mercoledì 29 maggio 2013

IL SAPERE E' UN'ARMA

 Perché gli USA hanno bisogno delle primavere arabe prima della Terza Guerra Mondiale

.
Perché dli Usa hanno attaccato la Libia, l'Iraq, l'Afganistan e lo Yemen? Perché gli agenti americani stanno contribuendo a destabilizzare la Siria? E perché il governo americano sta tanto cercando di distruggere l'Iran? Quando di fatto l'Iran non ha attaccato alcun paese dal 1798? Vhi sarà il prossimo? Cosa dobbiamo aspettarci? Quando guardiamo la situazione in cui ci troviamo attualmente, questa sembra non aver alcun significato se ci basiamo su quello che abbiamo imparato a scuola.

E assolutamente senza alcun senso se basiamo la nostra visione del mondo sulla propaganda mediatica che i media main stream ci spacciano per informazione. Ma tutto questo troverà un senso una volta che conoscerete le reali motivazioni del potere dominante.

Al fine di comprendere queste reali motivazioni dobbiamo analizzare un poò di storia. Nel 1945, l'accordo di Bretton Woods ha fatto del dollaro la moneta della Riserva Mondiale. Che Significava etichettare in dollari i prodotti internazionali. Questo accordo, che dava agli USA un vantaggio finanziario, fi stipulato a condizione che i soldi potessero essere convertiti in oro ad un tasso costante di 35 dollari al grammo.

Gli USA promisero di non stampare molto denaro ma questo non era altro che un accordo verbale, perché la Federal Reserve ha impedito ogni tipo di verifica o controllo, sul processo di stampa. Durante gli anni precedenti al 1970, le spese della guerra del Vietnam hanno fatto prendere coscienza a diversi paesi che gli USA avevano stampato molto più denaro delle riserve auree.

E di conseguenza hanno chiesto la restituzione del proprio oro. E chiaramente questo ha prodotto un rapido abbassamento del valore del dollaro. La situazione ha raggiunto il suo paradosso nel 1971, quando la Francia a provato a ritirare quello che possedeva in oro, e Nixon si rifiutò. Il 15 agosto ha pronunciato il seguente discorso: "Ho incaricato il segretario del tesoro di prendere le misure necessarie al fine di difendere il dollaro contro gli speculatori.

Ho incaricato il Sefretario Connally di sospendere temporaniamente la convertibilità del dollaro in oro o in altre riserve attive, salvo per somme a condizioni giudicate nell'interesse della stabilità monetaria e per i migliori interessi degli Stati Uniti.

Questa evidentemente non era una sospensione temporanea come egli affermava, ma piuttosto un cambiamento permanente. Per il resto del mondo che aveva affidato il proprio oro agli USA, si trattava semplicemente di una truffa.

Nel 1973, il Presidente Nixon chiese al re d'Arabia di accettare esclusivamente il dollaro per i pagamenti del petrolio, e d'investire i profitti eccedenti in buoni del tesoro e biglietti americani. In cambio Nixon avrebbe garantito la protezione militare dei campi d'estenzione petroliferi.

La stessa offerta fu estesa all'insieme dei paesi chiave produttori di petrolio del mondo, e nel 1975, tutti i membri dell'OPEC accettarono di vendere il loro petrolio solamente in dollari americani. l'obiettivo era di staccare il dollaro dal suo legame con l'oro legandolo al petrolio straniero, forzando così tutti i paesi importatori di petrolio a mantenere una riserva costante dei biglietti della Federal Reserve.

E per avere questi biglietti di carta, essi dovevano inviare dei beni fisici all'America. Ecco come il Petro-dollaro è nato. I biglietti uscivano e tutto ciò che l'America aveva bisogno entrava, e come risultato gli USA divennero molto ma molto ricchi. Questa fu la più grande truffa della storia. La corsa agli armamenti durante la guerra fredda fu un gioco di poker.

Le spese militari erano i gettoni e gli USA avevano un approvigionamento di gettoni infinito. Con i petrodollari a loro favore, sono riusciti a far montare il livello sempre più alto fino a quando le spese militari americane hanno superato quelle di tutti i paesi del mondo messi insieme. L'Unione Sovietica non ha mai avuto la minima possibilità.

La caduta del blocco sovietico nel 1991 eliminò l'ultimo avversario di stazza della potenza militare americana. Gli USA erano ormai  una super potenza militare e senza rivali. Molti speravano che questo avrebbe segnato l'inizio di una nuova era di pace e stablilità. Purtroppo ai vertici c'era chi aveva altre idee. Lo stesso anno gli USA hanno invaso l'Iraq, durante la prima guerra del Golfo.

E dopo aver annientato l'esercito Iracheno e distrutto le loro infrastrutture, incluse le stazioni di depurazione e gli ospedali, delle sanzioni paralizzanti sono state imposte, le quali impedivano la ricostruzione delle infrastrutture. Queste sanzioni che sono state iniziate da Bush padre e sostenute durante tutta l'amministrazione Clinton, sono durate più di un cecennio, e si stima che abbiano ucciso più di 500.000 bambini.

L'amministrazione Clinton era perfettamente al corrente di queste cifre. "Abbiamo sentito che più di mezzo milione di bambini sono morti" sono più dei bambini morti a Hiroshima, Madeleine Albright segretaria di stato di Clinton ha detto: "Pemso che fu una scelta difficile, ma noi crediamo che fosse il giusto prezzo da pagare". Signora Albright, ma per cosa vale veramente la pena uccidere mezzo milione di bambini?

