giovedì 21 agosto 2014

EBOLA E DINTORNI (quarta parte)

 
EBOLA E DINTORNI (prima parte
EBOLA E DINTORNI (seconda parte)  
Ebola e dintorni (terza parte)
 
Gli Stati Uniti sono tristemente impreparati per un'epidemia di Ebola. Se una pandemia dovesse scoppiare, il numero molto limitato di laboratori ospedalieri e le unità di isolamento che abbiamo attualmente sarebbero rapidamente sopraffatte.  

Sì, potremmo essere in grado di fornire solo uno "dello stato della cura dell'arte" per una manciata di persone, ma se migliaia (o milioni) di americani contraessero il virus ce lo possiamo dimenticare. La nostra industria della salute è già  incredibilmente a un lumicino sottile, e noi semplicemente non avremmo le risorse per gestire uno tsunami di Ebola per pazienti ad alto rischio. 

E, naturalmente, la medicina, convenzionale comunque non ha una cura per l'Ebola. Il "farmaco sperimentale" che viene utilizzato sui due operatori sanitari americani con la malattia sembra aiutarli, ma anche se non risulta essere sicuro e anche se è approvato, per il pubblico ci vorrà ancora molto tempo prima che ci sia abbastanza farmaco per tutti. 

Quindi speriamo di non vedere mai una vera pandemia di Ebola in questo paese. Perché se accadesse, potremo vedere potenzialmente milioni di persone morire.
 
E 'ormai chiaro - non siamo preparati per una pandemia di Ebola
 
Mercoledì scorso abbiamo appreso che il bilancio globale di morte a causa dell'Ebola è aumentato a 932. Come potete vedere da questo articolo, i casi di Ebola si stanno ora diffondendo a un ritmo esponenziale. Se i casi si dovessero  espandere allo stesso ritmo, come è successo, in pochi mesi l'Ebola diventerebbe abbastanza spaventosa.
 
Pare che l'Ebola si sia ora diffusa in altri paesi. Un uomo in Arabia Saudita che veniva testato per Ebola è ormai morto. Un uomo liberiano è morto per il virus Ebola in Marocco .
 
Negli Stati Uniti, il CDC si rifiuta di raccontare ai media le posizioni delle persone che sono state testate per Ebola in questo paese. Ma noi sappiamo che il CDC ha detto al Time Magazine che ha ricevuto "diverse decine di telefonate" in materia di "persone malate dopo aver viaggiato in Africa ".
 
Se si contrae l'Ebola, c'è una buona probabilità che si stia per morire. Il tasso dell'attuale mortalità durante questa epidemia, è superiore al 50 per cento. Si tratta di un killer che è silenzioso e brutalmente efficiente.
 
Ma ciò che rende l'Ebola così pericolosa è che può essere portata in giro per tre settimane prima di scoprire di averla contatta. In realtà, un medico che ha lavorato in prima linea combattendo questa malattia dice che le vittime di Ebola sono in grado di "di andare in giro sani e abbastanza in forma fino a poco prima della loro morte ".
 
Così la persona seduta accanto a voi al lavoro o che vi cammina vicino passando al supermercato potrebbe avere il virus.
Non lo potremo mai sapere.
 
La fuori, in questo momento, c'è un sacco di disinformazione sull'Ebola là fuori. Ci sono un sacco di persone che ci dicono che essa "non può diffondersi facilmente" e che fondamentalmente la si può contrarre solo con uno scambio fluidi corporei di qualcuno.
 
Purtroppo, questo non sembra essere la verità. Come ha sottolineato Mike Adams di Natural News, la pubblica Agenzia di sanità del Canada dice che l'Ebola "può sopravvivere in materiale liquido o secco per diversi giorni" ...
Ancora peggio, l'Ebola può sopravvivere tenacemente anche fuori dall'ospite. Ecco quello che l'Agenzia di sanità pubblica del Canada dice:

SOPRAVVIVENZA DELL'OSPITE ESTERNAMENTE: Il virus può sopravvivere in materiale liquido o essiccato per diversi giorni. L'infettività è risultata essere stabile a temperatura ambiente oppure a 4°C per diversi giorni, e indefinitamente stabili a -70C. L'infettività può essere conservata mediante liofilizzazione.

