuto della verità, siamo più potenti della matrice di controllo e del governo invisibile.

Fonte: https://www.wakingtimes.com/

Correlati: 

Il Grande Fratello … sta venendo a prenderti

Analisi cronologica sull’evoluzione della crisi Covid – 19 

E adesso?

®wld

mercoledì 27 gennaio 2021

La guerra nella nebbia: la prova delle maschere e i blocchi non hanno valore

 

C'è una buona ragione per cui la Bibbia avverte: "Dove non c'è visione, il popolo perisce" (Prov. 29:18). Nel caso del colpo di stato della Tecnocrazia, chi non vedrà, non potrà vedere. La loro schiavitù tecnocratica sarà sulle loro stesse teste. Abbiamo avvertito dall'inizio del panico pandemico che l'intero schema era una frode intenzionale.

Ci sono proteste giganti in tutto il mondo che chiedono la cessazione dei blocchi e la restituzione della libertà. Quei manifestanti possono non avere alcuna comprensione del quadro generale, ma comprendono il dolore della disoccupazione, della privazione sociale, delle relazioni rovinate e della fame. ⁃ TN Editor

La "guerra nella nebbia" è un termine usato per descrivere l'incertezza, il caos e la confusione che possono verificarsi durante la battaglia. Ciò che pensavi fosse vero entrando in battaglia potrebbe essere capovolto, offuscando il tuo giudizio mentre cerchi di prendere decisioni in una sorta di realtà sospesa.

In questo momento stai vivendo una guerra nel mezzo di una nebbia  - una nebbia di guerra COVID - secondo Jeffrey Tucker, direttore editoriale dell'American Institute for Economic Research (AIER): "Spesso non è chiaro chi sta prendendo decisioni e perché, e cosa le relazioni sono tra le strategie e gli obiettivi. Anche la logica può diventare sfuggente poiché la frustrazione e il disorientamento sostituiscono la chiarezza e la razionalità". 1

Questa descrizione è tipicamente riservata al disorientamento della battaglia, ma ora si applica in modo inquietante bene alla nebbia che circonda la mitigazione della malattia COVID-19. Se desideri un esempio concreto, guarda la sequenza temporale del video sopra, che ti porta da gennaio 2020, quando l'uso delle maschere era sconsigliato, a dicembre 2020, quando le maschere sono diventate obbligatorie in molte aree. 2

Marzo: le maschere per il viso non possono proteggere dal nuovo coronavirus

Nel febbraio 2020, Christine Francis, consulente per la prevenzione e il controllo delle infezioni presso la sede dell'Organizzazione mondiale della sanità, è stata descritta in un video, mostrando una maschera usa e getta. Ha detto: "Maschere mediche come questa non possono proteggere dal nuovo coronavirus se usate da sole ... L'OMS raccomanda l'uso di maschere solo in casi specifici". 3

Questi casi specifici includono se hai tosse, febbre o difficoltà a respirare. In altre parole, se sei attivamente malato e mostri sintomi. "Se non hai questi sintomi, non devi indossare maschere perché non ci sono prove che proteggano le persone che non sono malate", ha continuato.

Nel marzo 2020, il Surgeon General degli Stati Uniti ha accettato pubblicamente, twittando un messaggio in cui si afferma: "Sul serio, gente, smettetela di comprare maschere!" e proseguendo dicendo che non sono efficaci nell'impedire al grande pubblico di contrarre il coronavirus. 4  Al 31 marzo 2020, l'OMS sconsigliava ancora l'uso di maschere per il viso per le persone senza sintomi, affermando che "non esiste alcuna prova" che tale utilizzo della maschera prevenga la trasmissione di COVID-19. 5

Giugno: il pubblico dovrebbe indossare una maschera per il viso

Entro il 6 giugno 2020, la retorica era cambiata. Citando "l'evidenza in evoluzione", l'OMS ha invertito la sua raccomandazione, con Tedros Adhanom Ghebreyesus, direttore generale dell'OMS, che consiglia ai governi di incoraggiare il pubblico in generale a indossare maschere dove c'è una trasmissione diffusa e l'allontanamento fisico è difficile. 6

