sabato 31 luglio 2021

Le tendenze della tecnocrazia sono vietate su Twitter

  

Le notizie e le tendenze della tecnocrazia sono vietate su Twitter! Passa subito a Telegram!

 
L'intelligenza artificiale di Technocrat di Twitter ha finalmente inchiodato Notizie e tendenze sulla tecnocrazia come formidabile avversario del colpo di stato di Technocracy, chiudendo sommariamente l'accesso alla piattaforma.

Non mi preoccuperò di fare appello, ma piuttosto abbandonerò del tutto la piattaforma.

Ora puoi seguire TN sul nostro account Telegram. Basta andare sul tuo account (se ne hai già uno) e cercare la parola "tecnocrazia" e cercare Notizie e tendenze sulla tecnocrazia con la mia foto.

In alternativa puoi andare al link diretto: https://t.me/joinchat/w340PrWJwJk2NGMx

Se non hai già un account Telegram, ti consiglio di crearne uno ora. Ci sono app scaricabili per Windows, MacOS, IOS e Android.

Twitter vorrebbe scavare a Telegram proprio come ha fatto con Parler alcuni mesi fa, ma fortunatamente è fuori portata. Telegram sta creando una grande ammaccatura nella base di utenti di Twitter e sta danneggiando anche Facebook.

Quindi, per ora. lo useremo.

venerdì 30 luglio 2021

Almanacco di luglio 2021

  

Shield Icon Cyber Security, Digital Data Network Protection, Future Technology Digital Data Network Connection Background Concept.

L’Aula della Camera ha approvato con 388 sì e un solo voto contrario (35 gli astenuti) il Dl cybersicurezza. Il provvedimento definisce, in particolare, l’architettura nazionale di cybersicurezza e istituisce l’Agenzia per la cybersicurezza nazionale, modificando, tra l’altro, il decreto legge del 2019 con il quale era stato introdotto il perimetro di sicurezza nazionale cibernetica. Tra i voti favorevoli figurano anche quelli della componente del gruppo misto Alternativa c’e’. Fdi aveva annunciato l’astensione. Il testo passa ora all’esame del Senato (deve essere convertito in legge entro il 13 agosto).

UN SOLO VOTO CONTRARIO

SARA CUNIAL –  testo e video

Leggi l'intero articolodi NoGeoingegneria QUI

***************************

Tieni presente che sono le aziende tecnologiche private e non i governi a creare passaporti digitali. La tecnocrazia alla fine getterà i governi sotto il controllo e al loro posto, il sistema tecnocratico della dittatura scientifica fornirà una governance diretta. Ciò che può essere monitorato può essere controllato. Editor TN

In molti formati diversi e sotto molti nomi diversi, in tutto il mondo vengono sviluppati sistemi di pass sanitari digitali per dimostrare lo stato COVID-19 di una persona. Possono mostrare quante dosi di vaccinazione il titolare ha ricevuto e quando, se ha un recente test PCR negativo o se si è ripreso dalla malattia.

La Francia ha effettivamente introdotto il suo schema di pass sanitaire al fine di incoraggiare l'adozione della vaccinazione, che si è tradotta in prenotazioni di appuntamenti record. Fase 1 inizia oggi richiedendo ai luoghi pubblici non essenziali come i cinema dove ci sono più di 50 persone per chiedere gli abbonamenti degli utenti. Dal 1° agosto tutti i luoghi pubblici ad eccezione di quelli ritenuti essenziali lo richiederanno.

Nel frattempo, un'azienda privata in Canada interviene per colmare il vuoto ufficiale per i pass sanitari e la Slovenia aggiunge un pass sanitario digitale per smartphone, mentre l'iniziativa Public Health della Linux Foundation celebra il suo primo anniversario. Continua aleggere QUI

*********************************

 

Modellazione elettrica della biologia - Michael Clarage

 

by Thunderbolts Project

from YouTube Website

 

In questo primo episodio di una presentazione in due parti, iniziamo con una domanda aperta in biologia:

  • Come nascono le forme delle creature?

  • In che modo una certa specie di rana ottiene la sua forma particolare e non un'altra?