Questo indica chiaramente che i virus dell'Ebola possono sopravvivere per diversi giorni su oggetti comuni come le maniglie delle porte o superfici domestiche. Se una vittima dell'Ebola infetta gira intorno a tali oggetti comuni toccandoli dopo la pulizia del sangue o muco dal naso, un'altra vittima innocente si può facilmente infettare toccando gli stessi oggetti e poi mangiare del cibo.
Uno studio dell'Ebola condotto nel 2012 ha dimostrato che l'Ebola potrebbe essere trasmessa tra maiali e scimmie che non hanno avuto un contatto fisico con un altro ...
Quando la notizia che il virus Ebola era riemerso in Uganda, gli investigatori in Canada stavano facendo le proprie ricerche indicando la mortalità del virus e, che potrebbe diffondersi tra le specie, attraverso l'aria.

Il team, composto da ricercatori del Centro Nazionale per la malattia degli Esteri degli animali, dell'Università di Manitoba, e l'Agenzia di sanità pubblica del Canada, ha osservato la trasmissione di Ebola da suini a scimmie. In primo luogo hanno inoculato un numero di suinetti con il ceppo Zaire del virus Ebola. Ebola-Zaire è il ceppo più mortale, con tassi di mortalità fino al 90 per cento. I suinetti sono stati poi messi in una stanza con quattro macachi cynomolgus, una specie di scimmia comunemente usato nei laboratori.
Gli animali sono stati separati da gabbie metalliche per evitare il contatto diretto tra le specie.
Nel giro di pochi giorni, i suinetti inoculati hanno mostrato segni clinici di infezione indicativi di infezione Ebola. Nei suini, Ebola provoca generalmente una malattia respiratoria e un aumento della temperatura. Nove giorni dopo l'infezione, tutti i suinetti sembravano aver contratto la malattia.

Entro otto giorni di esposizione, due delle quattro scimmie hanno mostrato segni di infezione Ebola. Quattro giorni più tardi, le restanti due scimmie si erano malate gravemente. E' possibile che le prime due scimmie abbiano infettato le altre due, ma la trasmissione tra i primati non umani non è mai stata osservata prima in un ambiente di laboratorio.
Se Ebola è veramente "un qualcosa che non si trasmette facilmente", come mai poi nel mondo sono stati infettati finora più di 100 operatori sanitari?
Stavano Facendo attenzione?
 
E se pensiamo alla nostra "avanzata tecnologia" che sta preparando i lavoratori sanitari per contenere l'Ebola in questo paese, forse dovremmo rivedere tali protocolli.
 
Come Mike Adams ha sottolineato in un altro articolo, non riusciamo nemmeno a fermare la diffusione di "super bacteri", come l'MRSA nei nostri ospedali ...
Come possono le autorità sanitarie statunitensi sostenere che vi sia un rischio zero da pazienti affetti da Ebola trattati in ospedali degli Stati Uniti, quando quegli stessi ospedali non riescono a controllare le infezioni dei super bug? "Molti ospedali sono poco attrezzati a contenere qualsiasi agente patogeno. Ecco perché, almeno 75.000 persone all'anno muoiono per infezioni ospedaliere. Se gli ospedali non possono fermare le infezioni comuni come MRSA, VRE e C. diff, non possono gestire l'Ebola."
Sì, gli Stati Uniti hanno un sistema sanitario di gran lunga superiore rispetto a nazioni come la Liberia e la Sierra Leone.
Ma ha dei limiti.
 
Prima di oggi, stavo leggendo qualcosa di apparentemente scritto da qualcuno che lavora in un laboratorio ospedaliero. Volevo condividere tre citazioni che ho trovato particolarmente deludenti ...
 
