giovedì 30 dicembre 2010

IL SILENZIO

Il silenzio è un rumore che non c'è più, è un'eco che si allarga come la scia delle anatre sull'acqua, ammutolisce piano piano, il nulla giunge lentamente, è dapprima memoria di un suono, poi, quando finisce la memoria, si chiude il sipario della sordità prenatale, ottusa e vuota.
C'è un altro silenzio, è nel nostro intimo, e a voce muta come i pensieri non espressi, da questo silenzio tutto nostro (Perché, dice L'Eclesiaste, nel cielo è Dio, e sulla Terra Tu), ha origine l'arte, cioè il racconto dell'Uomo che si racconta.
 
Dunque molte cose, troppe, restano fuori dal testo quando adoperiamo le parole, l'arte ha il compito di indagare nel silenzio degli esseri umani e di trasformare, con l'aiuto delle convenzioni di un linguaggio espressivo, la materia scura e silenziosa in materia tangibile, comunicabile, essa quindi non fa che cercare uno stile linguistico, in grado di restituire nel modo più fedele possibile quanto viene elaborato nel silenzio.

In quel silenzio c'è la verità della persona e della sua epoca. verità che mai potrà esprimere l'ingenuo parlante il quale, d'istinto tradisce la verità osservandola alle esigenze della comunicazione immediata, quindi alla lingua, cioè alla cultura repressiva.

Per questo non ha del tutto torto chi afferma che l'arte mette in scena il "rimosso" di una società, tutto ciò che resta fuori dalle regole della convivenza civile.

Nel silenzio degli Astri si specchia la morte, in quello degli Uomini si nasconde il senso del vivere.

SINOSSI DELLA DECIMA TAVOLETTA

L'emissario appare in sogno a Enlil, a Enki viene ordinato di salvare l'Umanità, per mezzo del suo figlio Ziusudra (Noè), di costruire una nave a tenuta stagna.

Un nocchiere sale a bordo portando i semi della vita sulla Terra, l'avvicinamento di Nibiru fa scivolare la coltre glaciale della Terra Bianca.

L'ondata di marea così prodotta racchiude la Terra in una morsa d'acqua, gli Anunnaki rimasti osservano la calamità orbitando intorno alla Terra.

Le acque si ritirano; la barca di Ziusudra si posa sul Monte della Salvezza, discende in un turbine di vento Enlil, scopre l'inganno di Enki, Enki convince Enlil di aver agito per ordine del Creatore di tutte le cose.

Utilizzano come base temporanea la piattaforma dell'atterraggio rimasta intatta.
Lì, in una Camera della Creazione, vengono creati culture e bestiame; nelle Terre al di là dei Mari vengono scoperti abbondanti giacimenti auriferi.

Nuove Installazioni Spaziali vengono create nelle nuove terre, includono anche due colline artificiali (Piramidi), e una scultura a forma di leone (Sfinge).
Ninmah offre un piano di pace per risolvere vecchie e nuove rivalità.

Continua...

mercoledì 22 dicembre 2010

Il lato oscuro dell’oncologia: pericoli e costi

Il giorno 23 di questo mese, sono quattro anni che la mia dolce Moglie se n'è andata, non posso fare a meno di pensarci, le feste di questo periodo, mi portano indietro nel tempo, ancora oggi sono incredulo che una persona sana come la mia Lory se ne sia andata a soli 55 anni, lasciando un vuoto atomico.
Nonostante la mia contrarietà, e quella di mio figlio, (per essere informato sui fatti) mia moglie ha voluto fare questa maledetta cura, che l’ha uccisa prima del tempo, una pausa di riflessione bisognerebbe farla, potrebbe capitare a tutti, e la disperazione ci induce a credere ad oltranza … ma… è vero? Una lettura oculata e riflessiva di quello che ci circonda è doverosa, essere informati è un diritto inalienabile …

Tratto dal mio vecchio blog del 07 aprile 2008
Il lato oscuro dell’oncologia: pericoli e costiMarcello Pamio – tratto da: "Il lato oscuro dell’oncologia" dispensa in preparazione

Il pericolo della chemioterapia
Ci hanno sempre insegnato che la cura principale dei tumori è la chemioterapia, cioè terapia a base di sostanze chimiche.
Si sono però dimenticati di dirci che queste sostanze di sintesi sono dei veri e propri veleni.
 
Solo chi ha provato sulla propria pelle le famose iniezioni sa cosa voglio dire.
Un malato di tumore viene avvertito che la chemio provocherà nausea, vomito, che cadranno i peli del corpo compresi i capelli, forse.
Ma siccome è l’unica cura ufficiale riconosciuta per quella malattia, si stringono i denti e si firma il consenso informato.

Dovete sapere però che l’Istituto Superiore di Sanità italiano ha fatto stampare un fascicolo dal titolo “Esposizione professionale a chemioterapici antiblastici” per tutti gli addetti ai lavori, cioè per coloro che (solamente!) maneggiano fisicamente le fiale per la chemio (di solito infermieri professionali e/o medici). Fiale che andranno poi iniettate ai malati!
 
Alla voce Antraciclinici (uno dei chemioterapici usati) c’è scritto: “stomatite, alopecia e disturbi gastrointestinali sono comuni ma reversibili. La cardiomiopatia, un effetto collaterale caratteristico di questa classe di chemioterapici, può essere acuta (raramente grave) o cronica (mortalità del 50% dei casi). Tutti gli antraciclinici sono potenzialmente mutageni e cancerogeni
 
Alla voce Procarbazina (un altro dei chemioterapici usati) c’è scritto: “E’ cancerogena, mutagena e teratogena (malformazione nei feti) e il suo impiego è associato a un rischio del 5-10% di leucemia acuta, che aumenta per i soggetti trattati anche con terapia radiante”.
L’amara conclusione, che si evince dall’Istituto Superiore di Sanità, è che la l’oncologia moderna per curare il cancro, utilizza delle sostanze chimiche che sono cancerogene (provocano il cancro), mutagene (provocano mutazioni genetiche) e teratogene (provocano malformazioni ai figli)!!!
 
