giovedì 2 dicembre 2010

La Resurrezione di Atlantide

Mentre si trovava in profonda sintonia con la Coscienza Universale, circondato da sei atlantidei reincarnati che erano alla ricerca di dettagli, Edgar Cayce descrisse con calma l’ascesa stupefacente e la caduta tragica di questa cultura antica. Spiegò che Atlantide stava risorgendo dal profondo delle menti della gente, perché il gruppo di anime che aveva abitato Atlantide si stava reincarnando nel mondo, “che è solo una parte dell’insieme dell’universo divino.” (633-2)
       La storia che Cayce raccontò trattava di un paese enorme che si estendeva dal “golfo del Messico da una parte e il Mediterraneo dall’altra”. (1159-1) Era popolato da anime che conservavano la loro coscienza celestiale. Spiegò quanto è difficile per noi oggi comprendere che questa gente era sensitiva in modo naturale, con quale facilità controllava le forze della natura. (364-10) Usava persino le forze cosmiche per risolvere i suoi bisogni materiali. (1602-3)
       Col tempo gli atlantidei si divisero in due gruppi distinti, l’uno motivato dagli interessi egoistici e dalla libertà personale assoluta e l’altro dal desiderio di collaborare con ciò che conoscevano come un’unica Forza Creativa e Coscienza Collettiva invisibile. Quest’ultimo gruppo fu noto come i Figli della Legge dell’Uno, il primo come i Figli di Belial. (1962-2 e 2282-1)
       Inizialmente la differenza fra questi due gruppi fu sottile, a tal punto che alcuni membri su entrambi i lati andavano avanti e indietro fra i due. Ma col passare del tempo, la differenza diventò profonda e i Figli di Belial strapparono il controllo del paese e della gente ai Figli della Legge dell’Uno per governare con forza e potere, invece che con la volontà collettiva della gente e delle Forze Divine. I Figli di Belial cambiarono la messa a punto del raggio cosmico atlantideo, trasmutando questo congegno energetico di sostegno vitale in un raggio della morte. (440-3 e 364-11) Sfortunatamente avevano perso tanto della loro sintonia cosmica da non mettere a punto correttamente il congegno, creando una vibrazione distruttiva di rinculo che partiva dal profondo di Madre Terra, che innescò la prima grande inondazione di ciò che Cayce chiamava “l’Eden del mondo”. (364-4) La reazione fu così violenta che il grande continente di Atlantide si frammentò in cinque grandi isole. (877-26) La più grande di queste era Poseidia, che si estendeva dalle Bahamas al Mare dei Sargassi. Ad oggi si può trovare un insieme di testimonianze atlantidee in un tempio sommerso di Poseidia.
       “Le testimonianze dei modi di costruzione dello stesso [il cristallo che produceva il raggio] sono in tre luoghi sulla terra, com’è oggi: nelle parti sommerse di Atlantide, o Poseidia, dove una parte dei templi può ancora essere scoperta, sotto la fanghiglia di secoli si acqua marina – vicino a ciò che è noto come Bimini, davanti alla costa della Florida.” (440-5)
                                                      
Gli altri due luoghi sono in Egitto e nello Yucatan. Cayce disse che queste sale delle testimonianze contengono “una testimonianza di Atlantide dall’inizio a quei periodi in cui lo Spirito prese forma o cominciarono gli “ingabbiamenti” [manifestazioni nei corpi fisici] in quel paese e gli sviluppi delle persone durante il loro soggiorno, con la testimonianza della prima distruzione e i cambiamenti che ebbero luogo nel paese, con la testimonianza dei soggiorni delle persone nelle varie attività in altri paesi …” (378-16)
       Cayce predisse che il tempio sommerso davanti alla costa di Bimini e della Florida “risorgerà e sta di nuovo risorgendo.” (2012-1)
       I membri e gli amici dell’A.R.E. hanno cercato questo tempio sommerso per molto tempo. Hanno raccolto molti dati e trovato alcune cose di ciò che Cayce aveva descritto. La ricerca continua anche oggi.
 

