mercoledì 6 aprile 2011

Scenario da III Guerra Mondiale?

Scenario da III Guerra Mondiale? La guerra in Libia, 
l'Agenda USA-NATO e la guerra del prossimo futuro?

Tradotto dal sito: http://globalresearch.ca/index.php?context=va&aid=24146
Nel 1930 gli Stati Uniti, Gran Bretagna, e nei Paesi Bassi nel corso della Seconda Guerra Mondiale e nel Pacifico cospirando contro il Giappone. I tre governi del Giappone hanno sequestrato i conti bancari nei loro paesi che il Giapponese utilizzava per pagare le importazioni dal Giappone e tagliare fuori dal petrolio, gomma, stagno, ferro e altri materiali essenziali. È stato Pearl Harbor, la risposta del Giappone?

Ora Washington ei suoi pupazzi della NATO stanno utilizzando la stessa strategia contro la Cina.

Proteste in Tunisia, Egitto, Bahrein, Yemen e nasce dalla persone che protestano contro i governi del fantoccio tirannico di Washington . Tuttavia, le proteste contro Gheddafi, (che non è una marionetta occidentale), sembrano essere state organizzate dalla CIA nella parte orientale della Libia, dove c'è il petrolio e dove la Cina ha i suoi investimenti energetici.

L'ottanta per cento delle riserve di petrolio della Libia si ritiene siano nel bacino della Sirte e in Libia orientale ora controllato dai ribelli sostenuti da Washington. (Il settanta per cento del PIL della Libia è prodotto da petrolio), una partizione di successo della Libia avrebbe lasciato il regime di Gheddafi a Tripoli impoverito. http://www.energyinsights.net

"Il People's Daily Online (23 marzo) ha riferito che la Cina dispone di 50 grandi progetti in Libia. Lo scoppio delle ostilità ha fermato questi progetti e portato a 30.000 lavoratori cinesi sono stati evacuati dalla Libia. Le aziende cinesi riferiscono che si aspettano di perdere centinaia di milioni di yuan.

La Cina fa affidamento sull'Africa, principalmente la Libia, Angola e Nigeria, per il fabbisogno energetico futuro. In risposta all'impegno economico della Cina con l'Africa, Washington sta impegnando il continente militarmente con i paesi dell'Africa Command (AFRICOM), creato dal presidente George W. Bush nel 2007. Quarantanove paesi africani hanno deciso di partecipare con Washington in AFRICOM, ma Gheddafi ha rifiutato, creando così un secondo motivo per Washington di prendere il paese in consegna, la Libia

Una terza ragione per il targeting Libia è che la Libia e la Siria sono gli unici due Paesi con coste sul mare Mediterraneo che non sono sotto il controllo o l'influenza di Washington. Suggestivamente, le proteste sono scoppiate anche in Siria. Qualunque siriano potrebbe pensare questo, (dopo aver visto il destino dell'Iraq e ora della Libia) però è improbabile che siriani si sarebbero istituiti per l'intervento militare degli Stati Uniti. Sia la CIA e Mossad sono conosciuti per usare siti di social networking per fomentare tali proteste e di diffondere disinformazione. Questi servizi di intelligence sono i cospiratori probabili che i governi siriano e libicho per colpa delle proteste.

Guardando e pescando al largo dalle proteste in Tunisia ed Egitto, Washington si rese conto che le proteste potrebbero essere utilizzate per eliminare Gheddafi e Assad. La scusa per l'intervento umanitario in Libia non è credibile considerando Washington per aver dato il via libera ai militari sauditi a schiacciare le proteste in Bahrain, dove risiede la base di partenza per la Quinta Flotta.

Se Washington riesce a rovesciare il governo di Assad in Siria, la Russia perderebbe la sua base navale del Mediterraneo presso il porto siriano di Tartus. Così, Washington ha molto da guadagnare se si può usare il mantello della ribellione popolare per espellere Cina e Russia dal Mediterraneo. Il Mare Nostrum di Roma ("nostro mare") sarebbe diventato "mare nostrum" di Washington.

"Gheddafi deve andarsene", ha dichiarato Obama. Quanto tempo dobbiamo aspettare prima di sentire anche "Assad deve andarsene?"

La stampa americana è prigioniera per demonizzare il lavoro sia di Gheddafi che di Assad, (un oculista che è tornato in Siria da Londra a capo del governo dopo la morte di suo padre).

L'ipocrisia passa inosservata quando Obama chiama dittatore Gheddafi e Assad. Dall'inizio del 21 ° secolo, il presidente americano è stato un Cesare. Sulla base di niente più che una nota del Dipartimento della Giustizia, George W. Bush è stato dichiarato di essere al di sopra del diritto e della legge degli Stati Uniti, il diritto internazionale, e il potere del Congresso fino a quando egli agiva nel suo ruolo di comandante in capo nella "guerra al terrorismo ".

Cesare Obama ha fatto un passo migliore di Bush. Cesare Obama ha portato gli Stati Uniti in guerra contro la Libia senza neppure la pretesa di chiedere l'autorizzazione del Congresso. Questo è un crimine meritevole di impeachment, ma un impotente Congresso non è in grado di proteggere il suo potere. Accettando le richieste del potere esecutivo, il Congresso ha accettato il cesarismo. Il popolo americano non ha alcun controllo sul loro governo più di quanto non facciano le persone in paesi governati da dittatori.

La ricerca di Washington per l'egemonia mondiale sta guidando il mondo verso la Terza Guerra Mondiale. La Cina non è meno orgogliosa di quanto non fosse il Giappone nel 1930 ed è improbabile che si presenti come vittima del bullismo e governato da quello che la Cina chiama il decadente Occidente. Ed in fine, Il risentimento della Russia, all'aumento al suo accerchiamento militare. L'arroganza di Washington può portare a errori di calcolo fatale.

Nessun commento:

Posta un commento

Tutti i commenti sono sottoposti a moderazione prima della loro eventuale pubblicazione.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Nin.Gish:Zid.Da

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Torna all'inizio

Torna all'inizio
Home page