venerdì 19 gennaio 2018

'Oumuamua Il misterioso oggetto venuto dalle Pleiadi

 
 llustrazione dell'artista della formazione del pianeta. 
Credito immagine: NASA / Lynette Cook

Rivelate le origini di 'Oumuamua'
-Il misterioso oggetto venuto dalle Pleiadi-

by Fabo Feng
January 04, 2018
from TheConversation Website  

Come è stato scoperto l'origine dell'asteroide alieno 'Oumuamua' a forma di sigaro

Uno dei punti salienti del 2017 è stata la scoperta del primo oggetto nel nostro sistema solare che sicuramente proveniva da qualche altra parte.

All'inizio pensammo fosse una cometa, poi un asteroide, e ora l'Unione Astronomica Internazionale lo ha riclassificato come qualcosa di completamente nuovo, un oggetto interstellare.

Gli astronomi hawaiani che lo scoprirono giustamente chiamarono "Oumuamua", che significa "il primo messaggero che arriva da lontano", riflettendo sul fatto che questo oggetto è come uno scout inviato dal passato per raggiungerci.

La ricerca ci ha già molto aiutato a imparare sulla "rara forma di un sigaro" di Oumuamua:
Il programma di ricerca Breakthrough Listen ha persino indagato se 'Oumuamua' sia una nave spaziale aliena esaminando l'oggetto con il Green Bank Telescope sulle forme di vita.

Finora non sono stati identificati segnali intelligenti, sebbene siano previste ulteriori osservazioni.

Ora l'ultimo studio ('sull'Oumuamua come messaggero dell'Associazione locale) ci dà un'idea di dove esattamente' Oumuamua potrebbe provenire.

Ricostruendo il movimento dell'oggetto, la mia ricerca suggerisce che probabilmente proviene dal moving group delle vicine "Pleiadi" giovani stelle, note anche come "Associazione locale".

Probabilmente è stato espulso dal suo sistema solare di origine e inviato a viaggiare nello spazio interstellare.

 
"Il viaggio di Oumuamua.

Basato sulla traiettoria di Oumuamua, ho simulato come abbia probabilmente viaggiato attraverso la galassia e confrontato questo con i movimenti delle stelle vicine.

Ho trovato che l'oggetto ha passato 109 stelle entro una distanza di 16 anni luce. Passò da cinque di queste stelle all'Associazione locale (un gruppo di giovani stelle che probabilmente si sarebbero formate insieme), a una velocità molto bassa rispetto al loro movimento.

 
La traiettoria iperbolica di Oumuamua attraverso il Sistema Solare interno, con il Sole al centro, mostrando la sua posizione ogni 7 giorni. Le posizioni del pianeta sono fissate al perielio il 9 settembre 2017. Mostrato da una prospettiva di tre quarti, approssimativamente allineato al piano del sentiero di Oumuamua.

È probabile che quando "Oumuamua è stato espulso nello spazio, stava viaggiando alla velocità appena sufficiente per staccarsi dalla gravità del suo pianeta o stella di origine, piuttosto che ad una velocità molto più veloce che richiederebbe ancora più energia.

Ciò significa che ci si aspetti che l'oggetto si muova relativamente lentamente all'inizio del suo viaggio interstellare, quindi il suo lento incontro con queste cinque stelle suggerisce che sia stato espulso da uno dei gruppi.

Quando è stato cacciato fuori dalla sua casa?

Le stelle si muovono tipicamente con una velocità media quando si formano e modificano gradualmente la velocità quando incontrano oggetti molto grandi, come stelle massicce e nuvole molecolari e sono influenzate dalla loro gravità. A differenza della maggior parte delle stelle vicine, 'Oumuamua si muove molto lentamente rispetto al movimento medio del resto della galassia.

Questo suggerisce che ha viaggiato nello spazio interstellare solo per un tempo relativamente breve e non ha avuto la possibilità di incontrare molti oggetti massicci che lo avrebbero reso più veloce.

Abbiamo anche prove dell'età relativamente giovane di Oumuamua dal colore della sua superficie.

Al di fuori della protezione del campo magnetico di una stella, gli oggetti nello spazio sono bombardati da raggi cosmici, polvere e gas interstellari che alterano gradualmente le loro superfici e le rendono di colore molto rosso.

Ma 'Oumuamua ha un colore più neutro, suggerendo che è stato solo influenzato dai raggi cosmici per, al massimo, centinaia di milioni di anni, piuttosto che per i miliardi di anni che il nostro sistema solare è esistito.

Come è stato espulso?

'Oumuamua è estremamente allungato e ha una forma abbastanza diversa da altri oggetti nel nostro sistema solare.

Probabilmente è stato formato da un processo relativamente ad alta energia come una collisione, o espulso da una stella in formazione. La maggior parte degli oggetti nella parte esterna di un sistema planetario sono per la maggior parte fatti di ghiaccio e la maggior parte degli oggetti nelle regioni interne sono fatti più di rocce.

Dato che Oumuamua è un mix omogeneo formato di ghiaccio e rocce, è probabile che provenga dalla parte centrale di un sistema solare, simile alla fascia di asteroidi tra Marte e Giove che presenta una miscela di asteroidi ghiacciati e rocciosi.

