domenica 15 febbraio 2015

I Reichstag di Obama

 

Obama ha finalmente trovato la scusa per invadere la Siria. 

di Dave Hodges
http://www.pakalertpress.com/

Tradotto da wlady per http://ningizhzidda.blogspot.it/

I genitori di Kayla Mueller, la donna dell'Arizzona che è stata presa in ostaggio dall'ISIS nell'agosto del 2013, hanno confermato che la loro figlia è morta martedì mentre era nelle mani del gruppo terroristico. "Siamo straziati nel condividere la notizia che abbiamo ricevuto della conferma che Kayla ha perso la vita".

Carl e Marsha Mueller di Prescott, in Arizzona, hanno fatto una dichiarazione: 

"Kayla era una compassionevole e devota alle iniziative umanitarie, ha dedicato la sua giovane vita ad aiutare chi ne aveva bisogno, per un senso di pace, giustizia e libertà. Kayla in una lettera scritta al padre nel 2011, ha scritto che alcune persone vedono Dio nella Bibbia, o nella Chiesa. Kayla ha trovato Dio nell'aiutare e alleviare la sofferenza".

La famiglia ha ricevuto durante il fine settimana le informazioni dai rapitori della figlia dall'ISIS, la conferma è stata data dai funzionari degli Stati Uniti. "La famiglia ha ricevuto in un messaggio dell'ISIS, di informazioni aggiuntive su Kayla", lo ha riferito martedì la portavoce del Consiglio di Sicurezza Nazionale Bernadette Meean. "Una volta che questa informazione è stata autenticata dalla comunità dell'intelligence, hanno concluso che Kayla era deceduta".

Non è ancora chiaro di come e quando la ventiseienne Kayla è deceduta. Settimana scorsa l'ISIS ha affermato che è stata uccisa da un attacco aereo giordano, ma senza offrire nessuna prova. Martedì scorso il presidente Obama ha rilasciato una dichiarazione a Phoenix, sul canale tre delle news di "Buongiorno Arizzona".

La morte di Kayla è il tipo di tragedia che può infiammare le passioni di guerra di una nazione. Successivamente, il presidente Obama, senza perdere tempo, ha chiesto al congresso di deliberare per una dichiarazione di guerra, la spinta di questa richiesta è stata fornita dalla tragica morte di Kayla.

Come la maggior parte dei cittadini americani, siamo tutti indignati per la morte della giovane ragazza e, vogliamo vendetta contro gli animali che hanno fatto questo. Per quanto queste azioni possano essere giustificate per la morte di Kayla, potrebbero finire per essere una provocazione per sfociare nella terza guerra mondiale.

Obama è ancora sotto una enorme pressione, per via della riserva dei Banksters federali che vogliono eliminare il regime iraniano, la necessità di abbattere l'Iran, è reso necessario perché i petrodollari sono in seri guai a causa dell'insistenza dell'Iran nel vendere petrolio a paesi come l'India, la Cina e la Russia in cambio di oro

L'oro è una parola di tre lettere per i Banksters, che devono mantenere i propri regimi della valuta fiat. Inoltre, i Banksters devono avere il dominio per la distribuzione del petrolio e il controllo sull'oro per tre ragioni:

1) I Banksters prosperano sulla moneta fiat, sostenuta praticamente dal nulla, questo nulla è accoppiato con le pratiche della riserva frazionaria per acquisire ricchezza materiale in base alla loro creazione di carta senza valore e, l'introduzione dell'oro minaccia questo schema; Questo è quello che accade a coloro che si oppongono al cartello bancario centrale.

2) Poiché il mondo di Breton Woods è stato costretto dai Banksters a giocare nel loro schema di gioco fin dal primo acquisto di dollari dalla Federal Reserve, che a sua volta è stato utilizzato per l'acquisto di petrolio; uno che non è riuscito a giocare secondo queste regole con i petrodollari è Saddam Hussein, ha venduto il suo petrolio in cambio di valuta in €uro e, per la sua disobbedienza ha pagato con la vita.

3) Una volta che i Banksters saranno riusciti a comprimere la valuta mondiale, vorranno essere (in un post Armageddon economico), quelli che controllano l'unica moneta rimasta sulla Terra, l'oro.