Nel novembre del 2000 l'Iraq ha cominciato a vendere il suo petrolio esclusivamente in Euro, si trattava di un attacco diretto al dollaro e al dominio finanziario americano, e questo non sarebbe stato tollerato. In risposta, il governo americano, con l'aiuto dei media main stream inizio una campagna di propaganda offensiva, che affermava che l'Iraq possedeva delle armi di distruzione di massa con l'intenzione di utilizzarle.

Nel 2003, gli USA invasero l'Iraq, e una volta preso il controllo del paese la vendita del petrolio passò immediatamente al dollaro. Ciò è particolarmente sottolineato dal fatto che il ritorno al dollaro ha portato una perdita dal 15 al 20 % sui guadagni, in ragione dell'elevato valore sull'Euro. Ciò non avrebbe nessun senso se non si prendono in conto i petrodollari.

Generale Wesley Clark 2 Marzo 2007

"Così sono tornato a trovarlo qualche settimana dopo, in quel periodo bombardavano l'Afghanistan. Così ho chiesto: "Prevediamo sempre di andare in guerra contro l'Iraq?" E mi rispose: "ho è molto peggio di tutto ciò". Si abbassò e prese un documento, posato nella mia scrivania e mi disse: "Ho appena recuperato questo dai piani alti". Questo documento descrive come distruggeremo 7 paesi nei prossimi 5 anni, cominciando dall'Iraq, la Siria, il Libano la Libia, il Sudan, la Somalia per finire con l'Iran.

Ma diamo uno sguardo agli avvenimenti degli ultimi 10 anni e vediamo se riusciamo a estrapolare un modello. In Libia Gheddafi era in pieno processo d'organizzazione di un blocco di paesi africani al fine di creare una moneta basata sull'oro e chiamata "Dinaro" con l'intenzione di sostituire il dollaro in queste regioni. Le forze americane della NATO hanno così aiutato a destabilizzare e rovesciare il governo libico nel 2011.

E dopo aver preso il controllo della regione, gli USA hanno armato i ribelli e ucciso Gheddafi a sangue freddo, e immediatamente hanno creato una banca centrale libica. L'Iran conduce da un certo tempo una campagna attiva con lo scopo di metter fine alla vendita del petrolio in dollari americani. Ha recentemente stipulato accordi per vendere il petrolio in cambio di oro. In tutta risposta, il governo americano con l'aiuto dei media main stream ha tentato di creare un sostegno internazionale per incoraggiare degli attacchi militari con il pretesto di impedire all'Iran di costruire un'arma nucleare.

In attesa, hanno stabilito delle sanzioni con l'obiettivo di provocare un collasso dell'economia iraniana. L Siria è l'alleata più vicina dell'Iran e sono legati da accordi di difesa reciproca. In questo momento il paese sta subendo un'azione di destabilizzazione con l'aiuto segreto della NATO. E anche se la Russia e la Cina hanno avvertito gli USA di non lanciarsi in tale avventura, lo scorso mese la Casa Bianca ha fatto delle dichiarazioni indicando che verrà considerata l'ozione di un intervento militare.

E' chiaro che se non si realizza veramente quello che significa un intervento militare in Siria e in Iran. Anche se questa dovrebbe essere una conclusione evidente, così come in Iraq e in Libia. gli USA lavorano per creare un contesto che gli darà la copertura diplomatica per fare quello che hanno già deciso di fare. Il motivo di queste invasioni e azioni clandestine diventa chiaro quando le si guardano da un contesto globale e si uniscono i punti.

Coloro che controllano gli USA, capiscono che se qualche paese inizia a vendere il proprio petrolio in un'altra moneta questo genererebbe un effetto domino e il dollaro crollerebbe. Essi sono coscienti del fatto che non c'è assolutamente nint'altro che mantiene il valore del dollaro, così come il resto del mondo. Ma piuttosto che accettare il fatto che il dollaro si avvicina alla fine della sua vita, il potere ha messo in opera una manovra calcolata. Hanno deciso di utilizzare la forza bruta dell'esercito americano per schiacciare qualunque stato resistente in Medio Oriente e in Africa.

Il Dinaro stesso, sarebbe stato sufficientemente dannoso, ma quello che dovreste capire è che tutto questo non finirà con l'Iran. La Ciana e la Russia hanno dichiarato pubblicamente e in termini ben precisi che loro non roillereranno un attacco contro l'Iran o la Siria. L'Iran è uno dei loro principali alleati. Uno degli ultimi produttori di petrolio indipendenti nella regione. E hanno coscienza del fatto che se crolla l'Iran, allora essi non avranno alcun mezzo per scappare al valore del dollaro se non quello di andare in guerra.

Nonostante ciò, gli USA spingono in questa direzione malgrado i ripetuti avvertimenti. Quello a cui stiamo assistendo e una traiettoria che ci sta portando dritto all'impensabile. E' una traiettoria che è stata disegnata diversi anni fa in uno stato di estrema scoscienza di ciò che avrebbe causato a livello umano.

Ma chi ci ha messo in questa situazione? Quale tipo di psicopatico è pronto a scatenare volontariamente un conflitto mondiale che porterebbe milioni di debito, solamente per proteggere il valore di una moneta di carta? Certamente non il Presidente. La decisione di invadere la Libia, la Siria e l'Iran è stata presa molto prima di Obama fosse sotto i proiettori nazionali, e nonostante, egli non fa altro che eseguire degli ordini, così come le marionette che lo hanno preceduto.

Quindi chi è che tira i flli? Spesso la migliore risposta a questo genere di domande si trova in un'altra domanda: "Cui bono?" (A chi conviene?). Chiaramente, a quelli che hanno il potere di stampare i dollari a partire dal nulla hanno più da perdere se il dollaro dovesse crollare. Dal 1913, questo potere è detenuto dalla Federal reserve. La federal Reserve è un'entità privata detenuta da un gruppo di banche, le più potenti del mondo e gli uomini che dirigono queste banche sono quelli che tirano i fili. Per loro questo è solo un gioco.

