martedì 18 marzo 2014

"Dissidenti Incarcerati"

 

L'interrogatorio della scienza sul riscaldamento globale 
e la sua incriminazione 

Un professore del Rochester Institute of Technology ha chiesto l'incarcerazione di ogni americano, che non è attivamente d'accordo che il cambiamento climatico sia da imputare alle attività umane. 


 

 Linea di tendenza del tempo: 
I Cinque Principali risultati dell'Informazione sul Tempo e il cambiamento climatico. 

Lawrence Torcello, un professore di filosofia con un dottorato di ricerca presso l'Università di Buffalo, ha pubblicato i commenti come parte di un saggio presentato al sito accademico per La conversazione.

Torcello sostiene che alcuni individui maligni, non identificati, stanno organizzando collettivamente un "finanziamento per una campagna di disinformazione" sul cambiamento climatico. Torcello, suggerisce in continuazione che tale attività "dovrebbe essere penalmente perseguita".

Aggiungendo che "la scienza della disinformazione" che circonda il cambiamento climatico dovrebbe essere considerato un reato, Torcello chiede ai lettori di "considerare i casi in cui la comunicazione della scienza è intenzionalmente compromessa per un mero guadagno politico e finanziario."

Si passa poi a citare un caso avvenuto in Italia dove sono stati incarcerati sei scienziati per non aver "comunicato chiaramente i rischi al pubblico" di vivere in una zona sismica.

Torcello afferma: "Immaginate se a L'Aquila, gli scienziati avessero fatto ogni sforzo per comunicare i rischi di vivere in una zona sismica", e chiediamo al lettore di considerare le conseguenze se dei "finanzieri" senza scrupoli avessero fatto una "campagna negazionista" e, "organizzato finanziariamente una campagna per screditare i risultati sismologici, e per questo motivo non siano stati effettuati i preparativi. "

Inoltre, afferma Torcello: "Io sostengo che questo è proprio ciò che sta accadendo con la corrente, ben finanziata e documentata sul negazionismo del riscaldamento globale".

Il professore aggiunge: "La Negazione del Clima rimane è un serio e significativo deterrente contro l'azione politica nei paesi che sono molto più responsabili della crisi."

Torcello affronta anche il fatto che le sue richieste chiaramente eseguite in opposizione alla protetta libertà di espressione dal Primo Emendamento e, come parte di leggi in uso in altre nazioni, che richiedono, da parte dei governi necessari aggiornamenti giuridici.

Scrive ancora: "Dobbiamo fare una fondamentale distinzione tra l'avere delle protette convinzioni popolari strombazzate e il finanziamento di una campagna strategica organizzata per minare la capacità del pubblico di sviluppare una voce di opinioni informate".

Secondo un sondaggio della Gallup condotto all'inizio di questo mese, due terzi degli americani non credono che le temperature più fredde del paese siano legate al cambiamento climatico causato dall'uomo o al riscaldamento globale, (vedi video sopra) ritiene invece che siano in gioco le normali variazioni stagionali.

Nel "consenso scientifico" sulla questione, viene affermato che sia l'attività umana il fattore di cambiamento della temperatura, quindi sotto la legge "aggiornata" di Torcello, due terzi degli americani sarebbero a rischio di essere considerati come criminali per esprimere queste credenze.



In America, Torcello ha visto innumerevoli scienziati che sono stati messi in carcere per sempre, perché hanno presentato una relazione che non vi è nessuna prova scientifica che l'attività umana possa aver causato il riscaldamento del pianeta. L'ultima ad essere rinchiuso sarebbe il Co-fondatore di Greenpeace Patrick Moore, che ha testimoniato davanti a una commissione del Senato il mese scorso dicendo che "Non vi è alcuna prova scientifica che le emissioni umane di anidride carbonica (CO2) siano la causa dominante del riscaldamento della bassa atmosfera della Terra negli ultimi 100 anni."

Moore ha citato le cifre dell'IPCC sul riscaldamento globale che mostrano solo un aumento della temperatura 0.57C durante il periodo di 30 anni 1970-2000. Da allora non vi è stato alcun aumento, forse, una lieve diminuzione della temperatura media globale.

Inoltre, i più recenti dati di temperatura provenienti da due burocrazie governative degli Stati Uniti, la NASA e NOAA, hanno verificato che la "pausa" del riscaldamento globale è ancora in corso. Se il professore Torcello ha ragione di quello che asserisce, gli scienziati coinvolti in questi studi dovrebbero presumibilmente essere imprigionati.

by Steve Watson 

Traduzione wlady

Nessun commento:

Posta un commento

Tutti i commenti sono sottoposti a moderazione prima della loro eventuale pubblicazione.

TANKER ENEMY TV

TANKER ENEMY TV
La Guerra del Clima

Ricordando Giorgio Tremante

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Nin.Gish:Zid.Da

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Torna all'inizio

Torna all'inizio
Home page