martedì 2 agosto 2022

UN TABU CADUTO

 -

Le Monde” sul Clima: “Alcune delle tecnologie prese in considerazione per mantenere la Terra abitabile sono un incubo”. 

“Il fatto che le tecniche di geoingegneria siano all’ordine del giorno della nuova Commissione mondiale sulla governance dei rischi del cambiamento climatico dovrebbe essere motivo di profonda preoccupazione,” avverte Stéphane Foucart.

Molte tecnologie applicate sono un incubo

Ciò che dovrebbe essere più preoccupante è che il cielo è ingegnerizzato da vent’anni e che da settant’anni sono manipolati gli eventi meterologici, per non parlare degli esperimenti nucleari ad alta quota a partire dagli anni ’50 e della distruzione dello strato di ozono da parte dei razzi e delle bombe, dei riscaldatori della ionosfera e dei loro effetti e così via.

Tutto questo viene ignorato nelle discussioni e nelle conferenze sul clima. Questa crisi climatica è stata prodotta a molti livelli e sarebbe ora che gli scienziati onesti di tutti i settori si riunissero in una grande discussione, in un dibattito aperto e con gli occhi spalancati.

Vale per coloro che lavorano nell’agroalimentare, nella meteorologia, nelle scienze atmosferiche e oceaniche, nell’ingegneria nucleare, tossicologia ecc. Cosa sta succedendo nei cieli e perché tutti ignorano le conseguenze sul clima e credono nel dogma della CO2 come uno spauracchio da combattere? Il motivo principale è confermato dagli eventi degli ultimi due anni.

La “molecola del male” spiana la strada verso la nuova era  e verso la GLOBAL GOVERNANCE. 

“Dobbiamo trasformare questa crisi drammatica in un’opportunità. […] Dobbiamo pensare seriamente alla riforma dei meccanismi di coordinamento internazionale. Dobbiamo dare loro un’effettiva capacità di governance, almeno in quelle aree che sono critiche, cioè quando abbiamo a che fare con il clima o le pandemie, il cyberspazio o lo spazio esterno”.

António Guterres Segretario generale delle Nazioni Unite, durante la riunione del Forum della pace di Parigi, 24 maggio 2022

Per ricevere tutti gli aggiornamenti segui CANALE TELEGRAM https://t.me/NogeoingegneriaNews

Di Stéphane Foucart

Sul fronte del clima, la notizia più eclatante degli ultimi giorni non è né la siccità che sta prendendo piede in Francia, né il susseguirsi di ondate di calore che hanno messo decine di milioni di indiani e pakistani sull’orlo dell’insopportabilità per diverse settimane.

No: la notizia climatica più preoccupante delle ultime settimane è la creazione, all’interno del Forum di pace di Parigi, della Commissione globale sulla governance dei rischi del cambiamento climatico. Il lancio del lavoro del 17 maggio è passato inosservato in Francia, e solo Le Monde, con le parole di Audrey Garric, ne ha dato notizia. Il suo mandato, tuttavia, dovrebbe essere al centro della nostra attenzione.

Una quindicina di membri di questa commissione – ex commissari europei, capi di Stato o ministri di Paesi del Nord e del Sud, diplomatici di alto livello, eccetera – esamineranno questioni che non sono mai state esaminate a questo livello. – I circa quindici membri di questa commissione – ex commissari europei, capi di Stato o ministri di paesi del Nord e del Sud, diplomatici di alto livello, ecc.

Questa volta si tratta ufficialmente di riflettere sulle condizioni per il dispiegamento di tecniche di geoingegneria – cioè di metodi di modifica del clima su larga scala – non solo sulla loro fattibilità, sui benefici e sui rischi, ma anche sulla loro governance.

Il solo fatto che queste tecniche siano ora ufficialmente all’ordine del giorno dovrebbe essere motivo di profonda preoccupazione. In primo luogo, significa che si sta allontanando la speranza di salvare il clima della Terra da una deriva catastrofica.

In secondo luogo, la natura radicale di alcune delle soluzioni previste per mantenere l’abitabilità di una Terra surriscaldata dà un’indicazione della gravità della situazione. Alcune di queste tecnologie sono oggetto di incubi distopici inimmaginabili solo pochi anni fa. Ora sono sul tavolo – non ancora sul tavolo diplomatico della Convenzione quadro delle Nazioni Unite sui cambiamenti climatici, ma almeno nella sua anticamera.

