giovedì 18 luglio 2013

Il Ritorno di un Enigmatico Astro nel Sistema Solare (terza parte)


La “Storia Negata” (Parte 3 di 5) – Messaggi Extraterrestri: Il Ritorno di un Enigmatico Astro nel Sistema Solare 

La “Storia Negata” (Parte 3 di 5) – Messaggi Extraterrestri: Il Ritorno di un Enigmatico Astro nel Sistema Solare

Leggi qui sotto leparti precedenti:
 
Gli Extraterrestri sembrano ribadirlo: un “Enigmatico Astro” entrerà nella scena cosmica in un futuro non molto lontano. La “Voce” degli Extraterrestri giunge fino alle coscienze di coloro che sentono di “volerla” davvero seguire, scavalcando così quel “muro di potere” che da sempre non permette alcun tipo di rilascio ufficiale sulla reale presenza extraterrestre nel nostro mondo e nella nostra Storia.

Da sempre i messaggi di origine extraterrestre attraversano le fasi delle nostre Ere. Possiamo trovarli ovunque, ma puntualmente finiscono per venire ignorati, nascosti, dimenticati, cancellati. Pertanto la presenza extraterrestre fa parte di una grande parentesi “invisibile” della nostra vita che non deve e non vuole venire accettata dalla maggior parte di persone. Un’importante verità nascosta tra Dimensioni Impercettibili…una “Storia Negata” all’intera umanità.

Una delle fonti di “comunicazione” più conosciute utilizzata da Esseri provenienti da altri mondi, è indubbiamente quella dei messaggi contenuti nei crop circle. Molti di questi incantevoli pittogrammi sono a tutti gli effetti dei “consigli cosmici” e attestano quanto “certe” misteriose entità extraterrestri continuino ancora oggi a donarci importanti messaggi, facendoli giungere direttamente a coloro che sentono di “volerli” davvero percepire. Così la “Voce” degli extraterrestri giunge fino alle nostre coscienze in questo modo, scavalcando completamente quel “muro di potere” che da sempre non permette alcun tipo di rilascio ufficiale sulla reale presenza extraterrestre nel nostro mondo e nella nostra Storia.
6 Giugno 2013 – Quel “semplice” crop circle apparso a Barbiano, Ravenna.

Da molti anni eravamo abituati a veder comparire tra Maggio e soprattutto Giugno decine di crop circle in diverse zone del mondo e negli ultimi tempi alcuni di questi (i più importanti) anche in Italia. Ma quest’anno la stagione 2013 è partita decisamente a rilento rispetto agli anni precedenti, regalandoci durante i primi 2 mesi poche sorprese dal punto di vista “tecnico” (tranne per quanto riguarda quello di Robella, Asti, di fine Giugno), tanto che esaminando alcuni di questi pittogrammi diventa difficile credere che siano stati creati tutti dagli stessi “Autori” degli anni precedenti.

Tra questi pochi pittogrammi comparsi nel mese di Giugno 2013 ce n’é uno cui vorremmo porre le dovute attenzioni, quello di Barbiano, Ravenna.



Barbiano-Ravenna-2013

 6 Giugno 2013 – Barbiano, Ravenna

Sarebbe un errore gravissimo archiviare questo crop circle senza scavarne un vero significato, definendolo frettolosamente troppo povero di elementi considerevoli. Il messaggio contenuto in questo pittogramma è certamente legato al cosmo ed è di origine extraterrestre, potrebbe quindi avere un “valore” inestimabile sugli eventi futuri. Questo “semplice” pittogramma, apparso il 6 Giugno 2013 a Barbiano, pare proprio rappresentare un piccolo “aggiornamento” al “Re” dei crop circle di tipo astronomico: quello di Avebury Manor del 2008 (Regno Unito); “l’opera” che negli scritti precedenti definimmo: “il Crop Circle della Nuova Era”.
  
Un Messaggio Cosmico che torna dal passato

 Vi è un possibile collegamento tra il crop circle comparso il 6 Giugno 2013 a Barbiano (Ravenna) con quello di Avebury Manor del 2008. Ancora oggi, a distanza di ben 5 anni, riuscire a dare un significato a tutte le rappresentazioni astronomiche presenti nel crop circle che comparve ad Avebury Manor, rimane un compito tutt’altro che semplice. Sebbene tutte le attenzioni si focalizzarono “giustamente” sull’entrata in scena di un “Enigmatico Astro”, si tenta ancora oggi di dare la giusta collocazione al resto del messaggio per poterne comprendere il significato nella sua completezza. In passato si ipotizzava che alcuni particolari contenuti nel pittogramma di Avebury fossero collegati a “presunte” fasi lunari, ma dopo la comparsa del “messaggio” impresso in quello di Barbiano, risulta difficile vedere ancora in quello di Avebury delle possibili connessioni con la Luna. 

In entrambi i pittogrammi il significato potrebbe fare riferimento ad un “Evento” assai più importante. 

