mercoledì 22 agosto 2012

Lo Spirito del Mondo



 C'è un mondo spirituale in cui le "anime" defunti risiedono?
Cosa succede quando si muore?

Materialisti, atei e scettici potrebbero obiettare che non rimane nulla quando moriamo. Essi credono erroneamente che la vita è un processo puramente biologico. Per loro, quando il corpo muore, tutto si ferma e che è la fine della personalità.

Per alcuni, c'è un qualcosa di vago incerto al di là della morte fisica. Tuttavia, ci sono coloro che non hanno dubbi sul fatto che c'è una vita dopo la morte fisica. Per loro, c'è un mondo spirituale.

Quando qualcuno muore, si porta a casa la realtà che un giorno moriremo tutti. Quando si è malati, i colori della tua aura spengono o si indeboliscono ritirandosi dal vostro corpo. Quando la morte arriva, l'aura si ritira nel corpo pronto a lasciare il corpo fisico. Noi non siamo il corpo. 


La casa del corpo fisico è lo spirito. Il corpo è come un vestito che indossiamo, mentre siamo vivi e lo smettiamo quando si muore, proprio come abbiamo smesso i nostri vestiti.

Il corpo fisico è gestito dalla forza vitale chiamata prana in sanscrito. Questa forza vitale permea il fisico, l'astrale, il mentale e gli organi spirituali sottili. Negli esseri umani, la forza vitale è collegata ai sette centri maggiori di coscienza noti come chakra in sanscrito. I sette chakra principali del eterico corrispondono alle ghiandole endocrine del corpo e corre verso l'alto lungo il midollo spinale.

Il corpo umano è circondato da un alone che assomiglia ad una uova simmetria della luce. Questa luce ha sette strati di colori predominanti. I colori dell'aura cambiano continuamente secondo il proprio stato di emozione e pensiero, anche se si può essere circondati da un colore dominante per tutta la vita.

La parte del corpo che interagisce con il corpo fisico è il campo eterico. Può essere percepito dall'occhio fisico come una linea di luce biancastra, bluastra, verdastra lungo il telaio del corpo fisico.

Quando la morte si avvicina, l'aura di una persona si contrae e a poco a poco si ritira nel corpo. In questo caso, la luce intorno alla persona si sbiadisce rimanendo senza vita.

Contrariamente ad alcuni insegnamenti Yoga indù, al momento della morte, lo "spirito" o la coscienza della persona che esce attraverso il centro della corona nella parte superiore della testa indipendentemente dal fatto che egli sia spiritualmente avanzato o no.

Dal momento che le coscienze degli esseri umani sono intrappolate in questa realtà virtuale, quelli che hanno abbandonato i loro corpi fisici risiederanno nei vari livelli o le dimensioni del mondo astrale, che è stato creato dal Male.

Il mondo astrale è un "luogo" in cui gli esseri risiedono quando non sono nel fisico. Il mondo fisico è un "luogo" in cui lo stesso tipo di esseri risiede quando non sono in astrale.Il mondo astrale è un luogo complesso pieno di trappole sottili, proprio come la situazione qui in questo mondo fisico. In un certo senso è molto più ingannevole rispetto alla dimensione fisica.

Nessuno è più saggio solo perché sono del mondo degli spiriti. Quindi bisogna non lasciare che quelli del mondo degli spiriti parlino per voi.Ci sono entità maliziose - proprio come nel mondo fisico. Alcuni facendosi passare ed impersonare da un saggio saggio, un parente defunto o un buon amico, cercheranno di ingannare l'utente o modificarne la vita.

Anche se alcuni spiriti di comunicazione sono autentici, non è consigliabile agganciarsi ad essi.Le illusioni del mondo astrale sono di gran lunga superiori a quelli del mondo fisico. L'astrale è dove le idee vengono trasmesse al livello fisico per influenzare le menti degli abitanti fisici qui.

Qui sul piano fisico, i signori del male del Karma, attraverso le loro cosiddette leggi di "causa ed effetto" hanno causato molto dolore, sofferenza, paura e confusione. Il Karma non è mai stato dispensato giustamente. Le persone non sono consapevoli del fatto che ci sia una cosa che si chiama karma astrale così come il karma in questo mondo fisico.
 