ARTICOLO COMPLETO QUI TOGLIERE IL VELO – DAL CIELO

2019:  Il CFR pubblica:  La governance anticipata della gestione della radiazione solare

Il rapporto pubblicato dal Council on Foreign Relations,

sostiene innanzitutto che è necessario muoversi in fretta attraverso la geoingegneria per contrastare il riscaldamento globale. Propone quindi l’avvio di un programma di studio statunitense (oh: per ora solo lo studio!) ben finanziato e ben radicato in ambito internazionale, da affiancare all’adozione di una legislazione adeguata.

2021:  L’ INTERNATIONAL SCIENCE COUNCIL suggerisce:  

La geoingegneria solare (o modifica della radiazione solare), l’idea di riflettere nello spazio piccole quantità di luce solare in entrata per compensare parzialmente il cambiamento climatico, occupa una posizione insolita nel panorama della governance globale. Da un lato, la tecnologia fa scintille opposizione e indignazione, accende le chiamate divieti globali or ponendolo sotto il controllo internazionale, ed è considerato da alcuni come un esistenziale minaccia per l’umanità.

D’altra parte, ce l’ha appena studiato, ha prospettive commerciali limitate or possibilità di applicazione militareed è stato ignorato da quasi tutti gli stati e le istituzioni internazionali

Come elaboro di seguito, la governance globale della geoingegneria solare è attualmente ferma. In effetti, che l’idea della geoingegneria solare persista di fronte a un’istituzione sorprendentemente indifferente che ospita sacche di feroce ostilità è per molti versi notevole.

Il motivo della sua durata, però, è semplice: il prove scientifiche disponibili suggerisce che la geoingegneria solare potrebbe, forse decine di miliardi di dollari all’anno, metti il ​​pianeta su una traiettoria notevolmente più sicura di quella su cui si trova attualmente. CONTINUA https://council.science/it/current/blog/solar-geoengineering-at-a-standstill/

2022 CI SIAMO

UN NUOVO FORUM INTERNAZIONALE SULLA GOVERNANCE DELLA GEOINGEGNERIA CLIMATICA https://www.citepa.org/fr/2022_05_a09/

APPROFONDIMENTI

DAI VACCINI AL CAMBIAMENTO CLIMATICO: BILL GATES RADUNA 7 COLOSSI MONDIALI

LA FONDAZIONE ROCKEFELLER PUNTA SULLA LOTTA PER IL CLIMA

BLACKROCK ACQUISISCE IL MODELLO CLIMATE CHANGE SCENARIO

TERRA COME MORDOR: I POTERI FORTI SI MUOVONO PER MODIFICARE ARTIFICIALMENTE IL CLIMA

Fonte: https://www.nogeoingegneria.com/

®wld

1 commento:

  1. Se te vedi un film western anni 60.le scie chimiche in America sono imperiture...e devo essere sincero....fuggite da questo luogo di pazzi.

    RispondiElimina

Tutti i commenti sono sottoposti a moderazione prima della loro eventuale pubblicazione.

Sempre più vicini all’orlo di una guerra nucleare con la Russia

CO2 – una copertura per la povertà forzata e il minor consumo di energia

NASA: ha scelto di lasciare che la bufala del riscaldamento globale causata dall’uomo persista e si

La comunità scientifica del clima continua a fingere

COSA ACCADE NEI NOSTRI CIELI? - GIORGIO PATTERA

Un buco aperto nella matrice economica – siate felici. Va tutto bene

L’OZONO POTREBBE INDEBOLIRE UNO DEI PIÙ IMPORTANTI MECCANISMI DELLA TERRA

Una nuova classe globale che modella il nostro futuro comune in base ai propri interessi

Il Sequel di Crolla Cabala, Crolla! – Parte 21: LA VERITÀ NON DETTA SUI TAMPONI NASALI

Gli umani non sono sovrappopolati - Stiamo invecchiando e diminuendo

Li chiamano effetti collaterali - quando sapevano che sarebbe successo ... Essi sapevano che questo

E c'è chi ancora nega affermando che non siamo una colonia USA…

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

GUARDA IL CIELO! CHE COSA STANNO FACENDO?

Come osano? come osano fare questo? Questa deve essere la reazione dell’umanità.

Perché questa mancanza di interesse dei nostri cieli?

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...