martedì 30 settembre 2014

Sophia e gli Arconti


Il mistero degli Arconti invasori dello spazio

Erano Antiche le rivelazioni delle civiltà dell'Età del Bronzo che hanno manipolato la mente umana parassitandoci fino a oggi da entità extra-dimensionali per i loro scopi malvagi? Testi gnostici del tempo di Cristo possono essere la chiave per la più grande cospirazione di tutta la storia umana!


Dentro il sogno di Sophia, il sogno è stato un'ottima interazione per vivevere, creature intelligenti sarebbero diventati gli esseri umani, per manifestare correttamente la loro interazione avevano bisogno di entrare in contatto con la materia organica: tuttavia nel suo sfacciato tuffo impulsivo, la pura forza di una affezione di plasma impattava con la materia organica, creando una spece di mediazione che non avrebbe mai potuto correttamente manifestarsi.


Sophia è una parte originale dell'intenzione per la visione della specie umana, un sogno soffuso, per pianificare con successo la materia dei propri esseri biologici venuti in essere. Eppure ora soddisfano il confronto con i loro cugini fatti della stessa materia che si nutrono di vite umane.

In ultima analisi, Sophia non solo è il sogno per la Terra, in realtà è diventata il suo cuore ecco perché non attacca, letteralmente Sophia è il pianeta vivente la madre vivente di tutta l'umanità.





Articoli correlati sugli "ARCONTI":
Indagine sugli arconti
I cinque componenti della "Matrix"

lunedì 29 settembre 2014

Ciò che realmente conta

A Cles studenti col microchip Ma non tutti apprezzano
Non solo astuccio, quaderni e libri. Quest'anno l'occorrente da mettere nello zainetto per la scuola si è arricchito di un nuovo elemento: il microchip. A Cles, le presidi degli istituti superiori «Russell» e «Pilati» hanno dotato ogni studente di un tag adesivo applicato sul libretto delle assenze, che consente la rilevazione elettronica dei ritardi. Una rivoluzione digitale legata all'adozione del nuovo registro elettronico.

studentiIl microchip viene intercettato da rilevatori appositamente installati agli ingressi del polo scolastico, per segnalare le presenze al passaggio dei ragazzi. La novità non è certo passata inosservata, tanto da diventare tema di dibattito nel corso di una recente assemblea d'istituto al liceo Russell convocata per l'elezione dei rappresentanti. In passato, i ritardi venivano rilevati attraverso un codice a barre stampato sul libretto, e ora qualche ragazzo non riesce proprio a tollerare l'adozione dei trasmettitori elettronici.«Chissà cosa ci aspetterà il prossimo anno - si è chiesto un giovane davanti ai compagni di scuola -. Forse il microchip sarà impiantato sottopelle, oppure assegneranno a ognuno di noi un braccialetto elettronico o un radiocollare come per gli orsi indisciplinati». Altri studenti hanno lamentato di non essere stati coinvolti nella decisione di acquistare i chip.

La raccomandazione della dirigente dell'Itcg Pilati Alessandra Pasini, nella comunicazione di inizio anno scolastico, è di custodire con cura il libretto personale (e dunque il microchip che contiene). Chi dovesse danneggiarlo o smarrirlo, sarà tenuto ad acquistarne uno nuovo al prezzo di 20 euro. Ma i contestati rilevatori di presenza sono davvero così costosi? «Macché - risponde la dirigente Pasini -, la scuola ha speso meno di un euro per ognuno. L'obbligo di riacquisto serve a responsabilizzare gli studenti, alle cui famiglie peraltro non viene richiesto alcun contributo per frequentare i vari laboratori di chimica, informatica, elettronica e meccanica. Altrove non funziona così, ma la nostra è un'organizzazione efficace nonostante la sua complessità».


La dirigente riferisce, dunque, di non aver avvertito malumori tra i suoi 760 studenti in merito all'adozione dei nuovi dispositivi: «Non sono invasivi della libertà della persona e rilevano soltanto l'orario di ingresso a scuola. In questo modo si facilita il lavoro dei nostri 119 insegnanti nel fare l'appello e compilare il registro, perché credo che le loro energie vadano convogliate in ciò che realmente conta».


Al liceo Russell, la dirigente Tiziana Rossi ammette che i microchip hanno creato qualche malcontento. «Ho già avuto qualche colloquio con i nuovi rappresentanti d'istituto, che mi hanno espresso le loro perplessità - riferisce la preside -. Questa tecnologia non va demonizzata, e garantisco che da parte della scuola non c'è alcuna volontà di controllo. Il tag adesivo garantisce certezza sul dato rilevato, nell'interesse degli studenti ai fini del voto in condotta». Chi diserta un quarto delle lezioni, infatti, non viene neppure ammesso alla valutazione finale.