Anche nel mondo astrale, si è sottoposti alle astrali "leggi" del karma. Gli esseri astrali sono costretti a re-incarnarsi ancora e ancora, per motivi che si basano sulla menzogna. In astrale, si è costretti o persuasi a credere che si deve fare questo o quello, al fine di liberarsi dei debiti astrali, al fine di ottenere la liberazione dalle rinascite astrali.

Se questo è vero, ha il compito di liberare se stessi dall'orribile karma ingiusto. E' ingiusto, perché, contrariamente a quanto richiesto, il karma non è gestito in modo equo, anche se la sua domanda principale è che "si raccoglie ciò che si semina." Questo non è sempre vero. Il Karma viene attuato in modo da assicurarsi che i veri esseri siano sempre svantaggiati.

Vi sono, tuttavia, alcune lacune e mezzi per aggirare o modificare il karma, ma pochi sono al corrente di questo o sono in grado di utilizzarli. Se non ci sarà un intervento speciale da parte di chi può evitare il karma, gli esseri astrali sono bloccati nel ciclo infinito e inutile di nascita e rinascita. La forza di questo ciclo perpetuo è quello di passare dal piano astrale a quello fisico e viceversa, all'infinito. Se un essere è nel fisico o in astrale, l'essere incorre in debiti karmici. Tali debiti malevoli sono impossibili da ripagare con il sistema del male. Cercando di pagare i debiti fisici e astrali è come tentare di pagare un mutuo perpetuo per l'anima. I signori del male del Karma estraggono un interesse così alto che nessuno può pagare il suo/suoi debiti.

Ad esempio, secondo la legge del karma, si ritiene da molti che se "X" aiuta una persona disabile, "X" potrebbe interferire con il karma di quella persona, quindi "X" sarebbe stato punito con debito karmico per l'interferenza . D'altra parte, se "X" non aiuta la persona disabile, "X" potrebbe anche essere accusato di non assistere, e anche incorrere in debito karmico. Come può "X" o chiunque altro sa se agire o meno a seconda di un altro karma? "X" non lo può sapere. Il Karma è un sistema capriccioso, e privo di giustizia. Anche il più puri di cuore possono e probabilmente saranno legati con infiniti debiti karmici in questa creazione del male.

Alcuni credono che un guru spirituale, su questo piano possa avanzare al punto che lui o lei possono pulire il karma proprio nel giro di alcune vite. Questo è assurdo. A parte i soccorritori della luce come le amebe, nessuno lascia questo piano se non attraverso la scappatoia descritta in precedenza, ecc.

In astrale, si impara presto che tutto si basa sui pensieri. Così, gli esseri astrali possono utilizzare i loro pensieri per il bene o il male. Possono, si illudono con la creazione di forme-pensiero che sembrano essere reali e continuare a vivere in questa illusione fino alla rottura della bolla o fino a quando diventano annoiati e inquieti.

Se uno non partecipa alle attività o programmi imposti dell'usurpatore arcontico de Male, quell'uno sarà molto svantaggiato. I malvagi sulla terra,  mediante e sono solitamente vengono ricompensati con assegnazioni di ruoli e posizioni favorevoli importanti aiutando ulteriormente il programma del popolo astrale e la terra, secondo le modalità astrali dettate dagli amministratori. Coloro che cercano di fare le cose giuste nalla Luce, vengono dati loro ruoli minori. Quelli meno fortunati sono manipolati e svantaggiati per tutta la loro esistenza astrale. Tutti quelli che sono in astrale, è infine costretto in un modo o nell'altro a reincarnarsi di nuovo sul piano terra.

In astrale, ci sono quelli che sembrano essere utili, amorevoli e genuini. Ma, il più delle volte sono ingannatori del  male. In realtà, gli abitanti del mondo astrale sono molto sotto il controllo del sistema del male astrale. Il pericolo è che ha l'apparenza della libertà, la luce e la spiritualità di tenere molti temporaneamente felici. Come in questo mondo fisico, le cose non sono ciò che sembrano essere anche in astrale.

Se mai si dovesse accidentalmente vagare in un regno astrale inferiore in cui le cose sono davvero il male, è possibile spostarsi fuori di esso chiamando aiuto il divino o proiettando pensieri positivi di dove si vuole essere. Non siate timorosi degli esseri inferiori astrali, perché si nutrono della tua paura.