La vostra vita e quella delle persone che voi amate non sono altro che delle pedine in una scacchiera. E così come un bambino di 4 anni che getterebbe la scacchiera per terra se iniziasse a perdere. L'élite al potere è pronta a scatenare una terza Guerra Mondiale per mantenere il controllo del sistema finanziario mondiale.

Ricordatevene quando queste guerre si estenderanno e aumenteranno d'intensità. Ricordatevene quando vostro figlio o figlio del vostro vicino rientrerà a casa dentro una bara avvolta da una bandiera. Ricordatevene quando questi punteranno il dito verso il nuovo "boogie man" (uomo immaginario). Perché questi pazzi che dirigono lo spettacolo si spingeranno tanto più lontano quanto voi glielo permettete.

Allora quanto tempo ci resta? Sento in continuazione questa domanda, ma è la domanda sbagliata. Domandare quanto tempo ci resta è un comportamento passivo. Questa è l'attitudine di un prigioniero che aspetta la propria condanna a morte. Quali possibilità abbiamo? Possiamo cambiare il corso delle cose? Se voi capite quello a cui siamo confrontati, allora avete una responsabilità morale di fare tutto quello che è in vostro potere per cambiare il corso delle cose senza guardare quali possibilità avete.

Solo quando smetterete di basare la vostra partecipazione sulle possibilità di riuscita il successo diventa realmente possibile. Per sradicare le forze malvagie di questo progetto finanziario e portare questi cartelli criminali in giustizia, non abbiamo altra scelta.... I governi non ci salveranno, i governi sono completamente infiltrati e corrotti fino all'osso. Contare su di loro per trovare una soluzione a questo stadio è totalmente ingenuo...


Trascrizione curata da wlady
Trascritto per intero dal video "Il sapere è un'arma"
Traduzione Video by "Informare Per Resistere"
www.informarexresistere.fr
 

Per sentire il video in lingua originale tradotto con sottotitoli in italiano:

http://www.youtube.com/watch?NR=1&v=mjZHUlyeK48&feature=fvwp

martedì 28 maggio 2013

Il perfetto sviluppatore e creatore delle cose.

 http://gizidda.altervista.org/images/enki.jpg

CARATTERI SATANISTI 

Spesso mi sono sentito fare alcune domande: ma chi é il satanista? Quali sono i caratteri che lo contraddistinguono? Come si comporta? Come pensa? Non sono domande facili, perché tutto ciò che la gente sa dei satanisti é ciò che loro é stato detto dai media, dalla Chiesa (servita dai media), e da religiosi di ogni genere che hanno ogni convenienza nel dipingere il satanista come un losco individuo dedito al male.
 

Questa idea é spesso stata rafforzata da quelli che io definisco “falsi satanisti”, cioè persone che non sanno cosa sia il Satanismo , ma ne vengono affascinati e dichiarandosi satanisti cercano di seguire e vivere quel poco (e sbagliato) che sanno del Satanismo, assumendo caratteri e comportamenti derivanti da una idea errata.
 

Abbiamo fatto un percorso storico, e abbiamo affermato in una sezione precedente che Satana é l'Avversario. Dunque un satanista vero avrà in se i caratteri di Satana, o meglio, della forma di Satana a cui si sente più vicino. Un satanista teista sarà portato ad assumere caratteri derivanti dalla nozione teista che ha del Satana, dunque magari una avversità alle religioni monoteistiche e al loro tentativo di ingabbiare la conoscenza e lo spirito umano secondo canoni da loro prefissati... un satanista spiritualista, magari, avrà o assumerà caratteri più spirituali ed elevati di quelli di un teista, ma comunque caratteri fideistici.

Un satanista razionalista, ateo o agnostico che sia, assumerà o sarà portato a manifestare caratteri di agnosticismo o ateismo; non é raro vedere satanisti atei razionalisti farsi beffa degli aderenti a un qualsiasi credo, ma questo non è un carattere satanista, é un carattere umano che si rafforza grazie alla componente atea derivante da una idea di Satana come “Ego umano”. E così via....

Credo che la cosa migliore, per capire i caratteri satanisti, sia sempre andare alle fonti, ed esaminare i caratteri delle varie figure che sono servite nel tempo per creare il mito di Satana, in male o in bene. E in parte l'abbiamo fatto quando abbiamo conosciuto i quattro personaggi utilizzati dai “falsificatori” per creare il modello del Satana. Qui é bene entrare in una analisi profonda solo di un personaggio, Enki, il proto- Satana per eccellenza.

Leggendo i vari miti riguardanti Enki saltano all'occhio subito alcune caratteristiche fondamentali: innanzitutto Enki era un profondo amante e sostenitore dell' uomo. E non può essere altrimenti visto che fu proprio lui a crearlo. I due miti chiamati “Enki e Ninmah” e “Atra Hasis” ci raccontano che furono lui e sua sorellastra Ninmah (in alcune versioni al posto di Ninmah compare la moglie Damkina, in altre versioni le due sono identificate come la stessa persona)a creare l’uomo, ma mentre Ninmah fu sempre distante dalle cose umane, Enki fu sempre presente, guidò lo sviluppo della civiltà, intercedette per gli uomini in ogni momento.