  • Come fanno le sue zampe, le dita e gli artigli ad avere sempre la loro forma particolare e non un'altra?

Ripetiamo l'idea vecchia di 70 anni che il DNA da solo determina in qualche modo tutto, anche se ci sono sorprendentemente poche prove.

 

La storia del DNA con cui siamo cresciuti - e che ancora insegniamo ai nostri figli - non è solo sbagliata, è dannosa per il nostro spirito perché ci dà una falsa comprensione di noi stessi e del nostro rapporto con l'Universo. Michael Clarage, PhD,

astrofisico e Lead Scientist di "The SAFIRE Project", mette in evidenza alcune delle prove del ruolo dell'elettricità nel modo in cui le forme delle piante e degli animali vengono create e il ruolo dei campi elettrici nel modo in cui gli oggetti inorganici ottengono le loro forme.
 
  
 
 
************************************ 
 
 
L'abisso che ci rifiutiamo di vedere 
 
di Gary Z McGee  dal sito web Self-InflictedPhilosophy 

Gary Z McGee, un ex specialista dell'intelligence della Marina diventato filosofo, è l'autore di "Compleanno di Dio" e "L'uomo dello specchio". Le sue opere sono ispirate ai grandi filosofi dei secoli e alla sua visione ben sveglia del mondo moderno.

"La ragione è una scelta.  Desideri e capricci non sono fatti,  né sono mezzi per scoprirli. La ragione è il nostro unico modo per afferrare la realtà. Siamo liberi di evitare lo sforzo di pensare, rifiutare il pensiero, rifiutare la ragione, ma non siamo liberi di evitare la pena dell'abisso ci rifiutiamo di vedere». Terry Goodkind  
 
Tutti parlano di un grande gioco sull'essere di mentalità aperta e flessibile nel loro pensiero.

 

Ma quando si tratta di questo, quante volte evitiamo lo sforzo di pensare e ci affidiamo semplicemente alla nostra fede per guidarci?

Probabilmente più spesso di quanto la maggior parte di noi vorrebbe ammettere.

La ragione, il pensare, il prendere in considerazione le cose, è una scelta.

 

Sfortunatamente, la maggior parte di noi non sceglie la ragione.

 

La maggior parte di noi sceglie la fede.

Questo non vale solo per la religione e il dogma.

Questo vale anche per la nostra fede cieca nel governo, nello stato, nell'autorità e nella polizia.

 

Vale anche per la vita di tutti i giorni.

 

La maggior parte di noi crede piuttosto che pensare.

Il problema con questo è che crea una società che vuole ignorante che qualcun altro pensi per loro; anche se non vogliono, o non possono, ammetterlo a se stessi.

 

Questo porta inevitabilmente all'abuso di potere.

 

E poiché il potere tende a corrompere, coloro a cui permettiamo di pensare per noi finiranno per abusare di quel potere.

Cioè, a meno che non siamo disposti a riprenderci il nostro potere e a pensare da soli.

La fede a spese della ragione crea un buco nero, un abisso che ci rifiutiamo di vedere.

 

L'ignoranza volontaria è il rifiuto.  
 
L'abisso è tutto intorno a noi.

È evidente nella corruzione del governo e nella brutalità della polizia.

 

È evidente nella misura in cui le religioni devono spingersi a costringere un pensatore ad assecondare il loro pensiero magico irrazionale.

Una fede che per le sue stesse convinzioni rifiuta la ragione e abbraccia l'irrazionale non può durare a lungo senza intimidazione o forza.

Nella religione vediamo l'intimidazione.

Nel governo vediamo la forza.

Nella polizia vediamo la violenza.

L'abisso che ci rifiutiamo di vedere è la corruzione causata da questa intimidazione e forza, che è rafforzata dalla nostra ignoranza volontaria e dalla dissonanza cognitiva.
 
La guerra primaria è dentro di noi.

Scegliamo di pensare o scegliamo di credere?

Scegliamo la ragione o la fede?

Scegliamo di fare domande scomode o di accettare risposte comode?

La prima linea è all'interno...