Quando uno muore improvvisamente, come ad esempio in un incidente, la persona può diventare un "anima persa". Se la sua vita, ha grandi desideri a causa dell'attaccamento a persone o cose materiali, o quando si ha una grande rabbia, la gelosia, la paura o la confusione al momento della morte, si può diventare "un'anima persa" dopo il passaggio fisico. "Un'anima persa" è uno che non si rende conto o non accetta che lui o lei è morta. Lui o lei se ne va in giro molto vicino al piano terra. Quando lui o lei è bloccato in-tra la terra e il mondo astrale, lui o lei si chiama "anima persa".

Tuttavia, non ogni persona che si suicida o muore improvvisamente è intrappolato come un '"anima perduta". Per quale motivo non succede la stessa cosa? La ragione è che il karma è cattivo e capriccioso. Favorisce alcuni e di altri ne abusa. Tale piano di ingiusto e terribile non può che essere la creazione di un dio molto malato e malevolo. E' molto evidente che la guerra tra il Bene e il Male viene anche condotta nel mondo astrale. Il caos esiste in questa dimensione fisica esiste anche in astrale e ad un livello molto più alto.

Anche se il vostro dolore e la malattia se ne andrà quando si diventa un cittadino del mondo astrale al momento della morte fisica, vi è ancora un tipo di sofferenza che è abbastanza angosciante per tutti gli esseri coinvolti, ma questo è particolarmente vero per gli esseri veri. Questa sofferenza è un dolore dello spirito e non può essere placata con qualsiasi mezzo, se non attraverso la guarigione divina. Fortunatamente, in astrale ci sono alcuni Esseri di Luce che operano come veri guaritori e gli insegnanti per aiutare a guarire, guidare e sostenere quelli che avevano bisogno di assistenza. Questi sono sotto la direzione e la protezione di alti esseri spirituali di grande potenza e di amore. Non sono messi in astrale dal semidio del male, ma sono stati messi lì dalla Luce.

Questo è un aspetto della guerra tra il Bene e il Male nel mondo astrale.Le aule del sapere nel mondo astrale che tanti parlano bene, sono in realtà per la diversa programmazione di massa, nonché la programmazione individuale. In altre parole, coloro che entrano nelle Sale di apprendimento avranno il lavaggio del cervello e programmati. 


Questo è anche dove i controllori del male del grande programma sotto le spoglie di spiriti per gli esseri della terra. Le cosiddette "leggi naturali" che operano nel mondo astrale sono in realtà "leggi" dettate dagli arconti del dio usurpatore del Male. Coloro che collaborano con le "leggi naturali" del mondo astrale sono ricompensati in base ai capricci dei controllori del male. Coloro che si oppongono i controllori malvagi sono puniti, ma la maggior parte di coloro che vengono puniti non sono consapevoli della loro punizione a causa della programmazione. 

Spesso, sono costretti in corpi orribili nella loro prossima incarnazione. Tuttavia, gli sarà detto o programmato a credere che è per il loro bene più alto che si deve incarnare in determinate condizioni. A questi sarà detto che hanno più da imparare sulla terra e che hanno uno scopo di vita da compiere. Alcune persone sulla terra avranno questo messaggio programmato, da "insegnare" agli altri la stessa bugia - che tutti noi abbiamo imparato sul piano terreno per imparare e per arricchire le nostre anime perché soddisfano i nostri scopi di vita.

C'è un detto che questo mondo sarebbe un posto migliore se le donne fossero a dominarlo. Questo non è affatto vero. Prendete per esempio, molti dei politici di sesso femminile che sono di gran lunga peggiori rispetto alle contro parti maschili, date le stesse situazioni. 


Ciò è dovuto principalmente al fatto che le "forze demoniache" vengono inserite in corpi femminili, molto più che negli organi maschili. Nessuna donna ha da meravigliarsi perché sono spesso guardate con sospetto e disprezzo - e giustamente, in molti casi - perché spesso le femmine sono utilizzate come strumenti per ingannare, manipolare, per invogliare e corrompere il sesso opposto. Questa situazione esiste anche nel mondo astrale.

Gli "spiriti" Anunnaki controllano il mondo astrale, così come controllano il mondo fisico. L'Etile Anunnaki serve i ignori del male del karma. Sono gli esseri che svolgono un ruolo di primo piano nella gestione del karma nel mondo astrale. Mentre sembra che la gerarchia del governo "celeste" sia gestito in base al progresso delle anime, la verità è che qui, come il karma, non è mai è giustamente riservato in quanto è falsamente proclamato.

