Post in evidenza

Distopia-Catocopia

  Assange: "Il nuovo totalitarismo sono i colossi del web" Dal fondatore di WikiLeaks un duro attacco a Google: "I...

martedì 13 gennaio 2015

RETAIL? LA NUOVA APOCALISSE



L’apocalisse del Retail accelera: Il crollo della vendita delle vacanze
 in USA sono il segnale che una recessione è in arrivo.
 
Le vendite al dettaglio durante il weekend di quattro giorni per la festa del Ringraziamento negli Stati Uniti è un giorno importante per valutare il calo dell’11 per cento delle vendite in generale rispetto allo scorso anno. Questo è un momento "fare o rompere gli impegni presi" dell'anno per molti rivenditori, e se le cose non girano nel verso giusto come abbiamo potuto vedere nelle settimane passate, possiamo aspettarci di vedere uno tsunami di negozi e centri commerciali che chiudono tra gennaio e febbraio. 
  
Mentre leggete questo articolo, vi è già più di un miliardo di metri quadrati di spazio di vendita al dettaglio che si ritrovano vuoti negli Stati Uniti. Molti hanno descritto il crollo in corso del settore retail come "apocalisse", e questa apocalisse sembra essere accelerata.
 
The Retail Apocalypse Accelerates

Certamente, lo spostamento di rivenditori online è un fattore significativo, ma, come si vedrà in seguito, anche i rivenditori online stanno lottando, durante le vacanze del fine settimana. La triste realtà è che i consumatori statunitensi sono allo stremo delle loro forze finanziarie e, stanno annegando nei debiti, a questo punto, il modo più semplice per definire questa debacle è che semplicemente non hanno più soldi da spendere come una volta.
 
Secondo la National Retail Federation, il 5,2 per cento in meno degli americani ha fatto acquisti online o nei negozi di vendita al dettaglio durante il fine settimana scorso. Quelli che hanno fatto spese in negozio, hanno una media in meno di soldi del 6,4 per cento, rispetto all’anno scorso.
Quindi, se meno persone hanno fatto acquisti, e in media hanno speso meno soldi, questo significa che il totale delle vendite al dettaglio deve aver toccato il fondo.
 
E infatti si è verificato. Come il New York Times ha riportato, il totale delle vendite al dettaglio sono diminuite di un sorprendente 11 per cento ...
Le vendite, sia nei negozi che online, dal giorno del ringraziamento nel corso del weekend sono stati stimati essere cadute dell’11 per cento, a 50,9 miliardi di dollari, invece dei 57,4 miliardi dollari dell'anno scorso, questo, secondo i preliminari dei risultati dell'indagine rilasciati Domenica dalla National Retail Federation. Le vendite sono diminuite nonostante l'apertura molti negozi in più di quanto mai prima per il Giorno del Ringraziamento.
 
E anche se molti rivenditori hanno offerto gli stessi sconti aggressivi on-line, come hanno fatto nei loro negozi, il web non è riuscito ad attirare più acquirenti o volumi di spesa durante il fine settimana di vacanza dei quattro giorni, come quello che hanno fatto l'anno scorso. Le persone medie che hanno effettuato acquisti durante il fine settimana hanno speso 159,55 dollari presso i rivenditori online, il calo è stato del 10,2 per cento rispetto allo scorso anno.
 
Nessuna meraviglia se ritroviamo meno violenza nei Venerdì neri di quest'anno.

  

Il traffico presso i rivenditori ha toccato il fondo.
 
Naturalmente alcuni analisti stanno cercando di prospettare una visione positiva su tutto questo. Ad esempio, l'amministratore delegato della National Retail Federation dice che questo potrebbe effettivamente essere un segno che l'economia sta migliorando ...
 
Come il WSJ riporta, il NRF CEO Matt Shay attribuisce il calo a una combinazione di fattori, tra cui il fatto che i rivenditori hanno attivato le promozioni all'inizio di quest'anno nel tentativo di ottenere più affluenza di gente èer evitare quello che è successo l'anno scorso, quando la gente non terminavano il loro shopping, per via del maltempo.
 
Inoltre, come abbiamo già detto, la NRF è perennemente allegra e sempre disposta a mettere una tonnellata di belletto su di un maiale? Beh, tenetevi ben stretto il vostro cappello gente:

Inoltre, hanno anche attribuito il calo delle vendite a migliori offerte on-line e a un miglioramento dell'economia in cui "le persone non sentono la stessa necessità psicologica di correre fuori a far grandi spese in quel fine settimana, soprattutto se si pensano che ci siano più offerte.