Basti ricordare che fu Enki ad avvisare Ziusudra ( il Noè biblico) che sarebbe arrivato il diluvio, e gli consigliò come mettere in salvo se, la sua famiglia, e il seme delle cose viventi in modo che, passato il diluvio, il mondo potesse riprendere a popolarsi. E fu sempre lui a salvare il suo protetto e sacerdote Adapa da punizione certa (mi riferisco al mito chiamato “Adapa e il vento del Sud”) con uno stratagemma che impedì alla stirpe umana di diventare immortale, ma non impedì all' uomo di avere profonda conoscenza delle cose. 

E anche quando Enki agisce contro il genere umano per volere di Enlil, 
confondendone le lingue, lo fa in effetti per uno scopo più nobile. Aveva già creato le razze, dopo il diluvio... non restava che distinguerne le lingue, le culture, per variegare il nuovo mondo. Enki non solo é il creatore della stirpe umana, ma anche il suo più grande mecenate e protettore. 

Inoltre Enki era un grande scienziato. Aveva conoscenze di metallurgia, di tecniche per l' agricoltura, di ingegneria, di edilizia, di medicina e genetica, di matematica e geografia... e dispensava queste cognizioni prima ai suoi figli, dèi anche loro, in primo luogo Ningishzidda e Marduk, e successivamente ai suoi sacerdoti, dai quali le nozioni sarebbero passate ai prediletti esponenti della stirpe umana. 

Si, perchè Enki fu anche colui che istituì il sacerdozio, che iniziò a Eridu, la sua città sacra in terreno mesopotamico - l'unica città di una divinità della sua fazione - mentre tutte le altre erano dedicate a personaggi della fazione di suo fratello Enlil. L'unico altro enkita che provò a costruire una sua città a Sumer, Marduk, fu severamente punito, e anche in questo caso Enki intervenne per salvare suo figlio ma anche gli umani che lo sostenevano.

Donò loro l' Egitto, che millenni prima aveva risollevato dalle acque dopo il diluvio. Fondò quindi indirettamente anche la civiltà egiziana, dove viene ricordato come Ptah “lo sviluppatore”. Fondò i primi insediamenti nell' Africa sudorientale, abitati da rozzi umani - le prime versioni - la cui evoluzione, una volta lasciati da soli nelle loro terre, proseguì più lenta di quella della gente di Sumer, il famoso popolo dalla testa nera di cui ci parlano le leggende, gli abitanti della terra di Shin-ar di cui si parla nella Bibbia. 

Lì, in sud-Africa, la struttura da poco scoperta, e chiamata “Calendario di Adamo”, giace indisturbata dopo 60.000 anni. Si, lì in sud-Africa giace il primo orologio astrologico del pianeta, ma non è la costruzione più antica... infatti gli insediamenti circostanti sembra risalgano a circa 200.000 anni fa. 

Alcuni miti ci raccontano di un Enki ubriacone, lussurioso, che cerca di portarsi a letto la nipote di suo fratello, la bella e furba Inanna, la “puttana di Sumer”. Inanna lo fa ubriacare e gli ruba i ME della civilizzazione (documenti scritti su cristalli). Il fare libertino di Enki ci viene inoltre tramandato da altri miti frammentari...alcuni sono famosi, come “Enki e Ninhursag”, altri sono meno noti, come il mito in cui Enki si unisce a Ereshkigal che gli dà alla luce Ningishzidda. Enki dona a lei il suo regno, l'Apsu, appunto il sud-Africa, che successivamente divenne per i sumeri il mondo di sotto, l'aldilà... il “creato ad arte” mondo degli inferi.

Altri caratteri Enkiti sono l' altruismo ben pesato per poter comunque trarne dei vantaggi, per sè o per la sua stirpe... alcuni tendono a dipingere Enki come un sessantottino che predica e mette in pratica la lussuria, il godersi i piaceri della vita, ma questa a noi sembra una visione abbastanza riduttiva. Enki era un personaggio molto pratico e istintivo, ma sempre con la mente puntata alla mediazione. 


Non é un personaggio orgoglioso, come invece suo fratellastro Enlil.Enki era il primogenito di Anu, ma nonostante ciò, per complicate regole di successione, il comando di Sumer passò al suo fratello minore. Eppure Enki non si ribellò mai a questo, non mosse mai guerra per questo, e quando suo figlio Marduk sfidò la fazione enlilita, contravvenendo alle regole, Enki prese le sue difese pur dovendone pagare lo scotto. Venne privato dei suoi titoli, per aver difeso un figlio testardo ed orgoglioso. Enki mostra amore incondizionato, passione, gioia di vivere e scoprire.

È il perfetto genitore premuroso dell' uomo. Il perfetto sviluppatore e creatore delle cose.


Tratto dal libro di Alessandro Demontis p. 121-122-123-124-125

















sabato 25 maggio 2013

Un Evento Cosmico destinato a tornare

La “Storia Negata” (Parte 1 di 5) 


La “Storia Negata” (Parte 1 di 5) – Un Evento Cosmico destinato a tornare

Coloro che governano il mondo dai livelli più elevati e nascosti della “società”, custodiscono i più grandi segreti dell’intera storia dell’umanità. Nel corso del tempo molti uomini sono caduti per mano di una “giustizia manovrata” che da sempre opera nell’ombra e che senza scrupoli vanifica e neutralizza chiunque tenti di scoprire cosa si nasconde dietro il drappo della segretezza.

La “Storia Negata”


Esiste un’intera “Storia”, totalmente negata all’umanità. Una grandiosa realtà che possiede un passato, un presente, un futuro e che da sempre scorre parallela alla realtà nella quale viviamo. Una Storia volutamente negata all’umanità, che cede il passo ad una realtà alternativa nella quale è costruito il “meccanismo” che da’ vita al nostro “Sistema” – il mondo – nel quale l’uomo scrive la propria storia. Un mondo che non ha bisogno di conoscere “certe verità”. La vita di ogni essere umano “deve” evolversi in modo “prestabilito” per trovare “orizzonti percorribili”, non c’è spazio per scomode realtà che destabilizzerebbero quel tipo di concetto di vita che abbiamo imparato a conoscere.