Le "Anime" sono costrette o persuase a reincarnarsi mentre sembrano avere il libero arbitrio di scegliere di incarnarsi o di rimanere nel mondo astrale.Il karma che opera nel mondo astrale costringe le "anime" a reincarnarsi. Gli

abitanti astrali sono programmati a pensare che hanno la scelta di selezionare i propri genitori, il luogo, il tempo e la cultura di nascita. Questo è solo apparente. In verità, essi sono programmati a pensare che tutto è previsto per il bene supremo dell '"anima". Che grande bugia!

Proprio come in questo mondo fisico, ci sono anche i demoni nel mondo astrale che danno informazioni false circa la religione e la spiritualità. Ci sono quelli in questa dimensione fisica che sostengono e diffondere lo stesso tipo di informazioni false per condurre gli uomini fuori strada e per depistare i veri ricercatori. Questi cattivi "maestri" in astrale così come nella dimensione fisica sono lì per intrappolare gli altri con le loro bugie.

Così, è molto difficile uscire da questa truffa a trama fitta a meno che non fare una riflessione seria da soli, invece di ingoiare tutto ciò che viene detto.In circostanze normali, non importa quale informazioni vengano fornite, per la causa del proprio suicidio, in ultima analisi, il suicidio si verifica perché la vittima è stata influenzata o programmata da entità invisibili a prendere il suo/a sua vita. Poi vengono o puniti o permesso di sfuggire alla pena secondo i dettami dei dispotici, controller del male astrali. Questo è il motivo per cui si ottiene diverse relazioni sulle conseguenze del suicidio dal mondo astrale.

Ricorda un punto importante: Per spezzare la schiavitù del karma qui e in astrale, non si dovrebbe accettare il karma. Invece, si dovrebbe fare ciò che il tuo cuore e la tua essenza si sente in ragione in un determinato momento.

I piani astrali si stanno diradando e si stanno rompendo sempre più le barriere tra questo mondo e l'astrale. Questo rende più facile agli esseri astrali mescolarsi e comunicare con gli esseri su questo piano.I trapassati che ora sono nel mondo astrale non saranno costretti a ri-incarnare perché sono già stati salvati dalla ruota del karma male. Tuttavia, devono ancora attendere per essere prelevati o trasportati fuori di questa dimensione del male. Essi sono fondamentalmente in una via di mezzo in cui sono stati guariti e preparati per il loro eventuale rientro finalmente nella Casa della.

In questa vita, alcuni di voi si trasformeranno in Luce senza essere costretti a tornare all'astrale perché l'astrale non può essere lì nel momento in cui farete la vostra uscita fuori dal vostro corpo/vestito. Al contrario, sarete sulla strada di casa senza "scalo" - con un biglietto di sola ANDATA

Possa tu essere tra i fortunati. 

 
Tradotto e curato da wlady

http://xeeatwelve.com/articles/spirit_world.htm

21 commenti:

  1. Carissimo Wlady,

    ...mi sono armato di "santa" pazienza" ed ho letto tutto il contenuto. Ho avuto come l'impressione di ripercorrere concetti recentissimamente espressi sul ruolo e sulla figura del Leader. Il Leader è colui che domina il pensiero e la conseguente azione. E' colui che (da tramite) stabilisce cosa è bene e cosa è male. Il leader detta i tempi, le motivazioni, le analisi, le decisioni e le deduzioni, sulla realtà che siamo chiamati a vivere. Nulla osterebbe al suo intelletto perché l'individuo approva e riconosce come tale la di lui leadership! Questa, a mio singolare avviso, la sintesi delle tesi esposte in questo "pamphlet". Se l'anima (nel caso in cui fossimo "sublimamente" in grado di percepirla) riconoscesse se stessa: la sua entità, esistenza, trascendenza della materia (dell'etere forse ammetterebbe il buon Tesla)... non vi sarebbe probabilmente più "coazione" così come non vi sarebbe più "azione" °(facendo ricorso all'utilizzo di termini cari alla "formalistica" materiale). L'uomo vive di forma e non è in grado di percepire (per me!) al momento una diversità discordante da tale intendere! L'informale è frutto solo di illusione e mancata evidenza. Per ciò tale relegato nei meandri dell'inverosimile e del burlesco! Non siamo sufficientemente autonomi nella ns presa di coscienza ed in quanto tali vaghiamo nell'etere!