Qualcosa non torna: ad una persona sofferente dal punto di vista fisico, psichico e morale, debilitata e quasi sempre sottopeso, vengono iniettate delle sostanze così tossiche?!
Questo apparente controsenso – se non si abbraccia l’idea che qualcuno ci sta avvelenando – si spiega nella visione riduzionista e totalmente materialista che ha la medicina, ma questo è un argomento che affronteremo più avanti
I costi della chemioterapia
Dal sito dell’A.I.A.N., Associazione italiana per l’assistenza ai malati neoplastici si evince il costo di un trattamento chemioterapico.
Il costo medio dei cicli chemioterapici che differiscono sostanzialmente nella composizione, varia sensibilmente in base ai farmaci. Comunque il costo si aggira su svariate decine di migliaia di euro per i vari cicli, fino a 50.000€.  
L’illusione che la chemioterapia sia gratuita, cade alla considerazione che il cittadino e l’ ammalato, i contribuenti, la pagano allo Stato sotto forma di prelievi fiscali. A questi costi esorbitanti si aggiungono gli oneri elevati dell’indotto, ad esempio il trapianto di midollo può comportare la spesa di oltre 50.000€. L’efficacia temporanea e limitata, l’assenza di effetti risolutivi, l’elevata tossicità rendono ancora più irrazionale ed inaccettabile un così elevato onere finanziario della chemioterapia”. Mentre nel “Giornale italiano di Farmacia clinica” del 21 febbraio 2007 sono stati pubblicati i costi per “l’uso dei farmaci citotossici nei cicli di chemioterapia ‘platinum-based’ analizzati per una corte di 100 pazienti e 6 cicli di terapia”.

1. Costo di 6 cicli di chemioterapia con Paclitaxel associato a Cisplatino (ECOG 1594) per 100 pazienti: 128.217,00 euro.
2. Costo di 6 cicli di chemioterapia con Vinolrelbina associata a Cisplatino (TAX 326 + ILCP) per 100 pazienti: 200.940,00 euro
3. Costo di 6 cicli di chemioterapia con Paclitaxel associato a Carboplatino (ECOG 1594 + ILCP) per 100 pazienti: 216.945,00 euro
4. Costo di 6 cicli di chemioterapia con Gemcitabina associata a Cisplatino (ECOG 1594) per 100 pazienti:  409.020,00 euro
5. Costo di 6 cicli di chemioterapia con Docetaxel associato a Cisplatino (ECOG 1594 + TAX 326) per 100 pazienti: 540.093,00 euro
6. Costo di 6 cicli di chemioterapia con Docetaxel associato a Carboplatino (TAX 326) per 100 pazienti: 548.955,00 euro

Cifre colossali che si riferiscono “solamente” ai costi dei farmaci chemioterapici nei sei tipi di trattamenti terapeutici presi in considerazione nella “Valutazione dei costi associati alle terapie ‘platinum based’” e pubblicate nel Giornale italiano di Farmacia clinica”. Se a questo sommiamo i costi della “somministrazione”, “premedicazione” e “reazioni avverse” il totale ha dell’incredibile!
1. Costo 6 cicli di chemioterapia (Paclitaxel e Cisplatino) + somministrazione”, “premeditazione” e “reazioni avverse” per 100 pazienti: 452.096,00 euro
2. Costo 6 cicli di chemioterapia (Vinolrelbina e Cisplatino) + “somministrazione”, “premeditazione” e “reazioni avverse” per 100 pazienti: 814.366,00 euro
3. Costo 6 cicli di chemioterapia (Paclitaxel e Carboplatino) + “somministrazione”, “premeditazione” e “reazioni avverse”  per 100 pazienti: 467.550,00 euro
4. Costo 6 cicli di chemioterapia (Gemcitabina e Cisplatino) + “somministrazione”, “premeditazione” e “reazioni avverse” per 100 pazienti: 703.251,00 euro
5. Costo 6 cicli di chemioterapia (Docetaxel e Cisplatino) per 100 pazienti: 841.978,00 euro
 6. Costo 6 cicli di chemioterapia (Docetaxel e Carboplatino) + “somministrazione”, “premeditazione” e “reazioni avverse” per 100 pazienti: 825.887,00 euro
Ricapitolando:



Sei cicli soltanto di chemioterapia costano per OGNI paziente una cifra che va da 4.520 euro a 8.420 euro.

Nei malati i cicli di chemio da fare non seguono una regola assoluta, anche se quando si somministrano per via preventiva (?) in un paziente che non ha una forma tumorale,  esiste un numero prestabilito di cicli. Mentre se la terapia è rivolta a un paziente che ha una malattia in corso, in fase metastatica per esempio, la durata è variabile, e comunque si sospende di solito tra il 6° e l’8 ciclo.
 
Quindi la somministrazione di sostanze chimiche è assolutamente variabile e si può prolungare per molto tempo, facendo lievitare anche i costi per la società e gli utili per le multinazionali produttrici.
Tale calcolo però non tiene conto dei costi di operazioni chirurgiche, eventuali trattamenti radioterapici, medicamenti, farmaci, visite, degenze, ecc.
I malati nuovi di tumore in Italia sono ogni anno circa 270.000 e se tutti questi seguissero i protocolli ufficiali, ogni anno il giro di affari sarebbe di centinaia di miliardi di euro!
 
Cifre del genere – pagate dal Sistema Sanitario Nazionale e quindi sottratte alla Comunità con le tasse -  il potere di lobbies di Big Pharma è così forte che riesce a tenere celate le terapie non convenzionali e tappare la bocca a tutti quei ricercatori indipendenti che hanno il coraggio (o l’incoscienza) di mettere la salute della persona davanti agli interessi economici.
Questo potrà spiegare una volta per tutte le persecuzioni mediatiche, giudiziarie, professionali e personali subite da personaggi come Luigi Di Bella, Geerd Ryke Hamer, Tullio Simoncini, Bonifacio, Pantellini, Zora, Gorgun e moltissimi altri grandi ricercatori.
Invece di cercare una strada meno dispendiosa, meno sofferente e logicamente con più risultati positivi di guarigione si continua su questa folle corsa dissanguante e disumana.
Ma per quanto ancora?
Tale follia ha raggiunto il parossismo in Regione Toscana che “rimborserà il costo di una parrucca a tutte le donne che, affette da un tumore, hanno perduto i capelli a causa della chemioterapia
La magra consolazione delle donne è che “le interessate potranno acquistare la parrucca da loro stesse gradita in uno dei negozi specializzati e poi chiedere il rimborso documentando la spesa”



I costi della radioterapia La mucosite orale è una complicanza (una delle tante) della chemio e radioterapia. Interessa il 77% dei pazienti trattati con radio alla testa e la totalità di quelli sottoposti a trapianto autologo delle cellule staminali trattati con chemioterapia citotossica ad alte dosi.
Per questa complicanza viene usato il farmaco Palifermin (è un fattore di crescita dei keratinociti umano).
Pensate che il costo di un solo trattamento completo comprendente 6 somministrazioni di 60 mcg/Kg/die corrisponde al costo di una confezione: 4.320,00 euro!
Una sola scatola di questo farmaco costa 4320 euro. La casa farmaceutica che lo produce si chiama Amgen Inc., il cui presidente e Ceo è un certo Kevin W. Shaker che risulta avere collegamenti con General Electric (che costruisce, come abbiamo visto prima i mammografi!) e figura nel direttivo di Northrop Grumman Corporation (società nel campo aerospaziale e della difesa, produttrice di armamenti), Chevron (petrolio & C.)!

I costi della radioterapia Secondo le ultime statistiche dell’A.i.r.o. (Associazione italiana di radioterapia oncologica) nel 2002 sono stati 108.000 i pazienti in Italia trattati con la radioterapia.
 