Questo incoraggiamento si è trasformato in mandati in molte aree, con  minacce di multe  per coloro che non si sono conformati. Nella contea di Humboldt, in California, ad esempio, chiunque abbia violato l'ordine di indossare coperture per il viso in pubblico potrebbe essere multato da $ 50 a $ 1.000 e / o affrontare 90 giorni di carcere per ogni giorno in cui si è verificato il reato. 7

A Salem, nel Massachusetts, potresti anche essere multato per non aver indossato una maschera in pubblico, comprese le aree comuni all'interno di un condominio. 8  Qual è l'evidenza in evoluzione a cui si riferiva l'OMS che li ha indotti a invertire la loro posizione sulle maschere per il pubblico in buona salute in un periodo di soli due mesi? Ciò non è chiaro, ma si è verificato uno sviluppo interessante.

CHI: trasmissione asintomatica "molto rara"

Durante un briefing con la stampa dell'8 giugno 2020 - appena due giorni dopo che Ghebreyesus aveva consigliato alle persone sane di iniziare a indossare maschere - Maria Van Kerkhove, responsabile tecnico dell'OMS per la pandemia COVID-19, ha chiarito che le persone che hanno COVID-19 senza alcun i sintomi  trasmettono “raramente” la malattia  ad altri. 9

Le linee guida provvisorie dell'OMS del 5 giugno 2020 supportano la dichiarazione di Kerkhove, osservando: "Gli studi completi sulla trasmissione da individui asintomatici sono difficili da condurre, ma le prove disponibili dal tracciamento dei contatti riportate dagli Stati membri suggeriscono che le persone con infezione asintomatica hanno molte meno probabilità di trasmettere il virus rispetto a coloro che sviluppano i sintomi. " 10

Se questo è il caso, tuttavia, la raccomandazione che le persone sane e asintomatiche indossino maschere per il viso o siano rinchiuse nelle loro case non ha senso, evidenziando solo un caso della "nebbia COVID" in corso.

Per non essere richiamato sulle loro sfacciate contraddizioni, il 9 giugno 2020, il dottor Mike Ryan, direttore esecutivo del programma di emergenza dell'OMS, ha rapidamente fatto marcia indietro la dichiarazione di Van Kerkhove, dicendo che le osservazioni erano "male interpretate o forse non abbiamo usato le più elegante parole per spiegarlo. " 11  Van Kerkhove ha anche affermato che i dati che ha menzionato provenivano solo da un "piccolo sottoinsieme di studi" e ha aggiunto: 12

“Non stavo affermando una politica dell'OMS o qualcosa del genere. Stavo solo cercando di articolare ciò che sappiamo. E in questo, ho usato la frase "molto raro" e penso che sia un malinteso affermare che la trasmissione asintomatica a livello globale è molto rara".

10 milioni di persone, non un caso di trasmissione asintomatica

Dopo la debacle della diffusione asintomatica dell'OMS, il discorso su questo argomento si è notevolmente attenuato. 13  Ma, in silenzio, uno studio fondamentale che ha coinvolto 9.899.828 milioni di residenti di Wuhan, in Cina, è stato pubblicato su Nature Communications. 14  I partecipanti sono stati testati per COVID-19 tra il 14 maggio 2020 e il 1 giugno 2020.

Non sono stati identificati nuovi casi sintomatici e 300 casi asintomatici. Tra i 300 casi asintomatici, sono stati identificati 1.174 contatti stretti e nessuno di loro è risultato positivo per COVID-19.