Per raggiungere questi obiettivi, l'Iran dovrà capitolare, ma prima della sua capitolazione, è la Siria che dovrà capitolare. Il perché la Siria deve essere la prima a capitolare è la minaccia di Putin, quella di attaccare gli Stati Uniti se dovessero invadere la Siria in violazione del diritto internazionale. La Siria è fondamentale per i russi per diversi fattori.

Tuttavia, la ragione più convincente per Putin nel difendere la Siria, è il fatto che gli Stati Uniti sono in grado di occuparla con successo, essendo in grado di installare una gamma di batterie di missili a corto e medio raggio, impedendo ai russi di muoversi in Siria, evitando così un'invasione di terra degli americana in Iran. Una volta occupata la Siria da parte degli Stati Uniti, è solo questione di tempo nel trovare un motivo per una invasione dell'Iran. Una volta conquistato l'Iran, il petrodollaro sarà al sicuro, almeno in quel momento.

L'invasione della Siria nel 2013, è stato per Obama il migliore obiettivo di politica estera. Ora Obama, è al suo secondo Reichstag per quanto riguarda mettere i piedi sul terreno siriano.


 
Il primo Reichstag di Obama

Tutti gli storici sono a conoscenza di come Hitler era in grado di consolidare il potere all'interno del Reichstag tedesco, semplicemente aveva i suoi scagnozzi che ha usato per bruciare l'edificio legislativo tedesco, per poi incolpare i comunisti, uno dei principali rivali dei nazisti. In seguito Hitler assunse il potere dittatoriale, usato come pretesto per proteggere il popolo tedesco, ha eliminato i comunisti e tutti gli oppositori.

Il presidente Obama ha già tentato un pretesto "Reichstag" per fare guerra alla Siria, accusando il leader siriano Assad di fare uso di armi chimiche nel 2013 contro i ribelli, nonostante sia probabile che ne abbiano fatto uso i ribelli di al.Quaeda. Obama è stato in grado di portare a far credere al Congresso e al popolo americano che l'attacco chimico sia stato un motivo giustificato per andare in guerra e, nell'autunno del 2013, Obama è riuscito ad avere quello che desiderava, la guerra contro la Siria. 


Il secondo Raichtag di Obama 

Se si chiede all'americano medio cosa sia l'ISIS, si prenderà una lunga pausa e guarderà nel vuoto, l'ISIS è scaturito dal nulla, è ben armato e si comporta come un esercito ben addestrato; ad un tratto "puf" dal nulla appare l'ISIS, come un magheggio di Abracadabra, mentre si stanno ritirando le forze americane. Quello che oggi sappiamo è che l'esercito americano ha lasciato molto materiale bellico in Iraq, per legge l'esercito americano avrebbe dovuto distruggerle e sgomberare la zona di guerra. Perché non lo hanno fatto? Qualcuno aveva dato l'ordine di non distruggerle e questo qualcuno comprendeva anche l'ISIS?

Ora sappiamo che si tratta di un insieme di interessi che vanno dal terrorismo di al.Quaeda ad Hamas e i Fratelli Mussulmani, questa confederazione di terroristi è armata fino ai denti con la più alta tecnologia militare americana. Anche il più grande sostenitore dell'amministrazione Obama avrebbe dovuto sospettare che l'ISIS è una creazione della CIA, questo è ciò che le mie fonti militari mi hanno riferito.

L'obiettivo dell'ISIS è quello di diffondere il terrore e il caos in tutto l'Iraq, con diramazioni in Siria. Nel 2013 ho scritto che ci sarà un evento che stimolerà l'intervento americano in Siria contro l'ISIS, come causa per eliminare Assad e occupare la Siria. 


La morte di Kayla Jean Mueller ha fornito tale provocazione. Il carattere nobile di Kayla e la devozione umanitaria, ha fatto di lei una martire ideale per portare Obama a quello che si appresta a fare, come "una guerra di tre anni" contro l'ISIS.