Il crop circle di Barbiano è piuttosto semplice. Esso è formato da una circonferenza (perimetro di un cerchio) molto ampia, grande almeno 100 metri di diametro (è infatti stata creata solo la linea del bordo e questo è un dato fondamentale). Tangenti a questa linea, sono stati creati due piccoli cerchi (pieni) di 16 e 9 metri di diametro circa, posti in sequenza perfetta sul bordo di questa enorme circonferenza vuota all’interno.

 
 Avebury-Barbiano-03 
Sulla sinistra: una parte del crop circle di Avebury Manor (UK) del 2008 – Sulla destra: Il crop circle di Barbiano, Ravenna (Italy) del 2013 (clicca per ingrandire)


Attenzione, la circonferenza di circa 100 metri di diametro fatta a Barbiano è pressoché identica a quella che fu fatta ad Avebury Manor (ricordiamo che il crop circle di Avebury fu creato in 2 fasi a distanza di alcuni giorni l’una dall’altra); difatti ad Avebury, l’enorme circonferenza in questione comparve (assieme al resto dei simboli) di fianco alla rappresentazione del Sistema Solare dopo qualche giorno di distanza. 

Rammentiamo che oltre alla nuova composizione fu fatta anche una “rettifica” alla raffigurazione del Sistema Solare, in particolar modo al Sole, esso infatti mostrava un’espansione piuttosto inquietante che arrivava ad inglobare persino Mercurio e Venere. Questo “mutamento” verrebbe causato dall’entrata in scena di un “Astro Enigmatico” (raffigurato da 4 cerchi di dimensioni crescenti), comparso a sua volta proprio durante questa “rettifica” effettuata sulla rappresentazione del Sistema Solare.


  Planet-X 
L’Astro Enigmatico raffigurato da 4 cerchi di dimensioni crescenti (clicca per ingrandire)

Ma che cos’è di preciso questo “Astro” misterioso che fa irruzione nel nostro sistema planetario? 

Il crop circle (di Avebury Manor) mostra chiaramente ciò che molto probabilmente accadrà in un futuro non molto lontano. Non ci vuole un genio per capire che il Sistema Solare verrà (o forse lo è già) gradualmente influenzato dalla forza gravitazionale sprigionata da un pianeta extrasolare, o peggio… potrebbe venire investito a poco a poco dal flusso di energie prodotte da una stella “conosciuta”… come la “Compagna Binaria del nostro Sole”. Sappiamo bene che negli ultimi anni il Sole è un sorvegliato molto speciale e sta destando enorme interesse tra gli scienziati terrestri ed Entità non appartenenti al nostro mondo. 

Il Passaggio di un “Confine” 

Torniamo alla grande “circonferenza” (cerchio con solo il bordo) di Barbiano: ha lo “stesso diametro” di quello di Avebury. Questo enorme bordo circolare non rappresenta il Sole. La nostra stella è stata più volte raffigurata nei crop circle ed ogni volta il Sole viene “simboleggiato” con un cerchio pieno (se non in casi di allineamenti planetari o eclissi). Nel caso di Avebury, quindi anche in quello recente di Barbiano, quell’enorme circonferenza potrebbe rappresentare un “Confine”. Ma che tipo di confine?

Se le entità extraterrestri decidono di “riaprire una pagina” sul significato del crop circle più importante tra quelli di tipo astronomico (quello di Avebury), significa che gli eventi stanno giungendo ad un “dunque”. Già in precedenza definimmo il crop circle di Avebury Manor (2008) “Il Crop Circle della Nuova Era” per motivi legati ad eventi (in esso raffigurati) che molto probabilmente si compiranno in un “certo” periodo di tempo, dopo la data del 23 Dicembre 2012 (data rilevata dalla posizione dei pianeti rappresentata nel pittogramma stesso.



 Avebury-Manor-2008-01 
Il bordo circolare di circa 100 metri di diametro posto sulla destra della foto è grande quanto quello di Barbiano. Visto la sua dimensione potrebbe fare riferimento ad un “confine”, una orbita grande tanto da poter essere inserita tra quelle di Urano e di Saturno. Forse il Planet X si trova già in quella regione? (clicca per ingrandire)

Il bordo circolare di circa 100 metri di diametro posto sulla destra della foto è grande quanto quello di Barbiano. Visto la sua dimensione potrebbe fare riferimento ad un “confine”, una orbita grande tanto da poter essere inserita tra quelle di Urano e di Saturno. Forse il Planet X si trova già in quella regione? (clicca per ingrandire)



 Avebury-Manor-02 
clicca sull’immagine per ingrandire

Ragionando da un punto di vista astronomico, potremmo dedurre che i 2 cerchi di 16 e 9 metri di diametro (di Barbiano) raffigurino lo step successivo dell’arrivo imminente di quell’Astro misterioso impresso nel crop circle di Avebury e che ora potrebbe trovarsi a contatto con un “confine” importante all’interno del nostro Sistema Solare.