«Sarebbe complesso contabilizzare le ore perse attingendo ai dati dei registri cartacei, mentre i microchip garantiscono la certezza dell'orario rilevato, e questo è un elemento di interesse per i nostri 1.080 studenti - conclude la dirigente del Russell -. Il registro elettronico è un nuovo modo di comunicare con le famiglie e chiederemo proprio il supporto dei ragazzi per la formazione degli adulti nell'approccio a questa
«tecnologia».

Fonte: http://www.ladige.it/
Ps: interessante leggere la pletora di commenti ...

Articolo Correlato:
Scienziato dichiara che gli impianti di microchip negli umani  "non saranno facoltativi" 

sabato 27 settembre 2014

Agosto e settembre 2014 Il buio più scuro mai avuto in passato

sauberer-himmel.de 

Invece di un cielo blu abbiamo un cielo di cotone bianco

Abbiamo sempre un numero superiore alla media di visite sul nostro sito web, ormai vedere un cielo localmente libero da scie chimiche è diventata un'eccezione, libero da nuvole artificiali e correttamente visibile. Poi molte persone vedono apparire queste strisce e l'allora atterrano su internet sul nostro sito.
 
Quello che molte persone credono, è che se non vedono velivoli che rilasciano le strisce, sia tutto normale per il fatto che il cielo è pieno di nuvole ma non colpisce il fatto che il cielo è pieno di nuvole artificiali. Come questo sotto postato:
 

Queste sono le nuvole gonfie bianche che abbiamo già nell'articolo "non lasciarti influenzare dall'immaginazione." Queste nubi artificiali garantiscono che non abbiamo praticamente più nessun giorno di pieno sole. Agosto e settembre di quest'anno è probabilmente il più scuro e buio che abbiamo mai avuto.
 
Che tali masse possano essere generate da nuvole artificiali, dovrebbe essere chiaro per ognuno di noi e, non solo con gli aerei. Anche gli esperti hanno già commentato questo: Così come ha fatto il fisico di fama delle particelle Prof. Jasper Kirkby, un membro della "Organizzazione europea per la ricerca nucleare" (CERN), in una parte della conferenza sulle applicazione di aerosol artificiali (="scie chimiche") vengono usati non solo su aerei ma anche navi.
 
In quella conferenza il Prof. Jasper Kirkby puntò il puntatore laser su una foto, le persistenti "scie" spettacolari, vengono confermate:
"Queste non sono scie di condensazione, la tesi è che sono nubi che vengono seminate da getti di dumping aerosol nell'atmosfera superiore"
Poi il Prof. Jasper Kirkby, ha descritto un'immagine satellitare che mostra anche le "scie persistenti", e ha detto:
"Quindi, la tesi meno familiare, ma molto importante, è che sono le tracce fatte dalle navi che coinvolge una vasta area (...) queste sono tracce lasciate dalle navi oltre l'Alaska, che inseminano le nuvole con un "extra-aerosol"
Questo passaggio della conferenza è disponibile online all'indirizzo: http://www.youtube.com/watch?v=fAYxH1qXYOw.
 
Un celebre fisico, ha confermato che questi modelli di scie striate nel cielo non sono strisce lasciate dallo scarico degli aerei o navi ("Questi sentieri lasciati non sono fumi di condensazioni"). Questa sarebbe la sua affermazione senza parlare delle scie chimiche, ma solo di uno scarico normale, non pensavo che avrebbe parlato collegando anche le navi con l'implicazione di un "aerosol extra".
 
Dobbiamo quindi ritenere abbastanza sicuro che la creazione di nuvole artificiali sono generate da flotte di navi cisterna speciali sui mari, che agiscono come un nastro trasportatore, che è anche ben visibile in luoghi sulle coste. Queste nubi sono molto bianche e hanno contorni molto sfumati.
 
Perché questo accade? A questa domanda, rivolgeremo la nostra attenzione in dettaglio in uno dei prossimi post e quindi venirne a un risultato che forse sorprenderanno molte persone.
Leggere e vedere anche i cambiamenti artificiali nel nostro cielo:
Come liberare il nostro cielo dalle scie chimiche

Il film Trailer educativo delle scie chimiche "look up" di William Baldwin

Guarda il trailer del film "cercare" di William Baldwin, informa il pubblico sul programma scie chimiche.