Fino a qualche decennio fa, si viveva nella convinzione che il più grande segreto custodito dagli uomini che detengono il potere fosse la verità sull’esistenza di Entità Extraterrestri. Ora gli orizzonti si fanno sempre più nitidi e in fondo all’infinito tunnel delle verità nascoste si trova “qualcosa” di assai ben più importante. Un “Evento Cosmico” di proporzioni bibliche che coinvolgerebbe ciclicamente l’intera vita sulla Terra. Questo Evento è destinato a “tornare”.


Un Disclosure ufficializzato dagli stessi Extraterrestri


Non abbiamo bisogno di ufficializzazioni che confermino l’esistenza di Extraterrestri nel nostro mondo. I “Governi” non possono e non vogliono dare una notizia così sopra le righe, non in questo presente. Una verità di questa portata non può far parte della “storia” in cui viviamo. Inoltre la realtà extraterrestre appartiene già alla “Storia Negata” che scorre parallela alla nostra; molto probabilmente non verrà mai rivelata dai governi terrestri, non qui. Questa “scottante” realtà che molti di noi stanno imparando ad accettare sta venendo alla luce per volere degli stessi Extraterrestri. Il grande “muro della segretezza” si sgretola sotto gli occhi di coloro che abbracciano con l’anima la vera realtà dei fatti, la “Vera Storia”.


Ora più che mai abbiamo la totale certezza che esistono Esseri provenienti da altri mondi e sappiamo bene che interagiscono anche qui sul nostro pianeta e nell’intero Sistema Solare. Possiamo osservare coi nostri occhi che attorno a noi la presenza extraterrestre è dilagante, imbarazzante. La loro “forza” e ostinazione nel comparire ovunque fa pensare ad un grande cambiamento in corso, pronto ad entrare in scena da un momento all’altro.





Gli Extraterrestri sembrano come in attesa di un “Evento Cosmico di indicibili proporzioni”.


Queste Entità Multidimensionali che interagiscono attorno a noi, non sembrano appartenere al nostro Piano di Esistenza, probabilmente discendono da Piani Sensoriali, Astrali e sicuramente fanno parte di un infinito organigramma che “diffonde” e “manipola” la Vita Cosmica in un armonioso intreccio di Piani Esistenziali fatto a gradini, che si evolve attraverso interminabili “Dimensioni Impercettibili”.


“L’inquietudine” degli Extraterrestri


Anche se buona parte di questa realtà non viene confermata dai governi, noi abbiamo la certezza di ciò che vedono i nostri occhi; abbiamo l’assoluta convinzione che queste “Creature” intervengano là dove l’uomo non può arrivare. Sappiamo che da anni Essi sorvegliano la nostra stella ed intervengono sulle dinamiche dei processi di fusione termonucleari da essa sprigionate. Perché? 

Da diversi anni molte immagini catturate dalle sonde della NASA mostrano degli enormi oggetti extraterrestri di dimensioni planetarie che si muovono costantemente a distanza ravvicinata dal Sole. Questi enormi “oggetti artificiali”, appartenenti ad esseri provenienti da altri mondi, stanno interagendo con la nostra stella. Essi stanno “livellando” i flussi delle emissioni di energia sprigionate dal Sole, ma non soltanto.





La presenza di una “seconda stella” nelle vicinanze potrebbe essere una valida motivazione di questo Loro sofisticatissimo 
intervento alle soglie del “Divino”.


Abbiamo assistito ad un Loro intervento (ai limiti della fantascienza) nei confronti di un enorme meteorite (Russia 15 Febbraio 2013) e tanti altri video mostrano la Loro presenza nei pressi di meteore infuocate che impattano nell’atmosfera terrestre. 

Li abbiamo più volte visti (coi loro velivoli) all’interno di tempeste, in prossimità di uragani e tornado, senza venire minimamente coinvolti dalla furia dei fenomeni naturali estremi in atto. Abbiamo le prove di come ispezionino di continuo i nostri vulcani e di come siano entrati al loro interno interagendo sicuramente nelle zone vicine al nucleo della Terra, probabilmente per motivi di monitoraggio dei mutamenti in corso che avvengono nel sottosuolo, legati certamente ad un possibile enorme stravolgimento climatico.







Dunque gli Extraterrestri sembrano essere “preoccupati” per il pianeta in cui viviamo. Cosa si nasconde dietro questa “Loro inquietudine”?


I governi segreti sembrano non poter fare nulla di fronte alla “presa di posizione” di questi Esseri Multidimensionali, è ormai chiaro che non riescono più a tenerli nascosti. Da alcuni anni gli extraterrestri sembrano decisi ad uscire allo scoperto, o comunque si mostrano con grande disinvoltura e sicurezza. Ma perché? Quale motivo sta spingendo queste Entità in decisioni così azzardate?


E’ forse in “arrivo” un Grande Evento Epocale?


Il più grande segreto dell’intera Storia dell’umanità viene tuttora custodito con grande attenzione. La presenza extraterrestre pare proprio essere passata in secondo piano. “Chi governa il mondo” sta cercando di nascondere un segreto ben più “imponente” della presenza extraterrestre. Una pagina di storia scottante, una verità sconvolgente, qualcosa che è strettamente collegato all’intervento extraterrestre nel nostro Sistema Solare.