Quindi il 60% dei nuovi malati (270.000 all’anno) si sottopone alla radio!
Il costo di una apparecchiatura per la radioterapia si aggira intorno a 1.000.000 di euro, con un costo a trattamento pari a circa 12.000 euro.
Un solo trattamento con onde radio (di solito si fanno almeno cinque sessioni) costa la bellezza di 12.000 euro, senza tenere conto del costo di medici, fisici, radioterapisti, tecnici dosimetristi, costi di gestione e manutenzione, ecc.
Una persona malattia può fare diversi cicli di radioterapia, per cui anche dietro le radioterapie ruotano cifre colossali.
Senza dimenticare che esistono numerosi modelli (diversificati anche nei prezzi): “Radioterapia a intensità modulata”, “Radioterapia intraoperatoria”, “Radioterapia stereotassica” (altissima precisione con altissimi costi), “Gamma Knife” (Raggi Gamma), “Cyberknife” (acceleratore lineare miniaturizzato collegato a braccio robotica), “Brachiterapia” (utilizzo di piccole sfere radioattive introdotte nell’organismo), “Adroterapia” (radioterapia a fasci di ioni di idrogeno o carbonio), ecc. ecc.
Un altro dato interessante sono le sostanze chimiche usate in combinazione con le terapie radiologiche.
Dal “Centro di riferimento regionale sul farmaco” l’agente antineoplastico usato spesso con la radioterapia, il cui principio attivo si chiama Cetuximab, costa (per solo otto settimane di trattamento) 7.722,80 euro (prezzo fornito dalla ditta farmaceutica)[7]
Quindi la radioterapia tra apparecchiatura e un solo farmaco, senza considerare le strumentazioni tecnologiche all’avanguardia, costa per ogni seduta più o meno 20.000 euro!!!
I costi di un trattamento oncologico ufficialeConsiderando i due principali strumenti terapeutici nelle mani degli oncologi ad esclusione della chirurgia, e cioè chemio e radio, con un solo ciclo (6 per la chemio e 5 per la radio) vediamo quanto costa il tumore oggi in Italia.
Attualmente sappiamo esserci da noi 1,7 milioni di ammalati e oltre 270.000 nuovi malati ogni anno.
La conclusione, senza entrare troppo nel dettaglio e nel particolare, è la seguente: il tumore in Italia (solamente tra chemio e radio, escludendo quindi chirurgia, costi di degenza, farmaci vari, apparato medico e infermieristico) è indubbiamente una delle patologie più costose!

Dalla dispensa: "Il lato oscuro dell’oncologia", disponibile a breve



[1]I farmaci chemioterapici”, Prevenzione tumore, www.prevenzionetumori.it/archivio/archivio_text.php?cat_id=496&pos=175
[2]  Idem
[3] A.I.M.A.C., Associazione Italiana Malati di Cancro http://www.aimac.it/notizie/visualizza.php?id_articolo=6741
[4] Idem
[5]Una ‘buona’ radioterapia? Ecco le regole”, intervista a Patrizia Olmi dell’Istituto dei Tumori di Milano, “Il Corriere della Sera” del 7 maggio 2004  
[6]Trattamento economicamente efficace dei melanomi localizzati”, tratto da Biotech & Biologia Molecolare  http://www.molecularlab.it/news/view.asp?n=3425
[7] Cetuximab, Centro di riferimento regionale sul farmaco, http://www.uvef.it/web/index.php?pag=ricerca-farmaci&id_farm=172
[8]La prima giornata del malato cancro”, Francesco De Lorenzo TGCom
 

lunedì 20 dicembre 2010

domenica 19 dicembre 2010

ANGELI e DEMONI

Gli Alieni o Esseri di luce incarnano Angeli e Demoni del passato, lavorano ad una loro agenda sulla terra: produzione di ibridi, esperimenti per appropriarsi della nostra anima, controllo del pianeta e delle sue risorse.

Gli Addotti sono influenzati negativamente, sono controllati, hanno sensi di colpa, paura così gli Alieni si nutrono della loro energia vitale ed animica.
 
Solo le persone che posseggono un'anima vengono addotte, sono utilizzate per fecondare razze aliene, ospitano parassiti di luce nel proprio corpo, hanno memorie aliene innestate nella loro mente.

Gli Alieni ingannano le loro vittime, molti addotti sognano un onda gigantesca che investe l'intero pianeta, tutti muoiono ma non loro che vedono la scena da distanza.

Ovviamente i governi sanno tutto, sono anch'essi parte del programma, e forniscono anche basi militari sotterranee per i loro esperimenti.
 
I nostri governanti che sono Massoni, Satanisti, ci hanno venduto in cambio di tecnologia avanzata, credendo che otterranno in cambio enormi benefici personali e l'immortalità.
Anche Satana si traveste da Angelo di luce, non è dunque cosa eccezionale se anche i suoi servitori si travestono da servitori di giustizia. (Corinzi 11:14-16).

Il gran Dragone, il Serpente antico, che è chiamato diavolo e Satana, il seduttore di tutto il mondo, fu gettato giù; fu gettato sulla terra, e con lui furono gettati anche i suoi Angeli. (Apocalisse 12:9).

Forse ha ragione Pinotti quando dice: "La risposta è che gli Usa che sono la forza dominatrice mondiale, qualora gli Ufo si "palesassero" perderebbero il loro potere politico sul resto del pianeta. In più uscirebbe fuori il fatto che in tutti questi anni il popolo è stato sempre informato erroneamente e preso in giro per un gioco di potere». In conclusione, Pinotti si è detto fiducioso che questo sistema cambierà e ha affermato, con convinzione che «come abbiamo assistito all'uomo sulla luna e alla fine dell'impero sovietico, assisteremo anche alla presenza degli Ufo sulla terra".

giovedì 16 dicembre 2010

ecstasy



Domenica calda d’estate quando tutti sono al mare, mi tornano alla mente le immagini del passato, quando condividevo una vacanza o semplicemente un tuffo in piscina con la mia ragazza, in quei tempi non erano molte le opportunità economiche, ma la felicità di stare insieme era insita in noi.

Ora, mi trovo a scrivere di questi momenti indimenticabili, come un risparmio messo da parte per momenti difficili, (così come avviene in una famiglia avveduta sui fatti della vita), si andava in piscina insieme e subito dopo (ancora freschi) si andava in cantina, in quella cantina fresca ci si guardava intorno con circospezione per non essere visti da occhi indiscreti e, in un attimo scese le scale di corsa, ci si trovava nel nostro angolo per fare all’amore, eravamo adolescenti di sedici anni non di più, la freschezza della gioventù, la nostra pelle è liscia dolce da accarezzare si univa, e … guardandoci negli occhi con complicità ci si completava, si gioiva di questi momenti indimenticabili, non vi erano tabù, senza malizia, era solo una cosa naturale che succedeva, ma con la consapevolezza di essere in sintonia. 

