“Reo confesso…o reo senza con”?

Queste poche parole estrapolate dalla conferenza stampa del più”telegenico” dei presidenti di consiglio che l’Italia abbia mai avuto, sanno tanto di ammissioni di colpa! “reo confesso”…appunto. Spero vogliate vedere il video; sono pochi minuti. Grazie! GUATAMELA1

domenica 18 ottobre 2020

Usi accettabili e inaccettabili della tecnologia

 
 
Scenario “mondo in catene”: un futuro governato da uno stato totalitario
 
Cosa servirebbe per far sì che un governo totalitario globale salisse al potere indefinitamente? Esiste o no il pericolo che una tecnologia schiavizzi il mondo?

Questo scenario da incubo è così vicino che la BBC se ne è occupata con un reportage il 16 ottobre 2020.

Come sarebbero stati i governi totalitari del passato se non fossero mai stati sconfitti? Per esempio, per fermare i nazisti che operavano con la tecnologia del XX secolo è servita una guerra mondiale. Oggi quanto sarebbero stati potenti i gerarchi se avessero sconfitto gli Stati Uniti con la bomba atomica? Il controllo della tecnologia più avanzata dell’epoca avrebbe permesso al potere nazista di cambiare il corso della storia.

Quando pensiamo ai rischi esistenziali vengono in mente eventi come la guerra nucleare o l’impatto di un asteroide. Eppure c’è una minaccia futura che è molto meno nota e, sebbene non implichi una vera e propria estinzione, potrebbe essere anche più grave.

Questo scenario è chiamato “Mondo in catene”: un futuro governato da uno Stato totalitario globale che utilizza una nuova tecnologia per schiavizzare la maggioranza del mondo tenendola in una sofferenza perpetua.

Ricercatori e filosofi stanno riflettendo su come ciò potrebbe accadere e, cosa più importante, cosa possiamo fare per evitarlo. 

Toby Ord, ricercatore senior presso il Future of Humanity Institute (FHI) dell’Università di Oxford ritiene che le probabilità che accada una catastrofe naturale sono inferiori a 1 su 2.000, perché gli esseri umani sono sopravvissuti per 2.000 secoli senza vederne una. Ma la probabilità di un disastro causato dall’uomo è di 1 su 6! Non a caso il dottor Ord si riferisce a questo secolo come “al precipizio” poiché il rischio di perdere il nostro futuro non è mai stato così alto.

I ricercatori del Center on Long-Term Risk, un istituto di ricerca senza scopo di lucro a Londra, hanno ampliato i cosiddetti “rischi X”: pericoli oggettivi per il pianeta.

Questi “rischi” sono definiti come “sofferenza su scala astronomica che supera di gran lunga tutte le sofferenze che sono esistite finora sulla Terra”.

In questi scenari la vita continua per miliardi di persone, ma la qualità è così bassa e le prospettive così cupe che sarebbe preferibile morire. Quindi stanno ipotizzando un futuro così negativo da preferire l’estinzione, ed è proprio qui che entra in gioco lo scenario del “mondo in catene”.

Cosa succederebbe se un gruppo o un governo acquisisse improvvisamente il potere di dominare il mondo attraverso la tecnologia? Potrebbe portare a un lungo periodo di sofferenza e sottomissione.

Un rapporto del 2017 sui rischi esistenziali del Global Priorities Project, in collaborazione con FHI e il Ministero degli Affari Esteri della Finlandia, ha avvertito che “un lungo futuro sotto uno stato totalitario globale particolarmente brutale potrebbe essere probabilmente peggiore della completa estinzione”.

Ipotesi Singleton 

I ricercatori nel campo dei rischi esistenziali stanno rivolgendo la loro attenzione alla sua causa più probabile: l’intelligenza artificiale (AI).

Nella sua “Ipotesi Singleton”, Nick Bostrom, direttore dell’FHI di Oxford, ha spiegato come potrebbe formarsi un governo globale con l’intelligenza artificiale o altre potenti tecnologie e perché potrebbe essere impossibile rovesciarlo.

