giovedì 6 agosto 2015

Hiroshima e Nagasaki 70 anni fa

Ricorre oggi l’anniversario della bomba atomica sganciata su Hiroshima.

Noi non potremo mai chiedere scusa per Hiroshima, 
Nagasaki - nipote del Presidente Truman


"I visitatori stanno di fronte a una fotografia che mostra città di Hiroshima 
dopo il bombardamento atomico del 1945 stanno guardando dei manufatti 
causati dalla distruzione dalla bomba a Hiroshima, al Peace Memorial Museum 
di Hiroshima, nel Giappone occidentale, il 26 mar 2015 © Issei Kato / Reuters" 

Il nipote dell'uomo che ha ordinato i bombardamenti nucleari su Hiroshima e Nagasaki 70 anni fa, ha ricordato di come è diventato a poco a poco un sostenitore del mondo libero dal nucleare.

Il canale di documentari RTD RT ha detto: Clifton Truman Daniel è il figlio del figlio unico del presidente Harry Truman - la scrittrice di fantascienza Mary Margaret, e Clifton Daniel, ha lavorato come amministratore delegato per il New York Times. Clifton non ha mai saputo che il suo nonno, (che ha visitato la famiglia di Daniel su base regolare), era stato il presidente degli Stati Uniti fino a quando non è andato scuola.

Daniel ha appreso a scuola dai libri di storia che gli Stati Uniti durante la guerra sganciarono le bombe nucleari sul Giappone e per molti anni non ha mai sentito un legame personale con gli eventi principali del 20° secolo.

"Mio nonno ha dato molta importanza sulla ragione principale per cui sono state sganciate le bombe sul Giappone, era quella di salvare centinaia di migliaia di vite da ambo le parti, questa era la principale ragione. Per abbreviare la guerra e salvare vite americane che probabilmente si sarebbero perse nell'invasione delle isole principali. Ha detto che: "le cose della storia sono andate in questo modo, riproponendosi di non pensarci più".

Un giorno però, l'atteggiamento è cambiato, mentre suo figlio portando a scuola un libro che raccontava la storia di Sadako Sasaki, che sopravvisse al bombardamento di Hiroshima all'età di due anni, si è ammalato di leucemia indotta dalle radiazioni nove anni dopo.


"Questa visione generale della città di Hiroshima mostra 
i danni causati dalla bomba atomica che è stata sganciata 
a marzo del 1946 © STR / Reuters"  

Una leggenda giapponese racconta il realizzarsi di un desiderio che sarebbe stato concesso a tutti coloro che avessero ripiegato mille origami raffiguranti delle gru. Mentre Sasaki stava combattendo per vivere, lei stava facendo delle gru di carta nella speranza di migliorare. Morì nel 1955, il suo desiderio non si è mai realizzato.

Daniel ha detto: "come ho detto prima nel il mio libro di testo, non c'erano ne numeri e ne ragioni per cui gli aerei abbiano sganciato le bombe. Non c'era nulla su quello che è accaduto ai bambini". "Non mi son dato pensiero su quello che è successo in un giorno normale e,  nell'essere difronte a una realtà di persone che hanno perso la vita in modo orribile, tutto questo mi ha portato ad una riflessione".

LEGGI TUTTO: 'il corpo senza volto apparteneva a mia sorella': Hiroshima, Nagasaki i sopravvissuti alle armi atomiche ricordano gli orrori di 70 anni fa.

Daniel è diventato il primo membro della famiglia Truman a visitare il Giappone, quando ha preso parte alla commemorazione delle vittime dei bombardamenti nel 2012. Era stato invitato dal fratello maggiore di Sadako, Masahiro Sasaki.

La visita ha avuto i suoi momenti difficili, Daniel ha ricordato, per esempio quando è stato intervistato da un giornalista giapponese, che ripetutamente gli chiese se si sarebbe scusato per la decisione di suo nonno, che non l'ha mai fatto. 



"Clifton Truman Daniel © RST" 
"Non so se ci sarà mai una scusa. Forse i due paesi possono trovare un linguaggio che li mette insieme per dire 'sapete noi riconosciamo che un grave male è stato fatto su entrambi i fronti e noi proprio per questo andiamo avanti e ci impegniamo a non fare più qualcosa di simile', ma ha spiegato e sottolineato che non ci sarà mai una scusa da parte degli Stati Uniti al Giappone o viceversa".

Daniel ha spiegato che Harry Truman ha agito in buona fede e credeva di salvare vite umane di molti americani. Questa è stata la principale considerazione del presidente, che ha avuto esperienze di prima mano sulla vita di soldati valorosi sul campo di battaglia durante la prima guerra mondiale.

Ha ammesso che ci sono e rimarranno polemiche sulla decisione di Truman, e di come alcune persone nel credere che l'uso di armi nucleari non sia stato necessario.

"Daniel ha detto: "la vera domanda a cui continuiamo e cerchiamo di rispondere, è che infatti possiamo dire, ha fatto fermare la guerra. Alcune persone dicono di no, il Giappone si sarebbe arreso comunque; altri dicono che non avrebbero mai rinunciato a fermarsi". «Perché lo abbiano fatto alla fine della guerra non lo sapremo mai, quindi non so come sarebbe andata."

 
Inoltre, Daniel ha aggiunto: "penso che gli americani possono ancora guardare la decisione presa e possono ancora dire che è stato fatto per ragioni giuste". "Possono anche dire guarda quanto è costato. Possono avere empatia. Non ci vuole niente." 


"La gente prega dopo aver rilasciato lanterne di carta su un fiume 
di fronte al sventrato Atomic Bomb Dome in ricordo delle vittime 
della bomba atomica sul 66° anniversario del bombardamento 
di Hiroshima il 6 agosto 2011 © Kim Kyung-Hoon / Reuters"
FONTE 
Fonte del video sottotitolato in italiano a cura di http://www.luogocomune.net/
Fonte dell'articolo che ho tradotto è stato postato da http://www.luogocomune.net/

http://ningishzidda.altervista.org/

Nessun commento:

Posta un commento

Tutti i commenti sono sottoposti a moderazione prima della loro eventuale pubblicazione.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Nin.Gish:Zid.Da

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Torna all'inizio

Torna all'inizio
Home page