Nessuna delle Apocalissi Allarmistiche sul Clima si è presentata o è addirittura possibile

mercoledì 8 dicembre 2010

Le chat room

Ho pubblicato questo articolo nell'aprile del 2008

Le chat room sono un mondo contraddittorio dato che sono frequentate e ricercate degli utenti che cercano relazioni, ma gli strumenti comunicativi che essi hanno a disposizione sono inadeguati o per lo meno insufficienti per poterle stabilire.

Come conseguenza di ciò, nelle persone che comunicano in Internet intervengono dei processi compensativi dell’informazione mancante, che si manifestano con meccanismi di proiezione e di attribuzione di senso, e che gratificano inconsciamente le aspettative dell’individuo.
___________________________________________________

Le relazioni virtuali in questi casi possono apparire seducenti perché permettono alle nostre fantasie e ai nostri ideali di essere segretamente soddisfatti.
“L’ampiezza di banda ristretta stimola le capacità interpretative dei comunicanti, provocando degli effetti davvero sorprendenti: spesso le impegna in maniera estrema, perfino ossessiva.”
E’ chiaro che si è considerato solo il mondo delle chat senza comunicazione audio video la quale arricchisce indubbiamente il rate di informazioni ma le persone coinvolte non saranno comunque in grado di interagire l’una con l’altra".
__________________________________________________

Bhe, mai avrei pensato che la chat fosse uno strumento per interagire, meglio … interlouquire con altri individui, solo dieci anni fa’ (quando mi sono avvicinato al mondo digitale) questo mondo reale, irreale e surreale, non lo avrei mai immaginato, la comunicazione ha fatto passi da giganti, ha cominciato in punta di piedi con internet, e poi ha avuto il suo epilogo attuale con i telefonini, dove tutto un mondo di frasi cifrate è stato inventato.
Ma ritorniamo alla chat line dove tutto è possibile, questo mondo surrogato della vita, da ad ogni individuo che si avvicina una chance, per essere quello che vuole, insomma quello che nella vita reale è così difficile da raggiungere, parlo di relazioni, di lavoro, di immagine creata ad ok, e non ultimo di amore, anche se questo argomento lo si può tranquillamente collocare al primo posto nella scala dei valori della chat.

I giovani dagli adolescenti, ai "maturi" di 35 anni, sono un mondo a parte, vuoi per cultura, vuoi per istruzione, e stato Sociale, per loro  relazionarsi in digitale è ormai uno stato acquisito, fa parte di quel mondo che è nato con loro.
Ben diverso invece chi fa parte degli anta, e parlo dai 40 in avanti, bhe per questi individui, è molto difficile discernere tra il virtuale ed il reale, se chiedi a loro la differenza ti risponderanno che non vi è differenza tra reale e non reale, sono la stessa cosa, l’estrazione culturale a cui appartengono (me compreso) ci invalida, nelle valutazioni, ecco che allora per rendere reale questo mondo virtuale si fanno raduni, e pizze chat, da dove nascono amori veri, relazioni interessanti, e amicizie (anche sincere), l’errore spesso che si fa e voler perpetrare con caparbietà, lo stesso percorso di chat anche quando si è formata una relazione sentimentale, invece di abbandonare il veicolo che è servito per questo viaggio per allontanarsi dalle angosce e dal malessere psicologico, si continua a servirsi di quel veicolo (chat), senza rendersi conto che quello che si è costruito con tanto interesse, si potrebbe proprio distruggere, in sintesi…la chat crea e la chat distrugge.

I motivi perchè questa ipotesi di incomprensioni possano verificarsi, sono molteplici, gelosie paventate, voglia di primeggiare, interferenze terze di altri chatthers, che sanno o presumono di sapere il nuovo rapporto che si è venuto ad instaurare tra un gruppo di amici, o solo per una attenzione particolare ad una pesrona, ma palesemente evidente; cadono così le barriere di difesa che il video ha gelosamente celato nella prima fase dell’anonimato fisico e verbale, ma che ha lasciato scoperta ed indifesa nella successiva fase … la conoscenza diretta degli interlocutori, non più virtuale ma …reale

Questo è quello che pensa un'amica utente del mio vecchio blog: 

apr 10, 2008 @ 09:05:49   
posso affermare con assoluta tranquillità di aver avuto una "storia di chat". Nonostante io abbia abbandonato la chat in quel perido, non è stato così per l’uomo che frequentavo, lasciando nascere "gelosie", come tu scrivi…e molto altro.
 

Concordo pienamente sul fatto che se nasce una storia la chat non dovrebbe più essere quel "veicolo di comunicazione virtuale" che in teoria dovrebbe portarci "compagnia"….ma…… ma.
ma non è facile. Scegliere fra una storia che nasce e delle "amicizie" che sono diventate "solide", o che lo diventeranno, non è semplice per prima cosa perchè ci si fida sempre meno degli amori…. si fa riferimento al passato, si ha paura…… inserirsi in una chat non è facile, un po’ come nella vita reale, e lasciare tutto, diventa veramente difficile…..insomma, se non l’abbiamo, la chat, ci manca.
 

Così magari ci creiamo un nik per entrare "di nascosto" a leggere… e questo, secondo me, è l’inizio della nostra rovina.
La chat è un mondo virtuale. Chi la sa usare bene trova amici, e magari anche un amore … ma se si trova ciò che si cerca ...va abbandonata.
la vita, non è chat.
Vero però che restare in contatto con la persona che amiamo diventa difficile….ed ecco allora, si è entrati nel "giro" chiuso. Perché non posso entrare per stare con "lei/lui" in mezzo agli altri?
 

Perché ci si conosce troppo poco.
In chat si crede che la conoscenza sia ciò che l’altro vuole fare leggere di noi….. no, non è così. L’altro è solo ciò che vuole farci vedere……per conoscere una persona non basta una vita, figuriamoci se basta una chat….allora, allora non chiamiamoli amori, finchè non sappiamo "chi" c’è dall’altra parte del monitor….. anche se…ecco, anche se proprio io mi sono innamorata e non una volta, ma ben due volte, di un uomo conosciuto in chat…..e uno addirittura non l’ho mai visto!!!
Vita di chat….. fine delle relazioni?
No….inizio di una nuova era. sicuramente diversa dai nostri anni 60, ma pericolosa allo stesso modo. Si soffre in chat….cavolo se si soffre…..
 

Caro ....… sarebbe difficile rinunciare a leggerti, insieme a tanti altri, ma lo farei, se il mio amore prendesse vita. Perché l’amore è la cosa che ci fa vivere…..
un bacio.
...........


PS: copio il tuo intervento nel mio blog…. se non vuoi, avvisami, lo toglier
ò

1 commento:

Tutti i commenti sono sottoposti a moderazione prima della loro eventuale pubblicazione.

TANKER ENEMY TV

TANKER ENEMY TV
La Guerra del Clima
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Nin.Gish:Zid.Da

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Torna all'inizio

Torna all'inizio
Home page