Un mondo con “una singola agenzia decisionale al più alto livello” potrebbe verificarsi se quell’agenzia “ottenesse un vantaggio decisivo attraverso una svolta tecnologica nell’intelligenza artificiale o nella nanotecnologia molecolare”. Una volta in carica controllerebbe i progressi della tecnologia come la sorveglianza e le armi, e grazie a questo monopolio rimarrebbe perennemente al potere.

Anche nei paesi con i regimi totalitari più rigidi le notizie trapelano e le persone possono anche fuggire, ma un governo totalitario globale eliminerebbe queste speranze.

Per essere peggio dell’estinzione significa “che non sentiamo assolutamente nessuna libertà, nessuna privacy, nessuna speranza di fuggire, nessuna agenzia per controllare le nostre vite”, dice Tucker Davey, uno scrittore del Future of Life Institute in Massachusetts.

Potremmo non avere ancora le tecnologie per farlo”, ha detto Ord, “ma sembra che i tipi di tecnologie che stiamo sviluppando lo rendano molto più facile”...

IA e autoritarismo 

L’intelligenza artificiale sta già consentendo l’autoritarismo in alcuni paesi e rafforzando le infrastrutture che potrebbero essere usate da un despota opportunista.

 
Abbiamo assistito a una sorta di resa dei conti con il passaggio da visioni molto utopiche di ciò che la tecnologia potrebbe portare a realtà molto più che fanno riflettere e che sono, per alcuni aspetti, già abbastanza distopiche”, afferma Elsa Kania, senior fellow del Center for New American Security, una no-profit bipartisan che sviluppa politiche di sicurezza e difesa nazionale.

In passato, la sorveglianza richiedeva centinaia di migliaia di persone - un cittadino su 100 nella Germania orientale era un informatore - ma ora può essere attuata tramite la tecnologia. Negli Stati Uniti, la National Security Agency (NSA) ha raccolto centinaia di milioni di registrazioni di chiamate e messaggi di americani prima che interrompessero la sorveglianza domestica nel 2019 e si stima che nel Regno Unito ci siano dai quattro ai sei milioni di telecamere a circuito chiuso.

Diciotto delle 20 città più sorvegliate al mondo si trovano in Cina, ma Londra è la terza.

L’infrastruttura è già pronta per applicarla e l’IA, che l’NSA ha già iniziato a sperimentare, consentirebbe alle agenzie di cercare tra i nostri dati con una velocità mai vista prima.

Oltre a migliorare la sorveglianza, l’IA sostiene anche la crescita della disinformazione online, che è un altro strumento dell’autoritario. I deep fake basati sull’intelligenza artificiale possono diffondere messaggi politici fabbricati ad arte, e il micro-targeting algoritmico sui social sta rendendo la propaganda più persuasiva. Questo mina la nostra capacità di distinguere ciò che è vero da ciò che è falso.

Il rapporto sull’uso dannoso dell’intelligenza artificiale scritto da Belfield e da 25 autori di 14 istituzioni, prevede che tendenze come queste amplieranno le minacce esistenti alla nostra sicurezza politica e ne introdurranno di nuove nei prossimi anni.

Cosa vogliamo fare?

Conclusione 

Molto interessante questo approfondimento della BBC. Forse qualcuno ci vuole avvertire sui rischi che stiamo correndo, o ci stanno facendo vedere quello che sarà il nostro inesorabile e distopico futuro?

Comunque sia, è ora il momento per decidere attentamente quali sono gli usi accettabili e inaccettabili della tecnologia in generale, soprattutto dell’IA, perché se permettiamo di controllare tutta la nostra esistenza, domani sarà troppo tardi per tornare indietro. A tal proposito ricordo che il 5G e il 6G risultano fondamentali in questa visione...