L’Astro enigmatico (ammesso che sia soltanto uno) rappresentato dai 2 cerchi posti in sequenza potrebbe essere la cometa ISON, anche se parrebbe un po’ senza senso raffigurarla in quel modo, inoltre l’arrivo di una cometa non è certo un evento degno di tale importanza. Dunque non rimane cha “appoggiarsi” ad una teoria più che probabile:
 

Un “pianeta extrasolare” 
sta per varcare un confine non molto lontano da noi. 

Inoltre, se ragioniamo anche da un punto di vista “matematico” possiamo notare come il bordo circolare di circa 100 metri di diametro comparso a Barbiano (che ripetiamo essere grande uguale a quella di Avebury) abbia una dimensione grande tanto da poter essere inserito tra le orbite di Urano e di Saturno. Questo possiamo farlo semplicemente misurando il diametro del cerchio vuoto posto sulla destra della raffigurazione, noteremo che ha appunto un diametro approssimativamente grande quanto le orbite (poste a sinistra) di Urano e Saturno. 

Anno 2013: Il Pianeta X ha raggiunto un “confine” molto vicino a noi. 

Stiamo forse insinuando che un pianeta sconosciuto, quindi non appartenente al Sistema Solare, si sta avvicinando alle orbite di Urano e Saturno?

Se quel “confine” rappresenta una orbita non può che essere così!

Se davvero un pianeta sconosciuto sta per raggiungere addirittura l’orbita di Saturno significa che presto anche il Sole e la Terra verranno maggiormente influenzate da questa nuova forza gravitazionale. Inoltre questo dipenderà anche da quanto le orbite possono entrare in conflitto tra loro e, per quanto riguarda la Terra, sarà determinante la propria posizione nell’arco dei suoi 365 giorni di orbita attorno al Sole…ogni mese può avere un peso diverso ed ogni anno può anche peggiorare.

Sappiamo bene che nel nostro sistema planetario i pianeti più colpiti da ciclopiche perturbazioni sono proprio quelli che orbitano più distanti dal Sole, come appunto Urano e Saturno. Ma negli ultimi anni anche la Terra sta facendo i conti con qualcosa di inspiegabile. L’accelerazione dello spostamento dei poli magnetici terrestri rimane indubbiamente il vero “perno” che fa leva su di una verità alquanto dura da digerire, terribile da immaginare: 


Il “lento” ma impetuoso avvicinarsi di una “massa oscura”

L’aumento incalcolabile di fenomeni come uragani, tornado e trombe d’aria, la velocità con la quale si formano e la violenza con la quale si abbattono, sono la conferma di quanto il clima stia inspiegabilmente mutando anche qui sulla Terra. Inoltre il Sistema Solare è arrivato a “convivere” con un numero elevatissimo di asteroidi e di comete, 600.000 per l’esattezza (dati NASA), molti dei quali si trovano sempre più a ridosso del nostro pianeta, una quantità che aumenta di anno in anno. Tutto questo non è assolutamente normale ed è molto probabile che possa essere causato proprio dalla presenza anomala di un pianeta extrasolare che trascina dietro di sé una fittissima scia di detriti. 
Questione di orbite, di coincidenze… 
l’Evento sembra essere sempre più vicino.

Un pianeta oscuro che orbita attorno ad un “secondo Sole”…una nana rossa o bruna che sicuramente possiede altri pianeti che orbitano attorno a sé. Un sistema planetario completo che a distanza di migliaia di anni incrocia il nostro Sistema Solare. Un Evento Ciclico, poiché entrambi i sistemi planetari fanno parte del medesimo sistema stellare binario, forse multiplo.

Lo stesso Evento riportato tra testi antichi e sacri scritti sperduti nel passato. L’Evento che ciclicamente colpisce il nostro Sistema Solare e che provoca catastrofi di proporzioni bibliche anche sul pianeta Terra. Un segreto che da sempre viene tenuto nascosto all’intera umanità. Una grande parentesi invisibile di “Vera Storia”… che da sempre ci viene Negata.

(fine terza parte)

Scritto da Dan Keying

Per Segnidalcielo.it

Articolo riproducibile citando autore e fonte

Leggete la prima parte: La “Storia Negata” (Parte 1 di 5) – Un Evento Cosmico destinato a tornare:

http://www.segnidalcielo.it/2013/05/24/la-storia-negata-parte-1-di-5-un-evento-cosmico-destinato-a-tornare/


Leggete la seconda parte: La “Storia Negata” (Parte 2 di 5) – Entità Enigmatiche nella Grande Scena Cosmica:


http://www.segnidalcielo.it/2013/06/05/la-storia-negata-parte-2-di-5-entita-enigmatiche-nella-grande-scena-cosmica/

http://psicosi2012.wordpress.com/2012/11/27/il-crop-di-avebury-manor-del-2008/

Nessun commento:

Posta un commento

Tutti i commenti sono sottoposti a moderazione prima della loro eventuale pubblicazione.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Nin.Gish:Zid.Da

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Torna all'inizio

Torna all'inizio
Home page