Un Evento destinato a ripetersi…

(Fine Prima Parte)


Scritto da Dan Keying


Articolo riproducibile citando autore e fonte

giovedì 23 maggio 2013

Da Sumer al Transumanesimo

La Trasformazione


 

Chi ha letto la prima parte della "nascita di satana", dove vengono menzionati i vari personaggi legati a questa figura sa di cosa stiamo parlando:

Abbiamo incontrato i personaggi che sono serviti per creare le due figure di riferimento: Yahweh e Satana. In Appendice B ho riportato in forma grafica il sunto della nostra analisi fino a questo punto. Queste due figure sono il paradigma creato per condizionare la storia delle civiltà.

Ma cosa successe millenni fa? Come si passò dalla grandezza del politeismo sumero-babilonese all' enoteismo ebraico, al monoteismo yahwista? Come abbiamo visto la chiave di tutto é Ishkur / Adad / Ramman / Yam / Yahweh. Ma questo, ovviamente, in chiave divina.

Dal punto di vista umano il cambiamento inizia già nel XXI secolo a.C. con Abramo, e riprende nel XV secolo con Mosè. In tutto questo arco di tempo però, Yahweh é solo una figura nascosta, le cui vicissitudini ci giungono da un periodo molto posteriore.


 http://gizidda.altervista.org/images/Yahweh_Winged_Wheel_Coin_enlarged.jpg

E' infatti attestato che la prima occorrenza del suo nome ci giunge dal IX secolo a.C., un periodo in cui il culto di questo dio conviveva con il culto del suoi fratelli e di suo padre. Ci sono infatti rappresentazioni siriane di El che risalgono al IX secolo a.C., ed in effetti fino ad almeno il VII secolo a.C. 

Yahweh non sembra giocare un ruolo preminente, ed é solo con la caduta definitiva di Babilonia nel VI secolo a.C. (ad opera di Ciro II) che la nuova religione ebraica acquisisce quell'importanza e quell'influenza che ha esercitato nel corso dei secoli successivi.

Nella caduta di Babilonia troviamo un' altra traccia importantissima: Ciro aveva, secondo la Bibbia, ricevuto proprio da Yahweh l' ordine di sottomettere la città a causa del fatto che Babilonia aveva esiliato gli ebrei. Ma chi era Ciro II? Era un imperatore persiano, dunque iranico, proveniente dalla parte più meridionale dell'antico impero di Elam (II millennio a.C.) ove regnava Ninurta, figlio di Enlil e fratello maggiore di Ishkur/Yahweh! Ninurta era adorato ad Elam con il nome di Inshushinak, e l' unico dio di rango più alto (ma di minore importanza) era il doppio Yabru/Kumban, due nomi che rappresentano l'aspetto “celeste” e “sotterraneo” del sumero Anu.


http://gizidda.altervista.org/images/enlil.jpg

Ciro II però non distrusse Babilonia, semplicemente la annesse ai suoi vastissimi domini, dichiarandosi re per volere dello stesso Marduk. Forse per questo la Bibbia non è poi così benevola con Ciro? Forse Ciro aveva confuso Yahweh/Ishkur con Marduk/Satana? O forse voleva far coesistere le due fazioni come già era successo nel VII secolo a.C. quando Marduk e Nanna erano venerati assieme e pariteticamente? Non possiamo dirlo con certezza, ma tanto è che la Bibbia assegna a Babilonia, la città di Marduk, proprio il ruolo di capitale del male, per sempre simbolo di ogni nefandezza.

Questo particolare costituisce un vero e proprio crosscheck nel nostro percorso di identificazione di Satana, avendo indicato in Marduk il personaggio che fu utilizzato per creare il lato peggiore di Satana. Quel lato che poi é arrivato, ulteriormente storpiato, fino ai nostri giorni. 


Non si poteva tollerare un Satana paritetico a Yahweh. Anzi, Marduk, tutti i suoi fratelli e suo padre, avevano rango superiore all' Ishkur sumero. I suoi domini (l' Egitto, Canaan, Babilonia) erano immensamente più vasti dei domini di Ishkur (Libano, Turchia meridionale). 

Come fare allora ad abbassare il rango di Marduk/Satana? La trasformazione cui ci riferiamo ebbe inizio già nel II millennio a.C. in Anatolia (la Turchia meridionale), quando Taisheba/Ishkur soppiantò Anu (padre di tutti gli dei sumeri) nel pantheon, e continuò a partire dal V secolo a.C. quando la religione politeistica babilonese viene messa a tacere, salvo pochi e brevi revival ad opera di personaggi come Alessandro Magno (che nelle sue memorie dichiara addirittura di aver visto il corpo del dio Marduk nella sua tomba dentro l'Esagila). Ishkur é diventato Anu, padre di tutti gli dei. Marduk diventa così uno dei figli ribelli, sconfitto, scaraventato nel “mondo di sotto”. 

Le memorie di queste vicende si ammantano ormai da secoli di un alone spirituale, i popoli hanno perso contatto con le figure che un tempo erano di carne ed ossa, e ora diventano sempre più spirituali e concettuali, a volte rappresentanti della natura, a volte rappresentanti delle fobie e delle speranze umane.

Questa trasformazione poi termina con la nascita del Cristianesimo. Si perde così ogni riferimento a divinità reali, si ha la nascita del “solo spirito”, nascono i profeti che preannunciano la venuta di un Salvatore che ci libererà da questi tempi bui nei quali, come rivelano molti salmisti e autori biblici del VI secolo a.C., gli dei se ne erano andati. Trasformazione avvenuta. Yahweh é nato e cresciuto.
 

Satana é stato creato e inabissato, e con la nascita del concetto di eterno peccato, di spirito dannato, con l'inculcamento nel cuore del credente del senso di colpa per il “peccato originale” col quale l'uomo aveva interagito con Satana (Enki) e seguito il suo consiglio, l' uomo diventa schiavo. E lo è tuttora.

