Intervista di Florinda Balli a Giuliana Conforto

giovedì 27 settembre 2012

Tempeste Solari: La Minaccia al Pianeta Terra


Ciò che scatena un CME sono 1000 Km al secondo, che lo fa arrivando alla Terra quel tanto più in fretta di quello che riusciamo per il momento a capire. Comprendere la quantità di energia e capire i buchi coronali transienti dovrebbe migliorare l'abilità dei ricercatori, predicendo l'arrivo sulla Terra.

Senza dubbio gli scienziati dicono che un giorno di preavviso potrebbe essere veramente utile, ma la sfida è andare decisamente oltre, raggiungendo almeno una settimana di preavviso. Per raggiungere questo obiettivo c'è bisogno di altro, una cosa che potrebbe sembrare improbabile con la visione, allora ascoltare il Sole è l'altra possibile strada, nel video intorno al minuto 41:00 è ben descritta la possibilità di questa nuova tecnica.




In quest'epoca di tecnologia repentina questo avvertimento è diventato ancora più critico potrebbe accadere al nostro mondo queste tempeste solari si verificano ogni 50/100 anni in media, ma solo nell'ultimo mezzo secolo che si è sviluppata questa struttura interconnessa. E' in questo momento che sta emmergendo un bisogno immediato dato dalla nostra società tecnologica, per cui dobbiamo studiare l'impatto solare sulla Terra.

Le grandi tempeste solari si sono già verificate, e certamente si verificheranno ancora. La differenza è che abbiamo costruito una grande infrastruttura vulnerabile che riguarda tutta la società, i satelliti monitorano tutte le comunicazioni la navigazione, le banche, l'esercito, e tutto ciò che riguarda l'energia sulla Terra. L'elettronica a bordo dei satelliti può essere distrutta dalle tempeste solari.

Ci sono delle stazioni di monitoraggio in artico a 350 Km dal circolo polare artico dove stanno facendo dei progetti ambiziosi, in questo posto si sta testando qualcosa che dovrebbe proteggere i nostri satelliti. La Norvegia del nord è adatta a questo progetto, dove il campo magnetico scende verticalmente. Questo è molto importante quando si effettuano esperimenti con i radar, per la mappatura di migliaia di chilometri lungo i campi magnetici.

Non essendo in grado di prevedere quando arriva una tempesta solare, hanno inventato dei riscaldatori (nota bene lo si vede al minuto 52:30), possono simulare tempeste solari con il riscaldatore per scaldare l'atmosfera ad alta quota facendola espandere, in modo da poter vedere gli effetti dell'espansione e quindi l'effetto che questa ha sui satelliti, tutto per prevenire la loro distruzione.



Dicono che questo esperimento non è mai stato tentato prima, quando si scalda l'atmosfera si scalda un gas e ci si aspetta che si espanda, quindi quando il gas si espande l'atmosfera si solleva e allora ci si aspetterebbe alla quota di cui vola un satellite. Ogni volta che riscaldiamo l'atmosfera si registra un aumento di densità, questo tipo di misurazione viene fatto con estrema precisione.

4 commenti:

  1. Video di copertura, i riscaldatori atmosferici esistono da un pezzo, haarp è uno di essi, stanno cercando maldestramente di spiegare cose che stanno diventando troppo evidenti anche per i cervelli bolliti, nuvole increspate per i cieli chimici e ora questo, stanno preparando il terreno per il grande buio, il blackout globale di cui tanto si parla, molte anomalie e avvistamenti di oggetti intorno al sole danno da pensare, dobbiamo prepararci anche interiormente, se ci sarà non sarà naturale, d'altra parte il nuovo ordine mondiale ha bisogno anche di questo.
    Documentario fatto dalla bbc? dice tutto.

    ciao Wlady

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Zak,
      sei stato acuto e hai compreso il video, difatti l'ho postato apposta senza fare nessuna osservazione, lasciando libero il pensiero.

      Un po in tutto il mondo stanno facendo delle piccole prove di blackout, vorranno stupirci con effetti speciali, dopo averci arrostito tutto l'estate, danneggiando raccolti e messo in crisi le reti idriche, ci porteranno dritti in un inverno da era glaciale.

      La nostra bbc è la rai che ci propina i programmi "scientifici" pacco della famiglia adamsangela e di tutta la cricca che ci lavora intorno.

      Ciao Zac

      Elimina
  2. Ciao Wlady,vedo con piacere che ci stai dando dentro.Mi va bene che sono vorace,e che dispongo di tempo per apprendere sempre più.
    Se non ci foste voi "complottologi"come farei?
    Notte.....

    RispondiElimina

Tutti i commenti sono sottoposti a moderazione prima della loro eventuale pubblicazione.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Nin.Gish:Zid.Da

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Torna all'inizio

Torna all'inizio
Home page