Nessuno può insegnare le cose che accadono in forma naturale, la pulizia mentale era dentro di noi, è quella pulizia che ci ha accompagnato per tutta la vita, e non ci ha mai fatto sentire a disagio, questo è motivo per cui oggi mi permetto di ricordare in piena libertà, libero da pudori senza le restrizioni che una società bacchettona ha sempre manipolato, strumentalizzando la paura di qualcosa come l’amore naturale tra due ragazzi, e che succede in tutte le cose del creato.


Dopo l’adolescenza, e quelli di vita vissuta da coniugi, ho scoperto qualcosa di trascendente, la fusione delle menti e dei corpi in un unico essere, non so come definirlo ma credo che si possa chiaramente chiamata ecstasy; questa nostra unione era diventata una cosa celebrale. 

Il sesso (anche se sempre presente) non era più così determinante, ci si trovava sulla stessa lunghezza d’onda per raggiungere il piacere, un piacere ancora più forte dell’amplesso che, solo con la mente è in grado di raggiungere, ci si sentiva appagati, anche quando subentravano sensazioni diverse come il dolore, la malattia, gli sforzi per vivere e tutto quello che la vita ci fa vivere ogni giorno, non è mai mancata quell'intesa, eravamo una persona sola, un sentimento liquido, quel sentimento che è pervasa tutta la creazione, ma che solo pochi hanno avuto il privilegio di gioirne.


Io non sono un credente di quella o quell’altra religione, 
ma, se c’è vita dopo lamorte, certamente il mio spirito o corpo sottile di energia, si unirà con la sua  metà che non è più … per fare ritorno al popolo delle stelle.

mercoledì 15 dicembre 2010

IL PRINCIPIO



Per riconoscere che la Genesi parla non solo di religione, ma anche di scienza, è necessario riconoscere il ruolo degli Anunnaki e accettare che i testi sumeri non sono "mito", bensì il racconto di fatti realmente accaduti.

Gli studiosi, pur se hanno compiuto molteplici progressi in questo senso, non sono ancora arrivati a riconoscere in toto la veridicità dei testi.

 Raffigurazioni del disco alato Nibiru/Marduk


Pur se al momento scienziati e teologi sono ben consapevoli dell'origine Mesopotamica della Genesi, continuano a spogliare i testi di qualsiasi valore scientifico.
Sostengono caparbiamente che non può trattarsi di scienza perché " dovrebbe essere ovvio che nessuna di queste storie può essere il prodotto della memoria umana".


La Bibbia inizia con una affermazione oggettiva e non con una affermazione di natura religiosa, persino nella versione di re Giacomo. Si tratta di una vera e propria lezione di scienza primordiale che spiegava che, un tempo non esistevano i Cieli e la Terra e che era stato un atto del Signore dei Cieli - del suo "spirito" che si muoveva sulle "acque" - a creare con un dardo di luce i Cieli e la Terra.


I progressi compiuti negli studi Biblici e linguistici, dai tempi di re Giacomo, hanno spinto i redattori sia alla New American Bible, (cattolica), sia sia alla The New English Bible (delle chiese in Gran Bretagna) a sostituire lo "spirito di Dio" con la parola "vento", che poi è ciò che significa realmente il termine ebraico " ru'ach.


L'ultimo verso, dunque, recita "un vento possente spazzò le acque", è rimasta invariata, invece, la traduzione di "abisso" per la parola Tehom, tuttavia ora anche i teologi riconoscono il riferimento a Tiamat dei Sumeri.


Accettare queste premesse, il riferimento alla versione mesopotamica alle "acque" di Tiamat che si mescolano perde l'aspetto allegorico, e nasce invece, l'esigenza di una valutazione oggettiva.





Nasce l'esigenza di capire da dove proviene la grande quantità di acqua presente sulla Terra e di valutare l'affermazione della Bibbia (corretta come vedremo), secondo la quale, quando la terra si formò, questa era interamente ricoperta d'acqua.


Una tale abbondanza d'acqua sin dal momento stesso della sua creazione, si poteva spiegare solo se la Terra era quanto restava di Tiamat, "mostro d'acqua".


L'abbondanza di acqua di Tehom/Tiamat è citata nei vari riferimenti Biblici, il Profeta Isaia (51,10) ricordava "i giorni primordiali", quando la potenza del Signore "colpì e divise in due il Superbo", fece roteare il mostro d'acqua, prosciugò le acque di "Tehom-Raha".


Ma come aveva fatto il Signore a prosciugare il mare, le acque del grande abisso? Non era stato lo Spirito Divino, bensì il satellite di Nibiru/Marduk mentre si avvicinava a Tiamat, applicando questa conoscenza al testo Biblico, la lettura corretta dice:


In principio Dio creò il Cielo e la Terra.
La terra era informe e deserta e le tenebre
ricoprivano l'abisso e il vento di Dio aleggiava sulle acque
Dio disse: "Sia luce". E luce fu.


La Genesi non descrive la divisione di Tiamat o la distruzione della sua schiera di satelliti, riportate invece in maniera così vivida nei testi Mesopotamici; è chiaro, comunque, dai versi appena citati, (tratti da Isaia e dai Salmi nonché dalla narrazione di Giobbe - 26,7-13), che gli Ebrei avevano famigliarità con le parti eliminate dalla versione originale.


Giobbe, infatti, ricorda di come il Signore Celeste aveva colpito anche "gli abitanti del Superbo" e, con impressionante precisione astronomica, esalto il Signore che giunto dallo spazio esterno, era restato fedele a Tiamat (Tehom) e aveva modificato il sistema Solare.


I testi Mesopotamici proseguono poi descrivendo come Nibiru/Marduk aveva formato la Fascia degli Asteroidi con queste parole:


L'altra metà di lei
egli innalzo come un paravento nei cieli,
schiacciandola, piegò la sua coda fino a formare la Grande Fascia,
simile ad un bracciale posto a guardia dei cieli.


