Sperimentazioni di geoingegneria: gli effetti disastrosi sono reali

martedì 14 luglio 2015

Dur.an.ki and Dvir

http://www.macrolibrarsi.it/libri/__le-cronache-terrestri-rivelate-libro.php

L'ULTIMO LIBRO SCRITTO DA ZS

Leggendo tra le pagine del libro "Le Cronache Terrestri Rivelate" Libro scritto da Zercharia Sitchin in ricordo di sua moglie Frieda Rina) edizione originale in lingua inglese del 2009 e prima edizione italiana del 2011, si evince che l'autore ha fatto una catalogazione delle voci che si possono riscontrare in tutti i suoi libri che ha scritto partendo dalla lettera "A", in questo breve scorcio di narrazione voglio elencare quanto ha scritto ZS partendo dalla lettera "D" e più precisamente: il Dur.an.ki (il legame tra cielo e Terra) e il Dvir (in questo caso l'Arca dell'Alleanza).


Dur.an.ki

Il Dur.an.ki è ("legame tra Cielo e Terra"): la camera segreta più interna, o Santa Sanctorum nel centro di controllo missione antidiluviano di Enlil a Nippur, dal quale venivano controllate le operazioni spaziali degli Anunnaki grazie alle "Tavole dei Destini", strumenti codificati dotati di mappe celesti, orbite planetarie e altri dati relativi allo spazio.

ZS ha ipotizzato che Gerusalemme svolse questa funzione dopo il Diluvio. Poiché Nippur era considerata anche l'Ombelico del mondo, il Dur.an.ki poteva essere paragonato al cordone ombelicale virtuale tra gli Anunnaki sulla Terra e il loro pianeta madre, Nibiru.

Dvir.

Secondo quanto afferma il Libro dell'Esodo, Dio parlò a Mosè dallo spazio tra le ali dispiegate dei cherubini d'oro, posti sull'Arca dell'Alleanza. Una volta costruito il Tempio a Gerusalemme, l'Arca dell'Alleanza venne collocata nel suo Sancta Sanctorum, in cui poteva entrare solo il sommo sacerdote.

Per accostarsi al Dvir questi doveva seguire un rigido rituale prescritto << e ascoltare la voce (del Signore) che gli parlava da dietro la copertura che sta sopra l'Arca dell'Alleanza>>. Il termine che la Bibbia di re Giacomo tradusse come "oracolo", oggi è di solito tradotta come "tempio", "tempio interno"; ma ZS ha evidenziato che in ebraico Dvir significa letteralmente "Colui che parla" - uno strumento di comunicazione vocale!

Tratto Dalle mie letture

http://ningishzidda.altervista.org/

Nessun commento:

Posta un commento

Tutti i commenti sono sottoposti a moderazione prima della loro eventuale pubblicazione.

TANKER ENEMY TV

TANKER ENEMY TV
La Guerra del Clima

Ricordando Giorgio Tremante

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Nin.Gish:Zid.Da

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Torna all'inizio

Torna all'inizio
Home page