Covid le cure proibite (video completo)

Questo è il link diretto: https://www.youtube.com/watch?v=_1KsDNQWrgU Il video è disponibile anche su www.contro.tv

venerdì 16 aprile 2021

Politica Estera ma ... anche nostra

 
Kissinger avverte Washington di accettare un nuovo sistema globale o di affrontare una situazione geopolitica precedente alla prima guerra mondiale  
 
di: Paul Antonopoulos, independent geopolitical analyst
 
Con la Casa Bianca che provoca continuamente tensioni contro Russia e Cina, il decano della politica estera americana, Henry Kissinger, ha drammaticamente avvertito Washington la scorsa settimana o di accettare un nuovo sistema internazionale o di continuare a spingere le tensioni che stanno portando a una situazione simile alla vigilia del Prima guerra mondiale.

In un webinar di Chatham House con l'ex ministro degli esteri britannico Jeremy Hunt giovedì scorso, Kissinger, 97 anni, ha invitato gli Stati Uniti. creare un equilibrio con le forze globali esistenti, aggiungendo “se immagini che il mondo si impegni in una competizione senza fine basata sul predominio di chi è superiore in questo momento, allora una rottura dell'ordine è inevitabile. E le conseguenze di un guasto sarebbero catastrofiche".

Il diplomatico veterano ha esortato gli Stati Uniti a capire che non tutti i problemi hanno "soluzioni finali" e ha avvertito "se non arriviamo a un'intesa con la Cina su quel punto, allora ci troveremo in una situazione di tipo precedente alla prima guerra mondiale. in cui ci sono conflitti perenni che vengono risolti immediatamente, ma uno di loro ad un certo punto va fuori controllo".

Tuttavia, l'idea che gli Stati Uniti dovrebbero smettere di imporre la propria volontà a tutti gli altri non sarà facilmente accettata a Washington. Ciò è attestato dalla retorica tagliente e dagli insulti personali che il presidente degli Stati Uniti Joe Biden lancia continuamente contro i suoi omologhi russi e cinesi, Vladimir Putin e Xi Jinping.  

Il 18 marzo in Alaska, l'alto funzionario cinese Yang Jiechi ha dichiarato al Segretario di Stato americano Anthony Blinken che "gli Stati Uniti non hanno le qualifiche per dire che vogliono parlare alla Cina da una posizione di forza". Poi, il 22 marzo, durante il loro incontro a Pechino, il ministro degli Esteri russo Sergei Lavrov e il suo omologo cinese Wang Yi hanno detto coraggiosamente che "salvaguardano congiuntamente il multilateralismo, mantengono il sistema internazionale con le Nazioni Unite al centro e l'ordine internazionale basato sul diritto internazionale, mentre si oppone fermamente alle sanzioni unilaterali e alle interferenze negli affari interni di altri paesi".

La carriera di Kissinger è insanguinata quando ricordiamo il suo sostegno al Pakistan durante la Guerra d'Indipendenza del Bangladesh, nonostante il massacro di centinaia di migliaia di persone e lo stupro di massa; orchestrò un colpo di stato militare in Cile per rimuovere Allende democraticamente eletto a favore della dittatura di Pinochet; ha tacitamente sostenuto l'uccisione di massa da parte dell'Indonesia di centinaia di migliaia di timoresi orientali; e ha benedetto l'invasione turca di Cipro settentrionale che ha portato a 200.000 rifugiati greci senza diritto al ritorno - tra molte altre cose.

Tuttavia, la sua dichiarazione più recente sugli Stati Uniti e il sistema internazionale è in realtà una proposta matura che sarebbe vantaggiosa per la pace mondiale se l'amministrazione Biden accettasse il suo consiglio che l'ordine globale sta cambiando. È improbabile che Washington sia pronta a porre fine unilateralmente alla sua aggressività hard e soft power poiché crede erroneamente di poter mantenere un ordine unipolare.

È sempre difficile per le grandi potenze accettare che il mondo sia cambiato, soprattutto quando è a loro discapito. Il comportamento dell'amministrazione Biden, che usa deliberatamente una retorica minacciosa e inappropriata, dimostra che non accetterà razionalmente un sistema mondiale multipolare, soprattutto perché russofobia e sinofobia sono in aumento.

Gli insulti personali contro Putin e Xi sono un'espressione dell'impotenza americana, soprattutto se si considera che gli Stati Uniti storicamente non si sono impegnati in questo tipo di retorica quando erano all'apice del loro potere. Gli Stati Uniti non sono più l'unica superpotenza del mondo ei loro rivali non accettano più tale aggressione, motivo per cui la delegazione cinese che si è recata in Alaska il mese scorso ha chiaramente affermato di non accettare alcun linguaggio di forza.

Un ulteriore problema per gli Stati Uniti è se i loro alleati metteranno a dura prova le loro relazioni con Cina e Russia e se accetteranno di essere spinti in conflitto con loro. Ci sono indicazioni che i più importanti paesi europei resisteranno alle richieste degli Stati Uniti. Ciò è dimostrato dal problema del Nord Stream 2 in cui i tentativi americani di impedirne la costruzione incontrano la resistenza di importanti paesi dell'Unione europea nonostante le infinite lamentele di pesciolini come Lituania e Polonia.

Robert Gates, ex direttore della CIA e Segretario alla Difesa degli Stati Uniti, ha ammesso in una recente intervista al Washington Post che le sanzioni contro la Russia non giovano agli Stati Uniti. In The National Interest, Robert Kaplan descrive la Russia come un "problema infernale" perché non può essere sottomesso. Kaplan ha offerto ragioni per cui è necessario che la Russia "si allontani dalla sua alleanza unilaterale con la Cina" e trovi un equilibrio con gli Stati Uniti

La maldestra politica di aggressione di Washington per mantenere un ordine mondiale unipolare ha funzionato a favore di Cina e Russia, soprattutto nell'accelerare la loro cooperazione. L'Occidente non può più sopprimere il potere economico della Cina o il potere militare della Russia. Gli strateghi militari in Occidente sono consapevoli che la cooperazione Russo-Sino non può essere compensata da nulla. Alla fine, Washington dovrà ricorrere a una strategia simile al suggerimento di Kissinger di trovare l'equilibrio, accettando anche la realtà multipolare che è stata stabilita.

Fonte: InfoBrics
 

Nessun commento:

Posta un commento

Tutti i commenti sono sottoposti a moderazione prima della loro eventuale pubblicazione.

Niente più Cinema, tutto sarà in streaming – indipendentemente dal Covid o dai vaccini

E c'è chi ancora nega affermando che non siamo una colonia USA…

Stato di emergenza, Tarro contro Conte: “voglio sapere i nomi degli esperti”

Stato di emergenza, Tarro contro Conte: “voglio sapere i nomi degli esperti”
Leggi QUI L'articolo di imolaoggi.it
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

GUARDA IL CIELO! CHE COSA STANNO FACENDO?

Come osano? come osano fare questo? Questa deve essere la reazione dell’umanità.

Perché questa mancanza di interesse dei nostri cieli?

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...