 

Ed è vinto o perso in proporzione al modo in cui ciascuno di noi affronta lo scontro tra ragione e pio desiderio.
 
Desideri e capricci possono solo confondere il nostro ragionamento se ci rifiutiamo di pensare e invece ci affidiamo a qualcun altro che pensi per noi.

Che quel "qualcuno" sia la religione, lo stato, il governo, la polizia o qualche altra autorità arbitraria...

La ragione stessa deve essere l'unico sovrano per non perdere il contatto con la realtà.

 

Se permettiamo a qualcos'altro di dominarci, creiamo inavvertitamente un abisso in cui il significato stesso va a morire.

 

E poi chiunque rivendichi l'autorità può, e lo farà, abusare del suo potere approfittando della nostra volontà di permettere a quell'autorità di pensare per noi.    
 
Che si tratti di uno scontro tra verità e fede o tra giustizia e potere , solo l'individuo umano pensante, razionalizzante può capirlo da sé usando la logica e il ragionamento.

 
Non appena quell'individuo smette di pensare con la propria testa, dà nconsapevolmente il consenso alla tirannia.

Potrebbe non essere corretto. Non l'ha mai fatto. Questo è un mito.

 

Potrebbe dover rimediare, o diventa un tiranno.

Ma, ed ecco il trucco,

potrebbe non essere mai corretto se non è controllato ed equilibrato da persone razionali che pensano con la propria testa.

Quando evitiamo lo sforzo di pensare, quando rifiutiamo la ragione per la fede,

Creiamo un abisso. 

Creiamo tirannia.

Creiamo trincee dogmatiche.

Creiamo figure autoritarie brutali che inevitabilmente abusano del loro potere a spese degli altri.

Creiamo tutte queste mostruosità e poi ci rifiutiamo di vederle per quello che sono. 

Diventiamo ciechi.

Diventiamo schiavi dell'irrazionalità...

Ma c'è speranza...

Siamo tutti disposti a essere feroci in qualche causa.

 

Ciò che rende la causa onorevole o meno è la sua veridicità e validità.

Segue la ragione?

Segue la salute? 

Segue la libertà?

In caso contrario, non può essere né valido né onorevole.

 

Nietzsche una volta chiese,

"chi potrebbe rovesciare con ragione ciò che una volta la plebaglia ha creduto senza ragione?"

La risposta deve essere un individuo razionale feroce in qualche causa.

 

Un individuo che osa usare il proprio potere di ragionamento per scoprire una causa sana abbastanza onorevole da far brillare una luce nell'oscurità dell'abisso che tutti si rifiutano di vedere.

 

Perché ciò che una volta la folla ha creduto senza ragione è l'abisso che ci rifiutiamo di vedere.

 

Così,

come fa l'abisso che ci rifiutiamo di vedere a diventare l'abisso che non possiamo più ignorare?

Ci vogliono persone comuni, individui, io e te, che rifiutiamo di permettere a chiunque altro di pensare per noi.

 

Occorre regolare i poteri esistenti perché si rifiuta di regolarsi.

 

Ci vuole mettere in discussione l'autorità e tenere coloro che hanno il potere di giudice, giuria e carnefice a uno standard più alto di quelli che stanno giudicando, giudicando o eseguendo - uno standard così alto da non poter respirare.

 

Occorre avere la Ragione stessa come nostro unico sovrano.

La fede cieca è un vecchio cappello. È obsoleto e insostenibile.

 

Consentire a qualche autorità esterna di pensare per noi è il modo in cui siamo entrati in questo pasticcio in primo luogo:

una specie che ha l'audacia di creare e perpetuare una società profondamente malata.

 

Una specie che non la riconoscerà nemmeno come conseguenza delle proprie azioni malsane.

È giunto il momento di riconoscerlo.

 

Tale riconoscimento inizia con la ragione .

La ragione, nonostante la fede cieca, è l'unica strada per la verità .

 

La ragione nonostante l'autorità è la nostra unica via per la giustizia.

 

La ragione, nonostante i desideri, i capricci e le comode banalità da torta nel cielo, è la nostra unica strada per discernere la natura della realtà. Davvero.

