mercoledì 30 maggio 2018

Scegli la tua apocalisse

 

Cosa succede dopo il capitalismo?
- Una nuova sintesi – 


Stavo parlando con qualcuno di recente e nel bel mezzo di una conversazione perfettamente civilizzata sul nostro imminente destino hanno sbottato: "ma tu sei un socialista!" 

Whoa. Non sono nessuna di queste cose, capitalista, socialista, ateo, any-ist. Credo solo in tre cose, disco, cioccolato e vero amore, e sono la stessa cosa, davvero. Il mio unico ruolo e obiettivo quando si tratta del mondo è osservare. Ed ecco quello che vedo. 

Capitalismo e socialismo potrebbero essere stati, una volta, in una fiaba mitica di imperi passati, opposti - tesi e antitesi. Dico "potrebbe" perché penso che anche quella sia una storia raccontata da vecchi saggi pazzi per tenere i bambini spaventati dall'oscurità. Il vero opposto (o forse il punto di arrivo, se si vuole pensare dinamicamente, non staticamente) sia al capitalismo puro che al socialismo sono la cleptocrazia, l'oligarchia, l'autoritarismo - ciò che risulta quando le economie politiche sono gestite da e per piccole élite. Torneremo a quello. 

La grande lezione del secolo scorso è molto semplice: il primo socialismo estremo è fallito e l'impero sovietico è caduto. Ora il capitalismo estremo sta fallendo e l'America sta cadendo. Due potenti regni: una sola lezione: gli estremi di ieri hanno fallito entrambi. La competizione spietata in ogni aspetto della vita diventa presto un abuso. La cooperazione forzata diventa presto insopportabile. Così quello che ora? Beh, sicuramente non scegliere le parti in questa falsa dicotomia da manuale - che purtroppo è ciò che molti ancora sperano di fare - ma trascenderlo. 

Oggi capitalismo e socialismo non sono opposti. Sono complementari. L'economia globale di questo secolo deve e sarà costruita su una nuova sintesi: capitalismo e socialismo che lavorano insieme, rafforzando ciascuno la debolezza degli altri, una specie di yin e yang dell'organizzazione umana. Lo vediamo già al lavoro nelle società di maggior successo del mondo, come la Scandinavia o il Canada.

In che modo specifico? Bene, esaminiamo la realtà per un momento. Il capitalismo è molto, molto bravo a fornire alle persone cose come iPhone e blockbuster estivi e applicazioni per appuntamenti e deodoranti e pannolini da tavola e reality TV. Potresti chiamarli piaceri oziosi. Quale non potrei gradire, ma la persona media certamente fa. E va bene. Se. 

Se hanno prima le basi di una vita veramente buona. Quali sono quelle basi? La destra e la sinistra americane amano fingere che ci sia una sorta di grande dibattito, mistero, su di esso. Non c'è. Aristotele, il Buddha e Gesù tutti lo hanno scritto millenni fa. Cibo, alloggio, reddito, sicurezza, opportunità. Oggi potremmo aggiornare quell'elenco con cose che non esistevano nel loro tempo, ma sono chiaramente nello stesso spirito: trasporti, sanità, istruzione, ambiente, relazioni, ecc. Se ci pensate, non importa quanti soldi avete, non puoi davvero comprare cose del genere a meno che una società per prima non abbia investito in esse. 

Queste "cose" sono quelle che io chiamo "beni fondamentali". Sono ciò che rende una vita buona alla radice. Attraverso di loro, tutti possono essere felici e crescere nel loro potenziale - senza di loro, nessuno può esserlo, qualunque sia il tuo ultimo bestseller di autoaiuto. Senza alcuni pasti al giorno, un po' di soldi in banca e la tua salute, nessuna quantità di pensiero positivo può portarti alla felicità, né dovrebbe. Gli esseri umani non sono tutti nati per essere monaci - sono nati per osare, rischiare, sfidare, ribellarsi, immaginare, creare. E per fare tutto ciò, hanno bisogno delle basi. Senza le basi, la democrazia non può sopravvivere, la società non può coesistere, le persone non possono prosperare e le vite non possono essere pienamente vissute. 