Tratto dal libro di Alessandro Demontis "Da Sumer al Transumanesimo"
pag:. 48-49-50-51

http://gizidda.altervista.org/site.html


martedì 21 maggio 2013

il paradigma economico imperante & la passività dilagante

LA RIVOLUZIONE CONTRO IL NUOVO ORDINE MONDIALE 



Nel mondo del 21 secolo sono stati attribuiti poteri praticamente illimitati ad esseri viventi immaginari ed incorporei per dominare e sfruttare qualsiasi espressione o risorsa della Terra.

Tali aziende di capitale ed altri soggetti giuridici non hanno ovviamente emozioni, coscienze, valori, etica, né la capacità di essere in comunione con gli altri esseri viventi della comunità di Gaia.
Anzi, le aziende hanno appetiti intrinsecamente predatori - sorretti da leggi e normative che producono queste realtà e la loro stessa costituzione - competono per accaparrarsi aggressivamente il controllo di madre natura, al fine di consumarlo il più velocemente possibile, incuranti delle conseguenze a lungo termine per il globo terrestre ed i suoi figli.
Le aziende di capitale sono 51 delle 100 unità economiche più ricche del mondo (le altre sono nazioni), ma nonostante le prime 200 aziende di capitale detengano più del 25 per cento delle attività economiche della Terra, esse impiegano meno dell’1 per cento della forza lavoro a livello mondiale.

Così si licenzia il lavoro produttivo e si assume solo il mero profitto economico.
I ristretti gruppi di potere dominanti del nostro mondo sono convinti che la nostra specie - o meglio solo alcuni individui -  sia superiore rispetto alle altre e che abbia il diritto di governare, ovvero danneggiare Gaia.

Abbiamo rifiutato la biosfera dentro la quale siamo nati, e abbiamo eretto un macrocosmo solo per esseri umani sigillato ermeticamente dentro la nostra mente.
E’ una serra dentro la quale i nostri ego possono crescere a dismisura gonfiati dalla presunzione di essere i padroni dell’universo. Nell’omosfera contano solo sparuti individui preferibilmente maschi, mentre tutti gli altri sono considerati inferiori come le donne, gli animali e le piante.
I sistemi “legali” dominanti sono tutti basati sull’assunto che gli esseri umani esistono solo dentro la propria pelle e che noi siamo gli unici esseri o soggetti dell’universo, ogni altra creatura vivente è invece definita come oggetto (da sfruttare fijo all'estinzione).

Le società dominanti controllano il mondo sulla base di una falsa cognizione dell’universo. La tesi è fuorviante: gli esseri umani sono separati dal loro ambiente e si può prosperare lo stesso mentre la salute della Terra deteriora ogni giorno.

Infatti, sulla base di questa distorsione percettiva e cognitiva, gran parte degli umani sono convinti che la salute ed il benessere dipendano dallo sfruttamento della Terra preferibilmente con la velocità consentita dalla tecnologia e dalla domanda di mercato, piuttosto che dalla conservazione dell’ecosistema globale.

Le strutture di governo, i codici giuridici e la giurisprudenza, le leggi imposte riflettono e consolidano l’illusione della separazione e dell’indipendenza. Ciò incoraggia e legittima un comportamento ambientale e sociale distruttivo, intralciando lo sviluppo di forme di organizzazione sociale più appropriate da parte di chi non sottoscrive i miti sociali dominanti. I sistemi amministrativi sono assemblati per non arrestare ed invertire questo comportamento autodistruttivo.
In una battuta: il diritto umano non riconosce che l'universo è una comunione di soggetti, e non una collezione di oggetti da possedere, sfruttare e gettare via.

La salute è ormai un lusso. Il numero delle malattie è in vertiginoso aumento. I dati ufficiali seppure edulcorati e sottostimati rivelano qualcosa di incredibile. Il numero dei malati di tumore è aumentato del 400 per cento in breve tempo: le persone stanno sempre peggio in tutti i sensi, ma non osano ribellarsi. Un terzo di tutte le patologie è causato da esposizione all’ambiente contaminato. 

Sull’intero pianeta Terra la salute del genere umano è condizionata sempre più dai cambiamenti che le forze armate provocano all’ecosistema. Solo per fare un esempio: ogni anno oltre 2 milioni di persone muoiono a causa dell’inquinamento dell’aria.
Attualmente sono note 40 mila malattie ed in commercio si trovano ben 58 mila medicinali legalizzati. La maggioranza delle malattie non sono predeterminate geneticamente, ma dipendono da fattori storici e sociali.

Mentre a milioni muoiono di fame o di malattie assolutamente prevenibili, altri nelle nazioni “ricche” mangiano fino a morirne.
Un quinto della popolazione mondiale, quello più ricco in termini materiali, è responsabile di quasi il 90 per cento del consumo totale individuale, mentre 1,2 miliardi di persone sopravvivono - mediamente - con meno di un dollaro al giorno. Alla somma della vergogna vanno aggiunti quasi 2 miliardi di analfabeti e 2 miliardi di persone che non hanno mai visto l'energia elettrica.
Nel frattempo la scienza lavora alacremente allo sviluppo di tecnologie per modificare geneticamente e clonare l'homo sapiens così da produrre pezzi di ricambio che prolunghino la vita a pochissimi privilegiati, ossia a chi potrà permetterselo in termini economici.

Si sta gettando la Terra nella discarica dell’avidità umana, sacrificando tutto nel nome degli insaziabili dèi del progresso e dello sviluppo. E’ fin troppo evidente che le società “umane” e post-industriali non sopravviveranno molto più a lungo nella loro forma presente.