Inoltre, dei 34.424 partecipanti con una storia di COVID-19, 107 individui (0,31%) sono risultati nuovamente positivi, ma, cosa importante, nessuno era sintomatico. Come notato dagli autori, "le colture di virus erano negative per tutti i casi asintomatici positivi e ripositivi, indicando l'assenza di "virus vitale" nei casi positivi rilevati in questo studio". 15  Tucker ha spiegato: 16

“La conclusione non è che la diffusione asintomatica sia rara o che la scienza sia incerta. Lo studio ha rivelato qualcosa che non accade quasi mai in questo tipo di studi. Non c'era un caso documentato. Dimentica i rari. Dimentica anche il precedente suggerimento di Fauci secondo cui la trasmissione asintomatica esiste ma non guida la diffusione. Sostituisci tutto ciò con: mai. Almeno non in questo studio per 10.000.000".

Una meta-analisi di 21.708 persone a rischio, di cui 663 positive per COVID-19 e 111 asintomatiche, ha anche scoperto che i tassi di trasmissione asintomatica possono effettivamente essere "inferiori a quelli di molti studi altamente pubblicizzati". 17  Hanno suggerito che la prevalenza di casi di COVID-19 asintomatico è di 1 su 6 e hanno scoperto che il rischio relativo di trasmissione asintomatica era del 42% inferiore al rischio di trasmissione sintomatica.

In una versione prestampata del loro studio, i ricercatori hanno osservato: "Le nostre stime della proporzione di casi asintomatici e della loro velocità di trasmissione suggeriscono che è improbabile che la diffusione asintomatica sia un fattore determinante per i cluster o la trasmissione comunitaria dell'infezione ..." 18  Come ha osservato Tucker: 19

“Continuiamo a sentire come dovremmo seguire la scienza. Il reclamo è ormai stanco. Sappiamo cosa sta realmente accadendo.

La lobby del lockdown ignora tutto ciò che contraddice la loro narrativa, preferendo aneddoti non verificati a un vero studio scientifico di 10 milioni di residenti in quello che è stato il primo grande hotspot al mondo per la malattia che stiamo cercando di gestire. Ti aspetteresti che questo studio sia un'enorme notizia internazionale. Per quanto ne so, viene ignorato."

Se la diffusione asintomatica è rara, perché maschere e blocchi?

La diffusione asintomatica diffusa è l'unica ragione per cui i blocchi e l'uso di maschere tra i sani hanno senso. Per mesi, i funzionari sanitari hanno perpetuato il mito della diffusione asintomatica per aumentare la paura.

Ora, poiché le persone sono sempre più desiderose di tornare a un certo senso di normalità,  si dice che un ceppo di SARS-CoV-2 mutato , che è presumibilmente più virulento, sia emerso e abbia portato a nuove e più severe restrizioni di blocco nel Regno Unito 20

Questa perpetuazione della paura si è estesa ben oltre lo scopo iniziale dei blocchi, che era quello di appiattire la curva ed evitare di sovraccaricare gli ospedali. Come ha sottolineato Tucker, tuttavia, questo è gradualmente cambiato in modo tale che ora dobbiamo affrontare blocchi a tempo indeterminato: 21

“Il primo round di blocchi non riguardava la soppressione del virus, ma il rallentamento per un motivo: preservare la capacità dell'ospedale. Se e in che misura la "curva" sia stata effettivamente appiattita sarà probabilmente discusso per anni, ma a quel tempo non si trattava di estinguere il virus. Il volume delle curve, alte e veloci o corte e lunghe, era lo stesso in entrambi i casi. Le persone avrebbero preso il bug fino a quando non si fosse esaurito (immunità di gregge).

Gradualmente, e talvolta quasi impercettibilmente, la logica dei blocchi è cambiata. L'appiattimento delle curve è diventato un fine in sé, a parte la capacità ospedaliera. Forse questo era perché il problema dell'affollamento degli ospedali era estremamente localizzato in due distretti di New York mentre gli ospedali di tutto il paese venivano svuotati per i pazienti che non si presentavano: 350 ospedali licenziati i lavoratori".

