mercoledì 4 aprile 2012

Perfida Albione


Perfida Albione: Introduzione alla Storia segreta dell'impero britannico
prima parte

Perfida Albione - "Treacherous England", "Faithless England", o, se preferite, "Dirty, Low-down, Sneaky Inghilterra" - si pensa comunemente possa derivare dalla francese Perfide Albion, l'aspetto più noto dell'epiteto è del. 1793 poesia "L'ere de Francais" del Marchese de Ximenez. L'anno non è senza significato.

Nel febbraio 1793, la  Repubblica sempre più radicale e assediata francese dichiarò guerra alla Gran Bretagna, e Ximenez esortava i suoi connazionali rivoluzionari a portare la lotta alle rive del nemico. Ci si chiede cosa avrebbe fatto della teoria, per far avanzare molti anni dopo, l'opera stessa della Rivoluzione che era clandestina e stata elogiata ad Albion Perfide.

In ogni caso, il buon marchese non era certo il primo o l'ultimo ad invocare il termine. I riferimenti a qualcosa a cavallo della data del gentile tardo Medioevo. Nel 1919, Canon Charles O'Neil ha sancito il testo di "Foggy Dew", che ha lodato la Ribellione di Pasqua in Irlanda. Gli spagnoli, ricordando lo sfortunato Armada e le depredazioni di Sir Francis Drake, ha parlato della perfida Albione, gli italiani della perfida Albione, ed i tedeschi del Perfides Albion. In ogni lingua, si riduce alla stessa cosa: gli inglesi hanno mostrato un talento speciale per la dannazione e il comportamento subdolo.

Lo sniping è tale solo all'amarezza riflessiva dei perdenti, o era l'ascesa e il successo dell'Impero Britannico davvero incoraggiati dagli sporchi trucchi di marinai rigidi e resistenti dalle rigide labbra superiori o della volontà dell'Onnipotente? Se è così, gran parte del lavoro sporco rientra in questa categoria di spionaggio liberamente definito o "servizio segreto". Ma gli inglesi non hanno inventato lo spionaggio, che, seconda se non più antica professione del mondo, se non la terza. 


Né può essere che il peccato presunto della Gran Bretagna stava semplicemente mettendo i suoi interessi al di sopra quella di qualsiasi altra nazione, sia esso amico o nemico. Quale altro paese può davvero affermare di aver fatto diversamente, e perché qualcuno si dovrebbe aspettare qualcosa d'altro?

Naturalmente, stiamo parlando di più di mera raccolta di informazioni; tradimento e corruzione, incitando alla ribellione, anche alla guerra, per non parlare del ricatto e dell'assassinio non sono né meno, né i più dei grandi crimini di cui è accusata la perfida Albione. Infatti, alcuni potrebbero sostenere che l'impero britannico sia nato e sostenuto attraverso un patto con il Diavolo. In ogni caso, dal calibro di Stephen Dorril e Robin Ramsay sostengono che la lunga storia di imbrogli sia manifestata dal "Segreto di Stato" di un britannico , che continua a guidare le politiche e il destino del Regno Unito.

La nozione che in Inghilterra aveva un talento speciale per l'inganno e la disonestà potrebbe essere un mito, ma in realtà si è dimostrato un modo efficace e duraturo. Dopo tutto, se l'impero si è dissolto, l'agente segreto più famoso del mondo, James Bond, rimane un britannico. La lunga lista di personaggi storici che sono accusati di essere gli strumenti di Albion (che lo sapessero o no) include Christopher Marlowe, Benjamin Franklin, Karl Marx, Leon Trotsky e Adolf Hitler. Coloro che, in un modo o nell'altro, sicuramente lo sono stati, sono Aleister Crowley, Harry Houdini, Benito Mussolini e di Noel Coward.


Quello che segue sarà uno sguardo necessariamente molto selettivo ad alcune delle persone e degli eventi coinvolti in relazioni clandestine in Gran Bretagna dall'epoca di Elisabetta I, la seconda guerra mondiale. Alcuni possono essere a conoscenza, altri decisamente all'oscuro, ma ognuno ha svolto un ruolo nella storia segreta dell'impero britannico. 