La guerra contro le iniziative dei cittadini per un cielo pulito

Cari partecipanti di Cielo Pulito,
dopo diversi tentativi infruttuosi di pirateria i nostri avversari al momento possono raggiungere il loro successo impedendo l'applicazione di un'iniziativa dei cittadini. Faremo assumere un tecnico per risolvere questo problema.
 
Questi non sono gli unici attacchi a cui siamo esposti. Abbiamo perso molte brave persone, perché non volevano più essere esposte a tale enorme pressione. Oggi i dissidenti non sono più pubblicamente inseguiti sul mercato con la ghigliottina. No, oggi si verificano nei media pubblici come dei boia. E accanto ad essi viene adottata per l'interessato una forma sottile di stalking, minacce e anonime diffamazioni. Il pedinamento è fatto non solo a mezzo fax, web, posta e telefono. Sono successe cose che spieghiamo meglio il non avvicinarsi a tali tematiche, per diffondere paura. La fomentazione della paura è esattamente lo scopo che applica stalker.
 
Abbiamo trascorso gli ultimi tre anni in silenzio su tutto quello che ci è successo. Provano gioia quasi quotidianamente ad assumere l'iniziativa dei cittadini - un vile brutto modo. Non per niente le nostre agenzie di intelligence nazionali che proteggono solo le grandi imprese, hanno preso in consegna parte degli agenti della Stasi dopo la riunificazione (fondata dopo la seconda guerra mondiale dalla CIA che ha diligentemente servito la Gestapo, con omicidio e terrore perché questa è l'attività dominante). Ci sono metodi della Stasi con cui si è confrontata in questo paese, con problemi - solo diversi da Greenpeace, WWF, Il Bund, la conservazione o come tutte le altre ONG caldamente sdentate - che affrontano le radici e/o educano il pubblico circa le cose che devono rimanere strettamente riservate. 

Sembrano essere le scie chimiche il tema particolarmente rilevante al tempo d'oggi, perché si rivolge in particolar modo duramente a queste persone della Stasi. A causa della consapevolezza di un fenomeno che tutti possono vedere in cielo, vi sarà la lotta in Germania, come se tu fossi un terrorista. Ma i terroristi sono altri. Ci sono quelli che spruzzano il cielo provocando le scie chimiche. Questi sono i veri terroristi, e sì, questi sono i veri fascisti. Ci sono, tra l'altro, gli stessi che vogliono immergere il mondo in una nuova grande guerra (e rivolto in partricolare a Kennedy e Eisenhower avvertimenti dati con insistenza).
 
Quindi: Il nostro motto è la pace ... e non la guerra! Ciò vale anche per gli Stalker.
In ogni caso, siamo d'accordo con l'importante messaggio di Kilez (...)
O più  persone che ci rappresentano come Kilez lasciandoci coinvolgere, a differenza degli Stalker (e quindi denaro) di cui hanno bisogno :-)

Non lasciatevi scoraggiare!

 

Vi prego di non lasciarvi scoraggiare: Per scie chimiche non si intende "solo" le molte strisce che vediamo nel cielo che non scompaiono velocemente. I tecnocrati hanno nel frattempo sparso un numero sufficiente di particelle nell'atmosfera, in modo che in una giornata di sole - possono scompattare la naturale copertura - come ad esempio succede oggi in molti luoghi. Nella visione sopra esposta, non sono nuvole naturali. E' la copertura fatta dai tecnocrati, che produce qui un tipico mosaico. A questo proposito, con questi modelli si può vedere chiaramente che le nuvole - contrariamente a quanto ha affermato in forma poco professionale Galileo, possono essere molto ben controllate e gestite -. Nulla è lasciato al caso. Pertanto non viene spruzzato solo lo zolfo, ma vengono anche spruzzate particelle piezoelettriche. Queste agiscono come antenne e dovrebbero anche essere responsabili nel danneggiare le foglie delle piante (avete letto il nostro articolo "High-tech scie chimiche con bario-titanato di stronzio? Esperimento con retrogusto mortale?").
 
 

Il fatto è, che dalla mattina alla sera non riescono più a passare i raggi del sole per via della copertura chimica, in qualsiasi caso (la ragione della causa di questo non è certo la CO2). Prima o poi, il sipario si aprirà, e tutti noi aspetteremo il calore dei raggi del sole.
 