Stiamo armando le forze di polizia con il riconoscimento facciale e i vari governi stanno raccogliendo tutti i nostri dati (anche grazie a quello che noi gratuitamente e inconsapevolmente lasciamo nei social), e questo è molto ma molto pericoloso!

https://www.bbc.com/future/article/20201014-totalitarian-world-in-chains-artificial-intelligence

Pubblicato su:: https://disinformazione.it/

®wld 

sabato 17 ottobre 2020

L’ANTICA PULIZIA PLANETARIA

  

1/11/1755…LISBONA, L’ANTICA PULIZIA PLANETARIA…MANCA POCHISSIMO ALLA PROSSIMA!

Di: Dottor Roberto Slaviero 17.10.20

Nel giorno dei Santi, nel 1755, si verificò la più immane tragedia planetaria degli ultimi 265 anni.

Nella sola Lisbona, si calcola una perdita di vite umane tra i 60 e 90mila. 

Ma il sisma, seguito da tsunami spaventosi ed incendi che durarono giorni e giorni, colpì gran parte del pianeta, dall’Africa, all’Europa e Americhe.

Ciò fa pensare non ad un semplice terremoto, ma a qualcosa di più potente, uno squassare di terra e cielo, che durò, (cosi affermano le cronache), 6 MINUTI!  

Avete letto bene, si, sono stati 6 minuti.

L'estensione di questo terremoto fu la caratteristica più saliente. Il sommovimento colpì maggiormente Spagna, Portogallo e Africa del Nord, ma tremò quasi tutta l'Europa, e, in quel giorno, tremarono anche le Antille. Un porto chiamato Setubal, a 30 km da Lisbona, s'inabissò.

Ad Algeri (Algeria) e a Fez, in Marocco, la scossa fu così violenta, che un paese di ottomila abitanti, situato ad otto leghe da Marrakech, fu inghiottito dalla terra con tutto il suo bestiame; poi il suolo si richiuse sugli sventurati. Il sisma si sentì anche in mare.

Alle Antille e alle Barbados, come anche in Svezia,Norvegia, Germania, Paesi Bassi, Svizzera, Italia e Corsica, si avvertirono dei tremori e leggere oscillazioni del suolo. In Gran Bretagna l'agitazione di laghi, fiumi e sorgenti fu notevole. https://it.wikipedia.org/wiki/Terremoto_di_Lisbona_del_1755 

Non oso pensare alla quantità di morti che potrebbe causare  oggi, un avvenimento cosi devastante.

Pochi anni dopo tale disgrazia,  l’Europa cambiò totalmente con la Rivoluzione francese e poi con l’avvento di Napoleone, il Bonaparte di Ajaccio, di origini nobili italiche.

Prima della rivoluzione francese però, un anno dopo il disastroso terremoto, nel 1756 iniziò la guerra dei 7 anni, che vide come vincitrice la Gran Bretagna, che ottenne dai francesi il Canada.

La Spagna fu costretta a cedere la Florida. 

La Prussia si affermò come maggiore potenza continentale europea. https://it.wikipedia.org/wiki/Guerra_dei_sette_anni

Il 4 luglio del 1776, con la dichiarazione di Indipendenza, redatta da Thomas Jefferson, il congresso sancì la rottura dei rapporti istituzionali con la Gran Bretagna e diede vita agli Stati Uniti.

Il primo paese, che riconobbe gli Stati Uniti fu il Marocco, che aprì i propri porti alla navi americane nel 177. Il Marocco aveva subito gravi perdite nel terremoto lisbonese… 

https://it.wikipedia.org/wiki/Storia_degli_Stati_Uniti_d%27America_(1776-1789) 

Le cronache storiche antecedenti all’anno del terremoto comunque non sono molte.

Probabilmente, date e avvenimenti dei secoli dall’inizio del 18.mo all’indietro, verso Cristum natum, hanno subito varie modifiche e riscritture.

I potenti del pianeta, hanno sempre cercato di modificare od occultare a loro piacimento gli avvenimenti ed al tempo Internet, Tv e Radio non esistevano.

Recenti ricerche, individuano nei sottosuoli di varie città e  località sparse nel pianeta, grossi edifici ed enormi strutture sommerse da strati di fango di alcuni metri, fango probabilmente creatosi da una catastrofe planetaria, di cui non si hanno cronache ufficiali.