E, naturalmente, lo sprint deve competere nei confronti della maratona, come questa affermazione: "La stagione delle vacanze e il fine settimana sono una maratona, non uno sprint", ha detto NRF CEO Matthew Shay in una conferenza telefonica. Strano come questa metafora non viene mai utilizzata quando il (destagionalizzato) sprint batte i maratoneti.
 
Così il gioco è fatto: un crollo dell'11% della spesa al dettaglio è stato appena millantato come un super rialzo per l'economia degli Stati Uniti, per il fatto che i consumatori americani non stanno spendendo perché l'economia è semplicemente troppo forte, e l'unica ragione per cui non spendono è perché essi spenderanno molto più tardi.
 
Il settore retail è assolutamente brutale, a questo punto. Il mercato è stato invaso da grandi concorrenti che inseguono sempre meno dollari usa e getta.
Per crescere, i retailer devono avere dei consumatori finanziariamente sani. Ma nel corso del tempo, i consumatori americani sono stati portati sempre più a fondo, in un più profondo debito. Il grafico postato qui sotto mostra che il credito al consumo negli Stati Uniti è raddoppiato dal 2000 ...

Consumer Credit 2014
 
Nel frattempo, la tendenza a lungo termine per il reddito reale medio familiare dal 2000 è stato sempre portato più in basso, giù nel profondo ...

 Real Median Household Income 2014

Perché gli americani possano spendere più soldi, devono fare più soldi prima.
Purtroppo, la qualità dei nostri posti di lavoro continua a precipitare.
Come ho scritto in precedenza, il 50 per cento di tutti i lavoratori americani attualmente hanno un reddito annuo da lavoro meno di $ 28.031. Ed ecco alcuni numeri da una relazione che la Social Security Administration ha recentemente rilasciato ...

L'anno scorso: 
lI 39 Per cento dei lavoratori americani ha un reddito annuo di 20.000 dollari, l'anno scorso
lI 52 Per cento dei lavoratori americani ha un reddito annuo di 30.000 dollari, l'anno scorso
lI 63 Per cento dei lavoratori americani ha un reddito annuo di 40.000 dollari, l'anno scorso
lI 72 Per cento dei lavoratori americani ha un reddito annuo di 50.000 dollari, 

Quindi, la tipica famiglia americana per portare a casa 50.000 dollari l'anno o più, entrambi i coniugi con figli devono lavorare.
A volte entrambi devono lavorare facendo più di un lavoro.
 
E con il costo della vita in costante aumento, i bilanci familiari sono stati spremuti più che mai. Questo è il motivo per cui le famiglie hanno meno soldi da spendere presso i negozi di vendita al dettaglio in questi giorni. Per avere più informazioni sulla condizione economico finanziaria delle famiglie americane, si prega di vedere il mio precedente articolo dal titolo "Are You Better Off Questo Ringraziamento Than You Were Ultima Ringraziamento?"
 
E' tempo per i rivenditori americani di affrontare il fatto che le condizioni economiche sono radicalmente cambiate. I consumatori americani semplicemente non sono più così in così buona forma come quelli di una volta.
Inoltre, i rivenditori online stanno continuando a sottrarre le vendite dalle posizioni tradizionali di vendita al dettaglio. Ciò significa che molti negozi stanno per chiudere e più spazio di vendita al dettaglio sta per essere abbandonato.
 
Come ho già detto, più di un miliardo di metri quadrati di spazio di vendita al dettaglio è diventato vacante negli Stati Uniti. Il consulente di vendita al dettaglio Howard Davidowitz sta proiettando che la metà di tutti i centri commerciali negli Stati Uniti potrebbero chiudere entro i prossimi due decenni ...
 
Il consulente di vendita al dettaglio Howard Davidowitz si aspetta che entro Entro 15 o 20 anni, almeno la metà dei centri commerciali dell'America chiuderanno di sicuro. Si prevede che solo i centri commerciali di lusso possano ancora star in piedi per sopravvivere, come i centri commerciali: Saks Fifth Avenue e Neiman Marcus.
 
Nei prossimi anni, sta per diventare normale vedere in salita la chiusura di centri commerciali e, conseguentemente centri commerciali abbandonati in tutto il paese.
L'età d'oro del commercio al dettaglio è finita, e ora la maggior parte dei dettaglianti dovrà lavorare per sopravvivere all'apocalisse che si sta verificando sotto i nostri occhi.
 
http://www duramente.pakalertpress.com /

Nessun commento:

Posta un commento

Tutti i commenti sono sottoposti a moderazione prima della loro eventuale pubblicazione.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Nin.Gish:Zid.Da

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Torna all'inizio

Torna all'inizio
Home page