Muoia la politica non lo Stato, lo Stato siamo noi!

giovedì 17 settembre 2020

I Dati di Yelp: il 60% delle chiusure pandemiche è ora permanente

   

Immagine tramite CNBC

 

I Dati Di Yelp: il 60% delle chiusure pandemiche è ora permanente 


Il grande panico del 2020 guidato dai tecnocrati ha creato un vero e proprio genocidio tra le piccole imprese americane. Le piccole imprese rappresentano l'80% dei posti di lavoro complessivi in ​​America e, come pilastro dell'occupazione, hanno impiegato decenni per svilupparsi: ora distrutti in pochi mesi. ⁃ TN Editor

Mercoledì scorso Yelp ha pubblicato il suo ultimo rapporto sulla media economica, rivelando che le chiusure di attività negli Stati Uniti stanno aumentando a causa del bilancio economico della pandemia di coronavirus.

Al 31 agosto, 163.735 attività hanno indicato su Yelp di aver chiuso. È in calo rispetto ai 180.000 che si sono chiusi all'inizio della pandemia. Tuttavia, mostra effettivamente un aumento del 23% del numero di chiusure da metà luglio.

Oltre a monitorare le attività chiuse, Yelp tiene conto anche delle attività le cui chiusure sono diventate permanenti. Questo numero è aumentato costantemente negli ultimi sei mesi, raggiungendo ora 97.966, pari al 60% delle attività chiuse che non riapriranno.

 

"Complessivamente, i dati di Yelp mostrano che le chiusure di attività commerciali hanno continuato a crescere con un aumento del 34% delle chiusure permanenti dall'ultimo rapporto di metà luglio", ha dichiarato alla CNBC Justin Norman, vicepresidente della scienza dei dati di Yelp.

Il rapporto di settembre di Yelp  segna sei mesi dal 1° marzo, la data che Yelp considera l'inizio della crisi aziendale.

Al fine di raccogliere i dati sulla chiusura, Yelp monitora i cambiamenti nell'orario di lavoro o nelle descrizioni sulla sua app, offrendo una visione immediata e localizzata dell'impatto che la pandemia ha avuto sulle piccole imprese.

"Nonostante il duro colpo subito dalle piccole imprese, abbiamo visto che i servizi domestici, locali, professionali e automobilistici sono stati in grado di resistere agli effetti della pandemia meglio di altri settori", ha osservato Norman.

I dati supportano la tendenza secondo cui la maggior parte dei consumatori sceglie di rimanere fisicamente a casa anziché frequentare stabilimenti, poiché i servizi domestici e professionali come paesaggisti, appaltatori e avvocati, vedono un tasso di chiusura molto più basso rispetto ai negozi di abbigliamento e persino alle attività di arredamento. Anche i servizi di auto e rimorchio hanno registrato un tasso di chiusura relativamente basso.

"I consumatori hanno ancora bisogno di questi servizi", ha detto Norman. "Grazie all'aumento delle consultazioni virtuali e dei servizi contactless o socialmente distanziati, queste aziende sono state particolarmente resilienti durante questo periodo".

Negli ultimi sei mesi, ristoranti, bar e vita notturna sono stati i più colpiti dalle restrizioni portate dalla pandemia: 32.109 ristoranti hanno chiuso, al 31 agosto. Il numero di ristoranti costretti a chiudere definitivamente è leggermente superiore al totale di Yelp. nella media, al 61%. 

Leggi la storia completa qui.

Pubblicato su: https://www.technocracy.news/

Correlati:  

La zombieficazione pandemica delle imprese europee 

L’informatrice virologa cinese: afferma che la Cina ha creato il virus COVID-19

IL DOTT RAOULT GUARlSCE I MALATl DAL VlRUS, BIGPHARMA LO MlNACClA DI M0RTE MA LUI DENUNClA LE TRAME

 

®wld


Nessun commento:

Posta un commento

Tutti i commenti sono sottoposti a moderazione prima della loro eventuale pubblicazione.

“Reo confesso…o reo senza con”?

Queste poche parole estrapolate dalla conferenza stampa del più”telegenico” dei presidenti di consiglio che l’Italia abbia mai avuto, sanno tanto di ammissioni di colpa! “reo confesso”…appunto. Spero vogliate vedere il video; sono pochi minuti. Grazie! GUATAMELA1

Bill Gates, l’Oracolo di Seattle: “milioni di morti per la pandemia”

Dal Tramonto all’Alba

"L'OMS DEVE ESSERE DISTRUTTA", il piano di Taormina

L'altra Informazione

Immunità, cancro, vaccini

Stato di emergenza, Tarro contro Conte: “voglio sapere i nomi degli esperti”

Stato di emergenza, Tarro contro Conte: “voglio sapere i nomi degli esperti”
Leggi QUI L'articolo di imolaoggi.it

TSUNAMI GIUDIZIARIO DI TRUMP SUL GOVERNO ITALIANO FILO-CINESE E FILO G5

TSUNAMI GIUDIZIARIO DI TRUMP SUL GOVERNO ITALIANO FILO-CINESE E FILO G5
Leggi QUI L'articolo

Q, Il Deep State

Una seconda Tangentopoli? La lotta al deep state arriva in Italia - Nicola Bizzi

Se non vuoi guardare il video leggi l'articolo QUI
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

E c'è chi ancora nega affermando che non siamo una colonia USA…

GUARDA IL CIELO! CHE COSA STANNO FACENDO?

Come osano? come osano fare questo? Questa deve essere la reazione dell’umanità.

Perché questa mancanza di interesse dei nostri cieli?

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...