E non si parla di migliaia di anni fa…avvenimenti invece di un recente passato.

Per chi ne ha voglia, ricerchi il Regno di Tartarea, scomparso appunto da tutti i libri di storia, come scomparsa è ad esempio, la 13ma tribù di Israel, che si collocava all’incirca nell’odierno Kazakistan, alcune centinaia di anni D.Cristum.

Sarebbero gli odierni Ashkenit o Askenaziti, che poco avevano a che fare con la Palestina e la genetica degli ebrei giudei: avevano solo adottato la religione di Abramo, ma la loro collocazione geografica era completamente in altro luogo.

Dopo il dissolvimento del loro impero, molti si trasferirono in Europa, ove divennero potenti commercianti e banchieri…!

Comunque, tornando a Lisbona, mi risulta che la città, non abbia poi subito altri eventi devastanti; l’Italia ne ha sofferti parecchi in più. Si parla di Lisbona, ma abbiamo visto l’estensione enorme ed anomala di tale evento sismico. 

Al tempo, il Portogallo era il più importante snodo commerciale europeo e probabilmente mondiale, con ampi commerci dalle Americhe, all’Africa ed  Asia. 

L’isola di Macao,di fronte alla Cina, già nel 1552 divenne colonia portoghese. 

Il Brasile venne scoperto dal grande navigatore portoghese Pedro Alvarez Cabral nel 1500; in Africa … Angola, Capo Verde, Guinea Bissau, Mozambico, San Tomè…  

Insomma, tanta roba mi pare per il piccolo staterello iberico dei grandi Vasco da Gama e Bartolomeo Diaz, straordinari navigatori ed esploratori. 

Al tempo del 1755, venne  chiamata in causa l’ira e la punizione divina, soprattutto per una nazione che probabilmente, come molte altre, non si era comportata molto bene per il rispetto dei diritti umani, con trattamenti brutali e schiavitù varie. 

Un certo reset comunque arrivò, forse per il fato o per una concatenazione di cause geologiche e per chi ci crede, per un intervento in alto Loco. 

dopo alcuni anni il potere in Europa e nel mondo non fu più lo stesso. 

Dopo 265 anni da allora, l’Europa si trova avvinghiata in questa morsa criminale e mortale di una guerra sporca, voluta dai potenti di oggi, che non hanno più come sede principale Lisbona. 

Se al tempo, lo schiavismo era  orribile, che ve ne pare della schiavitù odierna, fatta con il lavaggio del cervello e con il terrore del virus cattivo, che sta aumentando a dismisura il livello di povertà e sottomissione?

Guerra con la quale gli psicopatici della Silicon valley  & C e delle intelligenze artificiali e dei vaccini e dei chipp forzati, europei o asiatici o americani che siano, vogliono diminuire e rincretinire la popolazione mondiale, per concentrare denaroe potere sempre più in cima alla piramide. 
 
Ma non provate ancora nausea per queste canaglie al governo, che vorrebbero nuovamente rinchiudervi e farvi fallire, economicamente e moralmen  
 
Ma non provate schifo per uno Stato, che opprime e toglie le libertà essenziali costituzionali, con tutti i partiti allineati? Un popolo di ubbidienti sudditi, che sognano il reddito di cittadinanza per stare a casa a fancazzare! 
 
Ma non siete preoccupati per la sorte dei vostri figli e nipoti, che stanno venendo schiavizzati mentalmente nelle scuole tra maschere, protezioni e studi online se uno starnutisce? 
 
Ma non capite che il virus cattivo ve lo stanno impiantando nel vostro cervello, con il tam tam quotidiano di positivi al corona? Lo capite che questi criminali possono portare avanti questa farsa indecente, ma tragica per i risvolti umani edeconomici, per anni ed anni, se continuate a credere ai quei pezzenti mentali e  medici svenduti, che vanno in Tv e Radio, per raccontarvi stronzate allucinanti e proiezioni mortali per i prossimi mesi? 
 