    Un saluto,
    Eloamf

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ...sarebbe già accettabile vagare nell'etere, piuttosto che ritornare a ri-vivere, magari in una condizione peggiore di quella precedente.

      Se aggiungiamo poi, che tutto viene considerato con i cinque sensi umani, per noi sarà impossibile uscire da questa realtà olografica.

      Quindi, saremo legati per sempre in questa matrix della materia senza fine.

      Ciao

      Elimina
    2. Perfetta risposta e perfetto il commento commento di Elmoamf. Al di là di ogni ragionevole ipotesi sull'esistenza e sulla natura e sulle puculiarità degli umanoidi, si percepisce chiaramente (sia pure per i più solo a livello istintivo) la schiavitù di questo muoversi avanti ed indietro ognuno nella propria gabbia (per i più fortunati "dorata") tra follia, ignoranza, lavoro, caos.
      La matrix della materia senza fine.
      Ciao.

      Elimina
    3. Ciao Gianni, Elmoamf è un acuto osservatore e scrittore, come del resto lo sei Tu.

      Elmoamf, fa degli ottimi interventi su SL, lo leggo sempre con piacere, devo dire che i suoi post/commenti, inibiscono il mio intervento, perché sono completi e non vi è nulla da aggiungere.

      Ciao

      Elimina
  2. La Gnosi ci insegna che la morte non è la liberazione: se non si conoscono dei segreti esoterici si viene di nuovo precipitati nella materia. Oggi l'ufologia accenna ad alieni che ghermiscono le anime e le rispediscono sulla Terra... Insomma sembra che non avremo facilmente requie.

    Ciao

    RispondiElimina
  3. Si Zret, un incubo senza fine, ne abbiamo parlato tante volte nei nostri blog e non solo, Nigel Kerner (tra cui ho tradotto alcuni articoli), ha scritto molto di alieni e su quello che vogliono.

    RispondiElimina
  4. Wlady,

    Ti faccio partecipe di una figura che ritengo tra i miei ideali maestri spirituali: Rene Guenon.
    Spigolando da un sito all'altro ho trovato questa buona sintesi della sua figura:
    "La situazione dell’Occidente verso la fine del secolo scorso presentava già visibili i segni dell’imbarbarimento cui assistiamo oggi e non differiva, se non apparentemente, da quella di ogni altro popolo che fosse precipitato nel corso della propria storia in quello stato di anarchia che fa seguito all’oblio delle verità fondamentali. L’idolatria della ragione cominciava a cedere pericolosamente il passo a forme ancora peggiori quali il teosofismo e lo spiritismo, e in generale la pseudospiritualità offriva una gamma di possibilità atte a ingannare “persino gli eletti se ciò fosse possibile”. Quel che era rimasto di organizzazioni autenticamente tradizionali come la Massoneria confermava il detto corruptio optimi pessima e rischiava, con il suo stesso confondersi a organizzazioni pseudotradizionali, di divenire più pericoloso di quelle stesse. Da parte sua la Chiesa Cattolica risentiva fortemente degli attacchi del modernismo. In questa situazione la presenza di René Guénon risultò veramente provvidenziale: la sua sola opera scritta, di un’estensione e profondità senza pari, lo dimostra, recando in sé un sigillo divino che qualsiasi intelligenza sana non può evitare di riconoscere.

    Fin da giovane, chiamato a una funzione eccezionale, egli penetrò in tutte le organizzazioni, tradizionali – o sedicenti tali – presenti in Occidente e ne verificò direttamente l’ortodossia intellettuale e la regolarità operativa o rituale, fornendo nei propri scritti un quadro delle possibilità spirituali realmente esistenti che a tutt’oggi permette a molti occidentali, ma anche a molti orientali [1], di ritrovare la vera via della Tradizione in questa “selva oscura” di crescente confusione e pseudospiritualità.