Le nuvole artificiali possono essere facilmente riconosciute perché sembrano incredibilmente bianche assomigliando all'ovatta. Inoltre assume un bagliore in un ampio spettro di colori quando l'angolo permette alla luce solare di penetrare. Si dovrebbe tenere la mano davanti al sole. Per poi riconoscere le sfumature di colore, provenienti in particolare dalle particelle di metallo spruzzato in una certa misura.
 
 

Utilizzando un filtro di colore si possono vedere la gamma di colori ancora meglio. Il bianco puro del cotone scompare e guardando la nuvola sulla destra si può notare per quello che sono, chimica tossica. Anche nella missione Galileo si è convenuto che tutto quello che viene spruzzato in cielo, ad un certo punto ricadrebbe a terra. Ma voi, cari lettori, potete ancora considerare ulteriormente l'inquinamento chimico del nostro cielo come una teoria della cospirazione.

Comunque, stiamo respirando queste sostanze chimiche, sostanze chimiche che ogni giorno abbiamo già trovato in centinaia di campioni di acqua piovana.
Leggere e vedere anche:
Come cambiare le scie chimiche nel cielo

http://www.sauberer-himmel.de/ 

Articoli correlati: 
Plastica nel Lago di Garda: i polimeri sono entrati nella catena alimentare 

Un documento del 1975, redatto dalla F.A.A. e dal N.O.A.A., dimostra che le "contrails" persistenti non esistono

Eseguite analisi dell’acqua piovana in Francia: i risultati sono inquietanti


 

venerdì 26 settembre 2014

La cortina fumogena dell'informazione

 
 
Il controllo dei media

I nomi Rothschild, Rockfeller, Kissinger e Carrington appaiono nei consigli d'amministrazione e tra i "consiglieri" delle multinazionali dei media e ciò non sorprende. Per controllare l'umanità attraverso la mente e le emozioni basta controllare i media. Senza di questi è impossibile.

Ciò è reso tanto più facile dal fatto che la stragrande maggioranza dei giornalisti di tutto il mondo, compreso i cosiddetti "grossi nomi" di ogni paese, sono o agenti della Confraternita (l'esigua minoranza) o non sanno un accidente di quello che succede nel mondo.

David Icke dice: "io ho lavorato come giornalista e sono quindi stato a contatto con entrambi questi gruppi e quella che viene definita industri delle comunicazioni è in realtà formata da ciechi (i giornalisti) che guidano altri ciechi (i lettori e gli spettatori). La mia esperienza come giornalista e come bersaglio dei giornalisti, mi ha mostrato molto chiaramente quante poche cellule celebrali sono necessarie per fare quel lavoro.

Ogni giorno nelle stazioni televisive di tutto il mondo i vari giornalisti e corrispondenti forniscono al loro pubblico la versione ufficiale dei fatti che stanno riferendo. "Fonti vicine alla Casa Bianca affermano questo ... Il primo ministro dice quello ... l'FBI sostiene quest'altro ...". In tutta la mia carriera di giornalista non ricordo una sola conversazione in una redazione che non riflettesse la versione ufficiale dei fatti della vita e del mondo.

La maggior parte dei giornalisti non sono dei manipolatori, sono semplicemente completamente disinformati e spesso incredibilmente arroganti. Credono che se qualcosa di importante succedesse davvero loro dovrebbero esserne al corrente in quanto "giornalisti". In realtà sono gli ultimi a sapere le cose.

L'arroganza e l'ingenuità, quel connubio tipico di così tanti giornalisti, è emblematico e altamente distruttivo. Aggiungeteci una buona dose di chiusura mentale e avrete il quadro completo della situazione.

"Un intervistatore della BBC mi ha detto in tutta serietà che non dovremmo preoccuparci dei membri della Frammassoneria più di quanto ci preoccuperemo della squadra locale di squash. E non sto scherzando. Io ho fornito a molti giornalisti importanti rivelazioni di ciò che sta realmente succedendo, ma loro o le hanno eliminate senza neanche esaminare le prove o le hanno messe in ridicolo, sempre senza curarsi delle prove.

Nei primi inizi del 1997 ricordo di aver incontrato un tizio a Los Angeles che si chiamava Taylor, o qualcosa del genere. Lavorava per il giornale londinese The Observer. Gli parlai delle pratiche pedofile di George Bush e dei suoi narcotraffici. Mi ofrii di metterlo in contatto con alcune delle persone che avevano subito abusi da parte di Bush. 