Visto che la massa non si sveglia, visto che la massa ha perso il senso critico, visto che la massa ha abdicato al semplice ragionamento umano, ci penserà la Natura a sfoltire e redimere, prima che quei banditi malavitosi dei chipp e vaccini lo facciano. 
 
A proposito di malavita: vi ricordate cosa successe negli Usa  al tempo della legge secca, quando non si potevano bere alcolici? Secondo voi le bische clandestine aumentarono? 
 
Non vi viene in mente che, con i provvedimenti dei malavitosi al governo, chi ci guadagnerà saranno i loro compari di merende? Coprifuoco per le normali attività, ma champagne e baldracche nelle bische dorate e protette… 
 
Ma svegliatevi cazzo e mandate a casa questi infami esecutori del piano diabolico mondiale in atto. 
 
Come farlo? Studiate la Costituzione italiana in vigore ed applicatela! Tornando ai positivi corona, il tampone PCR rileva i seguenti ceppi della famiglia dei coronavirus presenti da molti anni:-229E 
-NL63

-OC43

-HKU 1

tipici delle influenze stagionali, inoltre;  

- MersCoV 

- Sars-CoV

- Sars- CoV 2 

Pensate poi, che i cosiddetti test falsi positivi, sono % altissime e tirate le vostre conclusioni; e fatelo presto, perché Cielo e Terra, non aspetteranno ancora molto! 

Laboratori seri, non svenduti ai terroristi mondiali, stanno analizzando le mascherine usate dai sudditi idiotizzati; centinaia di migliaia di colonie batteriche concentrate, dagli stafilococchi agli streptococchi, che il suddito auto respira, tralasciando le altre porcherie organiche, tipo funghi, virus vari ed esalazioni metaboliche tossiche. 

Già parlai anche della CO2, che rientra nei polmoni, creando uno stato di Ipercapnia, con acidosi metabolica. 

Si sa benissimo , da decine di anni, che le malattie degenerative, tumori inclusi, prediligono ambienti acidi e con ridotto contenuto di ossigeno, per svilupparsi! 

Mi pare superfluo continuare e mi pare superfluo immaginare le molte malattie che si svilupperanno nei prossimi mesi e che saranno tutte catalogate come Covid… 

“il Capitano Clarke della Denia, mentre navigava a 36° e 24’ di latitudine nord, tra le nove e le dieci del mattino del 1 novembre 1755, sentì che la nave era scossa e trattenuta, come se si fosse incagliata. 

Un altra nave a 48 miglia a est di San Vincente, subì un contraccolpo dal basso cosi violento, che gli uomini che si trovavano sovra coperta, furono lanciati verso l’alto di almeno mezzo metro… 

Una grande onda si abbattè sulle coste spagnole e si dice che a Cadice, abbia raggiunto i 18 metri di altezza…”

Charles Lyell, geologo scozzese” (1797-1875)

Fonte: http://olisticoaltapusteria.com/

®wld

venerdì 16 ottobre 2020

Sta accadendo alla maggior parte delle nostre società in questo momento

 

Berlicche e il Fallimento della Rivoluzione

Berlicche e il Fallimento della Rivoluzione. Il Demonio Berlicche illustra come indebolire gli Uomini, ma Malacoda ne deduce come salvarli. Dai Quaderni di Malacoda, il pensiero di Berlicche. Testo e Corpo-Voce di Antonio Bilo Canella

***************************************

 

Il culto covidiano 

di: CJ Hopkins 

Uno dei tratti distintivi del totalitarismo è la conformità di massa a una narrativa ufficiale psicotica. Non una normale narrativa ufficiale, come le narrazioni della "Guerra Fredda" o della "Guerra al Terrore". Una narrazione ufficiale totalmente delirante che ha poca o nessuna connessione con la realtà e che è contraddetta da una preponderanza di fatti. 

