mercoledì 29 dicembre 2021

Ecco come la crisi energetica si trasforma in fame e poi... guerra?

Foto di Tyler Durden
di Tyler Durden  

In precedenza abbiamo avvertito di un'enorme crisi alimentare e di problemi di approvvigionamento nel mercato dei fertilizzanti. Bene, ora è peggio perché era PRIMA che avessimo la crisi del gas naturale. Perché è importante?

Il gas naturale è l'input critico nella produzione di fertilizzanti. L'urea è essenzialmente ammoniaca allo stato solido, il cui processo comporta la reazione dell'ammoniaca con la CO2. E ora sappiamo tutti, grazie ai nazisti del clima, che la CO2 è attualmente il diavolo. Il problema ovviamente è che senza gas naturale non c'è urea e senza urea non c'è fertilizzante. E senza fertilizzante... beh, ci mangeremo a vicenda.

Ecco i prezzi spot dell'urea.

Qualcos'altro che avevamo notato qualche tempo fa (in Corea) ma che ora sembra un problema più grande.

Ecco  un articolo su un agricoltore australiano che avverte che la crisi dell'approvvigionamento di urea potrebbe interrompere la vita normale in poche settimane.

Ecco cosa dice:

"Non solo non saremo in grado di allevare bestiame e non saremo in grado di coltivare cibo e non saremo in grado di coltivare grano o cose del genere, ma anche se potessimo, non possiamo spostarlo, perché possiamo "non girare una ruota in un camion perché non abbiamo Adblue", [AdBlue è necessario per i veicoli diesel: metà di tutti i camion sulle strade australiane funziona a diesel

A febbraio potremmo non avere un camion sulla strada in Australia, potremmo non avere un treno sui binari.

"Quindi, letteralmente, l'intero paese si ferma a febbraio".

Il contadino poi, prosegue dicendo:

'Vai a dare un'occhiata nella tua credenza e vai a dare un'occhiata nel tuo frigorifero e ti garantisco che quasi ogni singolo oggetto lì, a un certo punto, l'urea è stata usata per produrre quell'oggetto, che si tratti di una bistecca o un'insalata o un lattina di fagioli al forno.

Spostandoci in Europa, abbiamo una crisi energetica in piena regola che si sta svolgendo lì, aggravata da politiche sempre più distruttive dalle scarpe a punta (produciamo più solare ed eolico quando si è dimostrato sia inadeguato che enormemente costoso) e una crisi della catena di approvvigionamento.

Dai un'occhiata ai prezzi dell'energia in Europa.

Quindi ora stiamo assistendo all'inizio di quella che promette di essere una tempesta. Pensa freddo e affamato e hai l'immagine giusta.

Quell'elettricità proviene in gran parte dal gas naturale, e quel gas naturale proviene da quei russi di punta.

I prezzi del gas in Europa superano i 100 euro con un occhio alla Russia.

Il prezzo di riferimento del gas naturale in Europa è salito sopra i 100 euro, o 190 dollari al barile di petrolio equivalente, in vista di una serie di aste per la capacità degli oleodotti che sono viste come un test della volontà della Russia di alleviare una crisi di approvvigionamento.

Le aste del giorno prima per lo spazio sui gasdotti ucraini e la capacità della stazione di compressione tedesca di Mallnow forniranno un forte segnale di quanto la Russia sia seria nell'aumentare i flussi verso ovest. Sebbene il più grande fornitore della regione abbia affermato che intende continuare a riempire i siti di stoccaggio europei fino alla fine di dicembre, non ha utilizzato aste a breve termine per spedire più carburante.

Quindi in questo momento abbiamo  questa situazione  che ti farà girare la testa. L'Europa è senza benzina. Hanno trascorso la maggior parte dell'ultimo decennio a sbarazzarsi della propria energia domestica, sostituendola con palline e giocattoli, che, pur avendo ottenuto ottimi risultati, si sono dimostrati pessimi nel produrre... beh, elettricità.

Con gli europei ora infreddoliti e tra breve affamati, ci attende una guerra. Ricorda che storicamente, la spirale dei prezzi alimentari ha causato disordini civili, rivoluzioni e guerre. Tra i lati positivi, è noto che cura anche l'obesità, quindi c'è questo.

Torniamo all'urea e al cibo. Non puoi fare fertilizzanti senza urea e gas naturale. Poiché il prezzo di uno di questi aumenta (entrambi lo sono), ha un impatto significativo sul prezzo del fertilizzante. Il prezzo dei fertilizzanti influisce a sua volta sul prezzo del cibo. Questo perché il fert è la seconda componente di costo più grande della maggior parte della produzione agricola. Il primo è... hai indovinato, diesel.

Ora abbiamo un mercato rialzista non solo per l'urea, ma anche per il gas naturale e, per finire, anche per il diesel.

Aspettarsi che i prezzi del cibo rimangano stabili quando gli ingredienti per produrlo sono tutti alle stelle ci sembra comicamente stupido.

* * *

Tendenze economiche, politiche e sociali preoccupanti sono già in atto e stanno accelerando a una velocità mozzafiato. La cosa più preoccupante di tutte, non possono essere fermate. I rischi che ci attendono sono troppo grandi e pericolosi per essere ignorati. Ecco perché Chris Macintosh, il manager di denaro contrarian, ha appena  pubblicato il rapporto più critico su queste tendenze, What Happens Next. Questo rapporto speciale gratuito spiega esattamente cosa sta succedendo e cosa significa per la tua ricchezza e il tuo benessere. Clicca qui per accedervi ora.

Fonte:  https://www.zerohedge.com/geopolitical/heres-how-energy-crisis-turns-hunger-and-then-war

®wld

Nessun commento:

Posta un commento

Tutti i commenti sono sottoposti a moderazione prima della loro eventuale pubblicazione.

Sempre più vicini all’orlo di una guerra nucleare con la Russia

CO2 – una copertura per la povertà forzata e il minor consumo di energia

NASA: ha scelto di lasciare che la bufala del riscaldamento globale causata dall’uomo persista e si

La comunità scientifica del clima continua a fingere

COSA ACCADE NEI NOSTRI CIELI? - GIORGIO PATTERA

Un buco aperto nella matrice economica – siate felici. Va tutto bene

L’OZONO POTREBBE INDEBOLIRE UNO DEI PIÙ IMPORTANTI MECCANISMI DELLA TERRA

Una nuova classe globale che modella il nostro futuro comune in base ai propri interessi

Il Sequel di Crolla Cabala, Crolla! – Parte 21: LA VERITÀ NON DETTA SUI TAMPONI NASALI

Gli umani non sono sovrappopolati - Stiamo invecchiando e diminuendo

Li chiamano effetti collaterali - quando sapevano che sarebbe successo ... Essi sapevano che questo

E c'è chi ancora nega affermando che non siamo una colonia USA…

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

GUARDA IL CIELO! CHE COSA STANNO FACENDO?

Come osano? come osano fare questo? Questa deve essere la reazione dell’umanità.

Perché questa mancanza di interesse dei nostri cieli?

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...