Sir Francis Walsingham 

Il merito per la creazione del primo servizio segreto "regolare" Inglese  con a capo delle spie di Elisabetta I, è Sir Francis Walsingham, che ha affrontato una situazione condivisa da molti dei suoi successori. La necessità di combattere le minacce interne ed esterne e la collaborazione dei due, sia  Walsingham che la sua regina erano protestanti, il fattore unificante tra i loro nemici era la devozione al cattolicesimo. Walsingham ha combattuto questa minaccia attraverso l'assunzione di agenti in patria e all'estero e conducendo un'aggressiva campagna di contro-sovversione. La sua arma di maggior successo è stata la provocazione o "talpa" che è penetrata, e compromesso le cospirazioni ostili. Ha seguito la massima che il nemico, più nemico dell'Inghilterra era una sua amica, o almeno uno strumento sfruttabile. Oltre a simpatizzanti protestanti e cattolici dissidenti, si suppone che abbia arruolato l'aiuto di streghe, stregoni e atei per la causa di Albion.

La cosa sorprendente è che Walsingham era uno degli operatori occultisti più noti elisabettiani i cui interessi comprendevano ermetismo, l'alchimia, l'astrologia e a conversare con questo è stato il dottor John Dee (1527-1608), un uomo la cui firma codificata era - una rappresentazione stilizzata  - ed è stato in seguito adottato da Lan Fleming per il suo "007". Tra le altre cose, Dee era un profeta che manifestava il destino dell'Inghilterra. Egli avrebbe coniato il termine "Britannia" ed evocato l'immagine del regno della piccola isola come centro del mondo-cingendo l'impero marittimo.

Mentre Dee profetizzava servendo molto bene la causa, Walsingham, era prima di tutto uno studioso e spesso sembra non aver avuto la qualità spietata  richiesta di un agente segreto. Quindi, sicuramente era la mano di Walsingham che nel 1582 guidò Edward Kelley nel suo percorso. Dee avrebbe voluto comunicare con gli spiriti, ma gli mancavano poteri medianici. Kelley li aveva - e ha affermato che - la coppia ha formato una squadra che durò per circa sette anni. Kelley era un personaggio discutibile, un falsario condannato e contraffattore occulto i cui interessi comprendevano negromanzia e a titolo definitivo, diabolicità. Dal momento che gli angeli hanno "parlato" attraverso Kelley e Dee, era inclini a fare ciò che hanno decretato, Kelley è idealmente posizionato per "gestire" Dee. Kelley non avrebbe avuto remore a fare tutto ciò che Walsingham avrebbe richiesto. Non c'è da stupirsi che circa tre secoli più tardi un altro occultista inglese-spia, Aleister Crowley, si sarebbe dichiarato la reincarnazione di Edward Kelley.

La missione più importante di Dee e Kelley era la loro lunga visita in Europa centrale nel 1580. Questo li portò alla corte degli Asburgo dall'imperatore Rodolfo II, nipote di nemesi d'Inghilterra, Filippo II di Spagna, che ospita una cabala pericolosa di esuli cattolici. Kelley in ultima analisi, si è infiltrato e tradito questo gruppo e le loro Co-cospirazioni in Inghilterra. Si ritiene che Dee ingraziato (e per estensione, di Kelley) da Rudolf, ha fornito all'Imperatore rari volumi di esoterismo. Dee dichiara di aver venduto un volume di Rudolf molto strano in seguito soprannominato il Manoscritto.  Dopo che Voynich (un libraio), lo riscoprì nel 20esimo secolo. Si tratta di un manoscritto illustrato raffigurante piante e rituali misteriosi e scritti in un alfabeto sconosciuto e indecifrabile. Tra la moltitudine di teorie del libro di Dee, è quella che contiene cose inventate come l'esperimento di crittografia basato su angeliche o "Enochiane" rivelazioni ricevute tramite Kelley.
 

                     L'alleanza della Gran Bretagna con gli ebrei

Mezzo secolo dopo la morte di Dee, l'Inghilterra era sotto un regime politico molto diverso, ma di fronte a una situazione di sicurezza molto simile. A metà 1650, il potere era nelle mani di un dittatore puritano, Lord Protettore Oliver Cromwell. I nemici principali di Cromwell sono stati i partigiani monarchici degli Stuart detronizzati che hanno fomentato la sedizione in patria e all'estero, con i re cattolici di Spagna e Francia.