Il nazismo e lo stalinismo sono gli esempi classici, ma il fenomeno è meglio osservato nelle sette e in altri gruppi sociali sub-culturali. Verranno in mente numerosi esempi: la famiglia Manson, il Tempio del Popolo di Jim Jones, la Chiesa di Scientology, Heavens Gate, ecc., Ognuno con la sua narrativa ufficiale psicotica: Helter Skelter, Comunismo cristiano, Xenu e la Confederazione galattica, e così via.

Guardando dalla cultura dominante (o indietro nel tempo nel caso dei nazisti), la natura delirante di queste narrazioni ufficiali è palesemente ovvia alla maggior parte delle persone razionali. Ciò che molte persone non riescono a capire è che per coloro che cadono preda di loro (siano essi singoli membri di sette o intere società totalitarie) tali narrazioni non vengono registrate come psicotiche.

Al contrario, si sentono del tutto normali. Tutto nella loro "realtà" sociale reifica e riafferma la narrazione, e tutto ciò che la sfida o la contraddice è percepita come una minaccia esistenziale.

Queste narrazioni sono invariabilmente paranoiche, descrivendo il culto come minacciato o perseguitato da un nemico malvagio o da una forza antagonista da cui solo l'indiscussa conformità all'ideologia del culto può salvare i suoi membri. Non fa poca differenza se questo antagonista è la cultura dominante, i body thetan, i controrivoluzionari, gli ebrei o un virus.

Il punto non è l'identità del nemico. Il punto è l'atmosfera di paranoia e isteria che la narrativa ufficiale genera, che mantiene i membri della setta (o la società) conformi. 

Oltre ad essere paranoiche, queste narrazioni sono spesso internamente incoerenti, illogiche e ... beh, semplicemente completamente ridicole. Questo non li indebolisce, come si potrebbe sospettare. In realtà, aumenta il loro potere, poiché costringe i loro aderenti a tentare di conciliare la loro incoerenza e irrazionalità, e in molti casi l'assurdità assoluta, al fine di rimanere in regola con il culto. 

Tale riconciliazione è ovviamente impossibile e fa sì che le menti dei membri della setta mettano in corto circuito e abbandonino ogni parvenza di pensiero critico, che è esattamente ciò che vuole il leader della setta.

Inoltre, i leader del culto cambieranno spesso radicalmente queste narrazioni senza una ragione apparente, costringendo i loro membri del culto a rinunciare bruscamente (e spesso anche a denunciare come "eresia") le convinzioni che erano stati precedentemente costretti a professare, ea comportarsi come se non avessero mai creduto loro, il che provoca un ulteriore cortocircuito delle loro menti, fino a quando alla fine smettono anche di provare a pensare razionalmente, e semplicemente ripetono senza cervello qualsiasi insensatezza senza senso con cui il leader del culto riempie le loro teste.

Inoltre, le sciocchezze senza senso del leader del culto non sono così prive di senso come potrebbe sembrare a prima vista. La maggior parte di noi, dopo aver incontrato tali incomprensioni, presume che il leader del culto stia cercando di comunicare e che qualcosa non va nel suo cervello. Il leader della setta non sta cercando di comunicare. Sta cercando di disorientare e controllare la mente dell'ascoltatore.

Ascolta il "rap" di  Charlie Manson.  Non solo per quello che dice, ma per  come lo dice. Nota come spruzza pezzi di verità nel suo flusso di sciocchezze libere associate e il suo uso ripetitivo di cliché che terminano il pensiero, descritti da RobertJ. Lifton come segue:

Il linguaggio dell'ambiente totalista è caratterizzato dal cliché che pone fine al pensiero. I problemi umani più complessi e di vasta portata sono compressi in frasi brevi, altamente selettive, dal suono definitivo, facilmente memorizzabili e facilmente espresse. Diventano l'inizio e la fine di qualsiasi analisi ideologica".

Riforma del pensiero e psicologia del totalismo: uno studio sul "lavaggio del cervello" in Cina, 1961

Se tutto questo suona familiare, bene. Perché le stesse tecniche che la maggior parte dei leader di setta utilizza per controllare le menti dei membri delle loro sette sono usate dai sistemi totalitari per controllare le menti di intere società: Milieu Control, Loaded Language, Sacred Science, Demand for Purity e altre menti standard- tecniche di controllo.