Le fonti militari da dove attingo le mie notizie se la stanno ridendo alla grande con stupore nel pensare che ci voglia la forza militare degli Stati Uniti e tre anni per sconfiggere l'ISIS. Che barzelletta! La superiorità aerea e quella dell'esercito, potrebbe eliminare l'ISIS con efficacia in tre giorni, non in tre anni! Tuttavia, ciò che l'ISIS non si appresta a fare è mettere i piedi in Siria. La seguente immagine sotto riportata è una mappa dei territori guadagnati dall'ISIS. L'intrusione dell'ISIS in Siria non è un caso:



Notate questa mappa e vecchio di nove mesi, ma è ancora attuale e in gran parte esatta per i territori acquisiti dall'ISIS. Un'altra cosa da notare è che l'ISIS è pronta ad attaccare Damasco. Una cosa che è degna di nota è che l'ISIS ora controlla gran parte del petrolio iracheno, questo permette loro di acquistare armi sul mercato internazionale, questo è il risultato di questo controllo.


Come ha fatto un gruppo terrorista ad ottenere questo tipo di sofisticazioni finanziarie e militari? La risposta e presto detta, solo attraverso la CIA. L'ISIS è stata creata per permettere agli stivali americani di posarsi sul terreno siriano, con il fine di bloccare l'intervento russo e permettere l'invasione dell'Iran. Questa è la guerra dei petrodollari.

Conclusione

La maggior parte degli americani vogliono vendicare Kayla. Tuttavia, Kayla non vorrebbe vedere ciò che sta per accadere in Siria, e quello che si sta svolgendo a causa della sua tragica morte. Inoltre, autorizzare una guerra di tre anni, è solo un pretesto per prolungare la minaccia.

Possa riposare in pace Kayla, portandoci ad onorare quello che sarebbe stato il suo desiderio, un desiderio di pace e non l'inizio della terza guerra mondiale.

Se le truppe americane entrassero in Siria contro questo nemico fabbricato, come potrebbe rispondere Putin? 


     ______________________________________

Corsivo sotto esposto mio:
Non sono uno statista e tanto meno un opinionista, giornalista e/o politico militante che sia, sono solo uno di voi vissuto abbastanza per poter trarre alcune conclusioni:

Quello che mi lascia basito in tutto questo non sono le vicende geopolitiche che si stanno delineando ormai da molti lustri sulla Terra, ma le sfortunate dichiarazioni dei nostri "non eletti" politici italiani, che si permettono di di comunicare attraverso i media le loro intenzioni e minacce di guerra attraverso le persone dei (non eletti dal popolo) ministri "competenti" delle forze armate e degli esteri, mettendo a repentaglio la vita di nostri cittadini che risiedono in tali paesi a rischio.

Questi ministri o i loro omologhi  di allora, dove erano quando c'è stata la guerra in Iugoslavia, in Iraq, in Libia, Afganistan, questi portatori di pace hanno avvallato ogni operazione di guerra ammantandola di peacekeeping per eludere l'articolo 11 della costituzione?
 
Abbiamo permesso la devastazione di una nazione sovrana come la Libia che godeva della nostra fiducia oltre ai nostri interessi e l'assassinio del suo presidente Gheddafi, fornendo le basi italiche ai caccia da guerra dell'allora fanatico presidente francese, senza muovere un dito, da buoni sudditi coloni ci siamo adeguati anche a tradire "amici" a cui abbiamo anche baciato la mano.

Ora ci troviamo dentro un conflitto sapientemente organizzato di chi tira veramente i fili dietro le quinte; non certo il leader e i burattini presidenti seduti sullo scranno, ma da chi ha interesse di esercitare il vero potere economico geopolitico mondiale.

Nessuno su questa terra potrà salvarci se non la smettiamo di partecipare a tutte le guerre e facendo della nostra economia solo un baluardo per costruire e vendere armi, armi che puntualmente verranno rivolte verso noi stessi.

Non abbiamo imparato niente dalla storia, ma la storia inesorabilmente si ripete per gli errori dei padri facendole ricadere sui figli che a sua volta le faranno ricadere sui figli dei figli all'infinito. 

Nessun commento:

Posta un commento

Tutti i commenti sono sottoposti a moderazione prima della loro eventuale pubblicazione.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Nin.Gish:Zid.Da

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Torna all'inizio

Torna all'inizio
Home page