Fonte:
Venture Inward, gennaio/febbraio 2009

                             La Sala dei Documenti                         
   la predizione più nota di Edgar Cayce
                                                   
           Nelle letture troviamo molti riferimenti alla “Sala dei Documenti” (in originale “Hall of Records”, records significa anche documentazione, testimonianze), una camera che venne nascosta da Ra Ta, Araaraart e Ermete, sotto e nelle vicinanze della zampa destra anteriore della Sfinge:
           “Nel magazzino o casa dei documenti (dove i documenti devono ancora essere scoperti) c’è una camera o un passaggio dalla zampa destra anteriore verso questo ingresso della camera dei documenti, o tomba dei documenti.” (5748-6)
           Cayce diceva che la camera contiene antichi documenti sulla storia della razza umana e parlava di un continente perduto leggendario chiamato Atlantide che secondo lui era un luogo vero in cui noi tutti, in altri corpi, abbiamo vissuto e lavorato insieme.
           Secondo le letture, la Sala dei Documenti è una camera segreta - una stanza sigillata - nella quale i documenti del “vero insegnamento”, come i sacerdoti di Atlantide l’avevano insegnato, erano stati nascosti da Ra Ta e compagni.
         (D)  Specificate dettagliatamente il contenuto della stanza                    sigillata.
           (R) Una documentazione di Atlantide dagli inizi di quei periodi in                    cui lo Spirito prese forma o cominciò le incarnazioni in quella                    terra, e gli sviluppi dei popoli durante tutto il loro soggiorno,                    con la documentazione della prima distruzione e i                    cambiamenti che ebbero luogo nel paese ... e le costruzioni                    della piramide di iniziazione, con chi, che cosa, dove                    avverrebbe l’apertura dei documenti che erano come copie                    provenienti dall’Atlantide affondata; perché col cambiamento                    esso (il tempio) deve sorgere di nuovo. (378-16)

           Secondo varie letture per individui diversi, oltre ai documenti, nella Sala dei Documenti si troveranno anche vari oggetti, come strumenti musicali, tessuti (di lino) e targhe con sigilli
           Questi sarebbero quindi i documenti tramite i quali il mondo troverebbe le sue radici intime nell’uno, nella presenza dell’IO SONO - l’unità con Dio. Molte persone stanno cercando attivamente i documenti di cui Cayce parlava, ma che finora non sono stati trovati. Ci sono molte letture di Cayce su questo periodo di Ra Ta e dei documenti di Atlantide, che aveva un ruolo vitale nella preparazione per il Messia e continua ad avere una parte nella Seconda Venuta. Ciò avviene perché le letture mettono in risalto quando la Sala dei Documenti verrà trovata - ed è ai nostri tempi:
            Perché questi documenti dovevano essere conservati secondo le indicazioni dei sacerdoti di Atlantide o Poseidia (il Tempio), quando questi documenti della razza, degli sviluppi, delle leggi che riguardavano l’Uno vennero messi nelle loro camere e dovevano essere aperti soltanto quando ci sarebbe stato il ritorno nella materialità, o nell’esperienza terrena, delle stesse persone, quando il cambiamento sarebbe stato imminente sulla Terra; questo cambiamento, come vediamo, inizierà nel ’58 e termina con i cambiamenti portati con gli sconvolgimenti e lo spostamento dei poli, che inizieranno poi l’era nel ’98 ... (378-16)


Fonte:
(Gruppo A.R.E. Italia, dalle letture di Cayce)

Vedi anche: 
http://gizamap.com/



Nessun commento:

Posta un commento

Tutti i commenti sono sottoposti a moderazione prima della loro eventuale pubblicazione.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Nin.Gish:Zid.Da

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Torna all'inizio

Torna all'inizio
Home page