Può succedere praticamente a qualsiasi società, proprio come chiunque può cadere preda di una setta, date le giuste circostanze.

Sta accadendo alla maggior parte delle nostre società in questo momento. È in corso di implementazione una narrazione ufficiale. Una narrazione ufficiale totalitaria. Una narrazione ufficiale totalmente psicotica, non meno delirante di quella dei nazisti, o della famiglia Manson, o di qualsiasi altro culto.

La maggior parte delle persone non può vedere che sta accadendo, per il semplice motivo che sta accadendo a loro. Non sono letteralmente in grado di riconoscerlo. La mente umana è estremamente resiliente e creativa quando viene spinta oltre i suoi limiti. Chiedete a chiunque abbia sofferto di psicosi o abbia assunto troppa LSD. Non riconosciamo quando stiamo impazzendo.

Quando la realtà cade completamente a pezzi, la mente creerà una narrativa delirante, che appare altrettanto "reale" della nostra realtà normale, perché anche un'illusione è meglio del terrore delirante e del caos totale.

Questo è ciò su cui contano i totalitari ei leader delle sette e sfruttano per impiantare le loro narrazioni nella nostra mente, e perché i rituali di iniziazione effettivi (al contrario dei rituali puramente simbolici) iniziano attaccando la mente del soggetto con terrore, dolore, esaurimento fisico, droghe psichedeliche, o qualche altro mezzo per cancellare la percezione della realtà da parte del soggetto.

Una volta ottenuto ciò, e la mente del soggetto inizia a cercare disperatamente di costruire una nuova narrativa per dare un senso al caos cognitivo e al trauma psicologico che sta subendo, è relativamente facile "guidare" quel processo e impiantare qualunque narrazione si desideri, supponendo hai fatto i compiti.

Ed è per questo che così tante persone - persone che sono in grado di riconoscere facilmente il totalitarismo nelle sette e nei paesi stranieri - non possono percepire il totalitarismo che sta prendendo forma ora, proprio davanti ai loro volti (o, piuttosto, proprio dentro le loro menti).

Né riescono a percepire la natura delirante della narrativa ufficiale del "Covid-19", non più di quelli che nella Germania nazista furono in grado di percepire quanto fosse completamente delirante la loro narrativa ufficiale della "razza padrona". Queste persone non sono né ignoranti né stupide. Sono stati avviati con successo a una setta, che è essenzialmente ciò che è il totalitarismo, anche se su scala sociale.

La loro iniziazione al Culto Covidiano è iniziata a gennaio, quando le autorità mediche ei media aziendali hanno acceso The Fear con  proiezioni di centinaia di milioni di morti  e  foto false di persone che cadono morte per le strade. Il condizionamento psicologico è continuato per mesi.

Le masse globali sono state sottoposte a un flusso costante di propaganda, isteria artificiale, speculazioni selvagge, direttive contrastanti, esagerazioni, bugie e effetti teatrali pacchiani. Blocchi. Ospedali da campo e obitori di emergenza. Il personale del SSN che balla e canta. Camion della morte. Terapia intensiva traboccante. Bambini Covid morti. Statistiche manipolate. Squadre di goon. Maschere. E tutto il resto.

Otto mesi dopo, eccoci qui. Il responsabile del programma di emergenza sanitaria presso l'OMS ha sostanzialmente confermato  un IFR dello 0,14%, circa lo stesso dell'influenza stagionale. Ed ecco  le ultime stime del tasso di sopravvivenza  dal Center for Disease Control:

  • Età 0-19 ...   99,997%
  • Età 20-49 ... 99,98%
  • Età 50-69 ... 99,5%
  • Età 70+ ...   94,6%

L'argomento "scienza" è ufficialmente finito. Un numero crescente di medici ed esperti medici sta rompendo i ranghi e spiegando come l'attuale isteria di massa sui "casi" (che ora include persone perfettamente sane) sia essenzialmente una propaganda priva di significato, ad esempio,  in questo segmento su ARD, uno dei principali principali Canali tv tedeschi.

