martedì 10 maggio 2022

La durata media della vita umana

Un anziano signore 
Il mistero del perché gli umani muoiono intorno agli 80 anni potrebbe essere finalmente risolto
 
di Sarah Knapton
dal sito web  Yahoo
 
Il mistero del motivo per cui gli esseri umani muoiono intorno agli 80 anni, mentre altri mammiferi vivono vite molto più brevi o più lunghe, potrebbe essere stato finalmente risolto dagli scienziati. Gli esseri umani e gli animali muoiono dopo aver accumulato un numero simile di mutazioni genetiche, hanno scoperto i ricercatori, suggerendo che la velocità degli errori del DNA è fondamentale nel determinare la durata della vita di una specie.
 
Ci sono enormi variazioni nella durata della vita dei mammiferi nel regno animale, dai ratti dell'Asia meridionale, che vivono solo sei mesi, alle balene, che possono sopravvivere per 200 anni. In precedenza, gli esperti hanno suggerito che le dimensioni sono la chiave della longevità, con animali più piccoli che bruciano energia più rapidamente, richiedendo un ricambio cellulare più rapido, che provoca un declino più rapido.
 
Ma un nuovo studio del Il Wellcome Sanger Institute di Cambridge suggerisce che la velocità del danno genetico potrebbe essere la chiave per la sopravvivenza, con animali longevi che rallentano con successo il loro tasso di mutazioni del DNA indipendentemente dalle loro dimensioni.

Aiuta a spiegare come una talpa nuda lunga cinque pollici può vivere per 25 anni, più o meno come una giraffa molto più grande, che in genere vive per 24.
Quando gli scienziati hanno controllato i loro tassi di mutazione, erano sorprendentemente simili.
Le talpe nude subiscono 93 mutazioni all'anno e le giraffe 99.

Lo studio suggerisce che è la velocità del danno genetico quella potrebbe essere la chiave per la sopravvivenza che aiuta a spiegare come vive una giraffa in genere per 24 anni. Thomas Mukoya/Reuters

Al contrario, i topi subiscono 796 mutazioni all'anno e vivono solo 3,7 anni.

La durata media della vita umana nello studio era di 83,6 anni, ma il tasso di mutazione era di gran lunga inferiore a circa 47.  

I cambiamenti genetici , noti come mutazioni somatiche, si verificano in tutte le cellule e sono in gran parte innocui, ma,

alcuni possono avviare una cellula sulla via del cancro o compromettere il normale funzionamento ...
Il Dr. Alex Cagan, il primo autore dello studio, ha dichiarato:
"Trovare un modello simile di cambiamenti genetici in animali diversi l'uno dall'altro come un topo e una tigre è stato sorprendente".
Ma l'aspetto più interessante dello studio deve essere scoprire che la durata della vita è inversamente proporzionale al tasso di mutazione somatica. Ciò suggerisce che le mutazioni somatiche possono svolgere un ruolo nell'invecchiamento".

Il team ha analizzato gli errori genetici nelle cellule staminali dell'intestino di 16 specie di mammiferi e ha scoperto che più lunga è la durata della vita di una specie, più lenta è la velocità con cui si verificano le mutazioni.

 Il numero medio di mutazioni alla fine della durata della vita tra le specie era di circa 3200, suggerendo che esiste una massa critica di errori dopo la quale un corpo non è in grado di funzionare correttamente.

"L'invecchiamento è un processo complesso" Sebbene la cifra differisse di circa tre volte tra le specie, la variazione era molto inferiore alla variazione della dimensione corporea, che variava fino a 40.000 volte.
 
I ricercatori ritengono che lo studio (Somatic Mutation Rates Scale with Lifespan across Mammals) apra le porte alla comprensione del processo di invecchiamento, dell'inevitabilità e del momento della morte.Il Dr. Inigo Martincorena , l'autore senior dello studio, ha dichiarato:"L'invecchiamento è un processo complesso, il risultato di molteplici forme di danno molecolare nelle nostre cellule e tessuti 
"Si è ipotizzato che le mutazioni somatiche contribuiscano all'invecchiamento sin dagli anni '50, ma studiarle è rimasto difficile.
"Con i recenti progressi nelle tecnologie di sequenziamento del DNA, possiamo finalmente studiare i ruoli che le mutazioni somatiche svolgono nell'invecchiamento e in molteplici malattie".

La ricerca è stata pubblicata sulla rivista Nature ... 

Pubblicato su: https://www.bibliotecapleyades.net/

®wld

Nessun commento:

Posta un commento

Tutti i commenti sono sottoposti a moderazione prima della loro eventuale pubblicazione.

COSA ACCADE NEI NOSTRI CIELI? - GIORGIO PATTERA

Un buco aperto nella matrice economica – siate felici. Va tutto bene

L’OZONO POTREBBE INDEBOLIRE UNO DEI PIÙ IMPORTANTI MECCANISMI DELLA TERRA

Una nuova classe globale che modella il nostro futuro comune in base ai propri interessi

Il Sequel di Crolla Cabala, Crolla! – Parte 21: LA VERITÀ NON DETTA SUI TAMPONI NASALI

Gli umani non sono sovrappopolati - Stiamo invecchiando e diminuendo

Li chiamano effetti collaterali - quando sapevano che sarebbe successo ... Essi sapevano che questo

E c'è chi ancora nega affermando che non siamo una colonia USA…

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

GUARDA IL CIELO! CHE COSA STANNO FACENDO?

Come osano? come osano fare questo? Questa deve essere la reazione dell’umanità.

Perché questa mancanza di interesse dei nostri cieli?

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...