Ma cosa ha fatto questo "giornalista"? Se ne è andato ed ha scritto un articolo in cui mi attaccava pesantemente e diceva anche che i miei occhi sembravano iniettati di sangue. La cosa non mi sorprende affatto visto che ero reduce da un tour di conferenze durato due mesi, che aveva toccato l'Australia, la Nuova Zelanda e gli Stati Uniti. Ma come può uno soffermarsi sulla condizione degli occhi di una persona quando gli è stata offerta, come lui stesso la definì, la "notizia del secolo"? Può farlo solo se è un giornalista. 

Come dice un vecchio detto: "non riuscirai a corrompere o a manipolare il grande giornalista inglese, ma visto quello che fa senza essere corrotto, non c'è nessuna ragione di farlo". Naturalmente anche tra i giornalisti ci sono delle eccezioni e delle persone rispettabili, ma son davvero rare e provate a chieder loro cosa succede quando tentano di scrivere la storia come è realmente.

I giornalisti si adeguano alle posizioni ufficiali e scrivono e decantano la versione ufficiale della vita. Sono i "galoppini" di quelli che occupano il vertice della piramide. Alla sommità ci sono i banchieri che forniscono i soldi necessari ad acquistare i gruppi mediatici.

Questi banchieri controllano anche le maggiori industrie e le organizzazioni aziendali, e i giornali, le televisioni e le radio non possono sopravvivere senza i proventi messi a disposizione da queste persone in cambio di pubblicità. La minaccia di bloccare la pubblicità ha fatto sì che molte rivelazioni finissero nel cestino.

Sotto i banchieri e agli industriali ci sono i "baroni" dei media, i Mardock, i Black, gli O'Reilly e i Parker. Questi si sottomettono agli ordini dei finanziatori e dei pubblicitari e nominano direttori delle loro testate solo coloro che garantiscano loro che la stessa linea politica, politica che appaia sui giornali e canali televisivi giorno dopo giorno.

Il direttore sceglie i giornalisti che devono orientarsi allo stesso orientamento che a lui è stato imposto. Il giornalista risponde al direttore del giornale, il direttore del giornale risponde all'editore, e l'editore risponde alle banche e alle multinazionali cioè alla Confraternita.

Queste sono quelle che chiamiamo "notizie". Siamo portati a credere che grandi personalità dell'editoria come Maredock, Perrker e Ted Tuner si detestino l'un l'altro. Forse è così, o forse si tratta solo di una cortina fumogena, ma la cosa non ha importanza. Chiunque di loro sia il capo di una qualche organizzazione, attuerà sempre la solita politica, perciò alla confraternita non interessa minimamente quali tra i suoi burattini possiede un giornale perché la sua politica sarà sempre portata avanti. 

Non sono questi i "baroni" ad esercitare veramente il controllo: Essi non sono che gli uomini di facciata, tutto qui.

Di David Icke, "Il Segreto più Nascosto" p.340-341-342

giovedì 25 settembre 2014

Nachrichten aus Deutschland

 

La conclusione del tabloid tedesco Galileo: le scie chimiche non possono essere completamente escluse.

Galileo, "l'eccellente" tabloid di educazione tedesca, ha ancora una volta proposto di portare la gente nel suo famoso e imbattibile modo di fare, motivando le sue aggiornate conoscenze scientifiche.
 
In uno spettacolo riccamente prodotto da fumetti e discusse animazioni ecco il suo contributo video che misura la realtà delle irrorazioni delle scie chimiche. Il sostegno scientifico è stato dato dal contributo dei meteorologi di secondo piano come Thomas Endrulat del Servizio Meteorologico tedesco a Potsdam.  

Ancora una volta, è interessante notare che i riconosciuti esperti tacciono sul tema delle scie chimiche. Nel post presentato sulle misurazioni è stato anche sottolineato che le scie chimiche nel cielo non contengono sostanze tossiche come sali di alluminio o di bario. Ma anche qui, le presunte misure del Centro tedesco per l'Aerospazio non ha fornito ulteriori spiegazioni. (Ricordiamo che tutte le autorità pubbliche responsabili che parlano di presunte misure, fino ad oggi non sono mai state messe a disposizione!)
Anche se il contributo si propone di relegare il tema attorno al "scie chimiche alla teoria della cospirazione" ridicolizzandoli, principalmente, senza tener conto delle indicative primarie affermazioni letterali:
  • "La manipolazione Meteo è possibile"
  • "Il tempo come arma"
  • "... Che sta agendo un laboratorio sopra le nostre teste."
Incredibile! Dal momento che è il presunto programma scientifico, dopo tutto la sua ricerca non la esclude nemmeno che ci siano scie chimiche confermando anche che sia la modificazione del clima e meteo, le guerre artificiali sono una realtà ...
 