    In questi tempi si è infatti completamente dimenticato che Verità e Tradizione designano due aspetti della stessa Realtà e che sono pressoché sinonimi, fino a disconoscere la Verità stessa e a non darsi più pena di vivere conformemente a essa. Si è voluto concepire la Verità come astratta, soggettiva e mutevole, laddove essa è invece, per definizione, concreta, oggettiva, immutabile, dovendo essere, per sua stessa natura, onnicomprensiva. Riconoscere ciò significa riconoscere la necessità della Tradizione, non essendo questa altro che la trasmissione di un insegnamento non-umano operata di generazione in generazione da parte di uomini consacrati. D’altronde, l’illusione del relativismo ha raggiunto negli ultimi secoli in Occidente un livello mai toccato in nessun altro luogo e tempo, ed è stata aggravata dallo stordimento provocato negli occidentali, ormai sradicati dalla propria Tradizione, dal contatto con le altre civiltà. L’opera di René Guénon è venuta allora a ricordare come, al di là dei veli delle differenti forme, credenze, dogmi e riti, si dissimuli la stessa Verità, così come gli stessi concetti possono venire espressi in lingue differenti. Tuttavia, similmente a ciò che avviene nel racconto biblico della torre di Babele, oggi la maggior parte degli uomini non comprende più la Verità unica e onnicomprensiva e rimane legata solo ad aspetti di questa, finendo per erigerli a propri idoli; incomprensione che non inficia però in alcun modo la Verità in sé, che permane immutabile e alla quale sempre possono accedere quei pochi uomini rimasti di buona volontà...(per il resto del testo questa è la fonte http://www.coreis.it/rene_guenon.htm)
    Al di la di ogni altra possibile interpretazione sulle motivazioni dell'esistenza, l'insegnamento sulla "tradizionale" di Guenon rappresenta per me un patrimonio da custodire preziosamente!

    Un saluto,
    Elmoamf

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Elmoamf, di avermi fatto partecipe delle Tue letture, leggerò e rileggerò l'intero articolo con calma, anche se da una prima analisi Guenon non si allontana dai filosofi del passato.

      Ciao

      Elimina
  5. molto interessante ma anche inquietante questo articolo, sembra che per i nostri cari che non sono più con noi, il mondo di là (eterico) sia comunque pieno di inganni e trabocchetti (al pari del mondo di qua)
    speravo in qualcosa di più rassicurante, per loro ma anche per noi che li vorremmo sereni ed in pace....

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ... tutti noi auspichiamo la serenità, almeno quando non vestiremo più questo corpo come vestito.

      Sembra invece un ritorno senza fine, con un azzeramento dell'hardisk, tutto da riscrivere, avendo cancellato i file di vite precedenti ...

      Elimina
  6. Ti ringrazio Wlady per le parole di apprezzamento espresse nei miei confronti. Troppo buono!
    A mia volta, come ho avuto modo di fare in passato, esprimo il mio di apprezzamento per i tuoi interventi, qui ed altrove...sempre ricchi di notizie e spunti di riflessione.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ...solo il giusto Elmoamf.

      Una curiosità Elmoamf, qui a Milano ci sono 31° centigradi, sia in casa che fuori non cambia nulla, sono stato a Roma dieci giorni fa, e anche la si stava bene solo in casa con finestre e serrande chiuse c'erano 35°; com'è la situazione ora?

      Un saluto

      Elimina
    2. 31.5 in casa e sto schiumando. Ormai non riesco più a dormire, tranne qualche ora dopo le 3:00 am. Ho intenzione di mutare in un pesce per non dover più "rifuggire" dall'umidità!

      Un saluto,
      Elmoamf

      Elimina
  7. se può interessare a Napoli il termometro a casa mia (digitale oregon con sonde esterne ed all'ombra) segna di giorno 39.4 max e dentro 33.2 min e di notte (alle 2) 31.5 in casa e 30 fuori.
    Non c'è da aggiungere commenti.
    Sembra siano previsti leggeri temporali al nord ma solo domenica. Al Sud nulla di nuovo. Dovrebbero però scendere da lunedì le temperature mediamente di 8° su tutta la penisola (previsioni skymeteo del 23 agosto 2012 ore 7 di mattina).

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vista la mia solita fortuna Fantoziana, scommetterei (sempre per l'inestimabile legge di Murphy) che i temporali, le basse temperature, i venti e le giornate grige inizino tutti contemporaneamente il 2 settembre (giorno per il quale dovrei partire per le ferie). State a vedere!?

      Un caro saluto,
      Elmoamf

      Elimina
    2. Tranquillo Elmoamf, non succederà nulla, se siamo fortunati vedremo qualche pioggerellina al nord, pertanto credo che Tu vada per altri lidi, dove la situazione atmosferica non cambierà, tranne le solite velenose velature.

      Ciao.