 

La ragione è la nostra unica salvezza se vogliamo essere liberi.

L'abisso che ci rifiutiamo di vedere può essere visto solo quando scegliamo di assumerci la responsabilità di pensare e usare la ragione nonostante le nostre convinzioni.

Solo allora possiamo iniziare a scavare noi stessi dall'abisso.

 

Solo allora il velo del potere cadrà per rivelare che il mago non è mai stato altro che un hacker, un impostore o, peggio, un tiranno che ha usato la nostra ignoranza per il proprio tornaconto.

Alla fine la scelta è nostra...

 

Continua a permettere alla nostra fede in istituzioni obsolete di distruggerci, o usa la ragione e metti in dubbio la veridicità e la validità di quelle istituzioni obsolete.

 

Dare a qualcun altro il potere di scegliere per noi non farà altro che perpetuare la profonda oscurità dell'abisso che ci rifiutiamo di vedere.

C'è chi ama la libertà, chi la cerca, chi la vive e chi si eleva al di sopra dell'ingiustizia mediante la libertà e la ragione.

 

Poi ci sono quelli che sono inclini alla stagnazione insensata e alla sottomissione a una fede imposta da un'uniformità arbitraria in bianco e nero mascherata da autorità.

Ci sono coloro che desiderano trascendere "il modo in cui sono le cose" attraverso il proprio sforzo e la propria creatività.

 

Poi ci sono quelli che vogliono che gli altri pensino per loro e sono disposti a vivere vite dimezzate come il prezzo finale (l'abisso).

Scegli di essere colui che vede l'abisso per quello che è: una trappola ...
 
 
 

mercoledì 28 luglio 2021

Quando siamo uniti, non camminiamo mai da soli

David ICKE – Intervento integrale – Londra, Trafalgar Square (24/07/2021) - Sottotitolato in lingua italiana

Intervento di David ICKE a Londra, Trafalgar Square – 24 luglio 2021

Icke riunisce tutte le città del mondo che protestano contro la tirannia con un messaggio di speranza e un promemoria per rimanere fedeli a ciò che crediamo sia giusto.

Quando siamo uniti, non camminiamo mai da soli.

Fonte: https://www.detoxed.info/david-icke-intervento-integrale-trafalgar-square-londra-24-07-2021/

®wld 

martedì 27 luglio 2021

L'etica della creazione

Chimera nella mitologia greca

shutterstock
(Credito: BlueLotusArt/Shutterstock)
 
Perché gli scienziati hanno creato chimere in laboratorio per decenni ?
 
by Nathaniel Scharping 
dal sito web:  DiscoverMagazine
chimere, miscele di due specie di animali, potrebbe un giorno fornire modelli di laboratorio migliori per gli scienziati e trapianti di organi per i pazienti... 

Nel l'Iliade, il poeta greco Omero descrive una bestia temibile nota ad abitare in Asia Minore, quella nota come una chimera. La feroce creatura aveva la testa di leone, il corpo di capra e la coda di serpente, e presumibilmente sputava fuoco. Questa mitica chimera è rimasta nelle pagine della leggenda.

Ma oggi gli scienziati stanno creando le proprie chimere, fondendo insieme cellule di più specie in un singolo animale.

Il termine è riemerso di recente dopo la notizia che un team di ricercatori aveva creato chimere umano-scimmia inserendo cellule staminali umane in embrioni di scimmia cynomolgus in una fase molto precoce dello sviluppo.

 

Gli embrioni, che non sono mai stati impiantati nell'utero e non sono stati autorizzati a svilupparsi completamente, sono cresciuti fino a contenere una miscela di cellule umane e di scimmia.

 

Le chimere hanno riavviato un dibattito decennale sull'etica della creazione di tali creature.

 

Sebbene ci siano vantaggi scientifici e medici nella creazione di animali di più di una specie, alcuni scienziati indicano la nostra comprensione ancora in crescita di come si sviluppano e si comportano le chimere come motivo di cautela.

 

E la creazione di specie miste, in particolare quelle che coinvolgono cellule umane, porta a gravi enigmi etici a cui non abbiamo ancora risposte facili.

