sabato 29 marzo 2014

"Angelo Digitale"

 

Sei capace di muggire, belare e grugnire? 

Le carte di identità nazionali sono solo l'inizio. Lo stato di polizia fascista statunitense è particolarmente ansioso di assicurarsi che ogni cittadino abbia il suo numero di identificazione costantemente attaccato al suo corpo. Da molti anni i servizi segreti statunitensi collaborano con società private, congreghe di scienziati della Princeton University e altre enclavi per sviluppare dei congegni sottocutanei a radio frequenza da inserire sottopelle, allo scopo di identificare un soggetto. Da anni sono pronti dei transponder d'identificazione iniettabili con siringa, come dimostrato dal prototipo interamente completato nel 1995 dalla compagnia aerea Hughes legata alla CIA.

Il vessillo delle grandi imprese, scelto dai fascisti per lanciare sul mercato questi sistemi di identificazione ad innesto per la nostra nuova sicurezza nazionale è l'Applied Digital Solutions (ADS). Con le sue numerose sedi in Florida, l'ADS con la sua rete di affiliati sta sguinzagliando in tutto il mondo una gran varietà di micro-chip iniettabili, unitamente ai sensori e agli scanner necessari per leggerli.

Uno dei principali finanziatori dell'ADS è l'IBM, che si è fatta promotrice di un sistema di identità globale. È noto a tutti che la sede centrale dell'IBM di New York fornì alla Germania nazista tecnologie ed attrezzature che permisero ad Hitler di numerare e schedare i prigionieri nei campi di concentramento, e chiunque cadesse nella rete del fascismo.

Se Hitler vedesse ora i suoi vecchi soci, morirebbe d'invidia essendo stata affidata a lui la pratica alquanto barbarica di tatuare semplicemente dei numeri di identificazione sui suoi prigionieri.

Mentre molte nazioni europee stanno avviando dei sistemi di identificazione elettronica come base per futuri chip ad impianto, risulta alquanto rilevante il fatto che l'ADS abbia ricevuto un riconoscimento prestigioso per la sua sinistra tecnologia da parte del Forum Economico Mondiale (WEF).

Il Forum Economico Mondiale non è altro che una combriccola di elitari uomini politici e d'affari che dettano legge sui programmi globali. Uno dei suoi membri più famosi è Bill Gates della Microsoft. Gates gira il mondo spendendo milioni allo scopo di promuovere la pratica delle iniezioni nei paesi del Terzo Mondo. Ma i microchip ad impianto a scopo identificativo altro non sono che la madre di tutte le iniezioni. La Microsoft ha da poco brevettato un sistema per utilizzare la pelle umana come potente veicolo per congegni elettronici.


 

E vai col chip 

Nel 2004, Tommy Thompson, all'epoca Segretario degli "Health and Human Services" [Servizi Sanitari e Sociali, ndt] che dipendono dall'Homeland Security, invitò l'ABS ad una dimostrazione governativa allo scopo di promuovere l'innesto di microchip sottocutanei come parte del sistema sanitario statunitense. Senza peraltro richiedere nessun controllo medico circa i possibili effetti di questi microchip sulla salute la FDA [Food and Drug Administration, Amministrazione federale degli alimenti e medicinali, ndt], che ci ha dato anche le protesi al silicone per il seno, l'aspartame e il Vioxx, ha approvato l'introduzione sul mercato di alcuni chips dell'ABS.

Tommy Thompson ora fa parte del consiglio di amministrazione dell'ABS. In un'intervista rilasciata al programma della CBS Market Watch si è rivolto agli Statunitensi sostenendo che l'inserimento di questi microchip rappresenta un passo da gigante verso il raggiungimento di un sistema di registrazione medica elettronica per tutti gli Statunitensi. Mentre l'ADS dona agli ospedali i costosissimi scanner necessari a leggere i suoi chip sottocutanei, il Ministero della Sanità e dei Servizi Sociali elargisce sovvenzioni a quei sostenitori appartenenti alla comunità medica che contribuiranno a sviluppare nel giro di un decennio dei sistemi di registrazione sanitaria per gli Statunitensi.

L'ADS e le sue affiliate, inclusa la VeriChip Corporation, hanno sviluppato diversi tipi di microchip sottocutanei. Uno di questi è il VeriChip approvato dalla FDA, in grado di sputar fuori il numero identificativo della persona cui è stato applicato se scannerizzato da un apposito lettore per microchip.

Un altro di questi congegni è il VeryPay, che è in grado di veicolare informazioni di carattere finanziario e viene scannerizzato come una carta di credito. In Europa vengono ora applicati i VeryPay chips per poter entrare in bar e nightclub .