E poi c'è l'esistenza della Svezia e di altri paesi che non stanno giocando con la narrativa ufficiale del Covid-19, il che si fa beffe dell'isteria in corso.

Non ho intenzione di smascherare la narrativa. Il punto è che i fatti sono tutti disponibili. Non dai siti web dei "teorici della cospirazione". Da punti vendita tradizionali ed esperti medici. Dal Center for Fucking Disease Control.

Il che non ha importanza, non per i membri del Culto Covidiano. I fatti non contano per totalitari e membri di sette. Ciò che conta è la lealtà al culto o al partito.

Il che significa che abbiamo un problema serio, quelli di noi per i quali i fatti contano ancora, e che hanno cercato di usarli per convincere i cultisti Covidiani che si sbagliano sul virus ... per otto mesi a questo punto.

Sebbene sia cruciale continuare a riportare i fatti e condividerli con quante più persone possibile - cosa che sta diventando sempre più difficile a causa della censura dei media alternativi e dei social - è importante accettare ciò contro cui ci troviamo di fronte.

Ciò che dobbiamo affrontare non è un malinteso o un argomento razionale su fatti scientifici. È un movimento ideologico fanatico. Un movimento totalitario globale ... il primo del suo genere nella storia umana.

Non è totalitarismo nazionale, perché viviamo in un impero capitalista globale, che non è governato da stati-nazione, ma piuttosto da entità sovranazionali e dallo stesso sistema capitalista globale. E così, il paradigma culto / cultura è stato invertito. Invece del culto esistente come isola all'interno della cultura dominante,  il culto è diventato la cultura dominante, e quelli di noi che non si sono uniti al culto sono diventati le isole isolate al suo interno.

Vorrei poter essere più ottimista e magari offrire una sorta di piano d'azione, ma l'unico parallelo storico a cui riesco a pensare è come il cristianesimo ha “convertito” il mondo pagano … il che non promette niente di buono per noi. Mentre sei seduto a casa durante i blocchi della "seconda ondata", potresti voler rispolverare quella storia.

CJ Hopkins è un pluripremiato drammaturgo, romanziere e satirico politico americano con sede a Berlino. Le sue opere sono pubblicate da Bloomsbury Publishing e Broadway Play Publishing, Inc. Il suo romanzo distopico, Zone 23, è pubblicato da Snoggsworthy, Swaine & Cormorant. Il volume I dei suoi Consent Factory Essays è pubblicato da Consent Factory Publishing, una consociata interamente controllata di Amalgamated Content, Inc. Può essere contattato su cjhopkins.com o consentfactory.org.

Fonte: https://off-guardian.org/

®wld

Bill Gates, l’Oracolo di Seattle: “milioni di morti per la pandemia”

Dal Tramonto all’Alba

"L'OMS DEVE ESSERE DISTRUTTA", il piano di Taormina

L'altra Informazione

Immunità, cancro, vaccini

Stato di emergenza, Tarro contro Conte: “voglio sapere i nomi degli esperti”

Stato di emergenza, Tarro contro Conte: “voglio sapere i nomi degli esperti”
Leggi QUI L'articolo di imolaoggi.it

TSUNAMI GIUDIZIARIO DI TRUMP SUL GOVERNO ITALIANO FILO-CINESE E FILO G5

TSUNAMI GIUDIZIARIO DI TRUMP SUL GOVERNO ITALIANO FILO-CINESE E FILO G5
Leggi QUI L'articolo

Q, Il Deep State

Una seconda Tangentopoli? La lotta al deep state arriva in Italia - Nicola Bizzi

Se non vuoi guardare il video leggi l'articolo QUI
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

E c'è chi ancora nega affermando che non siamo una colonia USA…

GUARDA IL CIELO! CHE COSA STANNO FACENDO?

Come osano? come osano fare questo? Questa deve essere la reazione dell’umanità.

Perché questa mancanza di interesse dei nostri cieli?

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...