In questo periodo, viveva a Londra, un ricco mercante portoghese-spagnolo di nome Antonio Fernandez de Carvajal. In realtà, Carvajal era un marrano o cripto-Ebreo, un discendente di ebrei iberici, costretto ad accettare il cattolicesimo nel secolo precedente. Come molti del suo segreto religioso, Carvajal odiava la Spagna e tutto ciò che rappresentava. Ha anche cercato di legittimarsi sia lui e altri cripto-giudei, in Inghilterra e permettere ad altri figli di Giuda a vivere lì apertamente. L'ostacolo era l'editto del 1290 di espulsione emanato da Edward I,  che vietava agli ebrei di abitare in Inghilterra. Nel 1655, Carvajal ha predisposto per il rabbino

Manasse ben Israel è andato ad Amsterdam e fare un appello personale al Cromwell. Il Lord Protettore ha formalmente abrogato l'Editto due anni dopo. Parte del quid è che Carvajal ha messo Cromwell in contatto gli agenti con una estesa rete di "informatori ebrei", che operavano nei Paesi Bassi, il Levante, l'America spagnola e dentro la stessa Spagna. Già nel 1656 questa alleanza segreta ha rivelato il suo valore quando gli agenti di Carvajal  hanno esposto intrighi monarchici in Olanda.

Andando avanti di 260 anni, troviamo agenti britannici in Medio Oriente, tra i quali un certo TE Lawrence, che venivano aiutati da un'altra rete di spie ebraiche, questo anello sionista chiamato NILI ha lavorato contro i turchi ottomani. Allo stesso tempo, gli operatori di Albione portavano avanti un'idea di indipendenza ancora prima degli arabi, mentre tranquillamente complottavano per dividere tutta la regione con la Francia. La luce principale dell'anello NILI, Aaron Aaronsohn perì in un misterioso incidente aereo nel Canale della Manica nel 1919. Come nei casi successivi del duca di Kent (1942) e il generale Wladyslaw Sikorski (1943), le menti sospettose vedono la mano nascosta della perfida Albione disfarsi di un "inconveniente".

Se non fosse stato per L'Editto Edward rimasto in vigore, la storia britannica sarebbe stata molto diversa. Nessun Rothschild avrebbe prestato il suo peso e la potenza finanziaria in quel di Londra, Benjamin Disraeli non sarebbe diventato primo ministro, né un Ebreo polacco di nome Shlomo Rozenblium sarebbero diventati
 

                                  Sidney Reilly, l'Asso-delle-Spie.

La Rivoluzione francese ha generato la sua quota di teorie del complotto. Forse i più resistenti di questi sono le "Cospirazioni Massoniche degli Illuminati", promosse dall'abate Augustin de Barruel nelle sue Memorie che illustrano la storia del giacobinismo (1797-1798) e John Robison con prove di una cospirazione contro tutte le religioni ei governi d'Europa ... (1797 ). Entrambi gli scrittori hanno puntato il dito contro accusandoli di aver  sciolto gli Illuminati di Bavaria che, essi sostengono, sia stata infiltrata dalla massoneria francese che ha generato gli eccessi dei capi-tagliatori giacobini. Vale la pena notare che sia Barruel e Robison hanno scritto i loro libri in Gran Bretagna e che il governo di Sir William Pitt il Giovane ha abbracciato e promosso le loro idee. Perlomeno, Pitt ha sfruttato la teoria del complotto per screditare in modo efficace e demonizzare la Rivoluzione francese.

Nel 20° secolo, glii accanitamente anti-britannici ricercatori associati Executive Intelligence Review Lyndon LaRouche sostiene che la mano nascosta d'Inghilterra sia stata aiutata ad ottenere il fallimento della Rivoluzione e la condusse nelle mani dei giacobini fanatici. Nel linguaggio moderno, era tutto uno sforzo di "destabilizzazione" progettato per paralizzare la Francia economicamente e politicamente. Anche la presa della Bastiglia era parte del complotto. La bestiale intelligenza britannica di Shelburne e Bentham," Jeffrey Steinberg individua Lord Shelburne (William Petty), il genio del male della joint venture che ha usato il potere monetario delle Indie Orientali Società che ha effettuato un colpo di stato silenzioso contro il governo debole di re Giorgio III. Secondo questa visione, i servizi segreti britannici sono stati lo strumento segreto del potere stesso. La verifica delle verità sono presenti nelle opere di disinformazione e sponsorizzate di Barruel e Robison, volti a distogliere l'attenzione dalla congiura reale?