# 1 "Anche negli Stati Uniti, di tutti i vari ospedali in cui ho lavorato, non c'è speranza di contenere nulla di simile. Uno dei più grandi ospedali che ho lavorato aveva solo due stanze di isolamento a flusso inverso. DUE, che potrebbero affondare in un minuto."
 
# 2 "I pazienti arrivano fino all'ospedale mostrando solo una ipotetica e sintomatica patologia. Quindi in quel momento che arrivano, hanno già infettato tutta la loro famiglia, il loro gruppo di lavoro, e chiunque abbiano incontrato nel giro di pochi metri sulla strada per l'ospedale. Quando arrivano all'ospedale le infermiere ER trattano il paziente come una comune influenza, o sepsi. Ma nel frattempo il paziente sta infettando tutti. E tutti loro, a loro volta, cominciano a infettare tutti gli altri nello stesso modo. Se il virus dell'Ebola è virulento come sostiene l'OMS o come ritiene che potrebbe essere, spero che le persone si rendano conto di quanto sta succedendo, ci saranno molte più persone malate e, negli ospedali non ci sarebbero posti letto disponibili in tutti gli Stati Uniti messi insieme."
 
# 3 "Quindi non aspettatevi miracoli nella linea del fronte da parte del personale ospedaliero, non abbiamo gli strumenti, e noi certamente non abbiamo la manodopera. Chiedete a chiunque in campo medico quanto sia straordinario poter lavorare, se ne avessero voglia, e non fatemi nemmeno parlare su come siano disperse nell'industria. Anche se suppongo che questo si trasformerà in qualcosa, che sarà visibile molto presto e, molto velocemente."
Non c'è modo al mondo che i nostri medici professionisti stiano per essere in grado di gestire una pandemia conclamata come l'Ebola.
Pertanto, se uno non è in fin di vita, è meglio rimanere a casa il più possibile con tutto il necessario alimentare.
 
Questo significa che avrete bisogno di abbastanza cibo e rifornimenti che durino per almeno un paio di mesi, e che potrebbe potenzialmente essere molto più lungo di quello.
 
A questo proposito, basti pensare che se Ebola si sta diffondendo, certamente non bisognerebbe andare in luoghi come negozi di generi alimentari dove un gran numero di persone tutti i giorni circolano. Ma se non si dispone di qualsiasi alimento, alla fine si sarebbe costretti a lasciare la propria casa. Una decisione che potrebbe costare molto cara.
 
Speriamo che questa crisi finisca velocemente senza preoccuparsi di tutto questo. Ma se l'Ebola si avvia a contaminare tutta l'America, la chiave sarà di isolare se stessi e la vostra famiglia, per quanto possibile.
Per ora, i nostri alti funzionari stanno facendo sembrare che non abbiamo nulla di cui preoccuparsi.
 
Ad esempio, il capo della CDC ha detto alla CBS News che "siamo in grado di fermarla", e che la diffusione del virus Ebola probabilmente non raggiungerà questo paese ...
Il direttore dei Centers for Disease Control and Prevention (CDC) ha detto in un'intervista alla CBS '"Face the Nation", che egli è fiducioso che l'epidemia di Ebola in Africa occidentale può essere fermata e probabilmente non raggiungerà gli Stati Uniti.

"Tom Frieden in un'intervista Domenica ha detto: il fatto è semplice, siamo in grado di fermarla. Siamo in grado di fermare la propagazione negli ospedali e possiamo fermarla in Africa [che] è in realtà la fonte dell'epidemia e dove c'è stata l'impennata della nostra risposta in modo che possiamo controllarla lì".
E Barack Obama dice che Ebola "non è qualcosa che si trasmette facilmente", e che tutto è sotto controllo ...

http://www.pakalertpress.com
Traduzione curata da wlady 

Nessun commento:

Posta un commento

Tutti i commenti sono sottoposti a moderazione prima della loro eventuale pubblicazione.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Nin.Gish:Zid.Da

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Torna all'inizio

Torna all'inizio
Home page