Naturalmente, la Cina ha adottato questo da molto tempo, ha manomnesso il clima da tempo immemorabile. E se i cinesi lo fanno, gli stati occidentali non sono secondi a nessuno - in particolare agli Stati Uniti. Ma la Germania - insieme agli Stati Uniti e all'Inghilterra - hanno forgiato la scienza e la tecnica per influenzare il tempo e il clima, ma questo non viene menzionato minimamente.
 
A proposito, in qualità di tutor per il team di Galileo, vi consigliamo il nostro articolo "Perché così tante strisce? Non sono scie normali di condensazione quelle che si vedono nel cielo". Giusto per dire che i fenomeni giornalieri visibili, cioè lo stallo e la lenta diffusione di "contrails" nel cielo, ad una umidità relativa del 70 per cento sono le possibili dimostrazioni che l'obiettivo della missione è, tra le altre cose, la distribuzione delle rivendicazioni non scientifiche nello stupire la gente.
 
In ogni caso, si può vedere la copertura delle scie chimiche in tv, non importa quale TV - non importa quale stazione - praticamente parlano con una sola voce dell'argomento delle scie chimiche - si comportano come un culto, un'opera di lavaggio del cervello al popolo - simili al tema della guerra. Le opinioni dissenzienti vengono demonizzate. Le devianze sono stigmatizzate, le ommissioni del potere vengono messe da parte.
 
Ma: ProSieben da un sacco di soldi ai tecnocrati mettendo nelle loro mani il lavoro educativo, sopratutto con azioni confezionate che incontrano incredibili Risonanze con i nostri partecipanti, pur essendo in grado di fare qualcosa per contrastarli.
 
Conclusione: Pertanto, non ci piove su questa missione. La migliore cosa da fare è distribuire volantini per informare in modo veritiero il pubblico. Clicca qui per le nostre azioni di volantinaggio

http://www.sauberer-himmel.de/


_______________________________________________________

 

Non lo dite in giro, ma la Germania stampa moneta. 

Questa è una di quelle notizie che non leggerete mai da nessuna parte. Nessun telegiornale, giornale e sito istituzionale italiano la riporterà e se mai dovesse farlo, non ne evidenzierà la reale portata.

La notizia è questa, pubblicata sul Wall Street Journal del 19 Agosto: Germany Set to Issue Bonds at 0% as Investors Seek Refuge.
“The German Finance Agency Tuesday set a 0% coupon–or fixed annual interest payment–on the two year Treasury notes, known as Schatz, of which it aims to sell an initial €5 billion ($6.69 billion)”.


La Germania ha emesso 5 miliardi di bond ( Schatz) al mirabile tasso dello 0%!!! In altri termini, emettere debito a tasso zero, equivale a “stampare moneta”!!!
Questa manovra consentirà alla Germania di ridurre il proprio debito e di conseguenza, l’importo degli interessi passivi sullo stesso. Il che significa lasciare nelle tasche dei cittadini tedeschi una maggior quota di reddito disponibile con cui stimolare la domanda interna.


Infatti, se la Germania proseguisse nell’emettere titoli al tasso dello 0%, si determinerebbe la seguente situazione:
Crescita PIL Germania > Tasso d’indebitamento Germania
1,65 > 0 , per cui il debito teutonico si ridurrebbe dell’1,65% ogni anno. Altro che storie! Da noi il debito continua inesorabilmente a salire del 3% l’anno e loro invece lo riducono! Questo spread, ben più importante di quello enfatizzato dai media, è di 465 punti base!!


Cerchiamo di spiegare perché la Germania emettendo debito su cui non paga interesse, è come se stampasse moneta ( per inciso, non erano i tedeschi i più grandi nemici della stampa di moneta per paura dell’inflazione??!,…avranno cambiato idea…mah..misteri del cosmo!)
Questa bella notizia dalla Germania, ci consente di tornare a spiegare da una differente prospettiva cosa sia in realtà il “debito pubblico”, cioè una passività dello Stato verso il settore privato, su cui paga un interesse. Ma anche la moneta comunemente intesa, la banconota o il saldo di conto corrente (nella misura in cui è convertibile in banconote) è anch’essa una passività dello Stato, solo che non paga interesse.