La scienza è ciò che dovrebbe essere usato per dettare la politica, ma non è questo che sta accadendo. I test in corso su persone asintomatiche si stanno aggiungendo al problema, poiché i test della reazione a catena della polimerasi a trascrizione inversa (RT-PCR) vengono utilizzati anche come giustificazione per tenere bloccate ampie porzioni del mondo.

Il problema è che un test PCR positivo   non significa che sia presente un'infezione attiva. Il tampone PCR raccoglie l'RNA dalla cavità nasale. Questo RNA viene quindi trascritto al contrario nel DNA. Tuttavia, gli snippet genetici sono così piccoli che devono essere amplificati per diventare distinguibili.

Ciò che fa è amplificare qualsiasi sequenza, anche insignificante, di DNA virale che potrebbe essere presente al punto che il test risulta "positivo", anche se la carica virale è estremamente bassa o il virus è inattivo. Questi casi "positivi" stanno mantenendo viva la narrativa sulla pandemia.

Caso in questione, tra il 22 marzo e il 4 aprile 2020, 215 donne incinte ricoverate in un ospedale di New York City sono state sottoposte a screening al momento del ricovero per i sintomi di COVID-19 e testate per il virus. Solo l'1,9% delle donne presentava febbre o altri sintomi di COVID-19 e tutte quelle donne sono risultate positive.

Delle restanti donne che sono state testate anche se non avevano sintomi, il 13,7% era positivo. Ciò significa che, nel complesso, l'87,9% delle donne risultate positive al test per SARS-CoV-2 non presentava sintomi, 22  e la ricerca travolgente suggerisce che probabilmente non avrebbero trasmesso il virus nemmeno ad altri.

Le maschere sono inefficaci

Cosa dice la scienza sulle maschere per prevenire l'infezione da COVID-19? Il primo studio controllato randomizzato di oltre 6.000 persone per valutare l'efficacia delle maschere chirurgiche contro l'infezione da SARS-CoV-2 ha rilevato che le maschere non hanno ridotto in modo statisticamente significativo l'incidenza dell'infezione.

Il "Danmask-19 Trial", pubblicato il 18 novembre 2020 negli Annals of Internal Medicine, 23 ha  rilevato che tra i portatori di maschere l'1,8% (42 partecipanti) è risultato positivo per SARS-CoV-2, rispetto al 2,1% (53 ) tra i controlli. Quando hanno rimosso le persone che hanno riferito di non aderire alle raccomandazioni per l'uso, i risultati sono rimasti gli stessi - 1,8% (40 persone), il che suggerisce che l'adesione non fa alcuna differenza significativa.

Rational Ground ha anche esaminato i casi COVID-19 dal 1 maggio 2020 al 15 dicembre 2020, in tutti i 50 stati degli Stati Uniti, con e senza  mandato di maschera . Tra gli stati senza mandato di maschera, sono stati contati 17 casi ogni 100.000 persone al giorno, rispetto ai 27 casi ogni 100.000 persone al giorno negli stati con mandato di maschera 24  - I casi COVID-19 erano più alti nelle aree con mandati di maschera che senza.

I risultati mettono ulteriormente in dubbio l'efficacia delle maschere obbligatorie per prevenire il COVID-19, così come un'indagine caso-controllo su persone con COVID-19 che hanno visitato 11 strutture sanitarie statunitensi. Il rapporto dei Centri statunitensi per il controllo e la prevenzione delle malattie ha rivelato i fattori associati alla contrazione della malattia, 25  compreso l'uso di coperture facciali in tessuto o maschere nei 14 giorni prima di ammalarsi.

La maggioranza di loro - il  70,6% - ha riferito di aver indossato “sempre” una maschera , ma si è comunque ammalata. Tra gli intervistati che si sono ammalati, 108, ovvero il 70,6%, hanno affermato di indossare sempre una maschera, rispetto a sei, o il 3,9%, che hanno affermato di "non farlo mai", e altri sei, o il 3,9%, che hanno affermato di "raramente "Ha fatto.