 

Creazione di chimere in laboratorio

 

Gli esperimenti che hanno coinvolto il posizionamento di cellule da una specie in un'altra risalgono in realtà a decenni.

 

Già negli anni '60, gli scienziati stavano tentando di creare un incrocio tra quaglie e polli e nel 1973 altri ricercatori hanno riportato la prima chimera topo-ratto.

 

Le chimere vengono create inserendo cellule di un animale (della stessa specie o di una specie diversa) all'interno di un altro.

 

Questo è distinto dagli ibridi, che risultano quando animali di due specie diverse si accoppiano tra loro, e dai mosaici, che sono fatti di cellule geneticamente diverse dallo stesso uovo fecondato.

 

Nell'esperimento della chimera topo-ratto, gli scienziati hanno posizionato cellule di un topo in via di sviluppo all'interno di embrioni di topo nelle loro primissime fasi, chiamate blastocisti.

 

Man mano che gli embrioni crescevano e si sviluppavano, le cellule di entrambe le specie si dividevano e si mescolavano per creare un animale che era sia ratto che topo.

 

Altri esperimenti hanno creato chimere di due specie bovine, oltre a chimere ovino-caprino. Gli scienziati hanno scoperto che è molto più facile creare chimere da specie evolutivamente vicine l'una all'altra, come topi e ratti, o umani e scimmie.

 

Tuttavia, alcuni esperimenti che comportano il posizionamento di cellule umane in altre creature hanno riscontrato un successo limitato.

 

I ricercatori nel 2013, ad esempio, hanno collocato cellule cerebrali umane all'interno del cervello di topi neonati. Non solo i topi sono sopravvissuti, ma si sono comportati meglio dei normali topi nei test cognitivi standard.

 

Oggi gli scienziati che producono chimere di solito si affidano alle cellule staminali.

 

Molto presto nello sviluppo, gli embrioni sono composti da cellule staminali pluripotenti che possono diventare qualsiasi cellula del corpo.

L'utilizzo di cellule staminali pluripotenti consente agli scienziati di impiantare nuove cellule in un embrione fin dalle prime fasi dello sviluppo.

 

Questo è quello che hanno fatto i ricercatori nel loro esperimento con le chimere scimmia-umane.

 

Hanno preso 132 blastocisti di scimmia e hanno iniettato in ciascuna 25 cellule staminali pluripotenti umane.

 

Quindi, hanno permesso agli embrioni di svilupparsi in laboratorio per circa 20 giorni.

 

I test genetici sugli embrioni hanno rivelato cellule umane in tutti e 132, il che significa che al loro interno stavano crescendo cellule sia di umani che di scimmie.

 

La maggior parte degli embrioni non è sopravvissuta:

poco più di 100 sono arrivati ​​a dieci giorni e solo tre erano vivi dopo 19 giorni.

Anche gli embrioni che contenevano ancora cellule umane sono diminuiti nel tempo, raggiungendo circa un terzo entro il giorno 13.

Ma i risultati hanno comunque mostrato che è possibile creare chimere uomo-scimmia in laboratorio, aprendo la porta a ricerche future.

 

Perché mescoliamo le specie?

 

Le chimere generano inevitabilmente paragoni con Frankenstein, mutanti e una serie di altre creazioni di fantascienza.

 

Ma la realtà di queste creature che oggi confondono le specie è molto meno eccitante. La maggior parte delle chimere è costituita da specie strettamente imparentate tra loro e il processo non conferisce loro caratteristiche speciali.

 

Gran parte del lavoro svolto oggi si concentra sulla creazione di modelli animali migliori per studiare farmaci e malattie o per far progredire la ricerca sul trapianto di organi.

 

I topi sono oggi utilizzati per studiare un'ampia gamma di condizioni umane.

Ma, per quanto versatile sia il modello di topo, non può sempre replicare fedelmente le condizioni umane...

I ricercatori oggi a volte inseriscono geni specifici dell'uomo nei topi per renderli modelli migliori per condizioni specifiche.