      Elimina
  8. gentile Wlady, sono ormai passati quasi venti giorni dalla pubblicazione di questo suo post, eppure continua a girarmi nella testa, ed io continuo a rifletterci a farmi domande... Questo articolo smonta completamente la "consolatoria" teoria del giusto karma e se ciò fosse vero annullerebbe d'un sol colpo le credenze di una intera generazione cresciuta tra filosofie orientali, e new-age. Ricordo le mie prime letture sull'argomento tanti anni fa, quando divoravo letteralmente i libri dei coniugi Givaudan, e vi trovavo quelle cose che ancora oggi ogni tanto risento qua e la, come le attuali esperienze di Marina Tonini per esempio, la grafologa di Verona.
    Questa ipotesi sull'"inganno del karma" mi ha lasciato un pò così, e sono davvero stupita che nessun altro lettore, nè qui nè su SL ne sia rimasto sorpreso (o perlomeno non lo ha detto), eppure una notizia così sovverte di colpo un modo di sentire di un'intera generazione. Personalmente, più che la notizia in sè (ne girano tante) mi ha colpito proprio il fatto che a postarla sia lei, che seguo da tanto che mi ispira molta fiducia. Sono andata a ricercarmi nel suo blog qualche altra sua riflessione sul karma, e ne ho trovata una del 23marzo2011 che mi pare di tenore completamente opposto a quest'ultima:
    " Una legge divina di assoluta giustizia regge il mondo" e "Pensieri, parole ed azioni sono i responsabili dei debiti karmici. Il risultato karmico non è una ricompensa od una punizione, ma un effetto inerente all’azione medesima. Non è, quindi, una legge morale, bensì una conseguenza inevitabile."
    e poi un'altra del 1 dicembre 2011 che invece è già decisamente più sulla stessa onda dell'ultima... quindi qualcosa è cambiato nella sua visione della questione karma tra marzo dell'anno scorso e adesso. Mi chiedo che cosa abbia provocato questo cambiamento, nuove letture o ricerca o chissà.. tra l'altro nel post del 1 dicembre c'è una frase che mi ha colpito molto: "Molte delle malattie sono ora rivolte agli animali, perché la classe dirigente è consapevole che molti lavoratori sono in luce i corpi degli animali in questo momento. Questo è stato fatto per evitare il rilevamento da parte Tenebre." e poi "Quando gli alieni bersaglieranno i lavoratori della luce nei corpi degli animali, lo sciopero sarà spesso al loro arti nel tentativo di immobilizzare loro" si capisce poco e mi piacerebbe tanto saperne di più, gli animali mi sono cari, dove potrei trovare e approfondire questo pensiero?

    La ringrazio e la saluto....

    Sandra

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Gentile Sandra,
      devo fare una giusta premessa, gli articoli che scrivo, non sempre sono in sintonia con quello che io penso veramente.

      Traduco e scrivo cose scritte da altri, così come noi tutti facciamo da quando perdiamo la verginità infantile, avvicinandoci alla scuola, voluta dai nostri genitori e ancora prima dai loro, e quando non c'era la scuola esisteva il "sapere" tramandato oralmente.

      Non ho la panacea del sapere come credo non l'abbiano altri, se non quella tramandata da libri e conoscenze da umani tramandate da umani.

      Per quello che riguarda il "Karma", sono sicuro che esista ma non come le religioni tutte (compresa la New-Age) ci hanno tramandato; se in passato ho trascritto il pensiero di alcuni, non è detto che sia il mio.

      Sono sicuro che gli animali sono animati dallo stesso spirito che noi umani crediamo di avere come superiori esseri, almeno questo è quello che ci è stato detto nella Bibbia, possiamo disporre di loro a nostro piacimento: "quelli che si muovono sulla terra, nell'acqua, in cielo"-

      L'errore che facciamo è quello di crederci in cima alla scala alimentare e spirituale, ma a sua volta, siamo noi stessi depredati da altri esseri, che a loro volta sono e saranno depredati da altri evoluti esseri superiori; lo stesso universo è in eterno conflitto, depredato a sua volta da forze superiori che noi ancora non conosciamo, tutto è in continuo movimento da una forza superiore inimmaginabile.

      Senza dubbio qualcuno (che non è dio) ci vuole relegare in questa dimensione di finta luce, spacciandosi per dio, mentendo spudoratamente sulle sue intenzioni predatorie, fisiche e spirituali, noi lo abbiamo creato a sua immagine e somiglianza, e non viceversa, per darci una ragione di vita ultraterrena; le religioni tutte, sono state create ad arte dall'oscurità per tenerci ben piantati in questa dimensione con i cinque sensi che sono solo il 3% delle nostre capacità spirituali e materiali.

