venerdì 29 luglio 2022

La politica climatica ed energetica deve basarsi su conoscenze affidabili, e non su speculazioni o credenze

Hermann Harde

Fonte

Il cambiamento climatico (noto anche come riscaldamento globale) è una "sciocchezza delirante" - Professore tedesco

di Cap Allon
dal sito web di
Electroverse

Uno degli scienziati atmosferici più illustri della Germania, il professor Hermann Harde, ha criticato i politici della sua nazione per essere stati ingannati,

"credendo di poter 'salvare il mondo'"...

La stragrande maggioranza degli studi pubblicati e degli "scenari dell'orrore" non si basano su una base fisica sicura, ha affermato Harde,
"ma piuttosto rappresentano giochi per computer che riflettono ciò che è stato alimentato".
L'idea che gli esseri umani possano controllare il clima con le loro emissioni di CO 2 è un'"illusione assoluta". Vi sono notevoli dubbi sulla "tesi scientificamente insostenibile" del cambiamento climatico causato dall'uomo, ha proseguito il Professore,
"ed è completamente sbagliato presumere che il 97 per cento degli scienziati del clima, o anche di più, presupporrebbe solo il riscaldamento antropogenico".

La politica climatica ed energetica deve basarsi su conoscenze affidabili, "e non su speculazioni o credenze".

Da anni ormai i politici tedeschi stanno placando il "movimento verde" chiudendo centrali nucleari e centrali a carbone e vietando l'esplorazione per i combustibili fossili.

Allo stesso tempo, il paese ha iniziato a importare grandi quantità di petrolio e gas dalla Russia.

Per una nazione felice di spendere 100 miliardi di euro all'anno per la difesa, consegnare la propria sicurezza energetica a una superpotenza straniera dotata di armi nucleari dovrebbe essere tutta la prova di cui hai bisogno che i politici seguono il sugo e la moda, e non ciò che è effettivamente meglio per il loro paese.

Secondo Harde, le politiche di estrema "emergenza climatica" di cui tutti stiamo soffrendo oggi (la principale causa dell'inflazione) sono guidate dalla competizione tra diversi gruppi di ricerca che cercano di superarsi a vicenda nel prevedere gli scenari horror più da far rizzare i capelli.

Queste previsioni allarmanti e azzeccate hanno attirato l'attenzione dei media, non sorprende.

 

Ha poi coinvolto un pubblico male informato,
"e i nostri decisori si sono sentiti obbligati a reagire rapidamente".
L'energia a basso costo è sotto attacco da decenni ormai.

 

Ma è assolutamente chiaro, ha osservato Harde, che senza una fornitura di energia affidabile e sufficiente,
"La Germania e molti altri paesi che intraprenderanno una tale strada finiranno nell'anarchia".

O è questo l'obiettivo?

Il cosiddetto "giornalismo" oggi non è progettato per cercare la verità, è piuttosto un meccanismo per le élite di propagandare le loro ideologie a una popolazione fiduciosa e compiacente. Questo è visibile nei dati:

la stragrande maggioranza dei giornalisti dei mass media proviene dalle stesse scuole e quartieri delle élite e dei politici che pretendono di rendere conto, il che non è sempre stato il caso.
Questa è una mossa deliberata, ovviamente, e fa sì che l'MSM condivida le stesse visioni del mondo di chi è al potere, opinioni che hanno poco appeal per la popolazione generale.

Tuttavia, poiché le ideologie sono promosse ovunque ti giri - giornali/TV/internet - si presume che questo sia il modo di pensare, e quindi le pecorelle seguono ciecamente senza fare domande.

Quando viene sollevata una domanda, tuttavia, e una pecora cerca invano una risposta logica - bam! - può sembrare una mazza alla testa.

Io, personalmente, posso ricordare quel momento vividamente, e ricordo anche la decisione cruciale che segue:
"Prendi la pillola blu, la storia finisce, ti svegli nel tuo letto e credi a qualunque cosa tu voglia credere. Prendi la pillola rossa, rimani nel paese delle meraviglie e io ti mostro quanto è profonda la tana del coniglio."
La ricerca del professor Harde lo porta ad affermare che il Gruppo intergovernativo delle Nazioni Unite sui cambiamenti climatici (IPCC) sovrastima di cinque volte l'effetto termico del raddoppio dell'anidride carbonica nell'atmosfera.