Ergo: debito pubblico e moneta sono equivalenti e lo Stato può scegliere di emettere l’uno o l’altro, indifferentemente.
Il debito pubblico e “la moneta” sono equivalenti, perché il credito (debito) che le banche creano, alla fine ha valore in quanto promette di essere scambiato, su richiesta, in moneta emessa dallo Stato ( ad esempio, se ci rechiamo al bancomat per un prelievo,, il nostro saldo o parte di esso, viene corrisposto in denaro contante).


In un mondo come quello degli ultimi anni in cui il debito pubblico paga quasi 0% ( accade per gli Usa, Giappone, ora in Germania), la distinzione tra debito pubblico e moneta scompare del tutto perché sono in realtà all’origine la stessa cosa, due passività dello Stato.
E che la quantità di moneta ( contante o credito) sia fondamentale per la crescita dell’economia e dunque per consentire la sostenibilità del debito, lo si comprende dai seguenti grafici:


IMG_8426

IMG_8425

In appena 6 anni, tra Italia Germania, si è creato un gap del 30% nella quantità di moneta M3 presente nell’economia.
Bisogna capire che la quantità di moneta conta eccome nel permettere al sistema economico di crescere, come spiegava Milton Friedman nel 1948,( e come ripetono oggi Mosler,Werner, Lucas, Woodford, Keen,…) mentre invece per i vari Draghi, Padoan, Giavazzi, Alesina e praticamente il restante 90% degli esperti economici, la moneta è irrilevante, perché questa si produce miracolosamente quando l’economia cresce…(e se non cresce è sempre per qualche motivo “reale”).


Friedman, quando nel 1948 i tassi di interesse nel mondo occidentale erano tutti vicino a 0% (come oggi) e si parlava allora (come oggi) di una stagnazione globale, affermava che :
” se il volume di investimenti che da la piena occupazione è inferiore al volume di risparmi che sono generati a questo livello di reddito e di prezzi… allora… quello che occorre è un livello di deficit (pubblico) tale da compensare la moneta tesaurizzata e non spesa.. .L’aumento della quantità di moneta che seguirebbe a questo deficit pubblico farebbe aumentare la posizione finanziaria del pubblico e poi anche la frazione di reddito che viene spesa… e ci sarebbe poi anche un aumento dei prezzi e del reddito e prodotto nazionale monetario e una graduale riduzione poi del deficit…”

Fin quando si continuerà a tagliare i deficit, con la scusa della riduzione del debito, del rispetto degli imbecilli parametri dei Trattati, non ci sarà salvezza per il nostro Paese. E’ l’intero sistema bancario che oggi di fatto crea la moneta, che deve essere cambiato, prima di ogni altra riforma, prima di ogni altra nuova legge.


Le tanto invocate riforme renziane, il Senato, la modifica all’art.18, la legge elettorale, l’evasione e la corruzione, la casta e le sua prebende, non c’entrano un fico secco con la triste ed ingloriosa fine del sistema produttivo e sociale italiano e non faranno altro che peggiorare la situazione economica dei cittadini italiani.

http://www.salviamogliitaliani.it/





mercoledì 24 settembre 2014

Oggi 24 settembre mi son svegliato e ...



Non hanno perso tempo, "sull’accordo del climate change cui si sta lavorando per il summit di Parigi del 2015 “dovrà essere vincolante”. E’ la posizione dell’Italia, espressa dal presidente del Consiglio Matteo Renzi nel suo intervento al climate summit in corso alle Nazioni Unite. “Quella dei cambiamenti climatici è la sfida del nostro tempo, lo dice la scienza, non c’è tempo da perdere: la politica deve fare la sua parte”, ha sottolineato il premier."


Questo è il risultato del giorno dopo, non hanno perso tempo



La chiamano "green economy", costa 5 miliardi di dollari l'anno coprire il sole per combattere il cambiamento climatico 




Questa non è condensazione, non esiste nessuna attinenza, chi lo sostiene mente spudoratamente.


.

Esse sono solo il prodotto della bieca propaganda volta a giustificare la presenza, nei cieli del mondo, di coperture del tutto artificiali.




Questa è la triste realtà che ci passa sopra le teste, nell'ignavia della popolazione intera che non si pone domande e/o nel migliore dei casi schernisce chi si attiva a denunciare un fatto incontrovertibile.