La Genesi riprende questa narrazione primordiale e descrive la formazione della Fascia degli Asteroidi con queste parole:


Dio disse sia il Firmamento in mezzo alle acque
per separare le acque dalle acque.
Dio fece il Firmamento
e separò le acque che sono sotto il Firmamento
da quelle che sono sopra il Firmamento, e così avvenne.
Dio chiamò il Firmamento Cielo.

lunedì 13 dicembre 2010

SINOSSI DELLA NONA TAVOLETTA

L'umanità si moltiplica; la stirpe di Adapa ha prerogative regali
Sfidando Enlil, Marduk sposa una femmina terrestre.
Perturbazioni celesti e mutazioni climatiche colpiscono  Lahmu (Marte)
gli Igigi discendono sulla terra,
catturano femmine terrestri per sposarle
il promiscuo Enki ha un figlio umano Ziusudra (Noè)
Siccità e pestilenze causano sofferenze sulla Terra
Enlil la considera una punizione voluta dal Fato
e vuole fare ritorno a casa
Anche Ninmah invecchiata dai cicli della Terra,
vuole far ritorno a casa
 
Un emissario misterioso li mette in guardia
dal non sfidare il destino
aumentano i segni di un imminente Diluvio Catastrofico
la maggior parte degli Annunaki inizia a far ritorno su Nibiru
Enilil mette in atto un piano per far perire tutto il genere umano
Enki e Ninmah iniziano a conservare
i Semi della Vita della Terra
I restanti Annunaki si preparano per il Giorno del Diluvio
Nergal Signore del Mondo Inferiore, darà il preavviso 


tratto dal libro : Il Libro Perduto del Dio Enki di Zecharia Sitchin

Continua ...

sabato 11 dicembre 2010

Predators Alien - Vuoi mettere tutte le nostre uova nel loro paniere?


Originariamente pubblicato: Il canadese , ufodigest.com , inspiegabile-mysteries.com e in tutto il mondo mysteries.com


 

20th August 2010 20 agosto 2010

Ho scritto due libri postulando l'idea che se il fenomeno UFO come lo conosciamo è autentico cioè che è presente in termini di realtà fisica allora dovrebbe trovarsi ad un livello sensoriale inconscio dell'umanità

Come specie dell'umanità homo sapiens sapiens, siamo,  senza ombra di dubbio, le vittime più probabili di un sotterfugio terrificante, 
che può cambiare la natura e 
la condizione umana stessa una volta per tutte, con un cambiamento che potrebbe derubarci la caratteristica che sta alla base del nostro significato di base esistenziale come esseri viventi.

Su Discovery Channel, nel suo programma radiofonico 'Universo' all'inizio di quest'anno, Stephen Hawking ha dato il suo parere che all'interno dell'esistenza di vita aliena potrebbe esserci qualche forma di vita intelligente che potrebbe rappresentare una minaccia per l'umanità.
Stephen Hawkins afferma che: "Per il mio cervello matematico, i numeri da soli fanno pensare che gli alieni siano perfettamente razionali". "La vera sfida è capire quello che gli alieni potrebbero realmente essere."

Hawking postula che gli alieni potrebbero semplicemente essere razziatori della Terra per le sue risorse e poi andarsene. "Dobbiamo solo guardare a noi stessi per vedere come la vita intelligente potrebbe svilupparsi in qualcosa che non vorremmo incontrare; immagino che possa esistere, in linea di massima, l'idea di aver utilizzato tutte le risorse del loro pianeta natale. Tali alieni nel tempo sarebbero forse diventati nomadi, cercando di conquistare e colonizzare qualunque pianeta abbiano potuto raggiungere." Egli conclude che cercare di entrare in contatto con razze aliene è un po troppo rischioso. "Se mai gli alieni ci visitassero, penso che il risultato sarebbe come quando Cristoforo Colombo approdò la prima volta in America, e, che le cose non siano andate molto bene per i Nativi americani ".
Hawking, e non solo, le altre grandi menti scientifiche di oggi, sono ormai prossimi alla stessa conclusione: che non sono solo sono civiltà aliena, una possibilità questa molto probabile, ma anche molto spaventosa. Il Fisico di fama mondiale Dr. Michio Kaku ci dice che le possibilità di vita aliena abbastanza avanzata per raggiungere il nostro pianeta, possano identificarsi nei predatori in natura. Egli sostiene che gli esseri umani come top della catena alimentare su questo pianeta sono predatori come qualsiasi forma di vita intelligente, più precisamente in grado di utilizzare una tecnologia avanzata necessaria per i viaggi nello spazio. Questo denota la probabilità che per sua natura sia un predatore.
 

Quindi tutta questa intuizione dove  ci porterà? Ora che il funzionario scientifico ha fatto luce non solo sull'esistenza del fenomeno estraneo, ma anche sul rischio del suo pericolo per noi, saranno i mezzi meno inclini a ridicolizzare coloro che prendono sul serio, come i tristemente illusi seguaci della New Age, i richiedenti  l'attenzione per fabbricare prove per tornaconto personale?

Per essere onesto, penso che la risposta a tale questione sarà 'no' non farà la minima differenza.

Il consenso dei media non tiene conto delle fonti autentiche, fonti di ufficiali militari, piloti, medici, poliziotti e si concentra solo sulle relazioni a volte demenziali, a volte nevrotiche e, addirittura, a volte anche le persone manipolate che hanno messo il loro valore nell'equazione dei soldi. Per i media il parere del rapporto di Hawking si evince dal fatto che la vita aliena sia una possibilità molto forte, ma che finora non vi sia stata alcuna menzione degli elementi di prova dalle relazioni e testimonianze impeccabili che sono state effettivamente suggerite per anni.

La rimozione e l'impianto di sperma e di ovuli è solo una delle tante procedure ginecologiche che sono state segnalate da centinaia di migliaia di experients. La grande maggioranza dei quali sono persone normali con i piedi terra senza alcun precedente interesse per il paranormale.
Michio Kaku ha detto di credere che sarebbe una follia per i governi di rendere pubblica la conoscenza di tale visita a causa del panico che ne deriverebbe. Kaku crede davvero che lui e i governi che potrebbero avere questa conoscenza possano decidere di censurare informazioni in nostro favore, perché non abbiamo la maturità per gestire in modo responsabile. Se la minaccia che i testimoni affidabili hanno segnalato per anni e che Kaku stesso, e ora anche Hawking hanno affermato, è reale e presente, vorreste che questa conoscenza venisse censurata?

Se Kaku e Hawking hanno ragione circa l'esistenza di intelligenze e forme di vita aliena che siano potenzialmente predatori la possibilità che questa informazione sia stata censurate è alta. Ciò implica che molti di coloro che hanno riferito di incontri alieni erano meramente reporter di eventi reali.

Essendo noi in tanti a crederci, permettiamo che ciò continui? Recentemente abbiamo visto come l'auto arbitrio proclamato nella morale della politica mondiale, gli Stati Uniti, la Gran Bretagna e tutti i cartelli politici, hanno confabulato con abile disonestà un crudo interesse personale e una inclinazione subdola e spietata per le bugie e la disinformazione. La guerra in Iraq e gli scandali sulle spese  nel parlamento Inglese ce la dice lunga su come ci presentano questa prospettiva di tale
'polluticians' nascondendoci la verità su qualcosa di molto più remoto.
 