 

Indica il,
"bande di assorbimento altamente sovrapposte e sature" di CO 2 e vapore acqueo e il significativo effetto ridotto dei "gas serra" sotto la copertura nuvolosa.

Solo il 15% circa dell'aumento globale di CO 2 è di origine umana.

 

Dopo aver fatto un po' di calcoli - 15 per cento di 0,3°C - il riscaldamento attribuito agli esseri umani può essere solo 0,05, al massimo...
Alla luce di questo contributo insignificante, è assurdo pensare che un divieto sui combustibili fossili possa avere un impatto anche remoto sul clima terrestre.

 

I cambiamenti climatici sono causati,

da grandi forze naturali e interazioni che superano la nostra influenza umana di ordini di grandezza...

Secondo il professor Hande, la moderna scienza del clima si è sviluppata più come ideologia e visione del mondo, piuttosto che come scienza seria.


Gli scienziati che mettono in dubbio o indicano incongruenze nell'ipotesi del riscaldamento globale sono "screditati pubblicamente" ed esclusi dai fondi di ricerca, i contributi di ricerca nelle riviste sono soppressi e, in riferimento al recente caso del professor Peter Ridd, gli scienziati sono stati licenziati o licenziati dal loro Università. Ciò che chiamiamo verità, ha proseguito Harde, dipende in larga misura dal nostro stato di conoscenza.  

 

Suggerisce che la scienza del clima richiede una revisione fondamentale delle ipotesi e un allontanamento dall'industria climatica ampiamente consolidata.

La scienza non deve essere fuorviata dal commercio, dalla politica o dall'ideologia, ha affermato.
È compito genuino delle università e degli enti di ricerca finanziati dallo Stato,
"indagare questioni contraddittorie e garantire una ricerca indipendente e libera che ci dia risposte oneste, anche quando queste risposte sono spesso complesse e non si adattano al contesto politico desiderato".

Harde conclude avvertendo i politici che sarebbe una politica ambientale ed energetica irresponsabile continuare a ignorare serie pubblicazioni scientifiche sottoposte a revisione paritaria che mostrano un impatto umano sul clima molto minore di quanto si pensasse in precedenza.

È anche irresponsabile interrompere un approvvigionamento energetico affidabile, adeguato e conveniente, per essere sostituito da milioni di turbine eoliche,

"che distruggono la nostra natura e fanno a pezzi trilioni di uccelli e insetti".
Il professor Hermann Harde si è ritirato alcuni anni fa dall'Università Helmut Schmidt di Amburgo come professore di fisica sperimentale dopo una lunga carriera nel mondo accademico.

 

Questo è il motivo principale per cui è in grado di parlare:
la sua carriera non è in gioco...!

Pubblicato sul sito web: https://www.bibliotecapleyades.net/

®wld 

Nessun commento:

Posta un commento

Tutti i commenti sono sottoposti a moderazione prima della loro eventuale pubblicazione.

Sempre più vicini all’orlo di una guerra nucleare con la Russia

CO2 – una copertura per la povertà forzata e il minor consumo di energia

NASA: ha scelto di lasciare che la bufala del riscaldamento globale causata dall’uomo persista e si

La comunità scientifica del clima continua a fingere

COSA ACCADE NEI NOSTRI CIELI? - GIORGIO PATTERA

Un buco aperto nella matrice economica – siate felici. Va tutto bene

L’OZONO POTREBBE INDEBOLIRE UNO DEI PIÙ IMPORTANTI MECCANISMI DELLA TERRA

Una nuova classe globale che modella il nostro futuro comune in base ai propri interessi

Il Sequel di Crolla Cabala, Crolla! – Parte 21: LA VERITÀ NON DETTA SUI TAMPONI NASALI

Gli umani non sono sovrappopolati - Stiamo invecchiando e diminuendo

Li chiamano effetti collaterali - quando sapevano che sarebbe successo ... Essi sapevano che questo

E c'è chi ancora nega affermando che non siamo una colonia USA…

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

GUARDA IL CIELO! CHE COSA STANNO FACENDO?

Come osano? come osano fare questo? Questa deve essere la reazione dell’umanità.

Perché questa mancanza di interesse dei nostri cieli?

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...