      Sono sicuro che non avrò espletato tutte le Sue domande, ma sono solo un umano.

      Grazie della gradita visita;
      wlady

      Elimina
  9. Lo so, non è normale, ma io continuo a interrogarmi sul problema karma..... e continuo a riflettere (diventerò uno specchio? :-/ )
    rileggendo il suo post:
    "si ritiene che se "X" aiuta una persona disabile, "X" potrebbe interferire con il karma di quella persona, quindi "X" sarebbe stato punito con debito karmico per l'interferenza . D'altra parte, se "X" non aiuta la persona disabile, "X" potrebbe anche essere accusato di non assistere, e anche incorrere in debito karmico. Come può "X" o chiunque altro sapere se agire o meno a seconda di un altro karma?"
    quante volte mi sono chiesta se sollevare un altro essere dal suo dolore grazie al nostro intervento comportasse l'assumersi il peso del suo karma... dice sempre una mia amica che "far del bene porta male" chissà che nella sua ignoranza c'abbia azzeccato.
    mi è venuta anche in mente una metafora di C.Castaneda letta tanti anni fa, parlava di come Castaneda, passeggiando con Don Juan, incontrasse per la via una lumaca che faticosamente attraversava la strada rischiando di essere schiacciata dalle numerose auto di passaggio. Impietosito, sollevò da terra la lumaca mettendola in salvo dall'altra parte. Al che D. Juan gli disse:"quella lumaca ci ha messo chissà quante vite ad arrivare proprio lì sulla quella strada, in quella situazione, e tu con un gesto hai annullato tutto il suo percorso."
    Sinceramente la prima cosa che ho pensato è che se lui era lì in quel momento vuol dire che faceva parte del karma della lumaca e del suo percorso, se la compassione ha spinto qualcuno a salvare la lumaca, vuol dire che anche questo salvataggio era scritto nel karma dell'animale... dove finisce e dove comincia la nostra azione sul destino degli altri ogni volta che aiutiamo qualcuno? ogni volta che salviamo qualcosa che non aveva possibilità di scampo? come per esempio i gattini moribondi che ho trovato buttati nei bidoni dell'immondizia e che con molte cure ho salvato...forse col mio volerli salvare mi sono sobbarcata il karma dei gattini che doveva svolgersi in un altro modo se io non fossi intervenuta?? ;-)

    buona notte Wlady, è meglio che vada a dormire o a forza d'interrogarmi fonderò.. :-)




    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non ti crucciare Alessandra, vivi come ti senti, e non come vorrebbero gli altri, noi siamo stati plasmati dalla nascita a seguire delle regole ferree imposte da latri perché era giusto seguire le regole; la natura non segue le regole segue come l'umano, la natura ha delle regole ben precise scritte nel codice del cosmo.

      Il bene e il male fanno parte della vita, come la vita e la morte si susseguono in un rinnovamento continuo, tutto l'universo ha queste regole di creazione e distruzione, nulla va perso tutto si ricompatta e cambia.

      Noi siamo solo agli albori di questa spiritualità inventata da uomini per altri uomini, con dogma e religioni che hanno sovvertito la vera essenza della vita, voluta da un demiurgo oscuro che dopo la nostra morte vuole anche il nostro spirito (anima) per inglobarlo in una prigione elettromagnetica che ci tiene relegati in questa dimensione.

      Certamente è difficile da spiegare e più difficile ancora capire per la paura che ci hanno indotto fin dalla nascita, questo terrore inizia con il primo vagito e finisce con un rantolo, avendo vissuto senza nulla comprendere, questo è quello che vuole il demiurgo arcontico.

      Dormi serenamente, perché anche i sogni fanno parte di quella vita parallela, quando abbandoniamo il nostro corpo nell'astrale vita, ma, sempre con quel cordone argentato che ci tiene vincolati nel nostro vestito (corpo), strumento fatto di materia ed elettroni nucleari, della stessa materia delle stelle.

      Ciao :-)

      Elimina

Tutti i commenti sono sottoposti a moderazione prima della loro eventuale pubblicazione.

TANKER ENEMY TV

TANKER ENEMY TV
La Guerra del Clima

Ricordando Giorgio Tremante

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Nin.Gish:Zid.Da

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Torna all'inizio

Torna all'inizio
Home page