Il SOCO Magazine ha dimostrato un eccezionale coraggio giornalistico pubblicando un articolo in primo piano che copre la follia della geo-ingegneria. Questo è un grande passo avanti, ora più giornalisti sono propensi a pubblicare e a seguire il loro esempio. L'ingegneria del clima è un pericolo immensamente grave per ognuno di noi. I giornalisti e gli editori si stanno rendendo conto della minaccia che sta colpendo loro stessi e le loro famiglie con la geo-ingegneria, è la censura della più grande storia mai raccontata sulla ripartizione e la volontà di colpire il pianeta. La pubblicazione da parte di SOCO per questo articolo è un salto nella giusta direzione per la causa e l'esposizione per fermare l'ingegneria del clima. Link
 


 "Sono state di recente compiute in Francia alcune analisi dell’acqua piovana: l’esito è allarmante, poiché nell’arco di pochi mesi i livelli di alluminio, bario, stronzio e titanio sono cresciuti in modo esponenziale. Se consideriamo che, dopo decenni di attività chimico-biologiche, i valori di metalli nelle idrometeore dovevano essere già elevati, se ricordiamo che la contaminazione è ormai globale, non si hanno molte ragioni per essere ottimisti..." Link
 


"E’ di recente pubblicazione un nuovo volume sulla geoingegneria abusiva: ne è autore Mark Rich che ha il merito di dire pane al pane, vino al vino. Già il titolo del libro, "Geoengeneering sabotage and human extermination" (Il sabotaggio del pianeta attraverso la geoingegneria e lo sterminio dell’umanità), è esplicito, fin quasi alla brutalità." Link


 
L'attacco alla salute, la sicurezza e l'integrità dei cittadini italiani ed europei e la negazione delle informazioni da parte dei governi degli stati membri. Ci si riferisce all’irrorazione aerea clandestina che da oltre un decennio che sta modificando i nostri cieli, senza informare e chiedere il consenso ai cittadini, quindi fuori da ogni legalità, ignorando il principio precauzionale più elementare.
Le fotografie qui esposte non lasciano dubbi sullo scempio che si continua a perpetrare sistematicamente giorno dopo giorno e anno dopo anno. Le conseguenze sulla salute sono ormai evidenti a tutti, anche se si continua a nascondere la testa sotto la sabbia come gli struzzi.


 "Un importante studio del 1996 che rivela l’intento da parte delle forze armate degli USA di disporre entro il 2025 di “una capacità di modificazione del tempo globale, precisa, immediata, robusta, sistematica”. Nel summit di ieri alle Nazioni Unite (con mega schermi) si stanno portando avanti per l'incontro per l'altro summit del 2015 a Parigi; la legalizzazione degli stati sulla geo-ingegneria, questo sarà il protocollo (ora occulto ma non troppo) da adottare, la fumigazione legale dell'umanità


Bombe d'acqua, grandine e siccità sono il risultato della geo-ingegneria e dell'inseminazione delle nubi da parte di scienziati al soldo dei governi di tutto il mondo, la popolazione è allo scuro e ignora questi fenomeni criminali, dando la colpa ai cambiamenti climatici e alla barzelletta della CO2 strombazzata da tutti i media e "negazionisti" loro complici, pronti ad intervenire in video, TV, media e nel web, insultando, deridendo, demonizzando minacciosamente chi fa ricerca indipendente.

"Grandine che colpisce come mitragliate e ferisce case, cose e persone, distrugge piantagioni, mette in ginocchio agricoltori. Abbiamo visto scene assurde in piena estate, spazzaneve a liberare strade imbiancate (vedi video) e non al Polo Nord ma in Italia, Spagna, Germania ed altri paesi. Il 2014 sarà un’annata da ricordare: trombe d’aria, bombe d’acqua, fulmini record, grandine in quantità e grandezza impressionante, il resoconto dei disastri è un  bollettino di guerra."

"Di anno in anno sempre peggio, dicono gli operatori dei settori colpiti e non pochi costretti a chiudere i battenti dopo ripetute devastazioni. Nei primi sei mesi dell’anno i danni causati da catastrofi naturali e disastri causati dall’uomo ammontano a 44 miliardi di dollari." 

"Lo indica uno studio reso noto dall’assicuratore elvetico Swiss Re in base a dati non ancora definitivi. Tra le catastrofi più onerose segnalate dall’assicuratore figurano le tempeste di grandine, ma solo negli Stati Uniti. Qui in Europa inizia la corsa ad assicurarsi contro gli infortuni futuri, per chi un futuro ancora ce l’ha". Link
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Nin.Gish:Zid.Da

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Torna all'inizio

Torna all'inizio
Home page