 

Ma creare chimere topo-umano composte da una vera miscela di geni umani e di topo renderebbe i topi uno strumento di gran lunga migliore per la ricerca medica.

 

Ciò potrebbe accelerare la ricerca medica, portando potenzialmente a nuovi trattamenti per condizioni debilitanti.

 

Gli scienziati oggi stanno anche perseguendo l'uso di organi animali per il trapianto nell'uomo, noto come xenotrapianto.

Gli organi di maiali geneticamente modificati, per esempio, potrebbero un giorno essere usati nell'uomo...

Ma ci sono molte barriere per prendere un organo da una specie e metterlo in un'altra, come la possibilità che un corpo rifiuti la donazione.

 

Le chimere potrebbero consentire ai medici di far crescere organi completamente umani all'interno di un animale per il trapianto.

 

Nei primi passi verso questa possibilità, gli scienziati nel 2010 hanno coltivato un pancreas di ratto all'interno di un topo.

 

I problemi etici incombono

 

La creazione di animali chimerici in laboratorio solleva una serie di problemi etici, alcuni vecchi e altri nuovi di zecca.

 

Un gruppo di ricercatori espone le principali controversie in un documento di revisione di Nature del 2016.

 

La salute e il benessere di una chimera dovrebbero essere presi in considerazione, come con qualsiasi animale che gli scienziati usano in laboratorio.

Le chimere sperimenterebbero ulteriore sofferenza a causa della loro eredità interspecie?

 

Sono trattati bene durante la loro vita?

Le cellule staminali donate vengono talvolta prelevate anche da embrioni umani, il che ha sollevato preoccupazioni in passato tra alcuni gruppi.

Le cellule staminali umane raccolte in questo modo potrebbero essere utilizzate per le chimere in futuro.

 

L'inserimento di cellule staminali umane in una blastocisti animale per creare chimere significa che tali cellule potrebbero diventare parte di molti tessuti e sistemi di organi diversi man mano che l'animale si sviluppa.

 

Le conseguenze di quel tipo di integrazione diffusa delle cellule chimeriche non sono attualmente note.

Ma è concepibile che alcune di quelle cellule possano finire per essere cellule neurali o germinali.

 

Sembra probabile che vedremmo un animale con cellule cerebrali o riproduttive di un umano in modo diverso da uno con, diciamo, cellule epatiche umane. In quei casi, l'etica dell'"umanizzazione" comincia a diventare più significativa.

 

Attualmente c'è poco consenso su come dovremmo considerare gli animali che sono stati resi più umani.

Meritano diritti aggiuntivi?

 

C'è una linea definita tra umano e non umano in un animale chimerico...?

Domande come queste devono ancora trovare una risposta, sia dagli scienziati che dalla società in generale.

 

Per ora, gli scienziati non hanno la capacità di creare vere chimere uomo-animale e solo una capacità limitata di creare chimere di altre specie.

 

Dati i problemi coinvolti, non è chiaro fino a che punto la ricerca sulla questione potrebbe progredire e quanto velocemente.

 

Ma a differenza dei leoni-capre-serpenti sputafuoco della leggenda, le chimere oggi sono senza dubbio reali ...
 
 

COSA ACCADE NEI NOSTRI CIELI? - GIORGIO PATTERA

Un buco aperto nella matrice economica – siate felici. Va tutto bene

L’OZONO POTREBBE INDEBOLIRE UNO DEI PIÙ IMPORTANTI MECCANISMI DELLA TERRA

Una nuova classe globale che modella il nostro futuro comune in base ai propri interessi

Il Sequel di Crolla Cabala, Crolla! – Parte 21: LA VERITÀ NON DETTA SUI TAMPONI NASALI

Gli umani non sono sovrappopolati - Stiamo invecchiando e diminuendo

Li chiamano effetti collaterali - quando sapevano che sarebbe successo ... Essi sapevano che questo

E c'è chi ancora nega affermando che non siamo una colonia USA…

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

GUARDA IL CIELO! CHE COSA STANNO FACENDO?

Come osano? come osano fare questo? Questa deve essere la reazione dell’umanità.

Perché questa mancanza di interesse dei nostri cieli?

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...