Nel corso dei secoli 19° e 20esimo, i servizi segreti britannici hanno dovuto negoziare un paesaggio mutevole di alleanze e nemici reali o potenziali. Nel 1850, in Gran Bretagna, tradizionale nemico della Francia nella guerra di Crimea contro la Russia, ma nel 1890 la Francia si alleò con la Russia, una combinazione che era quasi come preoccupante in Gran Bretagna come lo era per il crescente potere sul blocco, in Germania. Fino ai primi anni del 20° secolo, la Russia zarista rimaneva dell'Impero il primo avversario, ma quando, dopo il 1900, i tedeschi hanno intrapreso la creazione di una grande marina, gli interessi britannici hanno chiesto un'alleanza con la Francia (1904) e, successivamente, Russia ( 1907).

Naturalmente, solo perché si erano alleati a qualcuno, non significava che avrebbero smesso lo spionaggio su di loro. Per gestire meglio le operazioni di intelligence, un Ufficio Divisione Guerra Intelligenza è apparso nel 1873. L'Ammiragliato ha seguito l'esempio di un comitato di intelligence esteri nel 1882 che divenne il Naval Intelligence Department (NID), pochi anni dopo.


                                                William Melville

Tuttavia, l'uomo che era la cosa più vicina ad un capo delle spie inglesi nel tardo 19° secolo, e che probabilmente ha posto le basi per l'intelligence britannica nel 20° secolo, proveniva dalla Polizia Metropolitana di Londra - Scotland Yard. Il suo nome era William Melville ed era, di tutte le cose, un irlandese cattolico Contea di Kerry. Originariamente era un fornaio, Melville è entrato nella polizia metropolitana nel 1872 e dieci anni più tardi si è unito la sua nuova filiale irlandese. Quest'ultima è stata progettata per combattere le cospirazioni feniani, in particolare gli attentati dinamitardi a Londra. Nonostante il suo background, Melville è diventato un nemico implacabile dei ribelli irlandesi ed un acerrimo nemico di anarchici e radicali in generale.

Nel 1887, Melville è stato coinvolto nello scovare il cosidetto Plot Giubileo, in cui una cabala Fenian
era l'obiettivo di far saltare in aria la Queen Victoria e la maggior parte del suo gabinetto in Westminster Abbey. La chiave istigatoria si rivelò essere un agente britannico. Lo stesso è emerso cinque anni dopo, quando Melville ha ideato la distruzione del Plot Walsall in cui un gruppo di operai anarchici è andato in prigione per aver progettato di costruire una bomba. Ancora una volta, l'uomo al centro della trama si è rivelato essere uno dei provocatori di Melville.

I degni servi tortuosi della perfida Albione, non sono rimasti senza ricompensa. Nel 1893 divenne Soprintendente Melville dello Special Branch ed ha guadagnato una reputazione quasi mitica come il sempre vigile custode dell'ordine pubblico. Sempre alla ricerca di angoli nuovi, trucchi e inganni, nel 1900 Melville ha arruolato i talenti del mago americano Harry Houdini. Ha anche raggirato Houdini e lo ha spiato durante i suoi tour in Germania e in Russia.

Tuttavia, questo non ha inibito Melville di stabilire accordi di cooperazione con i servizi segreti di questi paesi stessi. Nel 1901, ha lavorato con agenti tedeschi per prevenire un attentato contro il Kaiser Guglielmo II al funerale della regina Vittoria. Ha sviluppato un rapporto più elaborato con Pyotr Rachkovsky, altrettanto astuto il capo della sezione  Okhrana del governo russo a Parigi. Gli uomini di Melville hanno spiato gli esuli russi a Londra, mentre Rachkovsky ha fornito con intelligenza a Melville documenti raccolti da circoli radicali del continente. Hanno anche condiviso agenti.

Un esempio calzante sono i fratelli  Pilenas, Casimiro e Peter. Erano soggetti lituani dell'impero russo fuggiti a Londra nel 1890 e si trasferrono nei circoli rivoluzionari. Casimir è diventato un spotter e informatore di Scotland Yard intorno al 1896 e lui e suo fratello hanno lavorato come operatori di Londra sullo Okhrana. Il loro reclutatore era uno degli ufficiali di Melville, Michael Thorpe che ha anche lavorato, con l'approvazione di
Melville, per Rachkovsky.

Traduzione di wlady
By davidjones Dal Dr. Richard B. SPENCE
www.micahwright.com.

Nessun commento:

Posta un commento

Tutti i commenti sono sottoposti a moderazione prima della loro eventuale pubblicazione.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Nin.Gish:Zid.Da

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Torna all'inizio

Torna all'inizio
Home page