Se è vero che c'è stato un importante input extraterrestre  nella nostra Società degli affari non vi sarà alcun modo che questi furfanti possano farla franca. I politici ei loro ausiliari stanno per essere posti alla guida del contatto con qualsiasi alieno. Se lo si analizza attentamente, questo processo, sta per essere attuato da una potente razza extraterrestre tecnologicamente superiore  che prenderà in consegna l'attuale condizione umana. In tutto loro mentire, dove rimarrà la loro lealtà, nell'interesse di tutti noi come famiglia umana, o nel loro stesso interesse. In qualità di esperto potrei affermare che gli interessi che coincidono con il fine estraneo e le relazioni di testimoni
attendibili, si concentrino sulla clandestinità  e l'offuscamento della loro presenza e sulla loro finalità su questo pianeta.

Qualunque sia la nostra base esistenziale, qualunque sia la nostra fede come una specie di pensiero vivente, possiamo aspettarci di essere contro gli extraterrestri alieni e la loro superiorità implicita nei loro termini. Abbiamo visto come funziona quando il nostro stesso record come specie si contrappone al controllo delle specie animali non-umani. Li abbiamo decimati senza pietà. Penso che questo sia il punto che sta alla base dell'affermazione di Hawking. È lui per primo che ci incoraggia ad evitare il contatto con una risorsa aliena, ma se è inevitabile: noi, come individui, abbiamo il diritto inalienabile di conoscere ciò che il nostro destino probabilmente possa divenire.

Se una specie aliena con una tecnologia abbastanza avanzata per conquistare la velocità della luce al fine di raggiungere noi ha un interesse a noi con i nostri livelli tecnologici relativamente primitivi ci si sarebbe dovuti porre la domanda: Perché? Che cosa possiamo dare noi come esseri viventi con una tecnologia inferiore alla loro? Che cosa possediamo noi di meglio da poter dare a loro? Possiamo noi essere migliori dei più avanzati sistemi di intelligenza artificiale e robotica? E 'molto più facile più veloce e più prevedibile lavorare con l'intelligenza artificiale che con quella naturale; e allora perché avrebbero dovuto preoccuparsi di noi? I nostri corpi sono meno resistenti dei robot. Le nostre motivazioni, i desideri interferiscono con qualsiasi altro programma che potrebbero cercare di introdurre mentre un robot è un foglio bianco per scrivere. 


Se vogliono le nostre risorse planetarie, come l'oro ad esempio, sarebbe così facile per loro il raccolto con mezzi puramente tecnologici a trovare quelle risorse meglio su pianeti disabitati senza abitanti fastidiosi come noi? Se vogliono il nostro DNA cosí tanto e facilmente replicato all'infinito da un piccolo campione, come giá i nostri biologi hanno fatto, non potrebbero ricrearselo proprio come farebbero per loro ricerche?

Eppure, per millenni, sembra abbiano interagito con la nostra specie. Cosa abbiamo che li affascina di tanto potente? La loro prima preoccupazione sarà quella di sopravvivere nella migliore capacità. Che cosa abbiamo che dia vantaggio per la loro sopravvivenza?

Si potrebbe dire che essi desiderino ibridarsi con noi in modo che possano sopravvivere sul nostro pianeta attraverso la fusione con una specie già adattata alle condizioni locali.
Ma poi la clonazione sarebbe una soluzione migliore.
Clonazione e umanità re-clone una miscela ibrida con loro.
Ma hanno già provato questo sulle loro astronavi il risultato è di un ibrido debole e malato da tutti i punti di vista.

Che cos'è allora che su di noi non può essere clonato con successo e mescolato con il loro prospetto specie?
Perché hanno bisogno di mescolare noi con loro nel nostro stato naturale originale nel tempo con tutti i disagi per loro che questo produce?
Cosa abbiamo che un laboratorio altamente avanzato biologico come il loro non può replicare?

Io suggerisco che ci sia qualcosa d'altro che entra nell'equazione, qualcosa che si muove continuamente nelle regole del gioco.
Qualcosa che la nascita e il parto naturale non ha clonato, cosa che prevede la possibilità per la vita, in primo luogo, nonostante i meccanismi di smantellamento di un universo governato dalla seconda legge della termodinamica.

Quel qualcosa è ciò che viene comunemente chiamato, in mancanza di una parola migliore, un 'anima'. Nella nostra società laica, involontariamente e inesorabilmente sembra che la scienza sia il nostro oracolo, la nostra fonte di verità. Eppure, i suoi profeti e indovini sono ora ad ammettere che anche loro sono al buio.

BBC Horizon Program: "Tutto ciò che sappiamo circa l'universo Wrong" é stato proiettato a marzo ed ha rivelato che gli scienziati all'avanguardia della cosmologia e della fisica teorica sono felici di ammettere che la loro conoscenza di come l'universo e tutto quanto è in esso è venuto a essere è quasi inesistente. Sono costretti ad affermare, dai dati provenienti dalle proprie osservazioni dell'universo, nel modello standard di elementi di spiegazioni esotiche come la materia oscura, energia oscura e il nuovo flusso scuro. Questi sono tutti chiamati 'dark' per un motivo molto semplice: gli scienziati sono completamente all'oscuro di quello che sono.
 
Eppure, gli scienziati starebbero per dare un senso a ciò che vediamo nell'universo osservabile. Potrebbe in qualche modo significare che c'è davvero una realtà al di là del fisicamente osservabile che interagisce con il fisico osservabile?
Questo potrebbe implicare qualcosa di non-fisica che per mancanza di una parola migliore verrebbe chiamato 'Dio'. E nostra norma sociale il non vedere nulla al di là della portata degli atomi. Basta guardare Hawking riferendosi alle sue ultime dichiarazioni in una bella illustrazione su questo.
La sua visione cinica degli extraterrestri si basa sull'osservazione della forma di vita della Terra - gli esseri umani.
 
Lui pensa che sia un presupposto ragionevole che il comportamento di civiltà extraterrestri sarebbe simile al comportamento violento e, naturalmente, di sfruttamento dell'uomo. Con ironia ha recentemente suggerito che la razza umana dovrebbe insediarsi su un pianeta fuori del nostro sistema solare per proteggere il futuro della specie.
"Una volta si sviluppa nello spazio per stabilire colonie, il nostro futuro deve essere sicuro."  "La razza umana non dovrebbe avere tutte le uova nello stesso paniere, o su un pianeta. Speriamo di poter evitare di far cadere il cestino finché non avremo distribuito il carico.
 
Se ci potrebbe essere solo una possibilità che l'esistenza continui al di là di un regime atomico delle cose, come alcune delle più grandi menti che venne in questo mondo hanno giá attestato, la scienza stessa può ora implicarlo. Se esiste effettivamente una natura eterna alla nostra realtà individuale, come potrebbe questa essere compromessa dal pensiero incapsulato nel suggerimento di Hawking, come in effetti potrebbe questo essere ulteriormente compromesso da un ordine del giorno alieno che sembra al centro della sperimentazione con la nostra naturale capacità riproduttiva, senza tener conto per la nostra libertà di scelta?

Se le nostre scelte possono influenzare il nostro prospetto eterno così come il nostro tempo come puó essere che una catastrofe possa avvenire per questa fiducia, la nostra eternità, per le valenze e ai capricci dei politici e dei loro sicari amministrativi?