Il nostro campo mentale si è ristretto, così come è stata assottigliata, per non dire annullata completamente la nostra libertà di pensiero e di movimento. Qualcuno se n’è accorto?
Siamo immersi in un tempo in cui tutti tentano di comunicare, ma pochi hanno veramente qualcosa di significativo da dire.

Che fare? Mutare il paradigma economico imperante, ovvero il consumo illimitato di risorse, ed annichilire la passività dilagante.

Ogni cosa è interconnessa ci insegna l’ecologia. E’ fondamentale mettere in pratica una nuova cognizione di governo dell’umanità, come componente di un più ampio mutamento sociale che punti ad una nuova visione del mondo.

Bisogna vivere in un mondo migliore. Non bisogna soltanto sognarlo ad occhi aperti, ma costruirlo nella realtà quotidiana. Allora spegnete la televisione, accendete la mente ed aprite il cuore, passando all’azione pratica di rivoluzione prima di tutto interiore.

 

lunedì 20 maggio 2013

venerdì 17 maggio 2013

Mala tempora currunt.

 Planet X e Blu Kachina (Parte 3 di 3) – Gli Eventi ciclici che mutano la vita sulla Terra

Planet X e Blu Kachina (Parte 3 di 3)

Gli Eventi ciclici che mutano la vita sulla Terra

Diversi eventi che si intrecciano come in una fiaba surreale darebbero luogo ad inaspettate verità che finirebbero per rivelarci “vere pagine di storia” sulle origini dell’uomo. Una storia che da sempre ci è stata negata e che un giorno ci verrà riconsegnata proprio dai popoli delle stelle.

“Poiché le stelle e le costellazioni del cielo non faranno più brillare la loro luce; il Sole si oscurerà mentre sorge, la Luna non farà più risplendere il suo chiarore” (Isaia 13,10 – Bibbia).

Come accadde almeno 5.000 anni fa, i giorni di buio verranno nuovamente anticipati da numerose comete che solcheranno i nostri cieli. Infinite lance di fuoco trafiggeranno l’inerme pianeta Terra, mentre misteriose trombe invisibili si abbandoneranno in lamenti agonizzanti che echeggeranno su tutto il globo terrestre. L’inarrestabile caos avvelenerà un’umanità sempre più cieca, mentre numerosi “Esseri di Luce” appariranno tra il sogno e la realtà.
Continua a leggere QUI


 


Mistero Planet X: un pianeta gigante fotografato dalla sonda spaziale SOHO

Mistero Planet X: 

un pianeta gigante fotografato dalla sonda spaziale SOHO

Secondo il parere di un ricercatore e cosmologo di nome GREG, questo scatto della sonda SOHO (Solar and Heliospheric Observatory), il telescopio spaziale studiato e progettato dalla collaborazione tra NASA e ESA , lanciato alla fine del 1995 per studiare contemporaneamente molti aspetti del Sole, dalla struttura e dalla dinamica del suo interno fino al vento solare, mostra una massa planetaria ad una distanza minima dalla nostra stella. 


nibiru soho721 May. 16 14.48

nibiru soho722 May. 16 15.28

Un evidenza da sottolineare in questo caso, è che la massa planetaria dell’oggetto cosmico in questione risulta 4/5 volte la massa di Giove  (il mostro sacro del nostro sistema solare ), nonchè la sua impressionante vicinanza al Sole .

Continua QUI


  


estinzione-umana-1.jpg
 La concreta possibilità dell'estinzione della specie umana

Sebbene sia spesso relegato nell'ambito del catastrofismo e del complottismo becero, quello dell'estinzione della specie umana è un tema che sta diventando sempre più dibattuto dalla comunità scientifica. 
Quali sono le maggiori minacce mondiali alla sopravvivenza della nostra specie? Siamo alla vigilia di una catastrofica, quanto inaspettata estinzione dell'umanità?

Sono queste le domande che hanno animato una conferenza tenutasi al Future of Humanity Institute presso l'Università di Oxford che ha visto la partecipazione di un team internazionale di scienziati, matematici e filosofi con l'intento, per quanto possibile, di individuare i maggiori pericoli che minacciano la nostra esistenza come specie.

Il simposio ha prodotto un documento finale (Existential Risk as a Global Priority), nel quale il rischio dell'estinzione umana viene classificato come una priorità globale che i responsabili politici devono prendere in seria considerazione e prendere le dovute precauzioni.

Secondo Nick Bostrom, direttore dell'istituto oxfordiano, la posta in gioco è pericolosamente alta e se non si prendono i provvedimenti giusti, questo potrebbe essere l'ultimo secolo di vita della specie umana. Ma quali sono i pericoli maggiori che minacciano l'umanità?

Continua QUI 


  


I governi sono forse a conoscenza di un imminente disastro globale? 

 Le potenze mondiali probabilmente sanno ...

I governi sono forse a conoscenza di un imminente disastro globale? 
 
Le potenze mondiali probabilmente sanno di un possibile evento distruttivo futuro, ma non stanno annunciando alcun pericolo. Stanno cercando di guadagnare tempo sfruttando la “distrazione” dell’uomo, dirottandolo senza tregua su problemi di “quotidianità sociale” legati ad una crisi economica senza fine che starebbe causando il collasso totale del sistema finanziario globale.

Una situazione di “negatività sociale avvelenata” divenuta oramai uno “stile di vita”, creato forse a “dovere” per accumulare ciclopiche somme di denaro e per allontanare le attenzioni delle persone da qualcosa di “estremamente scottante”.
 
Continua QUI


Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Nin.Gish:Zid.Da

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Torna all'inizio

Torna all'inizio
Home page