Così. I due grandi sistemi del passato, imparando a lavorare insieme. Dove lo vediamo accadere? Come ho detto, ovviamente in tutta Europa e in Canada. Lì, il capitalismo e il socialismo vengono mescolati insieme in modi sofisticati e audaci. Queste società stanno prosperando perché stanno ottenendo la formula delle possibilità umane nel modo giusto: il socialismo fornisce le basi e il capitalismo offre infiniti piaceri oziosi che contano davvero solo se si hanno le basi. 

Dove non lo vediamo accadere? Bene, ironicamente, o forse logicamente, nei due imperi caduti del passato. L'America si aggrappa ancora al capitalismo estremo, che si è trasformato in oligarchia - proprio come in Russia. Qui, le persone hanno piaceri oziosi ma non le basi - e per il semplice motivo che non puoi mangiare il tuo iPhone, o educare i tuoi figli con il pacchetto di benefici inesistenti di Uber, le classi medie scelgono demagoghi per rovesciare le élite che non hanno funzionato contratti sociali. 

È un grande mondo e un futuro senza fine. Ma è anche uno con grossi problemi. Demagogia, estremismo, disuguaglianza, instabilità, stagnazione, estinzione di massa, cambiamenti climatici, crescente minaccia di guerra. Scegli la tua apocalisse. Queste sono le poste in gioco di questa età travagliata. 

Se l'umanità deve sopravvivere, dovrà crescere. Su. Dovrà superare la semplice e cruda polarità di ieri e imparare a sintetizzare la sua grande lezione. Il capitalismo e il socialismo non sono avversari, opposti. Non sono mai stati veramente - più di yin e yang. Ogni tesi e antitesi producono in definitiva solo una nuova sintesi. L'opposto del capitalismo e del socialismo è l'oligarchia. E la nuova sintesi oltre l'oligarchia è il capitalismo sociale, o socialismo capitalista. Qualunque cosa la chiamiamo, è un sistema in cui le persone sono più libere. Sì davvero. In America, ironicamente, la "libertà" è stata devoluta a "devi competere come un animale per la tua vita ogni singolo giorno della tua vita, o altrimenti muori giovane." Nella Russia sovietica, è diventato praticamente lo stesso, a modo suo di quello che si sperava fosse l'esatto opposto: altrimenti cooperare per la tua vita. Ma il punto di sintesi dell'organizzazione umana al di là del capitalismo è che gli esseri umani non devono più sottomettersi a quelle sciocche non-scelte, richieste, piccole tirannie. 

Perché ogni volta che basiamo un'intera società su un principio, valore o obiettivo - che si tratti di una brutale competizione senza cuore o di una cooperazione - non importa quanto possa sembrare nobile, è quello che abbiamo creato - una sorta di totalismo, una piccola tirannia. Fealtà a una cosa e solo a una cosa. Quel tipo di società richiede quindi coercizione, punizione, disciplina - dopotutto, che tipo di persona metterebbe un ideale astratto sopra la pancia piena dei suoi figli? Solo un estremista. Non può finire in un posto libero, prospero e salutare. 

La vita umana è più ricca di quella. E così per sviluppare società veramente benestanti, stiamo imparando oggi, che non esiste un vero modo - o, se vuoi, che l'unica vera via è che ci sono molte cose di cui le vite umane hanno bisogno prima di nobili ideali astratti, che non contano nulla se la propria vita sta cadendo a pezzi. Invece di ideali puritani, ci sono molti beni fondamentali che le società devono mettere al primo posto. Quindi la democrazia sopravvive, la libertà si espande e la società stessa matura.

E questo è esattamente ciò che
la crescita è.   

https://eand.co/what-happens-after-capitalism-c990c111273d  

®wld

Nessun commento:

Posta un commento

Tutti i commenti sono sottoposti a moderazione prima della loro eventuale pubblicazione.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

GUARDA IL CIELO! CHE COSA STANNO FACENDO?

Come osano? come osano fare questo? Questa deve essere la reazione dell’umanità.

Perché questa mancanza di interesse dei nostri cieli?

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...