Con i recenti progressi nella bio-tecnologia e cibernetica si sfreccia più veloce che mai in quello che io chiamo 'Sim Card Man'. Potrebbe essere che gli alieni grigi che sono una caratteristica di quasi tutte le esperienze di abduction a loro volta possano essere il prodotto finale di una civiltà in un altro luogo nell'universo di raggiungere questo stadio di avanzamento tecnologico al suo acme.

Potrebbe questa civiltà aver trasformato il proprio corpo naturale attraverso protesi artificiali in entità bio-meccanica? Potrebbero i Grigi essere stati il prodotto finale di una civiltà che ha cercato di evitare la morte in questo modo? Potrebbero essere l'epitome, in altre parole, di intelligenza artificiale?
Ciò starebbe in linea con i rapporti dei rapiti che sembrano suggerire che i Grigi non hanno alcuna simpatia nei nostri confronti, ma neanche crudeltà, piuttosto si comporterebbero cosí come uno scienziato si comporta verso i suoi topi da laboratorio.

Stiamo andando nella stessa direzione, come la civiltà che può aver creato questi Grigi, 'sim-carding' a noi stessi di una vita virtuale nella nostra ricerca di realtà virtuale, intelligenza artificiale e bio-tecnologie saranno gli eredi legittimi del predatore di Hawking e preda universo.

Eppure, le esperienze vicino alla morte portano a una realtà incredibilmente bella al di là del fisico che trasforma la vita di coloro che la guardano. Il valore di pensieri e azioni che sono l'altra faccia del rapporto predatore-preda sono immediatamente evidenti a questi individui. Potrebbe essere che le interferenze da una fonte artificiale bio-meccanica roboidale ci sta portando via da questo sistema di valori?

Potrebbe essere che ci porta a seguire il loro formato artificiale e, forse, programma la nostra struttura genetica in entità roboidale che noi stessi creiamo per sopravvivere ai rigori dei viaggi nello spazio e ri-costruire il nostro DNA in ospiti adatti.

"Che giova un uomo, se ha guadagnato il mondo intero e subíto la perdita della propria anima?" 
Queste parole, l'eco attraverso due millenni di sedersi sulla verifica dei forse, questo é il più grande mistero che la nostra specie ha bisogno di risolvere. Non sarà mai fatto se i media tradizionali continuano a coprire le proprie idee col metro degli scettici, cinici e quelli che pensano con il cervello scollegato dalla vita temporale e dal vivere, senza indennità di prevedere una scala più grande esistenziale.

© Nigel Kerner 2010 © Kerner Nigel 2010

ANTICO TESTAMENTO, clip video da Mauro Biglino


Libro entusiasmante, che ho letto più volte, Mauro Biglino, autore del Libro, spiega alcuni passi della Bibbia, avvalorando (in parte) gli studi del Professore Zacharia Sitchin da poco scomparso, studioso della Bibbia e dell'epica della creazione Sumerica "Enuma Elish".



IL LIBRO CHE CAMBIERA’ PER SEMPRE LE NOSTRE IDEE SULLA BIBBIA
Gli Dei che giunsero dallo spazio?

RESURREZIONE REINCARNAZIONE
Favole consolatorie o realtà?

CHIESA ROMANA CATTOLICA E MASSONERIA
Realmente così diverse?

Grazie e buona visione a chi vorrà…

venerdì 10 dicembre 2010

Cosa siamo diventati

 Dal mio vecchio blog wordpress.com/ 2010/05/04

Siamo così presi di noi stessi che non proviamo più nemmeno a cimentarci
con gli altri individui, cerchiamo solo il nostro punto di vista. 


Non riusciamo a provare empatia con gli altri individui. Siamo come dei soggetti autistici incapaci di differenziare il proprio punto di vista da quello altrui. 

Siamo incuranti dell’altrui pensiero e continuiamo il nostro discorso, incurante delle parole degli altri. Abbiamo perso un pochino di Umanità, e la sofferenza fa paura, la sofferenza la legittimiamo perché è così che deve essere, tanto oggi non tocca a me, del tipo: io ancora il lavorò c’è l’ho, ho ancora una bella famiglia, la mia macchina la casa per le vacanze, che me frega di togliere il conto dalla banca, perché devo diminuire il mio tenore di vita? Tutto va bene.
 

La parola che si può meglio comporre è: "ego-io" cioè egoismo, la nostra forma patologica di egoismo ci imprigiona in una solitudine sociale, solo quando le cose cambiano e ci vanno male allora siamo pronti a scendere in piazza con gli altri, e nei casi estremi si arriva anche al suicidio, siamo troppo imbevuti di questa Società che dagli anni 50/60 è andata sempre più degradandosi. Il nostro Dio, la televisione, (oggi anche la rete), abbiamo a loro delegato la nostra vita, ma non solo, abbiamo delegato anche quella dei nostri figli e nipotini, allocchiti di programmi spazzatura, o di giochini per socializzare come inventarci un avatar, non viviamo più una vita reale, ma per sentito dire. 

 
Ecco che allora diventa tutto surreale, non esiste più il confine tra verità e finzione, fino a quando con il culo per terra ci troviamo noi che stiamo qui!! dietro a questo schermo a leggerci e a scriverci per acconsentire o dissentire (io compreso), sperando che qualcosa cambi e … che l’essere umano assuma ancora la sua vera identità senza più subire gli avvenimenti come spettatore
distaccato che vede un film. Vivo in una Metropoli come Milano e ricordo bene gli anni che vanno dal 1960 al 1980, era si una Milano da bere, ma non nel senso dell’opulenza ma per la semplicità delle persone, nella carità e compassione per il più debole, nell’aiutare chi aveva meno e farlo crescere, oggi tutto è cambiato e ogni giorno è peggio, ci chiudiamo nei nostri loculi e non conosciamo nemmeno il vicino di casa.
 

Convengo che forse abbiamo perso molto di più di quello che credevamo di avere, abbiamo perso L’Umanità …e se non la ritroviamo al più presto saremo una razza in via di estinzione, pronti a scannarci quando ci mancheranno le cose che credevamo di vitale importanza, e state tranquilli che quel giorno verrà!