Finora questi dispositivi risultano passivi, ovvero non trasmettono informazioni in continuazione. I loro trasponder devono essere attivati da un lettore. Questi chip insieme ai loro scanner veicolano segnali di radiofrequenza a migliaia di Hertz attraverso la pelle. Secondo Mark Morfold, editorialista del San Francisco Gate, la prima cosa da fare per ottenere la pubblica approvazione di questi chip è farli accettare alla gente come benefici per la loro salute. Il passo successivo sta nel renderli divertenti, commerciali, convenienti e "chi più ne ha più ne metta".
La VeryChip Corporation ha recentemente annunciato che ben 68 strutture mediche, tra cui 65 ospedali, hanno acconsentito all'utilizzo del sistema VeryMed per identificare e tracciare pazienti e staff medico. Questo sistema comprende l'utilizzo di chip d'identificazione ad impianto indossabili, che collegheranno le cartelle cliniche dei pazienti all'archivio elettronico nazionale controllato dal Grande Fratello. Nel New Jersey, all'Hackensack University Medical Center e al Trinitas Hospital, i chip verranno impiantati nei pazienti del pronto soccorso. Questi astuti ciarlatani andranno a colpire per primi i più deboli: i feriti e gli ammalati con un disperato bisogno di cure, i senza tetto e i ritardati mentali incapaci di difendersi.  


Una rete di sensori 

Dato che questi chip verranno connessi, l'Homeland Security si sta apprestando a pagare numerose società allo scopo di sviluppare una rete nazionale di sensori radio in grado di leggere i chip impiantati sugli esseri umani. Questa rete di sensori trasmetterà infine le informazioni raccolte sulle attività e le frequentazioni dei soggetti impiantati a gruppi di specialisti addetti alla sorveglianza. Plausibilmente ogni presa elettrica rappresenta un potenziale lettore per questi chip.

Secondo quanto affermato dal Professor Jerry Dobson dell'Università del Kansas, questi sistemi porteranno in definitiva ad "una nuova forma di schiavitù basata sul controllo locale. Rappresentano la più grande minaccia alla libertà personale che si sia mai vista nella storia dell'umanità".

La tesi secondo cui i chip impiantati proteggeranno la gente dalla clonazione d'identità è da poco svanita, quando il ricercatore Jonathan Westhues ha dimostrato su Internet quanto sia facile decodificare il numero del VeryChip impiantato nel braccio di una persona e programmare un altro chip con quello stesso numero.  


"L'Angelo Digitale": il meraviglioso strumento del Grande Fratello fascista 

I chip sottocutanei passivi sono cosa da poco se paragonati a quelli grottescamente ATTIVI, sempre sviluppati dall'ADS. Il "Digital Angel" è un dispositivo di comunicazione grottesco in grado di trasmettere informazioni in continuazione e senza l'ausilio di cavi, sia alle stazioni terrestri che a quelle satellitari. Sviluppato per essere un vero e proprio dispositivo di tracciamento, alla stregua degli ingombranti bracciali con dispositivo radio serrati alle caviglie dei prigionieri, questo chip è abbastanza sottile da poter essere posto sotto pelle. E' dotato di un ricevitore GPS [Global Positioning System – Sistema di posizionamento globale, ndt] e di un modem senza fili. Nel dicembre del 2004 l'ADS ha siglato un accordo con la compagnia di telecomunicazioni satellitari ORBCOMM. Tale accordo un giorno trasformerà i cittadini cui sono stati applicati questi dispositivi in radiofari ambulanti passibili di essere rintracciati da un satellite .

NOTE:
Il Digital Angel rappresenta l'apice del controllo totalitario, lo strumento di controllo più "impudente" creato finora dal Grande Fratello fascista.

1. "VeriChip Corporation Expands Adoption of VeriMed System for Patient Identification", 01-12-05, www.verichipcorp.com [www.verichipcorp.com].

2. "Homeland Security Looking at RFID Technology to Track Individuals", 22-02-06, consumeraffairs.com [consumeraffairs.com].

3. "U.S. to Implant Homeless with RFID Tags", Jesse Warrens, 02-04-04, United Press International, thunderbay, indymedia.org [indymedia.org].

4. "RFID Invades the Capital", Mark Baard, Wired News, 08-03-05, rense.com [rense.com].

5. "Congress Considers Evacuation Tracking", RFID Journal, 07-02-05, rfidjournal.com [rfidjournal.com].

Fonte di un articolo datato ma attualissimo:

http://www.comedonchisciotte.org/site/modules.php?name=News&file=article&sid=3507


Nessun commento:

Posta un commento

Tutti i commenti sono sottoposti a moderazione prima della loro eventuale pubblicazione.

TANKER ENEMY TV

TANKER ENEMY TV
La Guerra del Clima

Ricordando Giorgio Tremante

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Nin.Gish:Zid.Da

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Torna all'inizio

Torna all'inizio
Home page