Nel complesso, ciò mostra che, degli adulti sintomatici con COVID-19, il 70,6% indossava sempre una maschera e si ammalava ancora, rispetto al 7,8% di quelli che lo facevano raramente o mai. 26

Vedere attraverso la nebbia

Un'abbondanza di prove suggerisce che bloccare l'uso di maschere salutari e obbligatorie per coloro che non hanno sintomi è irrazionale, nella migliore delle ipotesi, e pericoloso, nel peggiore dei casi, considerando che sia le maschere che i blocchi sono associati a  effetti negativi  propri. 27  Secondo Tucker: 28

“Con una solida evidenza che la diffusione asintomatica non ha senso, dobbiamo chiederci: chi prende le decisioni e perché? Di nuovo, questo mi riporta alla metafora della nebbia. Stiamo tutti sperimentando confusione e incertezza sulla precisa relazione tra le strategie e gli obiettivi di una panoplia di regolamenti e stringenze che ci circondano.

Anche la logica è diventata elusiva - persino confutata - poiché la frustrazione e il disorientamento hanno sostituito ciò che ricordiamo vagamente come chiarezza e razionalità della vita quotidiana".

Vivere in una tale nebbia può intimidire, ma lo scopo di questo articolo non è quello di diffondere più paura ma, piuttosto, di potenziarti con le informazioni. La guerra della nebbia, dopotutto, non è sempre un impedimento. Può anche essere usato per ottenere un vantaggio, 29  e  vedere attraverso la nebbia  è il primo passo per vincere la guerra.

Leggi la storia completa qui ...

Pubblicato su: https://www.technocracy.news/

®wld

martedì 26 gennaio 2021

Non volevo crederci ma, tant’è …


 Clicca sull'immagine per vedere il video
 
VERO-GIORNALE, 26.01.2021 - Il telegiornale di Rinascimento Italia
 
Clicca sull'immagine per vedere il video
 
TG BYOBLU24 | 26 gennaio 2021 | EDIZIONE 19.00

26/01/2021 Alcune notizie del TG di oggi:

Conte rassegna le dimissioni. Tutti concentrati sulla crisi di Governo ma intanto dall’Europa arriva una raccomandazione: istituire la zona rossa scura. Ad oggi entrerebbero in questa fascia Emilia Romagna, Veneto, Friuli Venezia Giulia e la Provincia Autonoma di Bolzano. In queste regioni per uscire potrà essere necessario un test e la quarantena fino a 14 giorni.

È iniziato il World Economic Forum, il controverso appuntamento che raduna l’élite dell’economia e della finanza internazionale. La Cina ha ricevuto un’accoglienza con tutti gli onori da parte dell’organizzatore, il misterioso ingegnere tedesco Klaus Schwab che sta tessendo le trame per costruire il mondo del futuro.

Riapre la palestra di Vignola che la scorsa settimana era stata posta sotto sequestro per aver violato il provvedimento dell’autorità che imponeva la chiusura. Nelle ore successive però la Procura di Modena aveva ordinato il dissequestro dei locali, non ravvisando violazioni penali tali da imporre questo provvedimento. Potranno essere applicate invece sanzioni amministrative.

Festival di Sanremo: sembra che la Rai sia seriamente intenzionata ad organizzare l’evento, con tanto di pubblico nel teatro Ariston. Mentre in Italia ci sono migliaia di lavoratori dello spettacolo che da mesi non possono fare concerti o spettacoli. Fonte

®wld

Niente più Cinema, tutto sarà in streaming – indipendentemente dal Covid o dai vaccini

E c'è chi ancora nega affermando che non siamo una colonia USA…

Stato di emergenza, Tarro contro Conte: “voglio sapere i nomi degli esperti”

Stato di emergenza, Tarro contro Conte: “voglio sapere i nomi degli esperti”
Leggi QUI L'articolo di imolaoggi.it
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

GUARDA IL CIELO! CHE COSA STANNO FACENDO?

Come osano? come osano fare questo? Questa deve essere la reazione dell’umanità.

Perché questa mancanza di interesse dei nostri cieli?

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...