 
Il giovane visitatore ESO / M. Kornmesser, CC BY-SA

Forse lo scenario più plausibile è che 'Oumuamua fu espulso da un sistema stellare binario strettamente separato fatto di due stelle strettamente in orbita l'una all'altra.

Gli oggetti in orbita attorno a una delle stelle in un sistema binario saranno fortemente influenzate dalla gravità dell'altra e quindi possono essere espulse più facilmente dal sistema che avesse una sola stella.

'Oumuamua è probabilmente solo la punta dell'iceberg.

La mia ricerca suggerisce che ci sono più di 46 milioni di oggetti interstellari simili che attraversano il sistema solare ogni anno.

Molti di loro saranno troppo lontani per noi da vedere con i nostri attuali telescopi. Ma nuovi telescopi e sondaggi dovrebbero presto essere in grado di trovare questi messaggeri interstellari, che potrebbero inviarci importanti informazioni su come si sono formate le stelle e i pianeti.

Studiare più oggetti come 'Oumuamua ci permetterà di capire quanti detriti sono rimasti dalla formazione stellare e quanto questo aggiunge alla massa della nostra galassia.

Un altro motivo per studiare questi oggetti interstellari è che potrebbero un giorno minacciare di entrare in collisione con la Terra e causare eventi catastrofici come estinzioni di massa.

Più sappiamo, più preparati saremo se quel giorno se dovesse mai arrivare.


Traduzione e adattamento: Nin.Gish.Zid.Da  

***********************

L'asteroide misura circa 1,1 chilometri di diametro. 
Immagine di credito: Shutterstock

Secondo la NASA, un asteroide dalle dimensioni di un grattacielo 
che si avvicina alla terra è "potenzialmente pericoloso"

By Ivan

Un enorme asteroide di un chilometro sta scendendo verso il nostro pianeta ad una velocità di 107.826 km all'ora.

L'asteroide AJ129 2002, che passerà stranamente vicino al nostro pianeta il 4 febbraio a una velocità di 107.826 km all'ora, è stato classificato dall'Unione Astronomica Internazionale come "potenzialmente pericoloso" per la Terra.

Oggetti potenzialmente pericolosi sono asteroidi o comete con un'orbita tale da avere il potenziale per avvicinarsi appropriatamente alla Terra ed è di dimensioni abbastanza grandi da causare un danno regionale significativo in caso di impatto.

Gli astronomi collocano asteroidi potenzialmente pericolosi con qualche minaccia di impatto sul nostro pianeta nei prossimi 100 anni sono elencati nella Tabella dei rischi di Sentry.

I rapporti indicano che a marzo 2017 ci sono 1.786 asteroidi potenzialmente pericolosi conosciuti (PHA) e solo 205 hanno un arco di osservazione inferiore a 30 giorni. Dei noti PHA, si ritiene che 157 siano più grandi di un chilometro di diametro.

Come notato dal Mail, la velocità con cui viaggia l'asteroide è quasi 15 volte più veloce di quella del velivolo più veloce del mondo: l'ipersonico X-15 nordamericano, che viaggiava a 4.520 miglia / h (7.300 kmh)




L'asteroide misura circa 1,1 chilometri, il che lo rende più grande dell'edificio più alto del mondo, il Burj Khalifa di Dubai, che è alto 800 metri. Secondo i calcoli della NASA, l'asteroide dovrebbe superare una distanza di 4,2 milioni di chilometri dalla Terra, che è intesa come una distanza abbastanza vicina sulla scala cosmica.

Prendendo questo in considerazione, gli astronomi notano come gli asteroidi in un raggio di meno di 7,4 milioni di chilometri del nostro pianeta sono definiti come "pericolosi".

Gli scienziati del Centro nazionale per la ricerca atmosferica (USA) avvertono che se l'asteroide colpisce la Terra, le conseguenze sarebbero "globali e molto gravi" e durerebbero diversi anni.



In caso di impatto, la Terra diventerebbe probabilmente un luogo molto più buio, più freddo e asciutto.

Nel "caso peggiore", la fuliggine rimarrebbe nell'atmosfera per circa 10 anni, mentre la polvere impiegherebbe sei anni per stabilirsi. Le temperature medie in tutto il mondo scenderebbero a 8 ° C.

Tuttavia, nonostante il fatto che AJ129 2002 sia stato considerato un asteroide potenzialmente pericoloso, la NASA non stima che questo asteroide abbia un impatto sul nostro pianeta.

Puoi trovare ulteriori informazioni sui NEO e sugli oggetti spaziali potenzialmente pericolosi visitando questo link.

Credito Immagine di: Shutterstock.


Traduzione e adattamento: Nin.Gish.Zid.Da

Nessun commento:

Posta un commento

Tutti i commenti sono sottoposti a moderazione prima della loro eventuale pubblicazione.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

GUARDA IL CIELO! CHE COSA STANNO FACENDO?

Come osano? come osano fare questo? Questa deve essere la reazione dell’umanità.

Perché questa mancanza di interesse dei nostri cieli?

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...