Alcune risposte dal mio vecchio blog:

mag 05, 2010 @ 20:42:28 
Quel giorno è già cominciato da tanto purtroppo. Quello che gli ultimi dieci anni hanno lasciato come scia, puzza di fine; una fine lenta ma irreversibile. A noi non resta che correre dietro ai pensieri e problemi che il sistema ci ha preparato per il quotidiano vivere, per non farci insospettire che è ormai già da tanto tempo cambiato qualcosa. Siamo concentrati a guardare il dito fin nelle sue rughe e non ci accorgiamo che ci indica il pericolo. È vero che il cambiamento è duro e comporta sofferenza, frustrazione e talvolta crisi, crisi profonda; per questo siamo più propensi a non voler cambiare, anzi lottiamo per riuscir a mantenere quello che abbiamo già ottenuto o di cui siamo già in possesso. I cambiamenti che l’umanità si è trovata ad affrontare nel suo percorso sono sempre stati accompagnati da profonde crisi e sofferenze, per cui questa non sarà diversa dalle altre. Noi nel nostro piccolo ci possiamo ritenere fortunati, perché siamo tra quei pochi che si distinguono nel leggere la storia con agghiacciante prontezza, e anche sfortunati perché la nostra sofferenza comincia molto più a monte, molto prima degli altri ci si ritroveranno a farci i conti nel momento in cui ne verranno inghiottiti, e sfortunati anche perché il fatto di ritenerci inutili, non adatti (a volte vigliacchi), ad adempiere un cambiamento portandoci dietro le piccole comunità che ci circondano, ci fa soffrire ancora di più. Forse hai ragione, una fase si sta concludendo, l’essere umano di questo livello è destinato ad estinguersi, per lasciar posto ad uno che sicuramente sarà molto più maturo e percettivo del suo predecessore. Se questo è il volere della legge "a noi sconosciuta", che ben venga, a noi solo il macabro spettacolo di chiusura del palcoscenico, di vedere la scomparsa dell’uomo moderno.Chi vivrà vedrà.Con affetto Mardukkino

mag 06, 2010 @ 07:24:30 
Nel 1992 la comunità scientifica si interrogava già su questi temi, preoccupata per il futuro. Ad oggi nessun cambiamento, siamo fermi in termini di elevazione percettiva e coscienziosa.Veramente dobbiamo noi fare affidamento sugli esperti i cui pronunciamenti, per assurdi che possano essere, sono accettati come una questione di fede, o non confideremo piuttosto nell’evidenza dei nostri sensi, nella nostra osservazione del mondo? Questo interrogativo é anche centrale negli eventi sociali di oggi. Non esiste un solo governo, a est come a ovest, che oggi goda della fiducia della popolazione o che sia in grado di promettere, credibilmente, un qualsivoglia miglioramento del suo futuro. Il globale declino di produzione e livelli di vita, iniziato ormai 40 anni fa, si é fatto più rapido. Dobbiamo strappare la società a questo gorgo: per farlo, conteremo gli "esperti" i quali, a est come a ovest, insistentemente esigono politiche a vantaggio dei pochi e sacrificio dei molti? Oppure possiamo confidare nel nostro discernimento e prendere nelle nostre mani la direzione della Società e dell’economia che supporta tale società? Il modo in cui sarà data risposta a questi interrogativi plasmerà, non la sola storia della scienza, ma la storia dell’Umanitá.

giovedì 9 dicembre 2010

Catastrofismo Cosmico


Una Grande cometa o un grande asteroide, si precipita in rotta di collisione verso la terra. Man mano che si avvicina il momento dell'impatto, il nostro mondo è mosso da cataclismi: vulcani che entrano contemporaneamente in eruzione, terremoti che frantumano la crosta terrestre, onde alte come montagne che distruggono continenti e cambiano la geografia del pianeta.

E' la trama di un racconto di fantascienza? No: molti autori hanno presentato simili scenari come fatti storici.
La presunta collisione (o una quasi collisione) avvenuta in epoche antiche tra la Terra e, di volta in volta, un asteroide una cometa o un pianeta, è stata per spiegare la distruzione di Atlantide, il diluvio descritto in Genesi o gli eventi miracolosi verificatosi durante l'esodo degli Ebrei dall'Egitto.



E' stato Immanuel iVelikosvski a fornire gli argomenti più dettagliati a sostegno di tale catastrofismo cosmico e le sue teorie hanno avuto e hanno ancora un vasto seguito tra il pubblico.

Secondo Velikovski nel corso del secondo millennio a.C. un'immensa cometa (che sarebbe poi diventato il pianeta Venere) fu espulsa da Giove. Verso il 1450 a.C. mentre Mosè si preparava a condurre gli Israeliti fuori dall'Egitto, il corpo celeste si avvicinò al nostro pianeta. La Terra attraversò la coda della cometa e le meteoriti di cui era composta l'inondarono di una polvere rossa, che rese i fiumi e i mari color del sangue.

Polvere simile a cenere, meteoriti incandescenti e idrocarburi piovvero in varie località, seminando il panico, dappertutto scoppiarono incendi, quando la terra fu completamente immersa nella coda, avvicinandosi alla testa della cometa, l'oscurità scese sul nostro pianeta e durò per giorni, la rotazione della terra fu rallentata e questo provocò terremoti, venti potenti come uragani si scatenarono e onde gigantesche scagliarono l'acqua sulla terraferma, lasciando i bacini di alcuni mari (come il Mar Rosso)  provvisoriamente all'asciutto.

Nei secoli tra il 1400 e 800 a.C circa, al sistema solare furono risparmiati altri cataclismi, ma nel VIII secolo a.C. Venere si scontrò con Marte, spostandolo dalla sua orbita originaria, successivamente il pianeta Rosso si avvicinò alla Terra più volte (776,747,717,702,687 a.C.)creando ulteriori catastrofi che distrussero le città
Micenee e l'esercito assiro che assediava Gerusalemme, alla fine sia Marte che la terra si stabilizzarono nelle loro attuali orbite.

L'anno corrente (cioè il tempo necessario per compiere una rivoluzione intorno al Sole) si allungò da 360 giorni a 365 e 1/4, nel frattempo, l'impatto con Marte aveva modificato l'orbita ellittica di Venere, dandola la sua attuale forma quasi circolare, il sistema solare aveva finalmente raggiunto la condizione stabile che possiamo osservare oggi.



La pubblicazione di "Mondi in collisione" da parte di Velikovski scatenò una tempesta di polemiche, Velikovski fu attaccato dai più autorevoli scienziati e in particolare dagli Astronomi, alcuni dei quali cercarono addirittura di impedire che il libro fosse distribuito nelle librerie e nelle biblioteche, il mondo accademico pensava così di proteggere il Pubblico dalla diffusione di false teorie, presentate come vere.

Come Risultato Velikosvki divenne un martire agli occhi dei suoi sostenitori, oggi invece, gli scienziati non solo ammettono che vi possano essere state collisioni cosmiche in tempi remoti, ma secondo alcuni è stato proprio l'impatto di una grande meteorite, avvenuto circa sessantacinque milioni di anni fa, a provocare l'estinzione dei dinosauri; è stato anche ipotizzato che il sistema Solare possa spostarsi lungo la Via Lattea ogni trentacinque milioni di anni, accrescendo così la possibilità di una collisione tra la Terra e una cometa o una grande meteora.

Tratto da alcune letture di: Antichi astronauti (William H. Stiebing Jr)
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Nin.Gish:Zid.Da

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Torna all'inizio

Torna all'inizio
Home page